sez. 16.3.12 (8) – Il brigantaggio siciliano dopo il 1860 di Domenico Bonvegna, da Siciliainformazioni.com (Domenico Bonvegna) Nella presentazione presso il Palazzo Jung a cura della Provincia di Palermo, del libro Sicilia 1860 – 1870. Una storia da riscrivere, edito da Isspe, l’autore Tommaso Romano, prendendo la parola ha voluto sottolineare, quello che non ha scritto la storiografia ufficiale e cioè che la Sicilia ha avuto il suo brigantaggio,le rivolte di popolo, non solo nelle città, ma anche nei piccoli centri contro il nuovo Stato sabaudo. E se negli anni delle insorgenze del popolo italiano contro gli eserciti francesi di Napoleone, la Sicilia rimase inerte, adesso dopo il cosiddetto Risorgimento, chiamato da O’ Clery, la Rivoluzione italiana, la Sicilia si ribella. Continua a leggere su: http://www.siciliainformazioni.com/giornale/cultura/142175/brigantaggio-siciliano-dopo-1860.h ———————- – Carditello, Cimmino si appella a Napolitano da Campanianotizie.com del 22 marzo 2012 La Presidenza della Repubblica continuera’ a seguire attentamente la vicenda della Reggia di Carditello”. E’ quanto avrebbe assicurato il consigliere di Giorgio Napolitano per il patrimonio culturale Louis Godart nel corso dell’incontro tenuto al Quirinale con la delegazione composta dal sindaco di San Tammaro (Caserta) Emiddio Cimmino, dal presidente e dal consigliere del Consorzio di Bonifica del Volturno, ente proprietario del sito borbonico, Francesco Villano e Francesco D’Amore e dai rappresentati di ”Agenda 21”, associazione promotrice dell’incontro. Continua a leggere su: http://www.campanianotizie.com/attualita/caserta/19153-carditello-cimmino-si-appella-a-napolitano.html ———————– – Un anno senza acqua potabile, la beffa di Santo Stefano Quisquina. E la Nestlè prepara l’assedio di Giulio Giallombardo, da SiciliaInformazioni.com In Sicilia c’è una guerra che si combatte ogni giorno, la cui posta in palio vale decine di milioni di euro. Il “campo di battaglia” è Santo Stefano Quisquina, un piccolo paese dei Monti Sicani, nell’Agrigentino. L’oggetto della contesa è, invece, la pregiatissima acqua che sgorga nel territorio: “oro blu” su cui ha messo le “trivelle” la multinazionale svizzera Nestlé, che da cinque anni imbottiglia l’acqua Vera, che compriamo tutti i giorni nei nostri supermercati. Se poi, a causa di una contaminazione nei serbatoi comunali, i cittadini di Santo Stefano sono costretti da oltre un anno a comprare acqua minerale (magari la stessa Vera) per usi domestici, la beffa è servita. Continua a leggere su: http://www.siciliainformazioni.com/giornale/cronacaregionale/142114/anno-senzacqua-potabile-beffa-santo-stefano-quisquina-nestl-prepara-lassalto.htm ———————– – Protesta Fincantieri e Gesip – Palermo paralizzata da Blogsicilia di Redazione 23 marzo 2012 – Continuano a Palermo le contestazioni sull’articolo 18. Indetto uno sciopero unitario a Fincantieri Palermo. Le Rsu di Fiom, Fim, Uilm, Ugl e Cisal del cantiere navale hanno indetto quattro ore di stop a inizio turno, con presidio davanti ai cancelli contro la riforma dell’articolo 18 e i “licenziamenti facili”. Il primo sit-in è stato programmato dalle 6 alle 10. Continua a leggere su: http://palermo.blogsicilia.it/protesta-fincantieri-e-gesip-palermo-paralizzata/81756/ – ———————– – Secessione, la Sardegna approva un ordine del giornodi Roberto Galullo, da IlSole24Ore

Il rischio secessione soffia da Cagliari e non solo dalla sede della Lega Nord di Via Bellerio a Milano. Per la prima volta nella storia italiana una Regione sottoporrà a verifica le ragioni della permanenza nello Stato, il fisco, il sistema dei diritti e dei doveri, gli obblighi di sussidiarietà e leale collaborazione tra istituzioni. In altre parole: le ragioni dello stare insieme. Continua a leggere su: http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-03-22/secessione-sardegna-approva-ordine-130102.shtml?uuid=Abur6NCF

Pages: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71