– La Democrazia per Pericle da youtube.com ———————– – Lo Stupor Mundi continua a stupire di Giampiero Casagni, da sudmagazine.it Lo storico siciliano Francesco Renda torna ad occuparsi di Federico II. Un’analisi delle molteplici sfaccettature dello “Stupor mundi”, da quella di padre della lingua siciliana a quella di fondatore dell’università di Napoli, passando per la Costituzione del regno di Sicilia, i conflitti con il papato, le scomuniche, gli assalti alle navi con i cardinali a bordo per impedire il Concilio, fino alla dichiarazione di decadenza dal Sacro romano impero e la morte a 56 anni. In Federico II e la Sicilia, edito da Rubbettino, lo storico, politico, sindacalista e docente universitario agrigentino, Francesco Renda, racconta «le cose che spesso gli altri autori non hanno raccontato», evidenziando il ruolo centrale che ebbe la Sicilia nella vita del re svevo. Raggiunta la soglia dei novant’anni lo scorso 17 febbraio, il professore torna a rioccuparsi di Federico II in maniera più approfondita rispetto a quanto fatto in passato. Continua a leggere su: http://www.sudmagazine.it/personaggi/lo-stupor-mundi-continua-a-stupire/2477/ ———————- – La stazione telegrafica borbonica di Capo Passero (SR) di Davide Cristaldi, da comitatosiciliano.it Imbattendomi casualmente sul sito Fortedicapopassero.it curato dal Dr. Antonello Capodicasa e con il quale mi sono poi intrattenuto in una piacevole telefonata, ho notato che alla ricca descrizione storica del monumento manca la parte in cui esso ebbe la funzione di telegrafo ottico (1816-1861) durante il Regno delle Due Sicilie. La stazione di Capo Passero, per la sua posizione strategica fu adibita alle “scoverte di mare” ovvero alla segnalazione descrittiva di tutti i navigli che passavano dal Capo oltre che alle comunicazioni con i legni della Real Marina. Il telegrafo di Capo Passero (modello Depillon a 3 braccia) era collegato visivamente alla stazione posta al Lido di Noto (presso la Colonna Pizzuta, che dalla terrazza del Forte è certamente visibile) ed era fonte di messaggi per tutto il Regno delle Due Sicilie. Il telegrafo del Forte, oltre ad essere ben segnato nella “Carta indicante le linee telegrafiche del Regno delle Due Sicilie – G.Arena – 1860? viene citato in altri documenti d’epoca… —————————– – Equitalia: a Catanzaro pignorate pensioni e paghe di Clemente Angotti, da ansa.it Equitalia non perdona i contribuenti morosi e pignora le somme giacenti nei conti correnti bancari anche a titolo di pensione o di stipendio: è successo a Catanzaro nei confronti di alcuni ignari cittadini che si sono ritrovati improvvisamente con i loro depositi congelati. A denunciarlo è l’associazione dei consumatori Codici che ha aperto uno sportello per tutelare i diritti delle persone che si sono viste recapitare i provvedimenti. In un momento di grave e drammatica crisi economica, che coinvolge quotidianamente molte famiglie italiane e tanti imprenditori, l’associazione catanzarese punta il dito su quella che definisce “una grave anomalia consistita in azioni esecutive promosse da Equitalia spa”. E ricorda i tanti che, a livello nazionale, spesso oberati da esposizioni debitorie nei confronti dell’erario dello Stato, sono arrivati anche a gesti estremi. Continua a leggere su: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/associata/2012/05/10/Equitalia-Catanzaro-pignorate-pensioni-paghe_6849320.html ————————— – Monti vuole sospendere l ‘IMU in Emilia Romagna. E gli alluvionati di Messina?da linksicilia.it

Mario Monti, in arte Rigor Montis, in pratica il primo ministro della Repubblica Italiana, ha appena annunciato che sta pensando di sospendere il pagamento dell’Imu per quell’area dell’Emilia Romagna colpita dal sisma dei giorni scorsi. Bene, siamo contenti per loro. Ma lo stesso bisognerebbe fare con la provincia di Messina, che ancora non si è ripresa dalla drammatica alluvione del 2011, che oltre ad avere provocato vittime (tra cui un bimbo di 10 anni) ha messo in ginocchio la già fragile economia della zona. E che ancora non ha visto una lira per la ricostruzione né tantomeno ha ricevuto alcuna sospensione fiscale. Ci aspettiamo che i politici siciliani si intestino questa battaglia, almeno questa. Anche quelli che, per ragioni poco condivisibili, stanno appoggiando questo governo. A partire dal senatore, Gianpiero D’Alia, che è dell’Udc ma è anche messinese e da Angelino Alfano, leader del Pdl e agrigentino di nascita. Se non lo faranno, sarebbe più coerente che cambiassero residenza. http://www.linksicilia.it/2012/05/monti-vuole-sospendere-limu-in-emila-e-gli-alluvionati-di-messina/ —————————- – Alpinisti aquilani conquistano la vetta più alta del nord Americada cityrumors.it

L’Aquila. Grande successo per la spedizione “Abruzzo Alaska 2012 – McKinley” organizzata dal Centro Documentazione Alti Appennini (C.D.A.A.) presieduto da Claudio Persio e partita dall’Italia lo scorso 12 maggio. Il 24 maggio, dopo appena dieci giorni di avvicinamento, i due alpinisti aquilani Armando Coccia e Marco Moreschini hanno raggiunto la vetta del Mc Kinley che, con i suoi 6.194 metri, è la montagna più alta di tutto il Nord America. Continua a leggere su: http://www.cityrumors.it/laquila/cultura-a-spettacolo/alpinisti-laquila-su-monte-mckinley-47431.html

Pages: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71