– Per il resto tutto bene

di Claudio Messora, da Byoblu.com


——————-

– Evadere le nuove tasse di Monti è un dovere civico. Pagarle è favoreggiare un crimine

di Paolo Barnard, da Paolobarnard.info

Primo assunto: il governo di Mario Monti è illegittimo e criminoso, essendo frutto di un Golpe Finanziario che ha sospeso la democrazia parlamentare in Italia. Il prelievo fiscale di un governo golpista è illegittimo di per sé. (*)

Secondo assunto: il prelievo fiscale del governo Monti è uno STRUMENTO CRIMINOSO mirato a distruggere il tessuto economico dell’Italia secondo un piano ordito da elite tecnocratiche Neoclassiche, Neomercantili e Neoliberiste che su di esso profittano, e che fu imposto ai cittadini nel corso della creazione dell’Eurozona, anch’essa strumento di spoliazione illegittima dei popoli europei per il profitto esclusivo di quelle elite. (**)

Terzo assunto: acconsentire e piegarsi a un siffatto strumento criminoso è inaccettabile, significa favoreggiamento.

Continua a leggere su:

http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=374

 

——————-

– Taglia sugli evasori: l’ultima idea di Monti

di Tontolo, da lindipendenza.com

L’idea di trasformare, un po’ alla cubana, tutti gli abitanti di questa penisola in delatori al servizio del “leader maximo” è parsa evidente sin dai tempi del ministro più piccolo del mondo, quel Renato Brunetta che aveva invitato i sindaci a vestire i panni degli occhiuti agenti del fisco, promettendo loro una lauta ricompensa per ogni euro sottratto agli evasori.

Ieri, ho appreso – leggendo Milano Finanza – che il diabolico Mario Monti ha elucubrato qualcosa di ancor peggiore e l’ha infilato nelle pieghe del decreto “liberalizzazioni”: la taglia sugli evasori. Riprendiamo la notizia dal quotidiano economico: “Si tratta, testualmente, dell’istituzione di un Premio alla lotta all’evasione fiscale, così recita il titolo dell’articolo ancora senza numero. Ecco il testo che sicuramente, se approvato, è destinato a far scoppiare un putiferio: «Qualora le sanzioni per violazioni delle leggi fiscali e tributarie siano casualmente riconducibili a una denuncia di un soggetto privato, al denunciante spetta una percentuale tra il 10 e il 30% della sanzione».

Continua a leggere su:

http://www.lindipendenza.com/taglia-sugli-evasori-lultima-idea-di-monti/

 

———————

– “Guardiamoci…”

di HS, da comedonchisciotte.com

Malgrado si citi spesso a proposito in una società che, nonostante faccia professione di cristianesimo, è caratterizzata da quanto di più contrario si possa concepire rispetto ai precetti evangelici, il buon Gesù ci rammenta quanto una comune persona di buon senso non dovrebbe mai perdere di vista: la necessità di tutelarsi da coloro che, con sorrisi e fare suadente, ci promettono sogni e paradisi artificiali. All’epoca i giudei attendevano la venuta di un Messia, un liberatore che li liberasse dal giogo dell’oppressione romana in aderenza al contenuto delle scritture e, perciò, proliferavano i falsi profeti, coloro che sfruttavano la credulità e l’ingenuità delle persone per turlupinarle e derubarle.

Continua a leggere su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=10216

 

——————–

– I conti della serva

di Moreno Corelli, da Reset-Italia.net

In molti si stanno convincendo “finalmente” che l’Euro è stata la sciagura più clamorosa dell’ultimo ventennio. Come però scrissi qualche anno fa, non è importante soltanto uscire alla svelta dall’Euro e tornare alla Lira, ma rivalutare l’intero panorama economico sia bancario che privato, altrimenti non serve a niente. Si rischierebbe un bagno di sangue. Ovvero, tutto ciò che paghiamo deve subire una flessione del 70%. Esempio benzina a 0,60 centesimi e non 2 Euro , il che vorrebbe dire 1.160 Lire al litro. Oppure un mutuo che oggi ci costa 850 Euro deve costare 255 Euro, quindi 495.000 Lire. Tutto ciò di contro deve seguire un rinforzo negli stipendi del 70%. Esempio, uno stipendio di 800 Euro odierni dovrà essere di 2 Milioni e mezzo di Lire e tempo 12 mesi il paese si rimetterà in piedi e ricomincerà a camminare creando nuovamente lavoro e autonomia.

Se vogliamo uscire da questo tunnel si deve assolutamente fare questo ragionamento, altrimenti qualsiasi altra ricerca di soluzione porterà solo benzina sul fuoco.

Continua a leggere su:

http://www.reset-italia.net/2012/04/24/i-conti-della-serva/

 

——————–

– La Grecia porta l’austerità al Tribunale dell’Aja

di Monica Capo, da Ilupidieinstein.blogspot.it e Linkiesta

È raro che i cittadini portino il loro governo in tribunale, ed è ancora più raro che sia un governo dell’Europa occidentale ad essere portato davanti alla Corte Penale Internazionale dell’Aja.

Ma, è questo ciò che, come riporta la Bbc, un gruppo di cittadini greci sta facendo, e, le accuse sono durissime.

Si sostiene, infatti, che le misure di austerità introdotte dal governo della Grecia costituiscono un “genocidio” in tempo di pace e un “crimine contro l’umanità.”

Un mix tossico di austerità e di recessione ha messo, infatti, la Grecia in ginocchio: l’economia del paese si sta contraendo per il quinto anno consecutivo e la disoccupazione è salita ad oltre il 20%. L’impatto sociale è netto, con il numero dei suicidi, secondo le stime, raddoppiati, la criminalità in costante crescita e, più di un quarto dei greci al di sotto della soglia di povertà.

Continua a leggere su:

http://ilupidieinstein.blogspot.it/2012/04/la-grecia-porta-l-al-tribunale-dellaja.html#more

———————

– Spagna. Rajoy vuole il carcere per chi organizza proteste, anche su Internet

di A.D., da il cambiamento.it

 

 

Negli ultimi giorni, sui Twitter spagnoli, uno dei più seguiti hashtag (parole precedute dal simbolo # che servono per segnalare e ricercare particolari tematiche su social network come Google+, identi.ca o Twitter appunto) è #HolaDictadura. Il motivo è che il governo di Mariano Rajoy ha annunciato l’intenzione di imporre un controllo sui social network e convertire in reato penale ogni incitazione o organizzazione di protesta attraverso questi mezzi.

Se l’iniziativa dovesse andare in porto, l’esecutivo di destra del Partito Popolare (PP) potrà perseguire i movimenti sociali e mettere in atto una sorta di detenzione preventiva dei manifestanti. Cosa che a ben vedere già accade, almeno in parte, visto che alcuni giovani sono stati arrestati a Barcellona durante l’ultimo sciopero generale, e attualmente restano in prigione con la motivazione che “podrìan reincidir”, potrebbero essere recidivi, dunque protestare di nuovo.

Continua a leggere su:

http://www.ilcambiamento.it/crisi/spagna_rajoy_proteste_internet.html

 

———————-

– USA: “Piani di emergenza” per uccidere la democrazia

di Andrea Degl’Innocenti, da Ilcambiamento e da Vocidallastrada.com

C’è una notizia preoccupante che è passata del tutto inosservata sui media internazionali e che riguarda gli Stati Uniti d’America. Lo scorso 16 marzo il presidente Barak Obama ha firmato il “National Defense Resources Preparedness“, un ordine esecutivo che gli consente di assumere il controllo assoluto delle risorse nazionali in caso di emergenza. L’Ordine Esecutivo si basa sulla legge Defense Production del 1950, come modificato (50 USC App. 2061 e segg.). In molti, fra le voci più indipendenti della stampa americana, vedono in questo atto del presidente il chiaro segnale di una guerra imminente. Decisioni del genere infatti, sono già state prese nel passato dai presidenti americani, ma solo nell’occasione di una guerra.

Continua a leggere su:

http://www.vocidallastrada.com/2012/04/usa-piani-demergenza-per-uccidere-la.html

 

———————

– Microchip – Enrica Perucchietti e Giorgio Vitali – Imperotronica

da Youtube.com

 

Pages: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57