– Il MES: la finanziarizzazione della democrazia – Lidia Undiemi

da byoblu.com

 

 

 

——————-

– Marinaleda (Andalusia), socialismo scaccia crisi

di Silvia Ragusa, da lettera43.it

È piccolo, ordinato, tranquillo. Un gioiellino da cartolina. Ma Marinaleda, 2.700 abitanti nella campagna andalusa in provincia di Siviglia, è quanto di più diverso si possa trovare all’interno dei confini liberali e liberisti dell’Unione europea. La differenza sta tutta in quel 60% di consensi che, da oltre 30 anni a ogni elezione, va alla stessa colazione di sinistra anticapitalista, il Colectivo de unidad de los trabajadores (Cut). Per gli andalusi una garanzia contro la crisi.

………

Casa a 15 euro al mese. In barba alla bolla speculativa immobiliare, comprare una casa costa solo 15 euro al mese per i prossimi 70 o 80 anni: il terreno lo mette il Comune, i materiali arrivano dall’amministrazione locale e regionale e il costruttore è lo stesso proprietario, che lavora per almeno 420 giorni affiancato da architetti e muratori messi a disposizione (gratuitamente) dal sindaco.

Continua a leggere su:

http://www.lettera43.it/economia/macro/marinaleda-socialismo-scaccia-crisi_4367549619.htm

——————-

– Hollande e il mondialismo

di Ida Magli, da oltrelacorte.com

Molti si rallegrano della vittoria di Hollande. Ma che ci facciamo con Hollande? Che ci facciamo noi, cittadini d’Italia, o di Francia, o di Spagna, o di Grecia, ecc.? Nulla, possiamo esserne certi, nulla, non ce ne facciamo nulla perché Hollande non sfiorerà neanche con un dito il problema vero: l’Unione europea. Ha promesso forse di abbandonare l’euro? Ha accennato, forse, alla mastodontica costruzione sovranazionale che sta uccidendo a poco a poco le Nazioni? No, Hollande è come tutti gli altri politici che imperversano in Europa: variazioni minime, quel tanto che serve a far credere ai popoli che esista ancora una dialettica politica, una destra e una sinistra, mentre gli addetti ai lavori finiscono di cuocere a fuoco lento ogni parvenza di democrazia per arrivare al governo globale, alla realizzazione del mondialismo.

Continua a leggere su:

http://www.oltrelacoltre.com/?p=12426

 

———————–

– I terroristi in Siria si chiamano: CIA, Mossad e Nato

di Corrado Belli, da mente reale.com

Di sicuro avete letto quanti sono i morti e i feriti causati dai due attentati che hanno scosso Damasco negli ultimi giorni, di solito quando succedono questi attentati si attribuiscono ai governi locali e non alle forze contrarie che da più di un anno stanno facendo stragi di civili in Siria e in altri paesi Arabi. I nostri beniamini che si spacciano per agenzie di Informazione, questa volta non stanno facendo tanta baldoria come hanno fatto con la Libia, questo secondo me vuol dire che le prove contro la CIA-Mossad e la NATO sono schiaccianti, a portare prove concrete che queste organizzazioni siano responsabili per gli attentati fatti in Siria e l’escalare della violenza, c’è lo dimostrano le dichiarazioni fatte dal Premier Turco Edogan alcune settimane fa che invocava l’ONU di attuare la risoluzione come quella approvata contro la Libia nei primi mesi del 2011 e finita con il massacro di 50.000 civili “quelli accertati”, il premier Turco (fa ribrezzo pure nominarne il nome) ha poi smentito come fanno tutti i culattoni della Politica internazionale, cominciando da Obama e finendo con quel criminale di Sarkozy.

Continua a leggere su:

http://www.mentereale.com/articoli/i-terroristi-in-siria-si-chiamano-cia-mossad-e-nato

 

 

Pages: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57