– Molfetta ipogea: nel ventre del centro storico si nasconderebbe la città sotterranea

di Alessandro Novoli, da famedisud.it

Molfetta ipogeo_puglia_opt (FILEminimizer)

Chi l’avrebbe mai detto che una città marittima e solare come Molfetta, con la sua celebre e dinamica attività legata alla pesca, custodisse un suo segreto “doppio” nell’oscurità del sottosuolo? E non si parla tanto di resti di edifici antichi rimasti inglobati nelle fondamenta di quelli di epoche successive, come se ne vedono ovunque nel Sud Italia, quanto di una vera e propria rete di cunicoli e di corridoi diramati lungo tutta la sua parte antica, una sorta di “planimetria sotterranea” che rispecchierebbe l’assetto superiore. A svelarlo è Mirella Cives, curatrice della pagina Facebook dedicata al “Viaggio nella storia sconosciuta delle campagne molfettesi e dintorni“. Nel cuore della città – spiega – esiste un’altra città, ma non la si può vedere o toccare con mano. “Esiste, ma non c’è, o meglio si trova proprio sotto i nostri piedi. Chissà quante volte tanti molfettesi avranno visitato il Borgo o piazza Municipio, percorso le strade principali di Molfetta, una fra tutte il Corso Umberto. Ebbene, è proprio a questi luoghi così familiari che bisogna fare riferimento. Proviamo ad immaginare un secondo Corso Umberto, ma sotterraneo. Immaginiamolo più piccolo, più stretto, ma a misura d’uomo. E ora proviamo ad immaginare di percorrerlo e di trovarci in pochi minuti da tutt’altra parte, magari nei pressi di Piazza Municipio.”

Continua su:

http://www.famedisud.it/molfetta-ipogea-nel-ventre-del-centro-storico-si-nasconderebbe-la-citta-sotterranea/

 

Pages: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54