GIUGNO 2016

 

– Pisa, scuola vieta la mortadella per rispetto ai bimbi islamici

di Ivan Francese, da ilgiornale.it

Continua su:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/pisa-scuola-vieta-mortadella-rispetto-ai-bimbi-islamici-1409531.html

 

 

—————————–

– LGBT in stile sovietico: in Canada strappano i figli ai genitori

da notizieprovita.it

Fonte:

https://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/lgbt-in-stile-sovietico-in-canada-strappano-i-figli-ai-genitori/

 

 

—————————-

– La scomparsa della bellezza

di Giorgio Masiero, da enzopennetta.it

Continua su:

http://www.enzopennetta.it/2017/05/la-scomparsa-della-bellezza/

 

 

———————-

– Ecco perché Bergoglio attacca Benedetto XVI

di Antonio Socci, da antoniosocci.com

Leggi su:

http://www.antoniosocci.com/perche-bergoglio-attacca-benedetto-xvi/#more-6071

 

 

—————————–

– “La Notte dei musei”, il DNA e le fake news

di Enzo Pennetta, da enzopennetta.it

Continua su:

http://www.enzopennetta.it/2017/05/la-notte-dei-musei-il-dna-e-le-fake-news/

 

 

Maggio 2017

 

– Incriminati da chi? (Chi controlla i “controllori”?)

di Alessandro Benigni, da ontologismi.wordpress.com

incriminati-fileminimizer

Continua su:

https://ontologismi.wordpress.com/2017/05/13/inc/

 

 

————————

– MACELLERIA DI BAMBINI IN ITALIA

di Gianni Lannes, da sulatestagiannilannes.blogspot.it

Continua su:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2017/05/macelleria-di-bambini-in-italia.html#more

 

 

—————————-

– “Una volta passato il varco, è bene esser consapevoli di averlo fatto”

da Mauro Mendula, L’eutanasia fra etica dell’inviolabilità ed etica della qualità della vita umana, in Contro Corrente, vol. 1, Edizioni Croce Via, 2017 e da ontologismi.wordpress.com

Fonte:

https://ontologismi.wordpress.com/2017/05/01/una-volta-passato-il-varco-e-bene-esser-consapevoli-di-averlo-fatto/

 

 

 

—————————

– UN CULTO DI LUCIFERO NELL’ALTA FINANZA.

di Maurizio Blondet, da maurizioblondet.it

ANCHE VIDEO

Continua su:

http://www.maurizioblondet.it/un-culto-lucifero-nellalta-finanza/

 

—————————

– Ultima cena in versione gay, esplode la polemica a Salerno

di Giovanni Vasso, da  ilgiornale.it

Continua su:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ultima-cena-versione-gay-esplode-polemica-1385145.html

 

 

———————–

– Attila “riabilitato”: secondo la neolingua orwelliana adesso è un migrante

Diego Fusaro, su lettera43

Leggi su:

http://www.lettera43.it/it/articoli/societa/2017/04/11/la-scuola-che-riabilita-attila-il-migrante-e-degna-di-orwell/209896/

 

 

—————————-

– Appello di oltre 250 giuristi: sono chiamate “disposizioni anticipate di trattamento”, la sostanza è eutanasia

da centrostudilivatino.it

Continua su:

http://www.centrostudilivatino.it/appello-di-oltre-250-giuristi-sono-chiamate-disposizioni-anticipate-di-trattamento-la-sostanza-e-eutanasia/

 

 

 

APRILE 2017

 

– Antonio Socci: "Solo Ratzinger ha il coraggio di affrontare la bomba islamica"

di Antonio Socci, da liberoquotidiano.it

Il terrorismo islamista è entrato anche nelle elezioni francesi e ormai fa parte stabilmente delle cronache europee. Non è più un caso accidentale e non potremo spazzarlo via tanto facilmente. L' Isis prima ha cercato in Europa «Foreign Fighters» che andassero a combattere in Siria e Iraq. Oggi li rispedisce in Europa e contemporaneamente tenta una campagna di arruolamento all' interno dell' ormai vastissima presenza islamica nel Vecchio Continente. Bisogna riconoscere però che questa campagna di arruolamento fra le comunità islamiche europee non ha presa. Non si può dire infatti che (almeno per ora) il terrorismo faccia proseliti fra i musulmani di casa nostra.

E questa è una buona notizia. Certo, c' è chi si fa sedurre dall' Isis, ma si tratta di piccolissime frange che speriamo non si allarghino. Tuttavia questo non significa che l' Islam di per sé non sia comunque una grossa sfida politico e culturale per l' Europa. L' Islam – che non è da identificare col terrorismo – è una concezione globale dell' uomo, della società, della giurisprudenza e dello Stato (come vediamo nei Paesi arabi e islamisti) ed è difficilmente compatibile con la liberaldemocrazia e la modernità occidentale. Questo è un problema che riguarda effettivamente le comunità islamiche europee e noi europei.

Continua su:

http://www.liberoquotidiano.it/news/opinioni/12365053/antonio-socci-benedetto-xvi-ratzinger-bomba-islamica.html

 

 

——————————–

– Per anni, questo mendicante ha chiesto soldi per strada. Tutti sono rimasti sorpresi quando hanno scoperto cosa faceva con quei soldi

di SApeedy Gonzales, da speed24news.com

Questo mendicante di 102 anni vive in Bulgaria ed è una delle migliori persone al mondo. Il suo nome è Dobri Dobrev, durante la seconda guerra mondiale perse tutti i suoi averi e da quel momento ha inizia a chiedere l’elemosina. Nel villaggio di Bailovo, in Bulgaria, dove vive lo conoscono tutti, alcuni lo chiamano “Il santo di Baylovo”, altri “Dyado Dobri” (nonno Dobri).Solo dal 2010 si è scoperto di più della sua vita e ciò ha scioccato veramente tutti. La tv locale stava facendo un documentario sulla Cattedrale ortodossa di Aleksandr Nevskij a Sofia in Bulgaria, quando il giornalista tra le decine di documenti e fascicoli ha trovato qualcosa di sconvolgente: una donazione del valore di 40.000 euro fatta proprio da Dobri.

Quell’uomo che per tutta la sua vita ha chiesto l’elemosina e che tutti pensavano usasse per il suo “benessere” ha invece donato tutti i soldi raccolti in beneficenza. Non ha mai tenuto per se neanche un centesimo di quanto elemosina, ma ha dato tutto agli orfani.

Il documentario televisivo portò la storia di quest’uomo alla luce, tutti si resero conto della bontà di questo mendicante.Senza dubbio questo è il tipo di storia che merita di essere condivisa. Una lezione molto importante. Nonno Dobri è un vero esempio di gentilezze e generosità. Un eroe contemporaneo, che si nasconde proprio dove nessuno avrebbe mai immaginato.

Fonte:

https://www.speed24news.com/2017/04/19/per-anni-questo-mendicante-ha-chiesto-soldi-per-strada-tutti-sono-rimasti-sorpresi-quando-hanno-scoperto-cosa-faceva-con-quei-soldi/

 

 

—————————

– Bergoglio arriva ad affermare in chiesa che “Gesù si è fatto diavolo” e tutti fanno finta di nulla. Ecco la sua strategia.

di Antonio Socci, da antoniosocci.com

Leggi su:

http://www.antoniosocci.com/bergoglio-arriva-ad-affermare-chiesa-gesu-si-diavolo-tutti-fanno-finta-nulla-la-sua-strategia/

 

 

——————————

– L’ultimo uomo: l’ubbidiente democratico

di Gabriele Zuppa, da lintellettualedissidente.it

 

Continua su:

http://www.lintellettualedissidente.it/filosofia/lultimo-uomo-lubbidiente-democratico/

 

 

————————

– Quando la psicologia (oltre a non essere “la scienza”) si nutre di sola ideologia

di Alessandro Benigni, da ontologismi.wordpress.com

Continua su:

https://ontologismi.wordpress.com/2017/03/10/sola-ideologia/

 

 

————————–

 

– Non ci saremmo mai aspettati una sorta di Inquisizione svedese

da ilblogdilameduck.blogspot.it

Continua su:

http://ilblogdilameduck.blogspot.it/2017/03/non-ci-saremmo-mai-aspettati-una-sorta.html

 

 

——————————

– QUELLI DI SEMPRE – CON SILVANO BORRUSO

di E si accordino nell’animo e nell’opera, da youtube.com

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=pfTaxUxZe_M&feature=share

 

 

————————–

– 8 marzo, l’ultima trappola per le donne

di Enzo Pennetta, da enzopennetta.it

Continua su:

http://www.enzopennetta.it/2017/03/8-marzo-lultima-trappola-per-le-donne/

 

 

 

FEBBRAIO 2017

 

– VAULT 7: LA CIA CI SPIA

di byoblu, da youtube.com

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=h53qR9mH2wU

 

 

————————–

– Stiamo sparendo. E gli stranieri non ci salveranno

di Giuliano Guzzo, da giulianoguzzo.com

Continua su:

https://giulianoguzzo.com/2017/03/07/stiamo-sparendo-e-gli-stranieri-non-ci-salveranno/

 

 

————————

– “Gravi responsabilità dentro e fuori il Vaticano per le dimissioni di Benedetto XVI”. Parla mons. Negri

di Franco Fregni, da riminiduepuntozero.it

Continua su:

http://www.riminiduepuntozero.it/gravi-responsabilita-dentro-e-fuori-il-vaticano-per-le-dimissioni-di-benedetto-xvi-parla-mons-negri/

 

 

————————-

– Dj Fabo, la morte e quello che ci nascondono

di Giuliano Guzzo, da giulianoguzzo.com

Continua su:

https://giulianoguzzo.com/2017/02/28/dj-fabo-la-morte-e-quello-che-ci-nascondono/

 

 

———————–

– Dove le donne hanno paura di passeggiare. Katie Hopkins racconta la Svezia, il paradiso scandi-liberal dove le donne sono sparite dalle strade e una congiura del silenzio e l'autocensura sull'immigrazione seppellisce la verità.

di Katie Hopkins for MailOnline, da ilblogdilameduck.blogspot.it

Continua su:

http://ilblogdilameduck.blogspot.it/2017/03/dove-le-donne-hanno-paura-di.html?m=1

 

 

————————-

– Ma la madre per conto terzi viola il diritto della Natura

di Massimo Fini, da comedonchisciotte.org

Continua su:

http://comedonchisciotte.org/ma-la-madre-per-conto-terzi-viola-il-diritto-della-natura/

 

 

——————————-

– ONU: La libertà di religione “non è assoluta”. Va ridotta se si oppone ai LGBT.

di Maurizio Blondet, da maurizioblondet.it

Continua su:

http://www.maurizioblondet.it/onu-la-liberta-religione-non-assoluta-va-ridotta-si-oppone-ai-lgbt/

 

 

————————–

– Straniero in terra straniera [Alceste]

da pauperclass.myblog.it

Continua su:

http://pauperclass.myblog.it/2017/01/27/straniero-in-terra-straniera-alceste/

 

 

—————————-

– Olanda. Chiede di vivere, ma viene «drogata di nascosto» e uccisa a forza con l’eutanasia

di Leone Grotti, da tempi.it

Continua su:

http://www.tempi.it/olanda-chiede-di-vivere-ma-viene-drogata-di-nascosto-e-uccisa-a-forza-con-leutanasia#.WI-FNfIhYq1

 

 

————————

– Lettera di cattolici statunitensi a Trump sulle ingerenze dell’amministrazione Obama nell’ultimo conclave

di Cajetanus, da radiospada.org

Continua su:

http://www.radiospada.org/2017/01/lettera-trump-su-ingerenze-dellamministrazione-obama-nel-conclave/

 

 

—————————-

da Mostra Europea del Presepe riceviamo e volentieri pubblichiamo

– Non solo matrimoni gay. La deriva nichilista dei “diritti umani”

di Roberto Pecchioli, da quieuropa.it

Continua su:

http://www.quieuropa.it/non-solo-matrimoni-gay-la-deriva-nichilista-dei-diritti-umani/

 

 

GENNAIO 2017

 

– Uomo: il prossimo animale da allevamento

di Enzo Pennetta, da enzopennetta.it

Continua su:

http://www.enzopennetta.it/2017/01/uomo-il-prossimo-animale-da-allevamento/

 

 

———————

– IL GOVERNO ITALIANO, LA PEDOFILIA E I DISINFORMATORI WEB

di Gianni Lannes, da sulatestagiannilannes.blogspot.it

 

Continua su:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2017/01/il-governo-italiano-la-pedofilia-e-i.html

 

————————–

 

– Migranti ‘stoccati’ a Tripoli e venduti come merce: ‘Joy’ liberata dai suoi aguzzini

di Francesca Aglieri, da blogsicilia.it

Continua su:

http://ragusa.blogsicilia.it/migranti-stoccati-a-tripoli-e-venduti-come-merce-joy-liberata-dai-suoi-aguzzini-video-e-foto/375298/

 

 

———————

– Ma davvero la Russia di Putin ha deciso di legalizzare la violenza domestica?

da lantidiplomatico.it

Continua su:

http://www.lantidiplomatico.it/dettnews-ma_davvero_la_russia_di_putin_ha_deciso_di_legalizzare_la_violenza_domestica/82_18765/

 

 

———————

– Femen annuncia lo scioglimento del movimento

da sputniknews.com

Continua su:

https://it.sputniknews.com/mondo/201701233973924-Femen-annuncia-lo-scioglimento-del-movimento/

 

 

———————-

– I vescovi americani ringraziano Trump per l'ordine esecutivo contro l'aborto

di Matteo Matzuzzi, da ilfoglio.it

Fonte:

http://www.ilfoglio.it/chiesa/2017/01/24/news/timothy-dolan-trump-aborto-casa-bianca-politica-americana-116576/

 

 

————————–

– La sezione LGBT sparisce dal sito della Casa Bianca

da notizieprovita.it

Continua su:

http://www.iltimone.org/35625,News.html#

 

 

—————————

– Eutanasia in Italia, mascherata da “DAT”

da notizieprovita.it

Continua su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dallitalia/eutanasia-in-italia-mascherata-da-dat/

 

 

———————–

– Vaticano: sale in cattedra il teorico dell'aborto forzato

di Riccardo Cascioli, da lanuovabq.it

Continua su:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-scandalo-in-vaticano-sale-in-cattedra-il-teoricodella-bomba-demografica-e-dell-aborto-forzato-18669.htm

 

 

————————

– Il 70 per cento degli italiani è analfabeta (legge, guarda, ascolta, ma non capisce)

di Mimmo Càndito, da lastampa.it

Continua su:

http://www.lastampa.it/Page/Id/6.1.3041042016

 

 

————————

– Siete sicuri di poter ancora dire quello che pensate?

di Alessandro Benigni, da ontologismi.wordpress.com

Continua su:

https://ontologismi.wordpress.com/2017/01/14/siete-sicuri/

 

 

————————-

– De Angelis “demolisce” Biglino e lancia una SFIDA: “parla di teorie pseudo-storiche senza fondamento”

da veritanwo.altervista.org

Riceviamo e pubblichiamo la sfida aperta per un confronto pubblico lanciata dallo scrittore e antropologo Alessandro De Angelis, autore di numerose pubblicazioni, insieme al giovane scrittore Di Lenardo, al celebre scrittore Mauro Biglino: che ci auguriamo non si sottragga al confronto pubblico.

Continua su:

http://veritanwo.altervista.org/de-angelis-demolisce-biglino-lancia-sfida-parla-teorie-pseudo-storiche-senza-fondamento/

 

 

————————–

– Mosca – Giulietto Chiesa riceve il premio Bunin

Al di là dell’avvenimento in sé, che comunque fa piacere, si invita ad ascoltare con attenzione quanto dichiarato dai due personaggi di cultura russa chiamati a dare il loro parere sulle motivazioni del premio.

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=0MecgQO3G7M

 

 

————————–

– Il nuovo ordine liberale crea solitudine: ecco cosa sta facendo a pezzi la nostra società

di George Monbiot, da vocidallestero.it

Continua su:

http://vocidallestero.it/2016/12/21/il-nuovo-ordine-liberale-crea-solitudine-ecco-cosa-sta-facendo-a-pezzi-la-nostra-societa/

 

 

————————-

– ESTENSIONE DEI SOGGETTI ATTENZIONABILI, PRIVAZIONI DELLA CAPACITA’ DI AGIRE E SPOLIAZIONI

di CDD Hangout, da youtube.com

Commento del Giudice Paolo Ferraro

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=jYPeGwumppA

 

 

———————–

– Cartesio: cosa c’è di certo, oltre l’io-che-pensa?

di Alessandro Benigni, da ontologismi.wordpress.com

Continua su:

https://ontologismi.wordpress.com/

 

 

———————

– Silvana De Mari: “Dove non c’è madre che possa consolare, il dolore resta non consolato, una ferita aperta”

di Silvana De Mari, da ontologismi.wordpress.com

Continua su:

https://ontologismi.wordpress.com/2016/12/28/silvana-de-mari-dove-non-ce-madre-che-possa-consolare-il-dolore-resta-non-consolato-una-ferita-aperta/

 

 

———————-

– Gaystapo internazionale: ora è effettiva, l’ONU approva

da informarexresistere.fr

Continua su:

http://www.informarexresistere.fr/2016/12/20/gaystapo-internazionale-ora-e-effettiva-lonu-approva/

 

 

————————–

– Stato Civile: il gender diktat va in onda in prima serata su Rai3

di Rodolfo de Mattei, da osservatoriogender.it

Continua su:

https://www.osservatoriogender.it/stato-civile-il-gender-diktat-va-in-onda-in-prima-serata-su-rai3/

 

 

 

DICEMBRE 2016

 

– IN PRINCIPIO ERA L’AZIONE”. FERMATI, FAUST !

di Roberto Pecchioli, da maurizioblondet.it

Continua su:

http://www.maurizioblondet.it/principio-lazione-fermati-faust/

 

 

————————-

– Presidio Ospedaliero S. Giovanni di Dio – Cagliari

Circolare riservata

di Giorgia Meloni, fa Facebook

https://www.facebook.com/giorgiameloni.paginaufficiale/photos/a.343277597644.155355.38919827644/10154768823427645/?type=3&theater

 

 

———————–

– Bambino abortito di 12 settimane in mano ai suoi aguzzini.

di Giorgio Celsi, da youtube.com

ATTENZIONE: VIDEO ESPLICITO; SCONSIGLIATO ALLE PERSONE PARTICOLARMENTE SENSIBILI

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=hO85wcnrBTc

 

 

————————

– GUERRA AI SOCIAL: LA BOLDRINI SGUINZAGLIA I SUOI DEBUNKER DI FIDUCIA

di byoblu, da youtube.com

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=2tTm7xeru8c

 

 

—————————-

– “Sausage party”: le orge gnostiche proposte ai ragazzi

di Enzo Pennetta, da enzopennetta.it

ANCHE VIDEO

Continua su:

http://www.enzopennetta.it/2016/12/sausage-party-le-orge-gnostiche-proposte-ai-ragazzi/

 

 

————————————

Francia. Aborto, approvata legge che vieta di difendere la vita su Internet

di Francesco Ognibene, da avvenire.it

Continua su:

https://www.avvenire.it/famiglia-e-vita/pagine/francia-legge-ostacoli-digitali-ad-aborto

 

 

—————————–

– Ma la “post-verità”, è vera o falsa?

di Alessandro Benigni, da enzopennetta.it

 

Continua su:

http://www.enzopennetta.it/2016/11/ma-la-post-verita-e-vera-o-falsa/

 

 

————————-

– Col “perdono all’aborto”, El Papa autorizza la persecuzione dei medici obiettori.

di Maurizio Blondet, da maurizioblondet.it

 

Continua su:

http://www.maurizioblondet.it/col-perdono-allaborto-el-papa-autorizza-la-persecuzione-dei-medici-obiettori/

 

—————————–

– La dipendenza economica, il “change blindness” e l’effetto incorniciamento. (Della monade animale, cap. V)

di Alessandro benigni, da ontologismi.wordpress.com

Continua su:

https://ontologismi.wordpress.com/2016/11/09/dellamonade4/

 

 

———————-

– La Pontificia Accademia per la Vita introduce il “gender” nel proprio statuto

di Rodolfo de Mattei, da osservatoriogender.it

 

Continua su:

https://www.osservatoriogender.it/la-pontificia-accademia-la-vita-introduce-gender-nel-statuto/?utm_campaign=coschedule&utm_source=facebook_page&utm_medium=Associazione%20Famiglia%20Domani&utm_content=La%20Pontificia%20Accademia%20per%20la%20Vita%20introduce%20il%20%E2%80%9Cgender%E2%80%9D%20nel%20proprio%20statuto

 

 

 

NOVEMBRE 2016

 

– Il Nuovo Ordine Mondiale ora si studia a scuola

di Daniele Reale, da ilnuovomondodanielereale.blogspot.it

Continua su:

http://palermo.gds.it/2016/11/16/arriva-al-porto-di-palermo-la-prima-crociera-per-scambisti_590581/?utm_medium=feed&utm_source=facebook.com&utm_campaign=Feed%3A+gds_facebook_feed

 

 

————————-

– Le politiche pro-vita funzionano: drastico calo d’aborti in Ungheria

di Federico Cenci, da zenit.org

Continua su:

https://it.zenit.org/articles/le-politiche-pro-vita-funzionano-drastico-calo-daborti-in-ungheria/

 

 

—————————

– Della monade animale. Cap. IV

di Alessandro Benigni, da ontologismi.wordpress.com

Continua su:

https://ontologismi.wordpress.com/2016/10/31/della-monade-cap-iv/

 

 

————————-

– Il CONSUETO RITARDO CULTURALE DELLA CHIESA. ULTIMO ESEMPIO.

di Maurizio Blondet, da maurizioblondet.it

 

Continua su:

http://www.maurizioblondet.it/consueto-ritardo-culturale-della-chiesa/

 

 

————————-

– Le antiche radici spirituali della russofobia

da sakeritalia.it

Continua su:

http://sakeritalia.it/sfera-di-civilta-russa/le-antiche-radici-spirituali-della-russofobia/

 

 

————————-

– Spagna, è ormai gendercrazia: studenti delatori e liste di proscrizione se il prof non applica la legge

di Andrea Zambrano, da lanuovabq.it

Continua su:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-spagna-e-ormai-gendercrazia-studenti-delatorie-liste-di-proscrizione-se-il-prof-non-applica-la-legge-17959.htm

 

 

 

OTTOBRE 2016

 

– Modello Boldrini (l’armata delle lacrime)

di Alceste, da pauperclass.myblog.it

Continua su:

http://pauperclass.myblog.it/2016/10/28/modello-boldrini-larmata-delle-lacrime-alceste/

 

 

———————–

– Ecco il fronte anti-profughi: "Lotteremo con gli italiani"

di Marco Vassallo, da ilgiornale.it

Continua su:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ecco-fronte-anti-profughi-lotteremo-italiani-1326600.html?mobile_detect=false

 

 

—————————–

– Ogni volta che un bambino siciliano dice “dolcetto o scherzetto” un pupo di zucchero muore

di Mauro la Mantia, da lagazzettapalermitana.it

Continua su:

http://www.lagazzettapalermitana.it/ogni-volta-che-un-bambino-siciliano-dice-dolcetto-o-scherzetto-un-pupo-di-zucchero-muore-123/

 

 

—————————–

– Italia: terremoto nucleare

di Gianni Lannes, da sulatestagiannilannes.blogspot.it

Continua su:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/

 

 

—————————

Il concetto di indipendenza può essere valutato ed analizzato sotto diversi profili. In questo splendido articolo l’autore giunge a livelli di analisi di altissimo livello, scandagliando aspetti verso i quali difficilmente si pone attenzione.

– Della monade-animale.

di Alessandro Benigni, da ontologismi.wordpress.com

Continua su:

https://ontologismi.wordpress.com/2016/10/20/della-monade-animale/

 

 

————————–

– “La pedofilia è un orientamento sessuale come quello eterosessuale e quello omosessuale”. La lotta per lo sdoganamento di questa satanica aberrazione continua.

da antimassoneria.altervista.org

Continua su:

http://antimassoneria.altervista.org/la-pedofilia-un-orientamento-sessuale-quello-eterosessuale-quello-omosessuale-la-lotta-lo-sdoganamento-questa-satanica-aberrazione-continua/

 

 

—————————–

– L’unica speranza è tornare alla realtà

di Alessandro Benigni, da ontologismi.wordpress.com

Continua su:

https://ontologismi.wordpress.com/2016/09/23/lunica-speranza-e-tornare-alla-realta/

 

 

————————–

– Il respiro dei nostri padri

di Alceste, da pauperclass.myblog.it

Cosa ne sarà dei giovani italiani quando i padri e le madri esaleranno l’ultimo respiro?

Continua su:

http://pauperclass.myblog.it/2016/10/14/il-respiro-dei-nostri-padri-alceste/

 

———————–

– Tatuaggi ed Indumenti: E' INVASIONE DI CHIP RFID TRA I GIOVANI

di M. Snyder, da terrarealtime.blogspot.it

Continua su:

http://terrarealtime.blogspot.it/2016/10/tatuaggi-ed-indumenti-e-invasione-di.html

 

 

—————————–

– Omogenitorialità: il giusto peso delle peer review

di Alessandro Benigni, da enzopennetta.it

Continua su:

http://www.enzopennetta.it/2016/10/omogenitorialita-il-giusto-peso-delle-peer-review/

 

 

————————–

– Divide et impera

di Giorgio Masiero, da enzopennetta.it

Continua su:

http://www.enzopennetta.it/2016/09/divide-et-impera/

 

 

———————-

– Facebook e Israele annunciano ufficialmente una collaborazione per censurare i contenuti sui social media

da pressenza.com

Continua su:

http://www.pressenza.com/it/2016/09/facebook-e-israele-annunciano-ufficialmente-una-collaborazione-per-censurare-contenuti-sui-social-media/

 

 

————————-

– Twitter “silenzia veramente alcuni utenti”, secondo una fonte interna

di Milo, da vocidallestero.it

Continua su:

http://vocidallestero.it/2016/09/23/twitter-silenzia-veramente-alcuni-utenti-secondo-una-fonte-interna/

 

 

—————————–

– Australia il primo paese ‘cavia’ dell’impianto RFID

di Federica, da libertadiparola.com

Continua su:

http://www.libertadiparola.com/rfid-disinformazione-controllo/?user=freeslave93

 

SETTEMBRE 2016

 

 

– «La libertà religiosa è sinonimo di razzismo, sessismo, omofobia, islamofobia e intolleranza»

di Leone Grotti, da tempi.it

Continua su:

 

http://www.tempi.it/la-liberta-religiosa-e-sinonimo-di-razzismo-sessismo-omofobia-islamofobia-e-intolleranza#.V9l_lTXl1OU

 

 

 

———————-

– Gender diktat: : A scuola di masturbazione?

da totustuus.it

Continua su:

http://www.totustuus.it/modules.php?name=News&file=article&sid=5075

 

 

———————-

– Il grande squilibrio. Le verità imbarazzanti sulla demografia italiana

di Rodolfo Casadei, da tempi.it

Continua su:

http://www.tempi.it/squilibrio-demografia-italiana-blangiardo#.V9l5xjXl1OU

 

 

————————-

– SE QUESTO E’ UN DIRIGENTE…

da partigianidellascuolapubblica.org

Continua su:

https://partigianidellascuolapubblica.org/2016/09/10/se-questo-e-un-dirigente/

 

 

————————–

JACK LONDON E LA NOSTRA OLIGARCHIA MONDIALE

di Nicolas Bonnal, da comedonchisciotte.org

La forza motrice degli oligarchi é la loro convinzione di fare bene.

Continua su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=16837

 

 

—————————–

LE RAGIONI PER CUI COMBATTIAMO IL NUOVO ORDINE MONDIALE

di Brandon Smith, da comedonchisciotte.org

Continua su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=16825

 

 

———————–

– Le dieci bugie anticattoliche che non fanno onore agli storici. Intervista a Rodney Stark

di Pietro Piccinini, da tempi.it

Continua su:

http://www.tempi.it/dieci-bugie-anticattoliche-storici-intervista-a-rodney-stark#.V8SSRjXl1OU

 

 

———————

– Antonio Socci: ecco il piano politico di Papa Bergoglio

di Antonio Socci da liberoquotidiano.it

Continua su:

http://www.liberoquotidiano.it/news/opinioni/11821724/Antonio-Socci–ecco-il-piano.html#.V8b0h3gGq3d.facebook

 

 

—————————-

– SOROS E “FRANCESCO” UNITI NELLA LOTTA…

di Maurizio Blondet, da maurizioblondet.it

Continua su:

http://www.maurizioblondet.it/soros-francesco-uniti-nella-lotta/

 

 

————————-

– L’imbarbarimento dei costumi: da popolo a plebaglia in giro per l’Europa ( l’eredità di Marx )

di Sergio Basile e Roberto Pecchioli, da quieuropa.it

Continua su:

http://www.quieuropa.it/limbarbarimento-dei-costumi-da-popolo-a-plebaglia-in-giro-per-leuropa-leredita-di-marx/

 

 

————————–

– Ecco Cosa ci Nascondono i Media di Monia Benini

di Valentino Rosu, da youtube.com

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=NwBH3ZYiu6I

 

 

———————-

– Una storia falsificata sta cancellando l’Occidente

di Agostino Nobile, da radiospada.org

Continua su:

http://www.radiospada.org/2016/08/una-storia-falsificata-sta-cancellando-loccidente/?utm_campaign=shareaholic&utm_medium=facebook&utm_source=socialnetwork

 

 

———————–

In relazione al seguente avvenimento, molti si chiedono se si tratti di un rito reale o di una messa in scena. Il nostro pensiero va oltre: ammesso che sia stata una messa in scena, uno scherzo, che motivo ha un istituto scientifico di fama mondiale di “dilettarsi” con questo genere di cose? Se poi si pensa alla recente cerimonia inaugurale (satanica) del traforo del San Gottardo…

– Rito satanico al CERN: e chi lo dice che sia ‘finto’ ? Il giornalista? Da cosa lo deduce?

da veritanwo.altervista.org

Continua su:

http://veritanwo.altervista.org/rito-satanico-al-cern-lo-dice-sia-falso/

 

 

AGOSTO 2016

– VIVISEZIONE DI MINORI IN EUROPA: A RUBA I BAMBINI IN ITALIA!

di Gianni Lannes, da sulatestagiannilannes.blogspot.it

Continua su:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2016/08/vivisezione-di-minori-in-europa-ruba-i.html?spref=fb&m=1

 

—————————-

– POKÉMON GO! Atto finale del controllo globale

di tommix, da youtube.com

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=pY0tO1lK03A&feature=share

 

 

————————

– Germany and EU to Legalize Pedophilia and with it, Child Pornography as well!

da freespeechtwentyfirstcentury.com

Continua su:

https://freespeechtwentyfirstcentury.com/2015/07/24/germany-and-eu-to-legalize-pedophilia-and-with-it-child-pornography-as-well/

 

 

————————-

– A che cosa serve l'uomo? In Svezia non serve a niente

da vita.it

 

Continua su:

http://www.vita.it/it/article/2016/08/05/a-che-cosa-serve-luomo-in-svezia-non-serve-a-niente/140360/

 

 

———————–

– Famiglia distrutta: quando è lo Stato che rapisce i bambini

di Massimilinao Di Bebnedetto, da losai.eu

 

Continua su:

http://www.losai.eu/famiglia-distrutta-lo-rapisce-bambini/

 

LUGLIO 2016

 

Liberté, Égalité, Fraternité

– Francia, chiesa sgomberata da polizia (durante la Messa per far posto a un parcheggio)

http://www.occhidellaguerra.it/francia-chiesa-sgomberata-da-polizia/#

 

– Parroco trascinato via durante messa per demolire la chiesa

VIDEO

http://www.youreporter.it/video_Parroco_trascinato_durante_messa_per_demolire_la_chiesa

 

 

———————————

– Cerco un centro di gravità permanente

di Alceste, da pauperclass.myblog.it

 

Continua su:

http://pauperclass.myblog.it/2016/07/29/cerco-centro-gravita-permanente-alceste/

 

 

———————–

– Arcobaleni di piombo

di Enzo pennetta, da enzopennetta.it

Continua su:

http://www.enzopennetta.it/2016/07/arcobaleni-di-piombo/

 

 

———————-

– Cosa s’intende per “sessualità fluida” ? Un progetto ce lo racconta per immagini

di Rodolfo de Mattei, da osservatoriogender.famigliadomani.it

 

Continua su:

http://osservatoriogender.famigliadomani.it/gender-as-spectrum-ritratti-queer-joseph-wolfgang-ohlert/

 

 

———————

– False flags che fluttuano nell’aria calda dell’Impero

da sakeritalia.it

Continua su:

http://sakeritalia.it/mondo/false-flags-che-fluttuano-nellaria-calda-dellimpero/

 

 

————————

– Proposta di legge contro i genitori vegani?

di Valentina Pellegrino, da vegolosi.it

Continua su:

http://www.vegolosi.it/news/proposta-di-legge-contro-i-genitori-vegani/

 

 

—————————

– Qualche voce dalle centrali dell’Estinzione

di Maurizio Blondet, da maurizioblondet.it

 

Continua su:

http://www.maurizioblondet.it/qualche-voce-dalle-centrali-dellestinzione/

 

———————–

Ancorché di qualche tempo fa, il seguente articolo è indicativo dell’indirizzo preso dal mondo occidentale:

– 'Paedophilia is natural and normal for males'

di Anrew Gilligan, da telegraph.co.uk

 

Continua su:

http://www.telegraph.co.uk/comment/10948796/Paedophilia-is-natural-and-normal-for-males.html

 

 

—————————

– «Siamo allo Stato etico: omosessualità, bisessualità e transessualità sono dogmi morali intoccabili»

da tempi.it

(foto ANSA)

 

Continua su:

 

http://www.tempi.it/siamo-allo-stato-etico-omosessualita-bisessualita-e-transessualita-sono-dogmi-morali-intoccabili#.V4_j_6Ll1OU

 

 

 

————————

Utero in affitto? L’eugenetica del Terzo Millennio

di Marcello Pamio, da disinformazione.it

Continua su:

http://www.disinformazione.it/utero_in_affitto.htm

 

 

————————

– Profezie e false flag – Dalla Francia è partita la rivoluzione. Arriverà da lì la Restaurazione?

da antimassoneria.altervista.org

Continua su:

http://antimassoneria.altervista.org/profezie-post-false-flag-dalla-francia-e-partita-la-rivoluzione-arrivera-da-li-la-restaurazione/

 

 

————————–

– I Globalisti che finanziano i “No Global”. Breve storia di un Dracula moderno

da antimassoneria.altervista.org

Mass. (FILEminimizer)

Continua su:

http://antimassoneria.altervista.org/i-globalisti-che-finanziano-i-no-global-breve-storia-di-un-dracula-moderno/

 

 

————————–

– Il governo Renzi lancia il “Portale Nazionale LGBT”

di Rodolfo De Mattei, da osservatoriogender.famigliadomani.it

portale-nazionale-lgbt (FILEminimizer)

Continua su:

http://osservatoriogender.famigliadomani.it/governo-renzi-lancia-portale-nazionale-lgbt/

 

 

————————

– Al Parlamento Europeo si discute per riconoscere la «personalità elettronica» dei robot

di Anne Dolhein, da informarexresistere.fr

(foto da ilquieora.blogspot.com)

Continua su:

http://www.informarexresistere.fr/2016/06/30/al-parlamento-europeo-si-discute-per-riconoscere-la-personalita-elettronica-dei-robot/

 

 

—————————

– «Ecco qui mia figlia, “prodotto” di uno stupro orribile. Ma la colpa non è sua»

di Benedetta Frigerio, da losai.eu

 

Continua su:

http://www.losai.eu/mia-figlia-prodotto-uno-stupro-orribile-la-colpa-non-sua/

 

 

————————–

– Prof. cattolico discriminato al Parini

da popolodellafamiglia.altervista.org

Continua su:

http://popolodellafamiglia.altervista.org/prof-cattolico-discriminato-al-parini/

 

 

—————————–

– L’era della psicosi sociale: ad alto tasso di contagio

di Alessandro Benigni, da ontologismi.wordpress.com

video-ontologismi (FILEminimizer)

ANCHE VIDEO

Continua su:

https://ontologismi.wordpress.com/2016/07/03/lera-della-psicosi-sociale-ad-alto-tasso-di-contagio/

 

 

———————–

– Premio Kalergi 2016 a Papa Francesco 1°

da sadefenza.wordpress.com

Continua su:

https://sadefenza.wordpress.com/2016/05/07/premio-kalergi-2016-a-papa-francesco-1/

 

 

————————-

– Vittimismo, arma di distrazione di massa

di Agostino Nobile, da radiospada.org

Continua su:

http://www.radiospada.org/2016/06/vittimismo-arma-di-distrazione-di-massa/?utm_campaign=shareaholic&utm_medium=facebook&utm_source=socialnetwork

 

 

—————————-

– Aborto in Irlanda: l’Onu chiede di uccidere i bambini malati

da notizieprovita.it

(foto da vnews24.it)

Continua su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/aborto-in-irlanda-lonu-chiede-di-uccidere-i-bambini-malati/

 

 

————————

– Il legame ancestrale

di Silvana De Mari, da ontologismi.wordpress.com

mammy (FILEminimizer)

Continua su:

https://ontologismi.wordpress.com/2016/06/24/il-legame-ancestrale/

 

 

———————–

– “Vittime innocenti nella guerra per la famiglia egualitaria”

di Emanuela, da enzopennetta.it

Vittime... (FILEminimizer)

Continua su:

http://www.enzopennetta.it/2016/06/vittime-innocenti-nella-guerra-per-la-famiglia-egualitaria/

 

 

—————————

– La Buona Notizia #523. Down… con lode!

da notizieprovita.it

Madison_down (FILEminimizer)

Continua su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/la-buona-notizia-523-down-con-lode/

 

 

 

GIUGNO 2016

Da “Qui Europa” riceviamo e volentieri pubblichiamo:

– Femminicidio – Pensieri eretici: ritornare all’Uomo – 1

di Roberto Pecchioli, da quieuropa.it

Continua su:

http://www.quieuropa.it/femminicidio-pensieri-eretici-ritornare-alluomo-1/

 

 

—————————-

– Uno sguardo negativo sul Cristianesimo e sulla religione in generale

da sakeritalia.it

 

Continua su:

http://sakeritalia.it/religione/uno-sguardo-negativo-sul-cristianesimo-e-sulla-religione-in-generale/

 

 

————————

– Davvero il mondo sarebbe un posto migliore senza queste persone?

da uccronline.it

Bambini-down-768x583 (FILEminimizer)

Continua su:

http://www.uccronline.it/2016/06/08/davvero-il-mondo-sarebbe-un-posto-migliore-senza-queste-persone/

 

 

———————–

– Eutanasia per i dementi, anche se felici, volenti o nolenti

da notizieprovita.it

Continua su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/eutanasia-per-i-dementi-anche-se-felici-volenti-o-nolenti/

 

 

——————————

–  La cerimonia di apertura della galleria più lunga del mondo è stata uno strano rituale occulto

di Daniela, da ununiverso.altervista.org

Anche VIDEO

ghottard3 (FILEminimizer)

Continua su:

(Dopo aver cliccato sul tottostante link, può essere necessario attendere qualche istante)

http://ununiverso.altervista.org/blog/la-cerimonia-di-apertura-della-galleria-piu-lunga-del-mondo-e-stata-uno-strano-rituale-occulto/

 

 

————————–

– L’aggravante di negazionismo è legge: in Italia finisce la libertà di parola

di Giuliano Lebelli, da ilprimatonazionale.it

(foto da 2duerighe.com)

Continua su:

http://www.ilprimatonazionale.it/cronaca/aggravante-negazionismo-legge-46117/

 

 

————————

– Non ci credo ma è vero: Alfonso Celotto

da www.rai.tv

VIDEO

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-7ced040f-6ba8-4595-869e-e0c1a0628f66.html#p=0

 

 

—————————-

NON C’E’ PIU’ AUDIO

di Gianluca Freda, da comedonchisciotte.org

Continua su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=16517

 

 

 

———————–

– Le rivolte che non ci saranno

di Eugenio Orso, da pauperclass.myblog.it

 

Continua su:

http://pauperclass.myblog.it/2016/05/31/le-rivolte-che-ci-saranno-alceste/

 

 

———————–

– Rodney Stark contro gli «illustri bigotti» che ci hanno rifilato «secoli di storia anticattolica»

di Massimilinao Di Benedetto, da losai.eu

Continua su:

http://www.losai.eu/rodney-stark-gli-illustri-bigotti-ci-rifilato-secoli-storia-anticattolica/

 

 

————————-

– Fatte le unioni civili, prendono di mira la fedeltà matrimoniale. Questione di “logica”

di Alfredo Mantovano, da tempi.it

 

Continua su:

http://www.tempi.it/unioni-civili-fedelta-matrimoniale-questione-di-logica#.V09UoeTl3g8

 

 

———————-

– Contesta il libro pornografico dato a scuola alla figlia 14enne. Viene arrestato.

da notizieprovita.it

william-baer-arresto (FILEminimizer)

Anche VIDEO

Continua su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/contesta-il-libro-pornografico-dato-a-scuola-alla-figlia-14enne-viene-arrestato/

 

 

————————

– Storia di magistrati, di pomp… e di popolo bue

di Stefano Livadiotti, da informare.over-blog.it

Continua su:

http://informare.over-blog.it/2016/05/storia-di-magistrati-di-pompini-e-di-popolo-bue.html

 

 

MAGGIO 2016

 

– Canada. L’Unicef chiede al Parlamento di estendere l’eutanasia ai bambini

di Leone Grotti, da tempi.it

(foto da vitadamamma.com)

Continua su:

http://www.tempi.it/canada-unicef-chiede-parlamento-estendere-eutanasia-ai-bambini#.V0NkdOTl3g-

 

 

—————————

Da quieuropa.it riceviamo e volentieri pubblichiamo:

– Kalergi, Comenius e Saint-Yves: i Padri del Nuovo Dis-Ordine Europeo

di Don Curzio Nitoglia, da quieuropa.it

Continua su:

http://www.quieuropa.it/kalergi-comenius-e-saint-yves-i-padri-del-nuovo-dis-ordine-europeo/

 

 

—————————–

– Unioni civili: tutte le anomalie giuridiche

di Luigi Ferrarella, da documentazione.info

Continua su:

http://www.documentazione.info/unioni-civili-tutte-le-anomalie-giuridiche

 

 

————————–

– Ecco lo sportello per i ‘profughi gay’

da voxnews.info

Continua su:

http://voxnews.info/2016/05/15/ecco-lo-sportello-per-i-profughi-gay/

 

 

———————-

– In Siria, la Russia difende la civiltà, l’Occidente si schiera con la barbarie

di The Saker, da sakeritalia.it

(foto da greenme.it)

Continua su:

http://sakeritalia.it/medio-oriente/siria/in-siria-la-russia-difende-la-civilta-loccidente-si-schiera-con-la-barbarie/

 

 

————————-

– La normalizzazione (al contrario): nuova puntata

di Alessandro Benigni, da ontologismi.wordpress.com

(foto da noaimatrimonygayinitalia.it)

Viva il “matrimonio per tutti!”, viva l’uguaglianza… sì, ma a quale prezzo?

Continua su:

https://ontologismi.wordpress.com/2016/05/13/la-normalizzazione-al-contrario-nuova-puntata/

 

 

————————–

– La nuova eugenetica, l’ecatombe mondiale e il vilipendio dei non nati.

di Floriana Castro Agnallo, da antimassoneria.altervista.org

Continua su:

http://antimassoneria.altervista.org/la-nuova-eugenetica-lecatombe-mondiale-e-il-vilipendio-dei-non-nati/

 

 

—————————

– Unioni civili approvate: in Italia inizia la dittatura LGBT

di Federico Catani, da notizieprovita.it

Foto unioni civili approvate (FILEminimizer)

Continua su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dallitalia/unioni-civili-approvate-in-italia-inizia-la-dittatura-lgbt/

 

 

———————–

– L'embrione? Una merce con lo sconto fiscale

di Tommaso Scandroglio, da lanuovabq.it

Continua su:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-lembrione-una-merce-con-lo-sconto-fiscale-16120.htm

 

 

—————————-

Il progetto Kalergi a gonfie vele…

– Più immigrati meno figli. Ce lo chiede la UE ed El Papa.

di Maurizio Blondet, da maurizioblondet.it

Continua su:

 

http://www.maurizioblondet.it/piu-immigrati-meno-figli-ce-lo-chiede-la-ue-ed-el-papa/

 

 

 

————————

– L’altra faccia della Amoris laetitia: l’educazione sessuale e di genere obbligatorie anche per la chiesa

di Elisabetta Frezza, da riscossacristiana.it

Continua su:

http://www.riscossacristiana.it/laltra-faccia-della-amoris-laetitia-leducazione-sessuale-e-di-genere-obbligatorie-anche-per-la-chiesa-di-elisabetta-frezza/

 

 

————————-

– Uomo, chi sei? Il corto circuito scienza-morale

di Clemente Sparaco, da notizieprovita.it

Continua su:

http://www.notizieprovita.it/filosofia-e-morale/uomo-chi-sei-il-corto-circuito-scienza-morale/

 

 

—————————

– L'ultima parola sullo studio di Regnerus

di Raffele Buscemi, da documentazione.info

Continua su:

http://www.documentazione.info/lultima-parola-sullo-studio-di-regnerus

 

 

————————-

– BAMBINI E ADOLESCENTI: PEZZI DI RICAMBIO IN ITALIA!

di Gianni Lannes, da sulatestagiannilannes.blogspot.it

Continua su:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2016/05/bambini-e-adolescenti-pezzi-di-ricambio.html

 

 

————————-

Assicurazione auto gratis per immigrati, Caritas: "Serve per farli lavorare"

di Tiziana Petrelli, da ilrestodelcarlino.it

Continua su:

http://www.ilrestodelcarlino.it/fano/assicurazione-auto-extracomunitari-1.2117206

 

 

APRILE 2016

 

– Masson-Leaks: clamorosa fuga di dati, ma le logge puntano su aborto e gender

di Mauro Faverzani, da corrispondenzaromana.it

http://www.corrispondenzaromana.it/masson-leaks-clamorosa-fuga-di-dati-ma-le-logge-puntano-su-aborto-e-gender/

 

 

————————

– 23 aprile 1616, il giorno in cui l’Occidente si scoprì improvvisamente più povero

di Elisabetta Sala, da tempi.it

http://www.tempi.it/23-aprile-1616-shakespeare-cervantes-il-giorno-in-cui-l-occidente-si-scopri-improvvisamente-piu-povero#.VxyYGXrl3g8

 

 

————————-

– La vera trasgressione è la fedeltà, non il libertinismo.

di Massimo recalcati, da uccronline.it

http://www.uccronline.it/2016/04/20/la-vera-trasgressione-e-la-fedelta-non-il-libertinismo/

 

 

—————————-

– La nostra vita sotto l’occhio “alleato” di Echelon

di Floriana Castro Agnello, da antimassoneria.altervista.org

Continua su:

http://antimassoneria.altervista.org/la-nostra-vita-sotto-locchio-alleato-di-echelon/

 

 

————————–

– Gnosi: il nome dell’ultima ideologia

di Enzo Pennetta, da enzopennetta.it

 

Continua su:

http://www.enzopennetta.it/2016/04/gnosi/

 

 

————————-

– GENOCIDIO DI MINORI IN EUROPA!

di Gianni Lannes, da sulatestagiannilannes.blogspot.it

Continua su:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2016/04/genocidio-di-minori-in-europa.html#more

 

 

———————–

– Repubblica70. L’evoluzione dell’Umanità nei fenomeni migratori. A maggio convegno a Reggio Calabria

da grandeoriente.it

Continua su:

http://www.grandeoriente.it/repubblica70-levoluzione-dellumanita-nei-fenomeni-migratori-a-maggio-convegno-a-reggio-calabria/

 

 

—————————

– Il coraggio dell’Umanesimo

di Enzo C. Delli Quadri, da altosannio.it

Continua a leggere su:

http://www.altosannio.it/il-coraggio-dellumanesimo/

 

 

————————-

– UNIVERSITÀ – Arriva in Italia la Facoltà di Scienze Esoteriche, aperte le iscrizioni

da liveuniversity.it

Continua a leggere su:

http://catania.liveuniversity.it/2016/04/11/universita-arriva-in-italia-la-facolta-di-scienze-esoteriche-aperte-le-iscrizioni/

 

 

—————————–

– Il Patriarca di Mosca riconosce e denuncia il complotto mondialista (Nuovo Ordine Mondiale)

Continua a leggere su:

http://www.quieuropa.it/il-patriarca-di-mosca-riconosce-e-denuncia-il-complotto-mondialista-nuovo-ordine-mondiale/

 

 

—————————

– Origini esoterico-luciferine degli UFO e degli alieni

di Daniele Di Luciano, da quieuropa.it

Continua a leggere su:

http://www.quieuropa.it/origini-esoterico-luciferine-degli-ufo-e-degli-alieni/

 

 

—————————

– Elohìm, Ruach, Kavod. Ennesima confutazione dell’ipotesi “aliena” di Biglino/Sitchin

di Gianluca Marletta, da gianlucamarletta.it

Continua a leggere su:

http://www.gianlucamarletta.it/wordpress/2016/03/elohim-ruach-kavod/

 

 

————————–

– Il Talmud smascherato

da antimassoneria.altervista.org

(foto tratta da jupdates.com)

Leggi su:

http://antimassoneria.altervista.org/wp-content/uploads/2016/02/talmud-smascherato.pdf

 

 

————————–

– DUE MAMME LICENZIATE PERCHÉ' HANNO DETTO "NO" ALLA DOMENICA

da laschiavitudellavoro.blogspot.it

Continua a leggere su:

http://laschiavitudellavoro.blogspot.it/2016/04/due-mamme-licenziate-perche-hanno-detto.html

 

 

—————————

– Ora Grillo impartisce i sacramenti agli adepti: “Questo è il mio corpo” (VIDEO)

da unita.tv

Continua a leggere su:

http://www.unita.tv/focus/ora-grillo-impartisce-i-sacramenti-agli-adepti/

 

 

—————————-

– Diagnosi della Erasmus Generation: l’ultima “privatizzazione”

di Maurizio Blondet, da maurizioblondet.it

http://www.maurizioblondet.it/diagnosi-della-erasmus-generation-lultima-privatizzazione/

 

 

————————

“Il colpo da maestro di Satana”

di Alessandro Gnocchi, da unavox.it

http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV1447_Gnocchi_posta_Colpo_da_maestro.html

 

 

———————–

– Le campane dell’Università cattolica di Lovanio che intonano “Imagine” sono la nostra marcia funebre

di Leone Grotti, da tempi.it

 

http://www.tempi.it/campane-universita-cattolica-lovanio-imagine-marcia-funebre#.VvWko3ohbg9

 

 

————————–

– Omofobia nella legislazione russa? No, solo tutela dei minori

da notizieprovita.it

http://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/omofobia-nella-legislazione-russa-no-solo-tutela-dei-minori/

 

 

————————

– SCIE CHIMICHE – QUANDO A PARLARNE SONO I CARTONI ANIMATI…

da sapereeundovere.com

ANCHE VIDEO

http://sapereeundovere.com/scie-chimiche-quando-a-parlarne-sono-i-cartoni-animati/

 

 

MARZO 2016

 

– JEROME LEJEUNE: Non abbiate paura!

di Informare per Resistere, da youtube.com

(foto tratta da ilsussidiario.net)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=01rq4DJpspc

 

 

————————

– “Da oggi ci saranno bambini con vagina e bambine con il pene”: liberalizzati ormoni

da voxnews.info

(foto tratta da superagatoide.altervista.com)

Una deputata giovedì ha esultato: “Da oggi ci saranno bambini con vagina e bambine con il pene”. Letterale, ha detto proprio così.

Esultava per una legge approvata dall’assemblea autonoma di Madrid, organo legislativo della capitale spagnola sotto controllo di Podemos, i finti rivoluzionari.

Si chiama “Legge di identità ed espressione di genere e uguaglianza sociale e di non discriminazione”, ma nasconde un testo che mina l’identità sessuale dell’individuo.

Un testo che anche la finta cattolica, la presidenta Cristina Cifuentes del Partito Popolare, ha promosso durante la campagna elettorale e che parte dalla base ideologica secondo cui il sesso genitale di una persona “non è un concetto puramente biologico, ma soprattutto psicosociale”. Roba da TSO.

Continua a leggere su:

http://voxnews.info/2016/03/20/da-oggi-ci-saranno-bambini-con-vagina-e-bambine-con-il-pene-liberalizzati-ormoni/

 

 

————————

– Il boom dei “bambini transgender” in Inghilterra. Medici in allarme: è una cura o una moda?

di Benedetta Frigerio, da tempi.it

Solo nel 2015, fra aprile e dicembre, 1.013 minorenni inglesi sono stati sottoposti a terapie per il “disordine dell’identità di genere”, trattamenti che vanno dalla consulenza psicologica fino al bombardamento ormonale per bloccare lo sviluppo del paziente in vista del cambiamento chirurgico del sesso. Cinque anni fa, nel 2009-2010, i minorenni trattati in questi modi erano 97. Oltre all’impennata del numero di casi, colpisce anche la somma di denaro pubblico – 2,7 milioni di sterline – stanziata per simili cure da un sistema sanitario in grave crisi di sostenibilità.

AUMENTO «STRAORDINARIO». I numeri sono stati resi noti dal Nhs, che è appunto il sistema sanitario inglese, su richiesta del quotidiano The Sun. Come è spiegato nell’articolo, a trattare i bambini che soffrono della cosiddetta disforia di genere (disturbo che porta a desiderare di essere persone del sesso opposto) in Inghilterra sono le cliniche Tavistock and Portman a Londra, Leeds, Exeter e Brighton. Polly Carmichael, direttore del Gender Identity Disorder Service, ha definito l’incremento delle terapie prescritte l’anno scorso «straordinario». Tuttavia è «difficile predire se i numeri continueranno a crescere».

Continua a leggere su:
http://www.tempi.it/boom-bambini-transgender-inghilterra-medici-allarme-cura-moda#.Vu8PuXohbg8

 

 

————————–

– Come ti ammazzo la morale

di Tommaso Scandroglio, da rassegnastampa-totustuus.it

Non è poi così facile uccidere i principi non negoziabili. Occorre preparazione, competenza, fiuto e soprattutto strategie culturali vincenti. Ecco di seguito le 19 mosse con cui il “mondo” fa fuori Dio (e tanti cattolici ci vanno dietro)

1. Un passo alla volta: la vetta si conquista un passo alla volta: occorre puntare sulle eccezioni, sui casi limite per arrivare alla normalità. Ecco allora chiedere l’aborto solo per donne violentate, l’eutanasia solo per malati terminali e afflitti da dolori incurabili, così da arrivare in breve all’aborto e all’eutanasia sempre e comunque. È il principio del piano inclinato o dell’effetto domino.

2. Chiedi 100 per avere 50: è la tattica opposta alla precedente: chiedi tutto, qualcosa ti daranno. Se pretendi l’aborto sempre, otterrai almeno l’aborto in caso di pericolo per la salute della donna; reclama l’eterologa, avrai almeno l’omologa; la dolce morte anche su pazienti in coma e su minori, avrai almeno le Dat; il “matrimonio” omo, ti porterai a casa le unioni civili.

3. Normalizzare la condotta: si tratta di far accettare nel percepito comune come normale ciò che normale non è. Fondamentale quindi diffondere una pratica, ben prima della sua legittimazione giuridica. Da qui le iniziative volte ad istituire presso molti comuni i registri delle coppie di fatto o dei testamenti biologici e a legittimare le “nozze” gay celebrate all’estero. E poi ecco lo sforzo di creare un mondo omo a specchio di quello eterosessuale con film, musica, libri, etc. pensati per la comunità gay.

4. È lecito ciò che è diffuso: occorre convincere i più di questa tripla falsa equazione: se è diffuso è normale, se è normale è buono, se è buono deve essere legittimo sul piano giuridico. Quanti aborti clandestini, quanti morti per eutanasia negli ospedali, quante coppie che non riescono ad avere un figlio, quanti ragazzi che fumano droga, quanti coniugi che litigano! La soluzione è legittimare il male e chiamarlo “diritto”.

Continua a leggere su:

http://www.rassegnastampa-totustuus.it/cattolica/?p=31707

 

 

——————————

– D'Alema: "Istituire 8xmille anche per le moschee"

di Francesco Curridori, da ilgiornale.it

Ci mancava solo il buonismo di Massimo D’Alema. L’ex presidente del Consiglio non poteva proprio esimersi da dire anche lui la sua opinione sull’integrazione dei musulmani in Italia.

E, intervistato da 'Radio Anch'io' su Radio Raiuno, arriva a sostenere che bisognerebbe istituire l’8xmille anche per le moschee.

Secondo l’ex ministro degli Esteri “dovremmo fare una riflessione, chiedendoci quale politica di convivenza stiamo facendo” perché, nella situazione attuale, queste persone “vivono come comunità separate dall'Europa e restano legate ai Paesi di origine”. Tutto ciò può favorire il diffondersi il fondamentalismo islamico tra i 40 milioni di musulmani che vivono in Europa ed è per questo che la ricetta dalemiana per l’Italia è avere più moschee.

Continua a leggere su:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/dalema-istituire-8xmille-anche-moschee-1238970.html

 

 

—————————–

– Monica Cirinnà "Un padre e una madre sono uno stereotipo e un pregiudizio"

 di prisencolinens, da youtube.com

(foto tratta da bdtorino.eu)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=d4VCFJEJI-4

 

 

————————

– Sei incinta di un bambino malformato? Non abortire, così noi ci prendiamo i suoi organi…

di Laura Caselli, da losai.eu

Sul dailymail leggiamo che in Inghilterra verrà consigliato alle donne che portano in grembo un bambino con difetti fatali di portare avanti la gravidanza e partorire il bambino, in modo che il servizio sanitario nazionale possa impossessarsi dei suoi organi.

È la British Transplantation Society che vuole convincere le donne incinte di bambini con gravi malformazioni, come l’anencefalia, a farli nascere. «Non abortite i bimbi malati, ci prendiamo gli organi.»

Il neonato verrebbe tenuto in vita dentro un’incubatrice e poi privato degli organi vitali. 

Uno dei medici che hanno proposto questa iniziativa, il chirurgo Niaz Ahmad, del St. James’ University Hospital di Leeds, ha affermato senza mezzi termini che: «siamo di fronte a una valida fonte di trapianti d’organi a livello nazionale». 

Mentre il Dott. Trevor Stammers, direttore per l’Università Bioetica di Santa Maria contesta la terribile proposta: «Questo concetto riduce il bambino a nient’altro che a un mezzo funzionale a un fine – un insieme di pezzi di ricambio – piuttosto che rispettare la vita stessa.»
Una proposta talmente aberrante che ci rifiutiamo persino di commentare…

Fonte:

http://www.losai.eu/incinta-un-bambino-malformato-non-abortire-cosi-ci-prendiamo-suoi-organi/

 

 

————————

– Socci sui primi tre anni di Francesco: "Occhio, che cosa sta per crollare"

di AntonioSocci, da liberoquotidiano.it

A tre anni dall’elezione di papa Bergoglio, sia i suoi sfegatati sostenitori, sia i suoi critici, sono d’accordo su un punto: egli rappresenta una rottura nella millenaria storia della Chiesa. Su questo c’è unanimità.

Molti però ignorano che la Chiesa – per la sua divina costituzione – non può avere rotture nella sua tradizione magisteriale.

Deve restare sempre fedele al «depositum fidei» ricevuto da Gesù Cristo e contenuto nella Sacra Scrittura: il Papa è servo della verità rivelata, non padrone. Non può mutarla o disporne a suo arbitrio, altrimenti decade dal papato. O sarebbe l’apostasia e la fine stessa della Chiesa Cattolica.

È proprio in mezzo a questo vertiginoso guado – fra una rottura radicale, che pare continuamente vagheggiata, e la paura di compiere lo strappo ufficiale – che sembra trovarsi oggi il pontificato di Bergoglio. La sua ambiguità, da Giano bifronte, ha indotto Newsweek a fare la celebre copertina: «Is the Pope Catholic?» (il Papa è cattolico?). Su nessun altro Pontefice si è mai potuta porre una domanda così inquietante. D’altra parte lo stesso Bergoglio nel 2013 dichiarò a Scalfari: «Non esiste un Dio cattolico».

Continua a leggere su:

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11888096/socci-tre-anni-papa-francesco-chiesa-spaccata-crolla-vaticano.html

 

 

————————-

– Ultime dal gender: anche i maschi possono “abortire”

di Tommaso Scandroglio, da lanuovabq.it

La sezione giovanile del Partito liberale svedese (Luf) pare proprio che voglia candidarsi a vincere le olimpiadi delle proposte di legge più bizzarre. Già un paio di giorni fa avevamo dato notizia che il Luf aveva approvato una mozione per legittimare incesto e necrofilia (clicca qui). Ora chiede che anche gli uomini possano «abortire legalmente». 

Non si tratta di impiantare uteri in corpi maschili e poi ricorrere all’aborto, bensì di rinunciare ai diritti e doveri paterni entro la diciottesima settimana di gravidanza della moglie, fidanzata, convivente, termine ultimo consentito per accedere all’aborto. Si tratta né più né meno della possibilità di non riconoscere il figlio prima che nasca. Nulla quindi a che vedere con l’ipotesi che sia il maschio a decidere se continuare o meno la gravidanza, decisione che potrebbe essere imposta alla donna. Il padre che sceglie di disconoscere il figlio prima della nascita non dovrà accudire il figlio, né passare gli alimenti alla madre, però non potrà vantare su di lui nessun diritto. Tale scelta è poi irrevocabile.

Continua a leggere su:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-ultime-dal-gender-anche-i-maschi-possono-abortire-15558.htm

 

 

————————-

– Arrivano i catto-gay: li guida Avvenire

di Riccardo Cascioli, da lanuovabq.it

«E la Chiesa si rinnova per la nuova società…», cantava Giorgio Gaber già all’inizio degli anni ’70, ironizzando sui tentativi di adeguamento alla modernità. Ma oggi la smania di adeguarsi alla cultura dominante è diventata un fiume in piena e anche da pulpiti insospettabili si reclama ormai a gran voce il cambiamento della dottrina. Il caso più recente è l’atteggiamento davanti all’omosessualità e alle unioni fra persone dello stesso sesso, ed è il quotidiano della Conferenza Episcopale Italiana (CEI), Avvenire, a promuoverla in modo sempre più esplicito. 

Ne è un esempio eclatante l’intervista apparsa con grande rilievo il 9 marzo al vescovo di Orano (Algeria), Jean Paul Vesco, il quale con la modestia tipica degli ecclesiastici al passo con i tempi, propone tra l’altro anche il cambiamento del Catechismo. Nell’intervista monsignor Vesco sostiene nell’ordine: la Chiesa deve accogliere senza pretendere di dire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato (dire che un comportamento è male significa escludere); quello omosessuale è un amore autentico per cui sbaglia il Catechismo a parlare di “disordine oggettivo”; sì alle adozioni per coppie gay, ma non all’utero in affitto; anche l’unione tra omosessuali è indissolubile (ma per Vesco una persona può vivere più unioni indissolubili); l’astinenza sessuale non può essere un modello.

Continua a leggere su:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-arrivano-i-catto-gay-li-guida-avvenire-15574.htm

 

 

—————————–

– Tre bambini in offerta speciale…

di G. R., da Facebook.com

VIDEO

https://www.facebook.com/giovanni.reginato/videos/10207581413325434/

 

 

————————

– EX-MASSONE : LE LEGGI CONTRO LA FAMIGLIA SONO PROMOSSE DALLE LOGGE MASSONICHE

(immagine tratta da famigliacattolica. blogspot.com)

Serge Abad-Gallard e' un francese di origine spagnola che sa come funzione la massoneria.

Da oltre vent'anni e' stato membro di una loggia che ha lasciato dopo essersi convertito al cattolicesimo.

Nel suo libro 'Perche' ho smesso di essere massone' spiega questo processo e come questa societa' lavora. Il prezzo e' stato costoso dal momento che poco dopo la sua pubblicazione e' stato licenziato dal suo lavoro.

Il giornale Actuall ha parlato con Serge sull'influenza della massoneria nelle leggi sociali che vengono imposte in tutto il mondo, quale e' il vero potere che detiene e chi e' il loro nemico principale. Che relazione ha la massoneria con le leggi di ingegneria sociale, come l'aborto, l'eutanasia, il divorzio o il matrimonio gay?

Le leggi che sono state emanate dall'Assemblea nazionale sono state pensate e formalizzate nelle logge.
In particolare nella Gran Loggia di Francia, nel Grande Oriente e Diritto Umano di Francia.

Da questo posso testimoniare che ogni anno tutte le logge di Diritto Umano in cui sono stato massone per 23 anni, lavorano su un problema sociale comune e realizzano un documento di sintesi che le logge mandano ai loro dirigenti nazionali. E questo, dopo una revisione finale, la trasmettono al Presidente della Repubblica.

Nel libro 'Perche' ho smesso di essere un massone' Serge Abad-Gallardo raccoglie l'esperienza personale di 23 anni nella massoneria

Continua a leggere su:

http://nomassoneriamacerata.blogspot.it/2016/02/ex-massone-le-leggi-contro-la-famiglia.html

 

 

———————–

– Ecco il manuale che spiega ai migranti come fare sesso con le donne europee

di Luca Steinmann, da ilgiornale.it

Il governo tedesco ha inaugurato una pagina web in cui vengono spiegate ai nuovi arrivati i comportamenti a cui si devono attenere se vogliono avere rapporti sessuali con le donne tedesche. Con tanto di immagini a corredare le spiegazioni. E specificano: "Stupri e mutilazioni genitali non sono accettate culturalmente"

Il governo tedesco ha inaugurato una pagina web esplicitamente illustrata dedicata esclusivamente a "educare" i “rifugiati” al sesso con persone europee.

Il sito, chiamato Zanzu, my body in words and images, è stato aperto dal Ministero della Salute (Bundeszentrale für gesundheitliche Aufklärung ) in cooperazione con il governo del Belgio. Il video introduttivo con cui si apre la pagina spiega chiaramente quale sia lo scopo prefissato: “dare consigli sul sesso e la sessualità ai migranti che non hanno ancora vissuto in Germania per molto tempo”.

Divisa in sei sezioni, la pagina utilizza degli espliciti disegni per ritrarre degli atti sessuali interrazziali tra persone, con spiegazioni anche sull’omosessualità, bisessualità e transgenderismo.

Disponibile in 12 lingue, tra cui l’arabo il turco e il farsi, nel sito è chiaramente spiegato come esso sia destinato soprattutto alle persone provenienti dai Paesi del terzo mondo. Nella sezione “relazione e sentimenti” per esempio, viene chiaramente spiegato come il delitto d'onore non sia accettato in Europa: "Onore significa essere apprezzati da se stessi e dalla società… La violenza fondata sull’onore è proibita dalla società”. Un messaggio, questo, dedicato soprattutto e quasi esclusivamente alle persone di religione musulmana, nella cui società il delitto d’onore è diffuso e spesso accettato, soprattutto all’interno delle cerchia familiari.

Continua a leggere su:

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/ecco-manuale-che-spiega-ai-migranti-fare-sesso-donne-europee-1233651.html

– German Govt. Promotes Interracial Sex

da newobserveronline.com

The German government has set up an explicitly-illustrated website dedicated exclusively to promoting interracial sex between the nonwhite “refugees” and Europeans.

The new website, called “Zanzu—My body in words and images”—was set up by the Ministry of Health’s Bundeszentrale für gesundheitliche Aufklärung (“Federal Center for Health Education,” BZgA) in cooperation with a Belgian-government funded “Expertise Center for Sexual Health” called Sensoa.

Traduzione con “Google traduttore”

 

Il governo tedesco ha istituito un sito web in modo esplicito, illustrata dedicata esclusivamente alla promozione sesso interrazziale tra i "profughi" bianchi non ed europei.

Il nuovo sito, chiamato "Zanzu-Il mio corpo in parole e immagini" -è stato istituito dal Ministero della Health Bundeszentrale für gesundheitliche Aufklärung ("Centro Federale per l'Educazione Sanitaria," BZgA), in collaborazione con un belga-finanziato dal governo "Centro di competenza per la salute sessuale "chiamato Sensoa.

Nel suo video introduttivo, il sito specificamente dice che il suo scopo è quello di dare "consigli sul sesso e la sessualità per i migranti che non hanno vissuto a lungo in Germania."

Diviso in sei principali "temi", il sito utilizza i disegni sessualmente espliciti volti a ritrarre sesso interrazziale il più spesso possibile.

Inoltre, il sito promuove anche l'omosessualità, il lesbismo, bisessualità, e "transgenderismo."

Fonte:

http://newobserveronline.com/german-govt-promotes-interracial-sex/

 

 

————————-

– La crisi della ragione

di MrUltimobyte, da youtube.com

(foto tratta da comunitasanteusebio.com)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=h43DZBndJOQ

 

 

—————————

– Hanno scelto il Male. E’ questa la diagnosi censurata.

di Maurizio Blondet, da maurizioblondet.it

Alcuni lettori insistono perché dica la mia sui due trucidi assassini del loro coetaneo, attratto con la promessa di un rapporto sessuale ben pagato, 100 euro. Scusate, vorrei esimermi; già torme di mosconi e tafani, attratte dallo sterco e dalle carogne, a sciame vi hanno raccontato tutto; son contento di non essere più nel mestiere attivo di questo giornalismo. Del resto, è così chiaro. Ma, fateci caso, la sola cosa chiara da dire, è quella che tacciono tutti: i tafani, le mosche stercorarie, i mosconi attratti dalla putrefazione. Svolazzano a intervistare lo psichiatra famoso, che spieghi lui   come hanno potuto far questo: e lo psichiatra ovviamene annaspa. Sa benissimo che la sua pretesa scienza non ha le categorie per definire questo, non è una patologia che di trova nel Manuale Diagnostico-Statistico.   Si intuisce che lo psichiatra vorrebbe dire la definizione giusta, ma si trattiene: non appartiene alla scienza moderna, né tantomeno è una categoria che si può evocare nella società liberata e postmoderna. La parola sulla punta della lingua è: il Male. Quei due non sono malati, sono giovanotti trucidi e sanissimi. Solo, hanno aderito al Male. Con scelta volontaria, in piena lucidità.

Continua a leggere su:

http://www.maurizioblondet.it/hanno-scelto-il-male-e-questa-la-diagnosi-censurata/

 

 

———————–

– La società del carnevale

di Enzo pennetta da enzopennetta.it

C’è una caratteristica che pervade la società di questo inizio secolo ed è la prospettiva della fluidità.

La rivendicazione di poter rivestire qualsiasi ruolo in base ai desideri, il poter assumere qualsiasi maschera e cambiarla il giorno dopo ne sono i caratteri distintivi. Ma tutto questo è “carnevale”.

Guardando un video caricato su Repubblica online la cosa è stata subito chiara. Si trattava di un servizio sulla manifestazione “Diritti alla meta” svoltasi sabato 5 marzo a sostegno dei diritti LGBT, in mezzo al gruppo dei manifestanti arcobaleno si distingueva però anche un gruppo di persone con uno scolapasta in testa.

Questa “maschera” non appartiene alla tradizione LGBT e la spiegazione della presenza nella piazza è stata affidata agli stessi protagonisti:

Una finta religione, parodia delle religioni, che ritiene di poter avere un riconoscimento pubblico e i cui seguaci ambiscono a comparire sulle carte d’identità con lo scolapasta in testa prende il nome di “pastafarianesimo“, si tratta di una goliardata nata negli USA per irridere i gruppi che proponevano di insegnare il creazionismo nelle scuole.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2016/03/la-societa-del-carnevale/

 

 

————————

– INCREDIBILE: i giornali d’epoca riportano la cifra di 6 milioni di vittime per altri olocausti ebraici poco noti.

di Floriana Castro, da antimassoneria.altervista.org

Negli ultimi 70 anni siamo stati letteralmente bombardati da film, testimonianze (a volte anche di persone che la shoah non l’hanno mai vissuta), interventi nelle varie università senza poter ricevere risposta a domande fuori dal coro del tipo: come hanno fatto a morire 6 MILIONI nella sola Europa quando la comunità israelitica non superava i 12 milioni in tutto il mondo? E come avrebbe fatto la comunità -secondo le stime ufficiali dimezzata- a contare 13 milioni di unità a pochi anni dalla fine della guerra? In alcuni paesi se si confuta il numero ufficiale di 6 MILIONI di ebrei che avrebbero subito lo sterminio si rischiano addirittura 6 anni di carcere.  Il professore Faurisson, dopo molti anni di studi sugli eventi olocaustici, fu uno dei primi a sostenere l’assenza delle camere a gas nei campi di concentramento, per tale ragione fu umiliato, messo al bando e tacciato di antisemitismo.Nessun grattacapo invece per chi confuta il numero dei morti dell’Olocausto ad opera dei comunisti, o l’olocausto degli Armeni eccMa mentre gli storici nei decenni successivi alla shoah sono stati impossibilitati dal corretto svolgimento del loro lavoro, un indizio molto importante ce lo danno i collezionisti di giornali d’epoca. In questo articolo vedremo, come il numero di 6 MILIONI sia stato indicato costantemente dalla comunità israelitiche sin dal 1905 ai tempi dell’impero zarista in Russia, trent’anni prima dalle persecuzioni naziste, eventi che -come documentato- oltre alla vittoria della loro causa, e la simpatia dei goym hanno inoltre portato alle casse sioniste milioni e milioni di dollari. Prediamo in esame 11 quotidiani d’epoca che vanno dal 1915 al 1940, analizzando brevemente il contesto storico di ognuno degli eventi (corredato con foto di 11 giornali d’epoca, e fonti dettagliate al termine dell’articolo)

Continua a leggere su:

http://antimassoneria.altervista.org/incredibile-gli-altri-olocausti-ebraici-poco-noti-che-mieterono-6-milioni-di-vittime/

 

 

————————-

– Bohemian club: il lato oscuro della politica e della società “laica”

da antimassoneria.altervista.org

Negli ultimi tempi in particolar modo siamo invitati costantemente ad accettare la società laica per una sana convivenza con gli altri cittadini del globo: qualsiasi persona che esprime un qualche sentimento religioso (specie se cristiano) viene bollato come medievale, oscurantista ecc. Ma siamo sicuri che la società che vogliono costruire sia di tipo laico? A quale fede appartengono coloro che tirano le redini di finanza, politica, e il resto della nostra classe dirigente? Molti pesci piccoli, (la gente comune o quelli che non hanno alcun potere decisionale), sono scioccamente convinti della sincerità dei discorsi pubblici dei leaders in televisione; sono convinti della “santità” della società laica e “tollerante” che propongono, perchè sarebbero le religioni le responsabili di guerre, odio, morte, terrorismo ecc. Ma  i leaders della terra di laico -come dimostrato già in altre occasioni non hanno proprio nulla- infatti le loro credenze si basano su modelli pagani e kabalistici, e badate, non ad uso e consumo personale! Animati da un grande spirito di superstizione, i potenti della terra sono i primi ad avere al loro seguito shamani, maghi, spiritisti: essi spacciano nuovi ideali che definiscono “progressisti” con quelli retrogradi (molto, ma molto pre-medievali e anche incivili…) che in realtà appartengono alle antiche società pagane adorate nei culti, che di moderno e buono non hanno proprio nulla. Infatti, sono le stesse entità che suggeriscono loro la creazione di gruppi terroristici; la schiavizzazione dei popoli mediante la moneta emessa a debito; le crisi economiche; la legalizzazione, gli intrighi per conquistare l’opinione pubblica a sostegno dei loro interessi; incoraggiamento e  finanziamento dell’aborto; esperimenti sugli embrioni; aggressioni belliche; creazione di psicosi sociali; distruzione della famiglia naturale a beneficio di quella omosessuale ecc, in poche parole sono loro e le entità di cui questi individui sono posseduti ad essere i responsabili di tutti i mali dell’umanità.

Continua a leggere su:

http://antimassoneria.altervista.org/bohemian-club-il-lato-oscuro-della-societa-laica/

 

 

————————–

– Proteggimi dai miei desideri

di Rodolfo Casadei, da tempi.it

«Protect me from what I want». “Proteggimi da quello che voglio”. «È la malattia di questa epoca. È la malattia che desideriamo da morire. Tornando da soli la notte in autobus dalla festa, e infilando la chiave nella porta di quella topaia che chiamiamo casa. Proteggimi da quello che voglio. Proteggimi. Proteggimi». È  il testo della canzone che abbiamo ascoltato in apertura di questa serata. L’hanno composta tredici anni fa i Placebo, una band britannica di rock alternativo. Il titolo, “proteggimi da quello che voglio”, lo ritroviamo in esergo nella pagina di apertura di un libro che si intitola Psicopolitica, del filosofo Byung Chul Han. È un filosofo sudcoreano che insegna da molti anni all’Università delle arti di Berlino. Molti dei suoi libri sono tradotti in italiano, ma Psicopolitica no, c’è solo in tedesco e in spagnolo.

E cosa dice questo filosofo post-marxista in questo libro? Dice quello che da sessant’anni tanti filosofi e tanti psicanalisti ci dicono: che i nostri desideri sono alienati, che crediamo di esercitare la libertà di scelta ma liberi non siamo, perché le nostre scelte sono etero dirette, perché il potere, la struttura dell’economia, la cultura dominante, il sistema di propaganda dei grandi mass media, le esigenze di riorganizzazione del sistema capitalistico neoliberale per rialzare i tassi di profitto condizionano e plasmano i nostri desideri. Ultimamente li modellano attraverso i social media, che da popolo, o massa in senso marxista, ci hanno trasformati in sciame informatico. Siamo solo uno sciame di informazioni che servono a manipolarci, scrive Chul Han.

Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/proteggimi-dai-miei-desideri#.VtNb7OYhbg8

 

 

———————–

– Padre Maurizio Patriciello attacca Nichi Vendola: il bimbo che ha comprato non è suo figlio

di Daniele Di Luciano, da losai.eu

Leggo che a Nichi Vendola sarebbe nato un figlio. Il seme sarebbe del signor Eddy Testa, suo compagno. L’ovulo, da cui ognuno di noi ha cominciato a esistere, è di una donna californiana. La donna che ha portato in grembo per nove mesi il nascituro, invece, è indonesiana ma residente negli Stati Uniti. Il bambino, dunque, avrebbe due madri fantasma e un padre di nome Eddy Testa. Chiedo scusa, ma Nichi Vendola che c’entra in questo affare? Dio benedica tutti. In particolare questo bambino la cui sorte non riesco proprio a invidiare.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/padre-maurizio-patriciello-attacca-nichi-vendola-il-bimbo-che-ha-comprato-non-e-suo-figlio/

 

 

———————–

– Il tradimento storico dei “cattolici”

di Roberto De Mattei, da corrispondenzaromana.it

L’approvazione dello pseudo-matrimonio omosessuale, avvenuta al Senato il 25 febbraio 2016, con 173 sì, 71 no e 76 assenze è l’ultima tappa di un processo di dissoluzione della società italiana che parte dall’introduzione del divorzio (1970), passa per la legalizzazione dell’aborto (1978) e ha il suo prossimo, imminente passo, nella legalizzazione dell’eutanasia.

Si comprende bene, in questa prospettiva, l’esultazione della stampa laicista. «Nella lunga e tortuosa storia della liberazione sessuale dell’Italia – scrive Francesco Merlo su La Repubblica del 26 febbraio – questa legge ha lo stesso valore epocale della legge sul divorzio e di quella che regola l’aborto». Ciò che hanno in comune questi tre eventi è il tradimento consumato dagli uomini di governo cattolici. Il divorzio passò sotto un governo di centro-sinistra presieduto dal democristiano Emilio Colombo. L’aborto fu varato da un governo democristiano, presieduto da Giulio Andreotti.

Continua a leggere su:

http://www.corrispondenzaromana.it/il-tradimento-storico-dei-cattolici/

 

 

————————–

– L’Ungheria difende davvero la famiglia. Altro che Renzi ed Alfano…

da notizieprovita.it

Mentre l’Italia cede alle pressioni dell’ideologia omosessualista contraria alla famiglia naturale, nell’Europa dell’Est si assiste ad una vera e propria rinascita spirituale.

I Paesi schiacciati per decenni dal tallone degli antenati di quanti oggi a Roma si inventano il “matrimonio gay”, obbedendo ai diktat di ricchi gruppi finanziari a cui poco interessa la difesa dei poveri, hanno invece capito l’importanza di difendere la famiglia, cellula base della società e pre-esistente ad ogni ordinamento giuridico e statale.

Tra questi, basti pensare alla Polonia e all’Ungheria, Nazioni cristiane oggetto di pesanti attacchi da parte delle istituzioni dell’Unione europea. Nazioni orgogliose della propria identità e della propria sovranità, decise ad opporsi senza complessi di inferiorità e con coraggio alla follia delle lobby LGBT.

Ma la loro non è solo una strategia difensiva, fatta di meri divieti.

Prendiamo per esempio l’Ungheria, governata dal premier Viktor Orban. A differenza di Renzi, Alfano e della pletora di politici italiani (di ieri e di oggi) che prendono voti promettendo di mettere al centro del loro lavoro l’aiuto economico alle famiglie, Orban le famiglie le aiuta sul serio.

Nel dicembre scorso, infatti, il governo di Budapest ha stabilito che alla nascita del terzo figlio i genitori riceveranno 32.000 euro e potranno pure richiedere un prestito della stessa cifra.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/lungheria-difende-davvero-la-famiglia-altro-che-renzi-ed-alfano/

 

 

—————————–

IN EVIDENZA:

– CRISI DEMOGRAFICA: OLTRE L'EURO DENTRO IL PENSIERO NEOMALTUSIANO

di Federico Dezzani, da comedonchisciotte.org

Gli indicatori demografici pubblicati dall’ISTAT sono l’ennesimo campanello d’allarme per la sempre più fragile società italiana: le nascite sono al minimo del 1861, quasi che il Paese stesse vivendo un momento più buio delle due guerre, il numero di italiani che emigra cancellandosi dall’anagrafe è in costante crescita e quello dei decessi registra un nuovo record. Sono gli effetti della moneta unica e dell’austerità, responsabili della distruzione di una quota crescente dell’occupazione, dello Stato sociale e del benessere italiano? Non solo. La denatalità è il prodotto di un sistema economico di cui l’euro è solo una manifestazione, o meglio, è solo uno strumento attraverso cui imporre quel sistema all’Europa: il neoliberismo. La diminuzione dei salari reali, accompagnata dalla diffusione del “vizio” in tutte le sue forme, è il principio cardine con cui le oligarchie massonico-finanziarie perseguono i loro obbiettivi di denatalità: Malthus fa ancora scuola a distanza di due secoli.

Peggio dei bombardamenti

La durata e l’intensità dell’eurocrisi ha prodotto in Italia effetti simili ad una guerra combattuta sul suolo patrio o ad un lungo periodo di bombardamenti aerei: il 25% della base industriale è stato ridotto in cenere, il 10% del PIL è evaporato e la disoccupazione reale (3 mln di persone in cerca di lavoro ed altrettanti “scoraggiati”) si attesta ben al di sopra del 20% della forza lavoro. Come in tutte le guerre, anche la demografia risente della situazione: le nascite sono procrastinate sine die, il concepimento di un figlio è subordinato alla contingenze del momento, la fasce sociali fragili incassano il colpo più duramente. A giudicare dai recenti dati demografici pubblicati dall’ISTAT1, l’Italia sta vivendo un periodo più buio della Grande Guerra del 1915-1918 e della Seconda Guerra del 1940-1945.

Colpisce il dato sulle nascite, al minimo storico da quando nel lontano 1861 furono compilate le prime statistiche nazionali: il fatto che in un annus horribilis come il 1917, quando gli arteriosclerotici generali italiani mandarono al macello centinaia di migliaia di contadini contro le fortificazioni austo-ungheresi, od in uno altrettanto critico come il 1943, quando i grandi centri urbani furono teatro di pesanti e drammatici bombardamenti aerei, fossero nati più bambini che nel 2015, la dice lunga sulle condizioni di salute del Paese.

Dopo il “refolo di primavera” del lustro 2006-2010, quando il tasso di fecondità era aumentato anno dopo anno (in parte dovuto al fatto che le donne nate negli anni ’70 si avvicinavano al limite massimo per il concepimento ed in parte dovuto alle nuove famiglie immigrate), fino a toccare l’1,46 figli per donna nel 2010, la situazione è peggiorata progressivamente, toccando l‘1,35 figli per donna nel 2015. Si noti che il minimo storico del tasso di fecondità si raggiunge nel 1995 (1,19 figli per donna) ma, ciononostante, allora nacquero più bimbi del 2015, complice una “base” più larga di donne, in costante restringimento da allora: per la prima volta dall’unità di Italia si è scesi infatti sotto i 500.000 nati (487.000 per l’esattezza, -2,9% rispetto al 2014).

Continua a leggere su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=16278

 

 

 

FEBBRAIO 2016

 

– hg65umby (Umberto Aspen Eco)

di Loris De Maria, da youtube.com

(foto tratta da uccronline.it)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=PsteIVVWbSc

 

 

————————-

– Martelli (m5s) shock: la famiglia naturale è quella multipla

di ParlaMentoNO, da youtube.com

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=RciDbM0FXFU

 

 

————————-

– Mario Albanesi: "Automi asserviti"

di Pandora Tv, da youtube.com

(foto tratta da bbeppegrillo.it)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=LXm0kxA3a4w

 

 

—————————–

– L’aborto: DIRITTO per le donne? No, DELITTO a beneficio dell’èlite!

di Floriana Castro, da antimassoneria.altervista.org

Recentemente, una lettrice, imbarazzata dalle foto, di bambini sterminati nel seno materno -definite raccapriccianti- che questo sito pubblica nonostante la loro crudezza, sdegnata e imbarazzata dall’eccessivo risalto (eccessivo secondo lei) che questo blog ha dato al crimine dell’aborto cerca in qualche modo di giustificarlo utilizzando inutili sofismi del tipo  “E’ comprensibile che le donne abortiscano dopo aver subito uno stupro”. Peccato che gli aborti volontari eseguiti in seguito a tali tragici eventi rapprensentino semplicemente una piccolissima percentuale: meno del 5% sommati tra l’altro a quelli eseguiti per gravi complicazioni o handicap del feto, -anche se nemmeno questi costituiscono una motivazione al ricorso dell’omicidio di un innocente-. Alla lettrice vorrei chiedere per quale motivo lei e il partito che sostiene, difendono a spada tratta ideali tipo amnistia per i detenuti, abolizione della pena di morte e altri falsi pietismi di questo tipo, quando sarebbe più onesto e ovvio chiedere pene severe per chi commette uno stupro, mentre la società del politically correct chiede invece l’amnistia per il suo perpetratore e l’uccisione dell’innocente che suo malgrado si è ritrovato in questo mondo. Non ho mai ricevuto una risposta valida a tale interrogativo, solo scappatoie e risposte vaghe fuoritema, e nemmeno si spiega perchè sono le foto ad essere definite “raccapriccianti” e non il crimine stesso dell’aborto. Infatti come vedremo l’olocausto silenzioso di milioni di innocenti continua ad essere eseguito senza che nessuno metta in luce le estreme contraddizioni dei sostenitori dell’aborto, glissando sulla tragicità di questo evento che non solo provoca l’uccisione del bimbo, e il collasso psicologico e spesso anche ingenti danni fisici per la madre, -anche se eseguito dai migliori professionisti-, ma anche una spirale infinita di maledizione al mondo intero.

Tra i vari temi che si toccano nei siti che trattano di Massoneria e Nuovo Ordine Mondiale: false flag, OGM, capitalismo ecc raramente mi capita di leggere articoli e documentazioni che affrontano il tragico tema dell’aborto anche da parte di chi si oppone (o dice di opporsi) all’èlitarsimo; l’aborto è un argomento molto evitato e snobbato benchè rappresenti la vera e propria anima del mondialismo: un’arma essenziale per l’èlite di cui se ne serve per duplici motivi. Per carità, anche gli altri allarmi su cui si concentrano i siti anti-NWO sono argomenti seri e importanti, che meritano di essere portati alla luce, ma a ben vedere bisognerebbe chiedersi se gli Illuminati disporrebbero di tale potere ed energia su scala globale se gli uomini decidessero di agire rettamente e moralmente rigettando gli ideali aberranti contro natura e contro coscienza promossi dagli stessi.

Continua a leggere su:

http://antimassoneria.altervista.org/laborto-diritto-per-le-donne-no-delitto-a-beneficio-dellelite/

 

 

————————

– Ecco perchè la teoria gender ha già vinto (Nessuno)

di La7 Attualità, da youtube.com

(immagine tratta da vnews24.it)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=gjbWB40C9Jw&app=desktop

 

 

————————–

– Diego Fusaro: "Ci danno le unioni civili, ci tolgono la reversibilità delle pensioni"

di PandoraTV, da youtube.com

(immagine tratta da scoop.it)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=1Pcf4LDreOk

 

 

—————————-

– Olanda. A 15 anni dalla legge, si festeggia la settimana dell’eutanasia

di Leone Grotti, da tempi.it

In Olanda si sta festeggiando la “settimana dell’eutanasia”. Ad istituirla, dal 13 al 20 febbraio, è stata la potente associazione per il diritto di morire (Nvve) per celebrare il 15esimo anniversario dall’approvazione della legge che ha legalizzato la “buona morte”, entrata in vigore l’1 aprile 2002.

IL PROGRAMMA. Il programma della festa prevede soprattutto attività rivolte ai giovani: verrà trasmesso un film su una donna di 27 anni che ha scelto di morire, con successivo cineforum, ci sarà l’evento Café Doodnormaal (Caffé morte normale), durante il quale i giovani possono discutere della fine della vita e del rispetto dell’autonomia di tutti. Si svolgeranno infine convegni per presentare a tutti nuove proposte per fare evolvere la legge: eutanasia di coppia, auto-eutanasia, eutanasia per chi soffre di demenza e non può esprimere la sua opinione ed eutanasia per chi è «stanco di vivere».

Continua a leggere su:
http://www.tempi.it/olanda-15-anni-legge-settimana-eutanasia#.VsRUP-Yhbg8

 

 

—————————-

– Bergoglio elogia Napolitano e Bonino? Esegue il programma

di Maurizio Blondet, da maurizioblondet.it

Molti amici mi sollecitano a dire qualcosa sull’elogio che “El Papa” ha voluto elevare ai due; elogio pubblico, aperto e provocatorio. Lo faccio controvoglia. A parte il senso di offesa come credente, per l’uso e l’abuso che Bergoglio fa del cattolicesimo cui appartengo, non mi stupisco. Conferma che Bregoglio sta attuando un programma scritto da lungo tempo. Su Napolitano, è apparentemente l’omaggio ad un “fratello”. “Quando ha accettato per la seconda volta, a quell’età, e sebbene per un periodo limitato, di assumersi un incarico di quel peso, l’ho chiamato e gli ho detto che era un gesto di eroicità patriottica”. Ora, è chiaro che Napolitano è il regista del colpo di Stato, decretato dai luoghi illuminatissimi di Bruxelles e Washington, che doveva rovesciare l’ultimo politico eletto (ancorché indegno, Berlusconi) e sostituirlo con servi e maggiordomi del Sistema. Giorgio Napolitano è stato l’unico dirigente del Pci che aveva – negli anni in cui il Pci era stalinista – il visto permanente per gli Stati Uniti: gli alleati si fidavano evidentemente di lui, nonostante etichetta rossa. Rossa,poi, per modo di dire: Napolitano era membro nel Pci della corrente detta Migliorista, di cui era guru il suo maestro Giorgio Amendola – le cui posizioni in politica ed economia erano vicinissime al liberalismo, rafforzato da “antifascismo” e radicalismo laicista, molto poco operaio-proletario.

Continua a leggere su:

http://www.maurizioblondet.it/bergoglio-elogia-napolitano-e-bonino-esegue-il-programma-2/

 

 

————————–

– Senatore Aracri “Dietro le Unioni Civili ci sono i poteri forti”

di ParlaMentoNo, da youtube.com

(foto tratta da notizieprovita.it)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=OomFsVfmLek&feature=share

 

————————

– Senatore Malan smonta il ddl Cirinnà sulle Unioni Civili in 5 punti

di ParlaMentoNo, da youtube.com

(foto tratta da bdtorino.net)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=z3L57NsQMYs

 

 

————————–

Da Floriana Castro riceviamo e volentieri pubblichiamo

– Gender: quando ai bambini si insegnava che non si può cambiare il proprio genere

di Floriana Castro, da antimassoneria.altervista.org

Ad Angelina Jolie è stata affidato un delicato compito di ingegneria sociale sulla pelle della sua figlioletta Shiloh che come vedremo risulta essere già fallito. L’impegno “umanitario” di una star così popolare come Angelina Jolie significa molto per le Nazioni Unite: è un aiuto ulteriore per narcotizzare la società mediaticamente traviata e ipnotizzata dagli imbonitori televisivi, privata ormai da una qualsiasi possibilità di reazione; una società che anziché rigettare tali diktat li assorbe passivamente. Angelina, infatti, in virtù della sua fama e dell’immesa ammirazione dei suoi fans, ha la possibilità di indirizzare l’ attenzione del pubblico in favore delle cause del NWO.
La Jolie è una delle principali figure di spicco della cultura mondialista: ambasciatrice dell’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati (Unhcr), abituata a tenere discorsi filantropici alle Nazioni Unite. La Jolie collabora regolarmente per l’UNICEF e persino per la “Clinton Foundation” di Bill Clinton. (clicca qui)

La Jolie è una sostenitrice sfegatata di tutte le iniziative del NWO: come suo padre, l’attore John Voight, membro del CFR, è una fervente sostenitrice dello Stato di Israele; è attiva nel tutelare gli animali, opponendosi all’utilizzo di pellicce; partecipa regolarmente alla giornata mondiale dei profughi; si è dichiarata favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso; insieme al marito Brad Pitt nel 2012 affermò che, in caso di matrimonio, avrebbe preferito sposarsi in uno Stato che consenta le unioni gay. Il loro matrimonio si è infatti celebrato in Francia, dove tali unioni sono permesse. La filantropa Jolie ha ricevuto molti riconoscimenti per le sue opere umanitarie, nel 2003 si è guadagnata il premio Citizen of the World Award, mentre nel 2007 ha ricevuto il Freedom Award, dallo stesso anno è divenuta membro dell’organizzazione Council on Foreign Relations. Impressionati dal suo interesse e dalla sua devozione per la causa, il 27 agosto 2001 a Ginevra, l’UNHCR la nominò Ambasciatrice di Buona Volontà. Le associazioni di cui fa parte la Jolie sono hanno tutte versato fiumi di milioni di dollari in sostegno alla macchina da guerra sovversiva LGBT.

Continua a leggere su:

http://antimassoneria.altervista.org/gender-quando-ai-bambini-si-insegnava-che-non-si-puo-cambiare-il-proprio-genere/?doing_wp_cron=1454936451.1096220016479492187500

 

 

——————————-

– Ecco il piano segreto delle Nazioni Unite: imporre una tassa mondiale per finanziare l’aborto

di Marco Respinti, da lanuovabq.it

La strumentalizzazione del sovrastimato contagio del virus Zika per imporre l’aborto stravolgendo le legislazioni dei Paesi sudamericani potrebbe essere una bazzecola di fronte alla nuova frontiera cui l’Onu sta pervicacemente mirando. Le Nazioni Unite cercano infatti di costringere il mondo a una “tassa globale per l’aborto”. A dare l’allarme è Austin Ruse (clicca qui), fondatore e presidente a New York del Catholic Family and Human Rights Institute, più noto come C-Fam, una ong che dal 19097 contrasta la cultura abortista monitorando strettamente quel che avviene dentro il Palazzo di Vetro e diffondendo informazioni non addomesticate. 

Ovviamente l’Onu non la chiama “tassa globale per l’aborto”; parla d’interventi salva-vita a fronte di calamità naturali o di conflitti militari, ma è solo una foglia di fico. Ogni qualvolta capita un’emergenza o accade una sciagura, le agenzie dell’Onu sono le prime a intervenire tirando immediatamente in ballo l’“igiene riproduttiva” e altre locuzioni analoghe che, come tutti sanno, celano solo inaccettabili politiche per il controllo delle nascite: aborto, contraccezione, sterilizzazione. Proprio come sta facendo ora con il virus Zika. L’Onu punta cioè ad avere a un portafoglio tutto suo per implementare direttamente quel che le sue agenzie intendono per vita, salute e riproduzione. Ruse sottolinea che tra quel che stabilisce il Segretario generale e quel che poi fanno le agenzie Onu nel mondo c’è spesso una differenza enorme; è così, per esempio, per la questione, attualissima, del gender. Ma è proprio la mano libera che tali agenzie hanno ben al di là dei proclami ufficiali a preoccupare. 

Continua a leggere su:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-ecco-il-piano-segreto-delle-nazioni-unite-imporre-una-tassa-mondiale-per-finanziare-laborto-15234.htm

 

 

—————————-

– Attenti alle terga! Nozze e adozioni gay oscurano la questione sociale – di Eugenio Orso

da pauperclass.myblog.it

(immagine tratta da ilnuovotorrazzo.it)

 

Parlare, oggi, di questione sociale, di scontro di classe, di conflitto, sempre latente nella società spaccata – quella vera, bene inteso, non quella “aperta” e “accogliente” dipinta dalla propaganda neoliberista – non fa audience, non attira consensi, non garantisce un alto share, annoia le masse ridotte a pollastri in batteria. Le annoia quanto o più della geopolitica, spietata e mortifera dal quadrante russo-ucraino a quello medio-orientale, che assieme alla questione sociale determina il nostro destino, individuale e collettivo.

La questione sociale è dimenticata, al punto che pare in sonno letargico sotto i livelli della coscienza e della memoria, completamente oscurata dalle “battaglie” per i diritti civili e delle minoranze, orchestrate dalle élite global-finanziare, dai loro servitori politici locali e dall’intero apparato ideologico, massmediatico e accademico, come lo chiamo io, a completa disposizione del sistema che ci imprigiona.

Le unioni civili, meglio se accompagnate dalla possibilità di adottare bambini, rappresenterebbero perciò una tappa fondamentale, per raggiungere un più alto livello “di civiltà”, irrinunciabile sotto il segno del mercato e della democrazia.

Quanto precede, sembra essere un dato acquisito anche in Italia, messa sotto pressione dai potentati neocapitalisti sopranazionali, perché ancora non c’è, qui da noi, in periferia, una legge che regoli la sponsorizzata e vezzeggiata ”eccezione familiare”, ovviamente a scapito e detrimento della famiglia tradizionale.

Molto presto, però, in accordo con i desiderata della classe dominante global-finanziaria, la legge in parola sarà operativa anche da noi, grazie al governo collaborazionista piddino e al sostegno della piazza Arci, gay e lesbiche. Infatti, il ddl Cirinnà, dal nome di una senatrice ovviamente piddina, incombe e segnerà la differenza con il passato, checché ne dicano la chiesa, i non ancora del tutto idiotizzati, i “tradizionalisti” che hanno manifestato – debolmente, in modo testimoniale, come parte sconfitta – nel recente Family Day.

Continua a leggere su:

http://pauperclass.myblog.it/2016/01/31/attenti-alle-terga-nozze-adozioni-gay-oscurano-la-questione-sociale-eugenio-orso/

 

 

———————–

– La truffa del capitalismo, della sovrappopolazione e del super debito spiegati in pochi minuti

di Floriana Castro, da antimassoneria.altervista.org

In un articolo ospitato nella rivista  Nature del dicembre 2015, la giornalista scientifica Megan Scudellari bolla disinvoltamente come falsa l’idea secondo cui la popolazione della Terra crescerebbe costantemente in modo esponenziale portando inevitabilmente ‒ come per primo affermò il pastore anglicano ed economista Thomas R. Malthus (1766-1834) nel 1798 ‒ alla carestia e alla miseria. (clicca qui) La popolazione mondiale, infatti, non cresce per nulla in modo esponenziale. Oggi, per esempio, la popolazione mondiale cresce a un ritmo che è addirittura la metà di quello seguito prima del 1965. Quanto agli attuali 7,2 miliardi di abitanti della Terra da mangiare ce n’è davvero a sufficienza per tutti. A documentarlo è la FAO, l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, secondo le cui stime la produzione mondiale di cibo è di gran lunga superiore alla crescita demografica. (clicca qui)

Attualmente, la sola produzione calorica mondiale in cereali è sufficiente a sfamare anche 12 miliardi di persone. (nature articolo) Né scarseggia neppure l’acqua, come ha documentato il vice segretario generale delle Nazioni Unite, Jan Eliasson, sulle pagine dello stesso Nature nel gennaio 2015 il vero problema dell’acqua, infatti, è che in certe regioni molti (si calcola 1,2 miliardi di persone) hanno difficoltà ad accedervi, ma questo per ragioni politiche, militari o economico-sociali.

La fame nel mondo allora non esiste? Niente affatto: esiste eccome. Ma, non è il “sovraffollamento” a causare la fame in questo mondo dove l’1% della popolazione possiede il 40% della ricchezza planetaria; in un mondo in cui 34mila bambini muoiono ogni giorno per povertà e prevenibili malattie, dove il 50% della popolazione mondiale vive con meno di due euro al giorno e la restante classe media assiste quotidianamente al suo impoverimento, una cosa è chiara c’è qualcosa di profondamente sbagliato nella redistribuzione delle risorse!

Continua a leggere su:

http://antimassoneria.altervista.org/la-truffa-del-capitalismo-e-del-superdebito-dei-paesi-poveri-spiegata-in-pochi-minuti/

 

 

————————–

– Son tutte belle le signore dell’Occidente [Alceste]

da pauperclass.myblog.it

(immagine tratta da paroleamiche.com)

La propaganda occidentale e filo-Nato è potente e pervasiva, ma alquanto riconoscibile (ognuno la appelli come vuole: massonica, illuminata, postmoderna).

Quando trovate una bella signora o una ragazza carina (piacenti, empatiche) che rivendicano i diritti civili; o che denunciano l’impossibilità del godimento dei diritti civili (poiché non ancora in essere); o a cui è momentaneamente o in parte impedito il libero, liberissimo, fruire dei diritti civili (a causa di paesi canaglia o gruppi ideologici retrogradi), allora lì vi è propaganda.

Aritmetico.
Fotogenia + diritto civile impedito o negato vs stato canaglia o gruppo retrogrado = propaganda Nato (occidentale, massonica, illuminata et cetera).

La bellezza e la fotogenia sono condizioni necessarie.

Facciamola breve, a costo di sacrificare qualche dettaglio teorico.

Se c’è una bella signora a cui negano o impediscono: il divorzio, il libero concubinato, il libero amore, il libero aborto, la libera sessualità, la libertà di studio, la libertà di stampa e associazione, la libertà di emigrare dove le piace, la libertà di mettersi le calze a rete e la minigonna in chiesa, la libertà dalla famiglia tradizionale, dalla pena di morte, dalla religione, allora, siatene certi, li rivendicherà, nell’ordine, contro:

1. paesi canaglia (Iran, Russia Corea, Sudamerica …)

2. la malvagia e criminogena società patriarcale premoderna

3. società strutturate secondo un’etica forte, positiva, tradizionale (residui di cattolicesimo, Islam non connivente et cetera).

Continua a leggere su:

http://pauperclass.myblog.it/2016/02/03/son-tutte-belle-le-signore-delloccidente-alceste/

 

 

—————————–

– Così la tirannia del «desiderio unilaterale» uccide la democrazia

di Rocco Buttiglione, da tempi.it

Le donne e gli uomini della mia generazione sono cresciuti nel mito del progresso lineare. La storia progredisce sempre verso il bene e, naturalmente, l’Europa (e gli Stati Uniti) marcia alla testa del cammino della storia. Il movimento della storia culmina con le democrazie occidentali. Per una fase si è pensato che una nuova tappa ulteriore del progresso storico si delineasse all’orizzonte: il comunismo. Poi il comunismo è fallito e si è affacciata la convinzione che la storia fosse finita.

Oggi questo mito si è molto indebolito ed è difficile trovare qualcuno che ci creda davvero fra gli storici e i filosofi. Esso tuttavia persiste come una specie di substrato inconfessato nelle valutazioni dei giornali e della cultura di massa. Il motivo di questa permanenza è probabilmente il fatto che ancora non abbiamo trovato un principio ordinatore alternativo che ci serva da criterio per comprendere il mondo e per orientarci in esso. In questo contributo voglio proporre alcune tesi sulla cultura della crisi per cercare di ritrovare alcuni punti di riferimento.

1. Dobbiamo cercare di comprendere il mondo a partire dal primato non dell’economia, ma dell’autocoscienza umana. L’uomo è guidato nell’azione dalla idea che ha di se stesso e della propria dignità. Nel definire cosa è un bene economico noi siamo naturalmente condizionati dalla nostra struttura biologica (sistema dei bisogni) ma la struttura biologica è assunta dal soggetto sulla base di una visione ideale di sé che egli si sforza di realizzare (sistema dei desideri). Nelle nostre società avanzate la gran parte del tempo e dello sforzo lavorativo sono orientati dal sistema dei desideri piuttosto che dal sistema dei bisogni.


2. Il sistema dei desideri ha una struttura oggettiva (come il sistema dei bisogni). Desideriamo comprendere la realtà (desiderio di verità), desideriamo essere riconosciuti e amati (desiderio del bene), desideriamo godere della bellezza. Il sistema dei desideri, tuttavia, è in larga misura plasmato storicamente. Perfino il riconoscimento di ciò che è alimento adeguato per saziare la fame può variare da una cultura all’altra. La maggior parte delle culture pone un tabù alimentare sulla carne umana, alcune invece no. Gli occidentali non mangiano la carne dei cani, i cinesi sì.


3. Il sistema dei desideri di ciascuno si forma fondamentalmente nei primi anni di vita all’interno della famiglia. Ogni generazione consegna a quella successiva la propria esperienza non solo delle tecniche del lavoro e quindi del modo di assoggettare la natura, ma anche di ciò che vale la pena di desiderare e quindi del modo di ordinare e soddisfare i propri desideri.

4. Le forme storiche di organizzazione della famiglia costituiscono dunque le strutture fondamentali della personalità.

Continua a leggere su:
http://www.tempi.it/cosi-la-tirannia-del-desiderio-unilaterale-uccide-la-nostra-personalita-comunionale-e-con-essa-la-democrazia#.VqjiVlJviSA

 

 

 

GENNAIO 2016

 

– Il risveglio è in corso

di Phillip J. Watt, da filosofiaelogos.it

La società si sta lentamente evolvendo in una coscienza collettiva che si è liberata dai falsi racconti manipolati nelle ‘verità’ ufficiali. Proprio così, se non lo sapete ancora; siamo stati tutti ingannati in molti modi e tutti noi abbiamo la responsabilità di fare la nostra ricerca e fare la nostra piccola parte per aiutare i nostri compagni uomini e le generazioni future.

La buona notizia è che gli individui si stanno staccando da questa matrice di illusione ad un ritmo sempre crescente, che sta alimentando un punto di svolta perchè si possa generare un effetto domino in praticamente tutto il mondo. Questo risveglio globale è stato per lungo tempo in fase di realizzazione ed è caratterizzata da due parti ugualmente importanti.

La prima è che tutti abbiamo bisogno di unirci per facilitare i cambiamenti sociali di cui abbiamo un disperato bisogno come cultura globale. Abbiamo fatto alcuni grandi progressi e mostrato alcune qualità geniali per arrivare al punto in cui siamo oggi; tuttavia la tragica realtà è che la nostra salute collettiva ed ambientale soffre su scala diffusa.

Ci sono epidemie di realtà disfunzionali, disarmoniche e distruttive che sono derivate non solo dal governo ombra che regge il nostro mondo, ma anche dal fatto che noi continuiamo a ‘decidere’ di organizzare, collaborare e agire su scala globale, nel modo che ci è stato insegnato. Per un’introduzione semplice a questi problemi, 11 Realtà tossiche alle quali la società si sta svegliando Chi è un must read.

Il secondo è un cambiamento filosofico che comprende che la coscienza, non la materia, è la componente fondamentale della nostra realtà interconnessa. Gli individui e persino intere culture e tradizioni lo sanno da secoli; tuttavia per la prima volta nella nostra storia nota questo viene abbracciato su scala planetaria.

Dato che la scienza ha ormai assunto un ruolo di guida per come l’umanità vede il mondo, dovremmo aspettarci che sia una descrizione imparziale e progressiva di esso. La dura verità è però che la scienza è stato dirottata da una falsa filosofia della realtà chiamata il materialismo, quindi non ha eticamente fatto il suo lavoro di portare questa verità spirituale nella mentalità corrente principale.

Continua a leggere su:

http://www.filosofiaelogos.it/News/Phillip-J-Watt-Il-risveglio-%C3%A8-in-corso.html

 

 

————————-

– Diego Fusaro:" Giusta memoria contro ideologia della memoria"

di Pandora Tv, da youtube.com

(foto tratta da intelligonews.it)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=QxWteSTJmfU

 

 

————————-

– La verità sulle unioni civili. Domande e risposte per capire meglio il ddl Cirinnà

di Giancarlo Cerrelli, da tempi.it

Che cosa sono le unioni civili tra persone dello stesso sesso così come previste dal disegno di legge che sarà discusso dalla fine di gennaio presso il Senato?

Le unioni civili tra persone dello stesso sesso sono una costruzione giuridica di dubbia costituzionalità e connotata da una forte valenza ideologica, con la quale s’intenderebbe dare rilevanza giuridica al rapporto affettivo tra due partner dello stesso sesso, con una disciplina simile a quella prevista per il matrimonio.

Quali sono i punti salienti del disegno di legge sulle unioni civili?

Per la costituzione di un’unione civile sarà necessaria la celebrazione di un rito davanti all’ufficiale di Stato civile, alla presenza di due testimoni e si renderà una promessa di impegno, così come nel matrimonio. Si darà, dunque, lettura degli articoli del codice civile da cui deriverà l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale e alla coabitazione, come nel matrimonio. I “civiluniti”, altresì, potranno stabilire di assumere un cognome comune scegliendolo tra i loro cognomi; avranno il diritto alla pensione di reversibilità del partner, godranno del medesimo regime patrimoniale e successorio che il codice civile riconosce ai coniugi e come se ciò non bastasse il disegno di legge stabilisce che tutte le disposizioni che si riferiscono al matrimonio e le disposizioni contenenti le parole «coniuge», «coniugi», in qualsiasi disposizione legislativa ricorrano, si applicheranno anche a ognuna delle parti dell’unione civile tra persone dello stesso sesso. L’equiparazione, però, tra unioni civili e matrimonio non solo è inopportuna e ingiusta, ma è anche dannosa, poiché la creazione giuridica di nuovi modelli “familiari” apre la strada a una ridefinizione del concetto di famiglia che depotenzia la vera famiglia: tante famiglie, nessuna famiglia. La norma, tuttavia, più controversa e inaccettabile del disegno di legge è quella che prevede la cosiddetta stepchild adoption, cioè l’adozione del figlio naturale o adottivo del partner omosessuale.

Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/verita-unioni-civili-domande-risposte-ddl-cirinna#.VqYtZFJviSA

 

 

————————–

Il grande "successo" LGBT del 23 gennaio 2016…1 milione di p…

da facebook.com

(foto tratta da estense.com)

VIDEO

Fonte:

https://www.facebook.com/1651723711761730/videos/1653852274882207/

 

 

—————————–

– Finita l’indignazione non resta che l’impotenza

di Eugenio Orso, da pauperclass.myblog.it

 

Non resta che scegliere fra una nuova comunità di amici che non si occupa di politica e di stato (neoepicureismo) e un ampio portico cosmopolita sotto il quale ripararsi, sognando la città universale (neostoicismo). Se ci fossero, naturalmente.

Il “riflusso nel privato” si compie in tutta la sua tragicità, l’individuo è solo e ripiega in se stesso anziché ribellarsi. Tutti i movimenti, negli ultimi decenni, sono falliti miseramente, schiacciati sotto il peso della globalizzazione finanziaria neocapitalista, che predilige gli individui impotenti, impossibilitati ad aggregarsi e reagire, docilmente soggetti alla legge di mercato.

Pacifisti, altermondisti e infine indignados hanno fatto un buco nell’acqua e sono scomparsi quasi del tutto, senza lasciare traccia. Cornuti e mazziati, si potrebbe dire, perché il loro nemico, guerrafondaio, globalista, liberista come non mai, ha vinto su tutta la linea. Infatti, lui è ancora lì, a decidere dei destini del mondo, a manovrare l’isis, a salvare le banche smantellando lo stato sociale, a destabilizzare paesi inoculando il “caos controllato”, mentre loro sono finiti letteralmente nel dimenticatoio.

Continua a leggere su:

http://pauperclass.myblog.it/2016/01/19/finita-lindignazione-resta-che-limpotenza-eugenio-orso/#respond

 

 

————————

– Adozioni a coppie gay: tutti i ragionevoli dubbi della scienza

di Francesco D’Ugo, da documentazione.info

Il 26 gennaio inizierà al Senato la discussione sulle unioni civili a partire dal testo del ddl Cirinnà. Per questo motivo si sta tornando a parlare del tema delle “adozioni gay”.

Spesso la discussione è viziata da prese di posizione ideologiche o dalla circolazione di dati non confermati o falsi.

Abbiamo già parlato dell’argomento, presentando il punto della ricerca riguardante l’opportunità o meno di affidare minori a una coppia dello stesso sesso.

Tuttora provengono da varie fonti ragionevoli dubbi sull’argomento, ve ne elenchiamo alcuni:

•   Uno degli studi più autorevoli sul tema è la ricerca comparsa sulla rivista “Social Science -Research” a cura di Mark Regnerus, professore di sociologia dell’Università di Austin (Texas of University). Lo studio ha mostrato come ci sia svantaggio per i minori cresciuti con genitori che hanno avuto almeno una relazione omosessuale nella loro vita. Infatti, secondo la ricerca, il 12% di essi pensa al suicidio (contro il 5% dei figli di coppie etero), sono più propensi al tradimento (40% contro il 13%), sono più spesso disoccupati (28% contro l’8%), ricorrono più facilmente alla psicoterapia (19% contro l’8%), sono più spes­so seguiti dall’assistenza sociale rispetto ai coetanei cresciuti da coppie etero­sessuali sposate. Nel 25% dei casi hanno contratto una patologia trasmissibile sessualmente (contro l’8%), sono genericamente meno sani, più poveri, più inclini al fumo e alla criminalità. Nonostante la ricerca abbia il limite di non analizzare nello specifico i figli di coppie omogenitoriali, rappresenta un punto di partenza empirico che rende ragionevoli i dubbi sul tema delle “adozioni gay”.

Continua a leggere su:

http://www.documentazione.info/adozioni-a-coppie-gay-tutti-i-ragionevoli-dubbi-della-scienza

 

 

————————-

– Morire d’evidenza

di Alceste, da pauperclass.myblog.it

 

Quando, da piccoli, si leggeva il sussidiario di storia, io pensavo: “Ma come hanno fatto questi a non rendersi conto della situazione. Erano ciechi? Come hanno fatto ad autodistruggersi? Non guardavano ciò che li sovrastava? Oppure: come possono essere stati così crudeli con gli inermi? Erano, forse, impazziti?“.

Eppure è così. Le generazioni umane, immerse nel flusso del vivere e nei loro ridicoli egoismi, non si rendono conto di ciò che accade; di ciò che può accadere. Sono cieche.

Il tempo e l’avanzamento tecnologico non hanno migliorato la situazione. Stiamo per finire in una voragine, ma continuiamo come se nulla fosse. E perché?

Regalo una mia risposta, per quel che vale.

Noi neghiamo l’evidenza.

La verità, infatti, è sotto gli occhi di tutti.

Persino documentata.

È evidente che la Jugoslavia fu distrutta e smembrata sulla base di menzogne.

È evidente che l’Iraq e l’Afghanistan furono annientati per menzogne ancora più feroci.

È evidente che la Libia fu distrutta per colpa delle mire del francese Sarkozy.

È evidente che l’ISIS sia una tumore scatenato dagli stessi medici che si sono eletti a curarlo.

Continua a leggere su:

http://pauperclass.myblog.it/2016/01/20/morire-devidenza-alceste/

 

 

—————————-

– Don Di Noto scova mega archivio degli stupri pedofili: sezione “cpgay”, in cui un adulto viola bambini di piccolissima età.

da voxnews.info

Il “pezzo forte” di tutta la collezione, denuncia Don Di Noto, sono otto video con torture sessuali su neonati di pochi mesi, appesi e maltrattati sessualmente e una sezione “cpgay”,  in cui appaiono 17 video di un adulto che viola bambini di piccolissima età.

Si chiama “Enfermedades Gore Lord”, ed è uno dei maggiori archivi pedopornografici scoperto ieri dall’Associazione Meter onlus di don Fortunato Di Noto.

Il server si trova in Nuova Zelanda, ma non è escluso che del materiale si siano serviti anche pedofili italiani, visto che il contenuto ammonta a migliaia di video con torture su neonati e riferimenti al satanismo.

I video più recenti sono datati 14 dicembre 2015 e caricati lo stesso giorno, informa Meter in una nota: “Non possiamo diffondere il materiale perché la legge italiana lo proibisce, ma si tratta di un mega archivio a base di video e foto nel quale i neonati sono torturati sessualmente da alcune donne in maschera. Non mancano rapporti sessuali di ogni tipo con adulti e anche animali”.

Molto spesso, nel materiale inviato alla Polizia Postale, è presente la Biblia Negra, testo dei satanisti, e non mancano innumerevoli riferimenti al satanismo.

Continua a leggere su:

http://voxnews.info/2016/01/14/don-di-noto-scova-mega-archivio-degli-stupri-pedofili-sezione-cpgay-in-cui-un-adulto-viola-bambini-di-piccolissima-eta/

 

 

————————-

La stepchild adoption è commercio di donne e bambini

da informarexresistere.fr

(foto tratta da sapereeundovere.com)

“‪Stepchild ‪Adoption cosa significa? Significa che si può adottare il “figlio biologico” del partner dello stesso sesso. ‪‎Attenzione: In TV e giornali presentano i “figli biologici” astutamente come quelli nati da precedente Matrimonio/rapporto eterosessuale. Cosa accade di fatto? Un gay va all’estero (come ha fatto un senatore della repubblica con annessa campagna pubblicitaria per accelerare l’approvazione delle unioni civili), feconda col suo seme un ovulo donato, che viene impiantato nell’utero di una donna, cioè un ‪‎utero ‪‎in ‪‎affitto: nasce il suo “figlio biologico”, che poi in Italia potrà essere adottato per legge dal partner e si costituirà una ‪‎famiglia con due papà, negando ai bambini il diritto ad avere una mamma.

Nel caso delle coppie formate da donne sempre più spesso con sperma donato si feconda l’ovulo di una che poi si impianta nell’utero dell’altra. Ciò che è comunque da far notare è che recenti seri studi scientifici mettono in rilievo le incognite del contatto con 3 DNA: principalmente il bambino avrà due DNA (del seme e dell’ovulo), ma per i continui scambi biologici ed istologici nell’utero in qualche modo anche il DNA della donna che lo porta in grembo provocherà un’influenza sul patrimonio genetico, con conseguenze sulla formazione del bambino con mille incognite.

Nel caso di una coppie formate da due uomini, il bambino, che nell’utero aveva anche instaurato un intenso legame psico-affettivo con la donna donatrice, subirà il trauma di un distacco drastico subito dopo la nascita da tale donna: persino ai cuccioli di animali ora si permette di stare il maggior tempo possibile dopo la nascita con la mamma; con una apposita legge introdotta proprio dalla Cirinnà,  gli studi scientifici hanno dimostrato che già nel ventre i piccoli imparano a riconoscere il battito cardiaco, l’odore, la voce, per cui appena nati hanno bisogno per rassicurarsi di riconoscere tramite i sensi la “mamma” e stare in contatto con lei. Molto importante l’allattamento al seno, o, nei casi rari in cui mamme non abbiano latte o non possano allattare, il contatto col seno materno durante la poppata al biberon. In tutti i casi, il bambino/ragazzo/minore  ha bisogno di mamma e papà, due persone di sesso diverso, per una crescita sana e armoniosa. Le ‪femministe a livello internazionale si sono da tempo unite nella protesta contro la mercificazione del corpo della donna, con la pratica dell’utero in affitto, denominato eufemisticamente ora “utero in gestazione”.

Continua a leggere su:

http://www.informarexresistere.fr/2016/01/12/la-stepchild-adoption-e-commercio-di-donne-e-bambini/

 

 

————————

Il Crollo dei Media Mainstream

da filosofiaelogos.it

E' in corso già da qualche tempo una diffusa presa di coscienza nei confronti dell'informazione, ed i media main-stream appaiono sempre più palesemente per ciò che sono: squallide macchine di propaganda controllate da governi, banche e multinazionali. Sempre più spesso le persone preferiscono informarsi attraverso voci alternative, e di conseguenza l'influenza dei 'vecchi' media va sgretolandosi a vista d'occhio.

Di seguito vado ad elencare alcuni eloquenti sintomi positivi di questo collasso:

1. Le persone ora sanno che l'intero complesso dei media main-stream è di proprietà di una manciata di multinazionali.

La favola della pluralità è crollata, e adesso non è più un segreto che quasi tutto ciò che vediamo, leggiamo ed udiamo attraverso i media main-stream sia un messaggio diffuso a miliardi di persone da appena una manciata di mega-società. Grazie ai media alternativi è ormai noto il dato che appena 6 società controllino il 90% dei vecchi mezzi di comunicazione di massa. La 'assemblea' di queste 6 società ha la facoltà ed il potere di concordare decisioni importanti e – attraverso un sistema di controllo piramidale – stabilire di escludere dalla programmazione storie o punti di vista alternativi. La gente ormai lo ha capito, e di conseguenza sta avendo luogo una diffusa migrazione di massa verso i media alternativi.


2. Fox ha smesso di comunicare l'audience in tempo reale.

Fox News, società controllata dalla News Corp di Rupert Murdoch, ha appena annunciato che cesserà di comunicare i dati d'ascolto in tempo reale. La motivazione ufficiale è che quel genere di dati così nel dettaglio siano fuorvianti, ma molti hanno sospettato che questa mossa voglia nascondere il calo degli ascolti. Fox comunicherà i dati su base settimanale, così che anche risultati modesti appaiano di tutto rispetto.

3. Il 98% dei giovani adulti ora non si fida dei media main-stream.

Un recente sondaggio a cura dell'Istituto di Politica di Harvard su un campione di oltre 3.000 individui tra i 18 ed i 29 anni di età, ha registrato che appena il  2% dei giovani adulti ritiene che i media main-stream siano in buona fede su base regolare. Il 10% ritiene che siano in buona fede 'quasi sempre', il 49% ritiene che lo siano 'a volte', mentre un enorme 39% ritiene che i media main-stream siano in malafede su base regolare.

Continua a leggere su:

http://www.filosofiaelogos.it/News/Il-Crollo-dei-Media-Mainstream.html

 

 

———————————–

– Terrorista è lo stato!

di Mason Massey James, e ta youtube.com (fonte originale: https://youtu.be/fYa1w7Fgoss)

(immagine tratta d ainformarexresistere.fr.)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=fYa1w7Fgoss&feature=youtu.be

 

 

————————-

– Parigi in questi giorni… (ma i media tacciono…)

di American Bikers, da Facebook. com

(foto tratta da ilfattoquotidiano.it)

VIDEO

https://www.facebook.com/americanbikers/videos/922831567806014/

 

 

————————-

– Massoneria e NWO: occhio ai Gatekeepers

di Floriana Castro, da antimassoneria.altervista.org

Oggigiorno sono sempre più numerose le persone che sentendo parlare di Massoneria e Nuovo Ordine Mondiale sentono la necessità di saperne di più per potersi meglio tutelare davanti all’aggressività degli scaltri capitalisti senza scrupoli che hanno sottomesso il mondo intero non solo al loro sistema monetario ma anche moralmente e spiritualmente all’etica satanica. Se si digita su google la parola Massoneria o Nuovo Ordine Mondiale ci si imbatte in miriadi di siti e blog gestiti per lo più da gatekeepers, spiritisti o protestanti. Prima di tutto cominciamo a comprendere cosa significhi la parola “gatekeeper”. La maggior parte delle persone sono completamente all’oscuro di tutto ciò che succede dietro le quinte; sono realmente convinti che tutto quello che succede nella politica, nella magistratura, nell’alta finanza, ecc sia un evento spontaneo ed inevitabile delle circostanze, ignorano totalmente che dietro tutte le istituzioni si nasconda la mano nera degli Illuminati. Personaggi di cui il grande pubblico ignora completamente l’esistenza ma hanno in pugno stampa e TV, sono capaci di manipolare l’opinone pubblica a beneficio dei loro piani, facendoli passare per progressi umanitari, quando in realtà le loro manovre oltre ad avere scopi economici hanno pure scopi spirituali e spesso anche rituali. Una esigua minoranza di individui invece intuirà che dietro tutto ciò si cela un piano ben preciso, intuiscono, ma non hanno ancora i necessari strumenti per comprendere il meccanismo. Ebbene, siete già sulla giusta strada, ma ancora lontani dal comprendere cosa si celi di preciso dietro il sistema, e quale sia il modo per poterlo combattere. Loro sono consapevoli che molti tenderanno a dubitare delle versioni cosiddette “ufficiali”, ed ecco che a questo punto entra in scena il gatekeeper. Sono personaggi che spesso si presentano come “paladini della verità”, spesso sedicenti ex illuminati, gnostici o appartenenti a sette prostestanti che hanno il ruolo di raccontarvi solo in parte la verità sui fatti giusto per farvi credere di aver compreso il sistema. Prima di tutto vorrei precisare che i massoni hanno l’obbligo di segretezza. Quando vengono iniziati fanno un giuramento in cui nel caso dovesssero rivelare i segreti della massoneria verrebbero uccisi. E’ questo è infatti ciò che succede ai veri ex massoni che spifferano i segreti della loggia. Basti pensare alle strane morti di ex illuminati come: John Todd, Juhani Julin o Michele Sindona per fare un esempio. Julin e Todd si convertirono sinceramente al cattolicesimo e consapevoli degli enormi rischi alla quale andavano incontro rivelarono la vera natura della setta degli illuminati e i suoi piani per sottomettere il mondo. Le loro affermazioni sono molto attendibili e trovano parecchi riscontri nei fatti reali, esse sono disponibili in rete.

Continua a leggere su:

http://antimassoneria.altervista.org/massoneria-e-nwo-occhio-ai-gatekeepers/

 

 

————————

– Omofobia, un nuovo psicoreato

di Diego Fusaro, da ilfattoquotidiano.it

Il mio articolo sulle unioni civili in Grecia è riuscito, da quel che mi segnalano, a far perdere la pazienza a molti. Soprattutto a molti che, anziché leggere, starnazzano e ragliano scompostamente, subito liquidando come omofobo chiunque in tema di costumi dissenta dalla linea prestabilita dall’ortodossia del pensiero unico politicamente corretto.

Non ho sentito, purtroppo, un solo argomento pertinente, che prendesse in esame i contenuti del mio articolo. Solo accuse di omofobia e urla scomposte, che è poi l’equivalente del buttare la palla in tribuna e del rovesciare la scacchiera.

Perfino dalla pagina Twitter dei 99 Posse si è levato il vibrante “je accuse!” contro la presunta omofobia di chi, come il sottoscritto, pacatamente ha ricordato che in una prospettiva hegelo-marxiana il prius sono i diritti sociali e che il conflitto eterosessuali-omosessuali è, in fondo, poco interessante in una prospettiva di classe, centrata sul conflitto servo-signore, lavoro-capitale. Ma tant’è.

Continua a leggere su:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/12/27/omofobia-un-nuovo-psicoreato/2333881/

 

 

————————

– Omofobia in Italia: i dati reali

di Raffaele Buscemi, da documentazione.info

Quando si parla di omofobia in Italia si ha l'impressione di parlare di un argomento abbastanza vago. Quanti sarebbero i casi? Sono in aumento? C’è forse, in Italia, un allarme reale, un dilagare di aggressioni e pestaggi ai danni di cittadini non eterosessuali? A queste domande difficilmente si da una risposta precisa. Per fortuna ci aiutano i dati dell’OCSE.

Nel 2014 su 596 segnalazioni relative a "crimini di odio" solo 27 riguardano presunti casi di omofobia.

Già un anno fa avevamo parlato dei dati fornito dall’Oscad, l’Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori istituito presso il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno,  che aveva rilevato come, in più di 3 anni, fossero pervenute 28 segnalazioni, all’anno, di discriminazione omofoba (solo segnalazioni, non verificate, seppur anche un solo atto di violenza sarebbe comunque troppo). Inoltre, come avevamo notato qualche tempo fa, il centro di ricerche Pew Research ha collocato l’Italia tra i Paesi del globo aventi i maggiori tassi di accettazione dell’omosessualità, poco sotto la Francia e sopra gli Stati Uniti.

Il sito http://hatecrime.osce.org/italy riporta i dati dell'Osce relativi ai crimini d’odio (hate crimes) riassumibili in aggressioni e discriminazioni più o meno violente nei confronti delle minoranze.

Continua a leggere su:

http://www.documentazione.info/omofobia-in-italia-i-dati-reali

 

 

————————

– La dottrina Cattolica e la dottrina Bergogliana

di Floriana Castro, da antimassoneria.altervista.org

Lo scorso Settembre 2015 il Il settimanale statunitense lancia la provocazione in copertina. Copertina nera, foto del Pontefice e una domanda: “Il Papa è cattolico?”. Non solo i cattolici, tale domanda se la e’ posta pure il settimanale statunitense (che ricordiamo e’ di proprieta’ ebraica).
Bergoglio a tale domanda ha risposto-in aereo verso gli Stai Uniti – A chi mi chiede se sono cattolico, se è necessario posso recitare il Credo…”

A quanti volessero contestare citando la famosa “infallibilita’ papale” e’ opportuno ricordare che essa e’ riferita solo nei casi in cui un Pontefice si esprima “ex cathedra” e se in sintonia col Vangelo e con la Tradizione bimillenaria della Chiesa come gia’ citato in tanti articoli di Antimasoneria, (clicca qui)
I frammassoni sostengono Jorge Mario Bergoglio

Jorge Mario Bergoglio è stato lodato dai gran maestri della loggia del Grande Oriente di Italia e di Argentina. Essi hanno pubblicamente sostenuto l’elezione di Antipapa Francesco come nuovo Antipapa.
(In basso alcuni articoli tratti dal sito delle maggiori logge massoniche di tutto il mondo che lodano Jorge Mario Bergoglio,)

Continua a leggere su:

http://antimassoneria.altervista.org/la-dottrina-cattolica-e-la-dottrina-bergogliana/

 

 

———————–

– Anche questa è la Russia di oggi

di Pandora Tv, da youtube.com

(immagine tratta da magazine.iraweb.it)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=3Kr8E02gC7s

 

——————————

– Scegli di poter scegliere

di IO VI SPENGO, da Facebook.com

VIDEO

https://www.facebook.com/357862411084116/videos/444420479094975/?theater

 

 

————————-

– Diego Fusaro: La distruzione del Natale: desimbolizzazione e fanatismo economico

di Pandora Tv, da youtube.com

(foto tratta da twitter.com)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=HS86cuSYVlM

 

 

————————

– PERCHE′ L′IDENTITA' SESSUALE FA PAURA?

di Enrico Galoppini, da stampalibera.com

 

Posted on dicembre 18, 2015 by il discrimine  

 “Il Discrimine” incontra Enrica Perucchietti, giornalista e scrittrice, autrice di numerosi saggi sui temi dell’occulto e della manipolazione delle coscienze, tra i quali Unisex, pubblicato con Gianluca Marletta per i tipi di Arianna Editrice. Un libro che abbiamo già recensito e che ora esce in una nuova edizione ampliata ed aggiornata.

Questo libro, se è giunto già alla seconda edizione, ha incontrato evidentemente il favore di molti lettori. Ciò significa che non tutti hanno mandato il cervello all’ammasso e che in fondo persiste in parecchie persone, malgrado il bombardamento propagandistico e le pressioni indotte, una sana normalità che a sentire i mass media sembrerebbe consegnata ad un’era lontana… Come mai, allora, i mezzi d’informazione “ufficiali” fungono incessantemente da cassa di risonanza di un unico punto di vista, ovvero quello mirante a diffondere nelle masse la rispettabilità della cosiddetta “ideologia di genere” e l’ineluttabilità del suo inveramento? Qual è il nesso profondo tra questa ideologia sovversiva e disumana e i poteri che ci governano?

Credo che sia proprio questo il punto. Non tutte le persone sono ancora “allineate” e livellate al pensiero unico dominante. Quindi il potere necessita in continuazione di affinare le strategie di manipolazione di massa, anche rischiando di “esagerare” e ottenere l’effetto contrario. Semplicemente l’uomo della strada non ha ancora capito che cosa sia la teoria di genere, quale sia la sua storia e l’orizzonte finale: è bombardato da notizie che lo in-formano e confondono, a cui guarda con curiosità e sospetto. Ma qualcosa si muove sotto la cenere dell’apparente oblio delle coscienze.

Ne abbiamo avuto qualche esempio proprio in Italia dove finalmente sono uscite allo scoperto le femministe sottoscrivendo un appello contro l’utero in affitto: il documento ha raccolto le firme di personaggi noti, dalla Sandrelli alla Maraini, bollando inequivocabilmente come “mercificazione” la trasformazione del corpo femminile in macchina sforna figli. Ciò significa che sotto l’apparenza di un pensiero monolitico e dominante pro gender si muove invece qualcosa. Il problema è semmai la violenza

Continua a leggere su:

http://www.stampalibera.com/?a=31059

 

 

———————–

– Francia: massoneria “sfacciata” a scuola e nelle istituzioni

di M.F., da corrispondenzaromana.it

Si scrive laicità, si legge massoneria. Sempre più scoperto il gioco di connivenze ed intrecci tra istituzioni e grembiulini, impiantato in Francia. O meglio, non solo in Francia, sebbene qui, dove i “poteri occulti” si sentono evidentemente più “forti”, escono maggiormente allo scoperto.

Quella che l’agenzia Médias-Presse-Info chiama esplicitamente una «collusione tra il potere socialista ed il Grand’Oriente di Francia» non si limita più a grandi manovre politico-economiche-finanziarie degne del gioco Monopoli, bensì anche in scambi di cortesie e strizzatine d’occhio. Ad esempio, invitando graziosamente i seguaci di squadra e compasso all’inaugurazione della nuova sistemazione di Piazza della Laicità, a Parigi, nel XV arrondissement (nella foto, il volantino). Ciò, su invito personale del Sindaco della capitale, Anne Hidalgo, ovviamente targata Ps, partito affiliato all’Internazionale socialista.

La chiamata a raccolta è avvenuta lo scorso 9 dicembre nei pressi del parco Citroën. Non a caso. André Citroën (1878-1935), ingegnere e fondatore della nota marca automobilistica a lui intitolata, fece parte della massoneria: vi fu iniziato nel 1904 in una loggia parigina. Certo, ne fu radiato nel 1919, ma insomma è pur sempre uno “di casa”.

Anche la data non è per niente casuale: la cerimonia si è svolta in occasione dell’annuale Giornata della Laicità, per celebrare contemporaneamente l’anniversario della legge del 9 dicembre 1905, che sancì la definitiva separazione tra Chiesa e Stato. Erano presenti Daniel Keller, Gran Maestro del Grand’Oriente di Francia, il primo cittadino di Parigi oltre a folte rappresentanze di tutte le obbedienze massoniche, giunte anche da altre regioni per i festeggiamenti.

Continua a leggere su:

http://www.corrispondenzaromana.it/notizie-brevi/francia-massoneria-sfacciata-in-scuola-e-istituzioni/

 

 

—————————–

– “Gender free”: dagli USA una nuova moda

di Anastasia Filippi, da notizieprovita.it

Che i contorni del femminile e del maschile nella moda, sull’onda della diffusione dell’ideologia gender,  si stiano riducendo e siano sempre più confusi, è ormai evidente.

Come abbiamo rilevato anche recentemente, da anni sulle passerelle hanno la meglio linee minimali e uno stile che diventa sempre più intercambiabile tra maschile e femminile. I contorni tra i sessi nella moda scompaiono sempre più per lasciare il posto a generi neutri e universali. Oggi siamo abituati a vedere donne in tenute prettamente maschili, e collezioni dedicate agli uomini arricchirsi di colori e forme prese in prestito dall’universo femminile.

Ma ora dalle passerelle, la moda neutra si sposta anche al settore della bellezza. Anche qui, da un po’ di tempo assistiamo alla predilezione da parte delle case di moda di modelle con look androgini. In alcune réclame, ormai, uomini e donne vengono uniformati visivamente e non presentano a prima vista nessun tratto distintivo e caratterizzante. Capelli corti, piercing, poco seno, sono spesso le caratteristiche fisiche delle indossatrici più ambite per le campagne di advertising del fashion system.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/filosofia-e-morale/gender-free-dagli-usa-una-nuova-moda/

 

 

DICEMBRE 2015

 

– “FUORI MODA” – Lo spettacolo “Fiat Lux”.

di Alessandro Gnocchi, da riscossacristiana.it

Come è buon uso nelle vicende in cui la paternità dei fatti diventa evanescente con il crescere dei rumori di sconcerto e di dissenso, anche in questo caso conviene cominciare dalla fine: è sempre lì che si trova la rivendicazione. E mentre le rivendicazioni delle Brigate Rosse si trovavano nelle cabine telefoniche o nelle mense aziendali, mentre quelle del terrorismo 2.0 si trovano nei siti web, quella dell’osceno spettacolo che la sera dell’8 dicembre, festa dell’Immacolata Concezione di Maria, ha profanato la basilica si San Pietro si trova sulla piccola Pravda del sedicente cattolicesimo italico, detta anche “Avvenire”. A pagina 8 del numero in edicola oggi, giovedì 10 dicembre, a firma Mimmo Muolo il giornale dei vescovi italiani spiega che le critiche “circolate attraverso i social network non sembrano tener conto di un elemento che fonti vaticane sottolineano invece con convinzione: Si è trattato di un momento perfettamente in linea con l’insegnamento della Laudato si’. In pratica la sua trasposizione per immagini, un modo per parlare della bellezza del creato e per far riflettere sull’attività umana che quella bellezza sta mettendo a rischio”. Così dixit “Avvenire” che, per completezza di rivendicazione, spiega pure che la proiezione è stata “realizzata con il patrocinio della Banca Mondiale e offerta a titolo gratuito al Vaticano”.

Per gli amanti del genere, nella stessa pagina della piccola Pravda del sedicente cattolicesimo italico, c’è anche il momento della tenerezza, con l’intervista a Louie Psihoyos, il regista dello storico evento, che comincia così: “Il Papa non l’ho incontrato, ma qualcuno mi ha detto che ha guardato le immagini che scorrevano su San Pietro dalla finestra della sua stanza e che gli è piaciuto”. Dato che non c’era nessuna immagine di Nostro Signore a ingombrargli la vista, e dato che con cotanto evento iniziava in modo trionfalistico il giubileo della sua canonizzazione mondana, non si capisce come avrebbe potuto essere altrimenti.

Continua a leggere su:

http://www.riscossacristiana.it/fuori-moda-la-posta-di-alessandro-gnocchi-101215/

 

 

————————–

– Sono finiti i giochi

di Sergio Cararo, da contropiano.org

Verranno potenziati i sistemi di intercettazione su tutti i sistemi di comunicazione e scambio. Non solo telefonini e computer ma anche le chat legate ad altri programmi come, ad esempio, quelli per scaricare musica e addirittura le play station. Ad affermarlo è stato il, fino ad ora, soporifero ministro della Giustizia, Andrea Orlando, al termine del vertice di ieri al ministero di via Arenula convocato per individuare nuove misure per la prevenzione e il contrasto del terrorismo.

Le parole del ministro, oltre alle chat, indicano quegli strumenti tecnologici che non sono nati con un ruolo nella comunicazione ma permettono ugualmente agli utenti di entrare in contatto diretto, magari per giocare insieme online. Nessuno fino ad ora ha mostrato le prove che gli jiahdisti abbiano utilizzato ad esempio le PlayStation per comunicare tra loro. Ma, sostengono i fautori del controllo totale, non c'è nemmeno la sicurezza che uno scenario del genere non sia verosimile, viste le ampie possibilità comunicative offerte dai videogame attuali, e non solo sulle PlayStation.

A tale scopo sono stati convocati gli esperti della Sony, che in merito hanno risposto pubblicamente al premier belga dopo gli attentati di Parigi. Si tratterebbe delle comunicazioni "in-game", quelle che avvengono all'interno dei giochi online, dove più giocatori si riuniscono e possono comunicare per scritto ma anche – e soprattutto – a voce e in video, privatamente e pubblicamente, verbalmente o con linguaggi visuali. In eventi-partite collettive non necessariamente aperte al pubblico ma destinate a utenti selezionati.

Continua a leggere su:

http://contropiano.org/editioriali/item/34045-sono-finiti-i-giochi

 

 

——————————-

– La società del politicamente corretto

di Alex Barone, da lintellettualedissidente.it

Il politicamente corretto è il nuovo strumento di repressione della dissidenza, che, con i suoi dogmi dominanti, impone a chiunque di pensare, parlare ed agire nei limiti di determinate categorie.

La nostra società, sempre più serva delle ideologie dominanti, della cultura del libero mercato, e delle logiche del superamento delle barriere, propaganda una coscienza della liberalizzazione dei corpi annullando, di fatto, la libertà degli spiriti. Oggi, dove i rapporti sono sempre meno solidi e sempre meno sostanziali, dove ogni singolo aspetto della vita è consegnato alla fluidità, il modello imperante di riferimento (il politicamente corretto) è quello del pensiero neo-liberista. Per “politicamente corretto” si intende quell’agglomerato di opinioni, giudizi ed idee, accettabili all’interno di un preciso contesto sociale, oltre le quali si sfocia verso l’opposto: il “politicamente scorretto”, appunto (ciò che, invece, non è accettabile, che è eretico).

Ogni epoca storica è caratterizzata dalla presenza un’ideologia dominante, da forme di giudizio socialmente inaccettabili o accettabili, in grado di determinare la morale e l’azione dei soggetti (prodotta a partire dai precisi rapporti di potere che dominano il sistema sociale).  Le sovrastrutture sociali sono il risultato delle strutture di potere, dei rapporti tra parti insiti nell’arena sociale. Inoltre, ogni forma di potere, per mantenersi ha naturalmente bisogno di un sistema di inibizioni e repressioni del soggetto, in grado di conservare l’ordine prestabilito. In passato ci si serviva spesso delle armi per reprimere eventuali forme di eresia. Oggi, in un’epoca totalmente pervasa dall’ideologia democratica, in un contesto (apparentemente) totalmente pacificato, la forma di assoggettamento utilizzata non è più tanto quella dell’esercizio della coercizione mediante gli eserciti ma mediante l’ideologia.

Continua a leggere su:

http://www.lintellettualedissidente.it/societa/la-societa-del-politicamente-corretto/

 

 

—————————–

– Viaggio all'origine del pensiero unico verde

di Robi Ronza, da lanuovabq.it

Al di là del tono neutro del suo nome, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici in corso a Parigi è stata preparata, come più volte la Nuovabq ha tempestivamente avvertito, all’ombra di un pensiero unico fondato su due postulati assunti come indiscutibili: a) oggi le leve del cambiamento climatico sono nelle mani dell’uomo; b) qualsiasi variazione del clima rispetto a quello dell’epoca immediatamente precedente alla rivoluzione industriale è nefasto. Nessun spazio è stato concesso alle tesi di chi sulla base di dati obiettivi osserva che: a) i cambiamenti climatici sono un fenomeno che in sostanza sfugge tuttora al controllo dell’uomo, anche se è vero che l’attività umana ha oggi un impatto sull’ambiente mai prima registratosi; b) nel passato storico il clima della terra è stato già diverse volte più caldo di quello della vigilia della rivoluzione industriale, ad esempio nella regione euro-mediterranea in alcuni secoli sia dell’età classica che di quella medioevale, e tra l’altro ciò ha coinciso con momenti di notevole sviluppo.

Non è poi detto che alla Conferenza in corso a Parigi tutto vada come vorrebbero coloro che così l’hanno impostata. E’ già chiaro infatti che Cina e India non hanno alcuna intenzione di bloccare il loro sviluppo come sarebbe inevitabile se l’estremismo ambientalista dei documenti preparatori si trasfondesse tale e quale nei documenti conclusivi. L’estremismo ambientalista purtroppo ha però già vinto la sua battaglia in sede mediatica. Dal grande circo mediatico internazionale giunge soltanto l’eco dei documenti preparatori. Nella parte del mondo ove esso trova maggiore ascolto – ossia i Paesi più sviluppati e gli strati sociali che ad essi fanno maggiore riferimento nel resto del globo – l’inevitabile loro scarsa o nulla accoglienza provocherà disagio nei confronti del presente e paura del futuro. Sarà questa molto probabilmente la principale conseguenza effettiva della Conferenza.       

Continua a leggere su:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-viaggio-allorigine-del-pensiero-unico-verde-14571.htm

 

 

—————————-

– Femministe contro la maternità surrogata: «La madre non si cancella»

di Raffaele Buscemi, da documentazione.info

 

Avevamo già parlato di una coalizione di associazioni femministe provenienti da tutta l’Europa che si era formata per portare alla Conferenza dell’AIA un documento molto dettagliato e altrettanto critico sulla pratica dell’utero in affitto e della maternità surrogata. 

Adesso, come riporta il blog "La 27° ora", è il turno delle femministe francesi di dire la loro sull'argomento di fronte alle crescenti domande di iscrizione allo stato civile dei bambini nati da madre surrogata in California, Russia, India o altrove. Il prossimo 2 febbraio all’Assemblea Nazionale si terrà un convegno per l’Abolizione universale della maternità surrogata («Assises pour l’Abolition universelle de la Gpa») cui parteciperanno ricercatori, parlamentari francesi ed europei, associazioni femministe. L’assise è stata lanciata da Sylviane Agacinski, voce storica del femminismo francese, impegnata da anni nella lotta contro la maternità surrogata con la sua associazione Corp (Collettivo per il rispetto della persona) e autrice del saggio Corps en miettes («Corpi sbriciolati», Flammarion).

Agacinski, che è docente all’Ecole des hautes études en sciences sociales, spiega:

«Non abbiamo a che fare con gesti individuali motivati dall’altruismo, ma con un mercato procreativo globalizzato nel quale i ventri sono affittati. È stupefacente, e contrario ai diritti della persona e al rispetto del suo corpo, il fatto che si osi trattare una donna come un mezzo di produzione di bambini. Per di più, l’uso delle donne come madri surrogate poggia su relazioni economiche sempre diseguali: i clienti, che appartengono alle classi sociali più agiate e ai Paesi più ricchi, comprano i servizi delle popolazioni più povere su un mercato neo-colonialista. Inoltre, ordinare un bambino e saldarne il prezzo alla nascita significa trattarlo come un prodotto fabbricato e non come una persona umana. Ma si tratta giuridicamente di una persona e non di una cosa (…) Fare della maternità un servizio remunerato è una maniera di comprare il corpo di donne disoccupate che presenta molte analogie con la prostituzione (…)».

Continua a leggere su:

http://www.documentazione.info/femministe-contro-la-maternita-surrogata-la-madre-non-si-cancella

 

 

—————————

– Alcune indicazioni della massoneria per la progressiva e lenta corruzione della fede cattolica.

da gloria.tv

Esiste in proposito un testo programmatico, scritto del 1819 (!), ma terribilmente attuale, tratto dall’Istruzione segreta permanente data ai membri dell’Alta Vendita, il vertice della Carboneria ottocentesca, di cui si propongono alla riflessione del lettore alcuni passi: “Ora dunque per assicurarci un Papa secondo il nostro cuore si tratta prima di tutto di formare, a questo Papa, una generazione degna del regno che noi desideriamo. Lasciamo in disparte i vecchi e gli uomini maturi; andate invece diritto alla gioventù, e, se è possibile, anche all’infanzia… Alla gioventù bisogna mirare, bisogna sedurre i giovani: è necessario che noi attiriamo la gioventù anche senza se ne accorga, sotto la bandiera delle società segrete. Per avanzarci, a passi contati ma sicuri, in questa via pericolosa, due cose sono assolutamente necessarie. Voi dovete avere l’aria di essere semplici come colombe, ma insieme voi dovete essere prudenti come serpenti […].

Una volta che la vostra reputazione sarà stabilita nei collegi, nei ginnasi, nelle università e nei seminari: una volta che voi vi sarete cattivata la fiducia dei professori e dei giovani, procurate che specialmente coloro che entrano nella milizia clericale ricerchino la vostra conversazione […].

Questa reputazione […] aprirà alle nostre dottrine il cuore del giovane clero e degli stessi conventi. Fra qualche anno questo giovane clero avrà, per forza di cose, invase tutte le funzioni; egli governerà, amministrerà, giudicherà, formerà il consiglio del sovrano, e sarà chiamato ad eleggere il Papa del futuro. Questo Papa, come la più parte dei suoi contemporanei, sarà più o meno necessariamente imbevuto, anche lui, dei principi […] umanitari che noi cominciamo ora a mettere in circolazione. Fate che il Clero cammini sotto le vostre bandiere, credendo di camminare sotto la bandiera delle Chiavi Apostoliche”.

“Date la libertà di coscienza agli eretici, agli ebrei, agli atei, ma abbiate cura che non ne godano il prete e i cattolici […]. Per distruggere l’influenza del prete tagliategli i beni che lo rendono indipendente, riducetelo al salario dell’impiegato dello Stato […]. Diminuite il numero delle feste, impiegate le domeniche con esercizi, banchetti, divertimenti e occupazioni che allontanino il popolo dalla morale evangelica […]. Per togliere al prete l’affezione assoluta che lo rende caro al popolo studiatevi di incatenarlo a una famiglia, sollevate l’opinione contro il celibato […]”.

(E. Delassus, Il problema dell’ora presente, pp. 588-90 e 626 – 628).

Fonte:

http://gloria.tv/media/qqz5Ef6Ukwu

 

 

—————————–

– Mafia Capitale è tornata: 40 milioni ai profughi, avranno anche carte di credito prepagate

da voxnews.info

Mafia Capitale è tornata. Il Comune è commissariato, ora il PD può fare i suoi porci comodi. Il prefetto di Roma, il noto Gabrielli, ha indetto un nuovo bando per spartirsi il business dell’accoglienza di 3.104 nuovi richiedenti asilo da ospitare nella Capitale e nei comuni della provincia romana.

L’importo dell’appalto per il solo 2016 ed è di (almeno) 39.762.240,00 di euro, iva esclusa.

Fonte:

http://voxnews.info/2015/12/03/mafia-capitale-e-tornata-40-milioni-ai-profughi-avranno-anche-carte-di-credito-prepagate/

 

 

————————-

– Altro che vietare il presepe, in Francia sono già oltre: «Bambini, intonate inni e canti alla laicità»

di Leone Grotti, da tempi.it

In Francia vige il più rigido laicismo ed è ovviamente vietato cantare a scuola per Natale motivi tradizionali come Il est né le divin enfant o Douce Nuit, sainte nuit. Però, è consigliato «intonare inni, fare canti e opere musicali» ispirati alla «laicità». Il 9 dicembre, infatti, sarà il 110mo anniversario della legge del 1905 sulla separazione tra Chiesa e Stato e bisogna «celebrarlo in modo solenne».

GIORNATA DELLA LAICITÀ. Il rettore dell’accademia di Nancy-Metz ha scritto a tutte le scuole sotto la sua giurisdizione: «Il capo dello Stato ha suggerito all’indomani degli avvenimenti di gennaio che la giornata della laicità, fissata nella data dell’anniversario del voto della legge di separazione tra Chiesa e Stato, sia celebrata con solennità nelle scuole e in tutti gli stabilimenti. La terribile tragedia del 13 novembre non può che rafforzare oggi questa volontà di mobilitarci intorno ai valori della République».

Continua a leggere su:
http://www.tempi.it/presepe-francia-bambini-intonate-inni-e-canti-alla-laicita#.VmB6l78U_5s

 

 

—————————–

– David Bowie: il video oscuro di ★ Blackstar

di Emanuele Fardella, da losai.eu

Il nuovo singolo di David Bowie, Blackstar ★, è stato presentato come una traccia sperimentale. Il ritmo del brano è ipnotico, ripetitivo fino all’ossessione. Più della musica, tutta dissonata tra jazz e avant garde, più della voce, riconoscibilissima ma più gelida di una folata glaciale, è il video che genera malessere: non seduce, disturba. Morte e paura sono in ogni nota, in ogni cosa, in ogni piega del volto severo, teso, cereo.

Il videoclip è un cortometraggio della durata di dieci lunghi minuti, ed è decisamente inquietante e di difficile comprensione. Lo spettatore viene proiettato in un pianeta da incubo, nei cui cieli si staglia minaccioso un buco nero al posto del sole (Blackstar ★, appunto). Ci sono molti riferimenti esoterici, simbolismi che si avvicendano fra riti iniziatici e tragici riferimenti alla passione di Cristo, il tutto cantato e descritto con versi estremamente ermetici da un David Bowie che appare, inizialmente, bendato. Le immagini che si susseguono, con un ritmo tutt’altro che incalzante, suscitano una notevole angoscia. Vengono mostrati uomini e donne che “vibrano” come se fossero stati ipnotizzati o come “posseduti” da qualcosa di misterioso che sembra aleggiare nell’aria. Una sacerdotessa, con in mano un teschio, evoca spiriti immondi durante un rito pagano mentre in un campo appaiono tre spaventapasseri. Colpisce il fatto che siano proprio tre, con le braccia e la posa dei corpi che ricorda maledettamente quella di tre uomini crocifissi. L’atmosfera è molto lugubre e musicalmente, il brano si allontana anni luce da qualsiasi cosa Bowie abbia cantato fino ad oggi.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/david-bowie-il-video-oscuro-di-blackstar/

 

 

———————–

– Gioco d'azzardo: in Italia si stampa 1/5 di tutti i gratta&vinci del pianeta

di Di Marco Ozzoli, da documentazione.info

Il gioco d’azzardo in Italia è sempre più diffuso. Secondo i dati de il Sole 24 Ore, infatti, il nostro Paese stampa un quinto dei gratta e vinci di tutto il mondo e ha il record di apparati elettronici da gioco, circa 416 mila, a cui si aggiungono 50 mila video lottery. Senza considerare i 23 miliardi di euro che incassano le organizzazioni criminali tramite le scommesse e il gioco d’azzardo illegali.

Nell’ultimo numero dell’Economist è stato pubblicato un articolo dal titolo “An offer they couldn’t refuse” in cui è riportata una ricerca del “Global Betting and Gaming Consultancy” secondo la quale nel 2014 gli italiani hanno perso 17.2 miliardi di euro nel gioco d’azzardo, quasi tre volte in più rispetto al 2001. Da rilevare che la crisi finanziaria ha avuto un impatto decisamente modesto sul settore, considerando che soltanto nel 2011 è stata registrata una leggera diminuzione.

L’assenza di un legame tra la situazione economica generale e le entrate relative ai giochi è riconosciuto anche dal Ministero dell’Economia e delle Finanze che nel Bollettino delle entrate tributarie 2015 pubblicato questo mese, relativo al periodo gennaio-agosto di quest’anno, dichiara che “il gettito delle imposte il cui andamento non è direttamente legato alla congiuntura economica è positivo (+1,5%). In particolare: le entrate totali relative ai giochi (che includono varie imposte classificate come entrate erariali sia dirette che indirette) sono risultate pari a 7.806 milioni di euro (+90 milioni di euro, pari a +1,2%); considerando solo le imposte indirette, il gettito delle attività da gioco (lotto, lotterie e delle altre attività di gioco) è di 7.606 milioni di euro (+97 milioni di euro, pari a +1,3%)”.

Legalizzare il gioco d'azzardo non ha debellato però ne il gioco clandestino ne varie forme di giochi online illegali. Questi ultimi sono addirittura aumentati.

Continua a leggere su:

http://www.documentazione.info/gioco-dazzardo-in-italia-si-stampa-15-di-tutti-i-grattavinci-del-pianeta

 

 

——————————

SCUSATE ! SCUSATE! SCUSATE ! AD NAUSEAM (IL POST CENSURATO DA FACEBOOK)

di Robua Naboulsi, da comedonchisciotte.org

Questo post è stato censurato da Facebook. Ecco quanto riporta al proposito un articolo di Russia Today: “questo post ha avuto 9000 condivisioni e 12000 like, prima che Facebook lo rimuovesse lunedì perché non avrebbe rispettato le sue regole. In seguito all’inchiesta di Russia Today, il gigante dei social media ha ripubblicato il post ammettendo di aver fatto un errore”.

Quel che è successo ieri sera a Parigi è terribile. Ho fatto tardi per seguire le informazioni, non riuscivo a crederci, e chiedo sinceramente scusa a tutte le persone toccate da questi orribili attacchi. Com’era prevedibile, la comunità internazionale ha risposto dimostrando a Parigi una solidarietà inossidabile.

Il giorno prima al mio paese, il Libano, è esplosa una bomba che ha ucciso 43 persone. Nessuno ha pregato per noi. Nessuno si è fatto un esame di coscienza. Nessun leader mondiale ha tenuto per noi discorsi a notte fonda. Nessuno ha cambiato la foto del proprio profilo. Non c’era alcun hashtag. Facebook non ha attivato l’opzione con cui si faceva sapere: “sono sano e salvo”. Solo silenzio. In Siria è pure peggio: una sofferenza per ogni parola scritta e centellinata su Facebook. La Siria non ha diritto a nulla. Solo altro silenzio.

Nel solo mese di ottobre 73 palestinesi sono stati uccisi da Israele. Silenzio.
Il mese scorso quasi 100 persone sono state uccise dalle bombe esplose nel corso di una manifestazione pacifica ad Ankara. Altro silenzio.
Quest’anno almeno 3500 persone sono state uccise nelle guerre in corso in Nigeria, Camerun, Ciad e Niger. Silenzio.
A questo punto non sono nemmeno più arrabbiata, sono solo stanca. Sfinita. Sfinita perché un attacco che provoca 2300 morti in una prigione a cielo aperto come Gaza non riceve quasi alcuna attenzione, ma appena succede qualcosa in Europa, o appena qualcosa succede ai bianchi, tutti sono scossi, e sinceramente credo che lo siano in buona fede.

Continua a leggere su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=15880

 

 

——————————-

 

– IL CONCETTO DI “UNITA NELLA DIVERSITA’ ” ALLA BASE DELLA FILOSOFIA MASSONICA

di Francesco Maria Toscano, da ilmoralista.it

Ci sono teorie che, per quanto suggestive, appaiono infine “aporetiche” se sottoposte ad un procedimento di dimostrabilità. Gli antichi greci bollavano in tal senso i ragionamenti che partendo da un dato plausibile finivano con il sostenere tesi implausibili. Per molto tempo mi sono dedicato allo studio e all’osservazione delle dinamiche che sottendono e legittimano il potere contemporaneo, analizzando e comparando gli affreschi proposti da più parti, senza omettere l’approfondimento di chiavi di lettura in genere tacitate dal sistema perché ritenute “scomode”. La massoneria rappresenta forse il principale tabù che resiste ancora ai nostri giorni, argomento sempre scansato con fastidio da giornalisti, opinionisti e politici di ogni colore. Perché si fa fatica a parlare di massoneria? E perché, nel parlarne, ci si limita quasi sempre a riportare fattarelli secondari e di colore? Non si tratta di interrogativi di poco conto. Devo riconoscere di avere nutrito sempre una certa diffidenza nei confronti del mondo delle “logge”, istintivamente avvertite alla stregua di conventicole formate perlopiù da uomini pronti a barattare la libertà di scelta con l’interesse. Questa mia percezione, in principio, era il risultato di un processo interno di tipo epidermico e intuitivo, non suffragato cioè da nessuna conoscenza specifica sull’argomento. Ora, sul finire di una stagione fatta di studi, riflessioni e approfondimenti specifici, le mie perplessità sono se possibile perfino aumentate. Molte delle cose che prima supponevo soltanto, sono adesso diventate consolidate convinzioni . La massoneria, come testimoniano anche alcune pubblicazioni recentemente promosse da soggetti intranei,  è per davvero nel suo insieme motore delle linee di pensiero che dominano e forgiano gli equilibri globali. Per davvero questa società esoterica detta nell’ombra linee di indirizzo destinate poi a trasformarsi in eventi storici veri e propri, grazie anche e soprattutto al sapiente utilizzo di contenitori “profani” addestrati con l’obiettivo di costruire in concreto le dinamiche prima immaginate soltanto in astratto. La massoneria cioè, in estrema sintesi, occupando discretamente ma in maniera implacabile i centri di potere finanziari che a loro volta controllano il flusso delle informazioni, impone surrettiziamente un modello di “pensiero prevalente”, che è unico e monolitico pur apparendo formalmente tollerante e plurale.

Continua a leggere su:

http://www.ilmoralista.it/2015/11/17/il-concetto-di-unita-nella-diversita-alla-base-della-filosofia-massonica/

 

 

——————————-

– El Papa: “Avanti con le riforme!”. Come Mario Monti, Renzi, la Fornero…

di Maurizio Blondet, da maurizioblondet.it

(foto tratta da rischiocalcolato.it)

Che notizia consolante, vero? El Bergoglio non si tira indietro; non si lascia intimidire; “Vado avanti con le riforme”. Tutti i media, ovviamente, applaudono. Come sempre. Ma stavolta con un motivo in più per i loro applausi. I media, applaudono sempre “le riforme”, e ancor più chi promette o annuncia “riforme”.

Hanno applaudito Monti Mario. Applaudito la “Riforma Fornero”. Applaudono Mario Draghi quando ammonisce il governo a “fare le riforme”. Quando Tsipras, che aveva alzato la testa dall’inferno, vi è stato cacciato da Bruxelles con tutto il popolo greco a fare le riforme, tutti hanno capito e approvato.

E’ un riflesso condizionato. E’ anche che i giornalisti si trovano: è la parola in sé, “riforma”, quella che li fa’ sentire a loro agio, su loro terreno. Il perché non è difficile capirlo: “riforma” è una parola ideologica. Una di quelle parole che si possono riempire di significati come i vol-au-vent di ripieno a piacere: salato, dolce, gorgonzola, tartufo, crema pasticcera… e i media non hanno bisogno di chiedere al cuoco cosa ci vuol mettere dentro; già il solo annuncio di “riforme”  suggerisce e incita  un nervoso e allegro movimento in avanti della “società”, qualcosa di “avanzato”, di “progressisti”, che è equiparato a Nuovo e dunque al Bene. Addirittura un potente può, dopo averle annunciate, esimersi dal farle davvero, le “riforme”. L’utilità maggiore è infatti già nella semplice enunciazione: consente infatti di bollare i propri avversari, o anche solo i propri critici, come “nemici delle riforme”. E il gioco è fatto. I media, come i conformisti-standard, quando sentono una parola ideologica, si allineano d’istinto, sanno in che campo stare. E’ il livello in cui si sentono a casa propria..

Continua a leggere su:

http://www.maurizioblondet.it/el-papa-avanti-con-le-riforme-come-mario-monti/

 

 

NOVEMBRE 2015

 

– Invasione di migranti e “rivoluzioni colorate”, stesso calderone politico degli USA

di Wayne Madsen, da aurorasito.wordpress.com

Lo stesso calderone politico degli Stati Uniti, incentrato sulle accademie di Boston che hanno fornito il modello delle “rivoluzioni colorate” in Europa orientale e Medio Oriente, è responsabile dell’“arma delle migrazioni di massa” nell’attuale caos che impazza in Europa. Anche se a volte sembri a molti osservatori che la politica estera sia presa dal cappello di un mago da circo, molte politiche apparentemente insensate degli Stati Uniti sono profondamente radicate nei documenti, libri bianchi e libri sponsorizzati dal governo. Anche se la cancelliera tedesca Angela Merkel giustamente è accusata di avere la responsabilità dell’apertura dei confini dell’Europa all’afflusso possibile di oltre 1,5 milioni di migranti soprattutto musulmani da Asia e Africa, la politica che usa i rifugiati come “arma di migrazioni di massa” è un’idea di una consigliera di dipartimento della Difesa, Ford Foundation e Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR). Un libro scritto nel 2010 dalla professoressa Kelly Greenhill della Tufts University ha avuto non solo l’attenzione dei pianificatori di guerre e conflitti civili del Pentagono ma anche della Merkel e dei magnati tedeschi intenti a ringiovanire la popolazione lavoratrice della Germania. Il libro “Armi di migrazioni di massa: epurazioni, coercizione e politica estera”, ha avuto subito successo presso i pianificatori statunitensi di Pentagono e Central Intelligence Agency, sempre alla ricerca di modi nuovi per creare il caos a vantaggio dell’estensione della sfera d’influenza degli Stati Uniti. Greenhill è legata ai vertici del complesso militare e d’intelligence degli Stati Uniti in qualità di presidentessa del gruppo di lavoro pubblico su conflitto, sicurezza e politica presso l’Harvard Kennedy School of Government di Belfer Center; ex-assistente del senatore John Kerry ed ex-consigliera del Pentagono.

Continua a leggere su:

https://aurorasito.wordpress.com/2015/11/10/invasione-di-migranti-e-rivoluzioni-colorate-stesso-calderone-politico-degli-usa/

 

———————-

– Ideologia gender e pink dollar

di Aldo Vitale, da tempi.it

«La prima divisione del lavoro è quella tra uomo e donna per la procreazione dei figli»: in questa contrapposizione per Karl Marx si trova la radice di ogni contrapposizione storico-sociale che perciò è, sostanzialmente, la ri-elaborazione della contrapposizione archetipica, cioè quella tra uomo e donna all’interno della struttura portante della società borghese, ovvero la famiglia fondata sul matrimonio monogamico.

Sulla scia delle riflessioni di Marx, il suo amico, collega e finanziatore Friedrich Engels può, infatti, scrivere: «Il primo contrasto di classe che compare nella storia coincide con lo sviluppo dell’antagonismo tra uomo e donna nel matrimonio monogamico».

Su questo assunto si è sviluppato il movimento femminista di matrice marxista che ha dispiegato le energie per liberare la donna dall’oppressione dell’uomo.

E come la donna doveva essere liberata dall’oppressione maschile ieri, oggi, invece, secondo i sostenitori dell’ideologia gender, l’identità gender (LGBTQI) nella sua variegata forma, sempre diversa, sempre fluida, sempre non identificabile, deve essere liberata dalla (presunta) oppressione eterosessuale.

Insomma, nella misura in cui l’ideologia gender costituisce l’ultima frontiera dell’ideologia femminista che a sua volta si installa alla radice nell’alveo dell’ideologia marxista, si può riconoscere che l’ideologia gender sia, almeno sotto l’aspetto della lotta di liberazione di genere, un prodotto diretto e maturo del marxismo.

Tuttavia, per le insondabili ironie della storia, l’ideologia gender affonda la propria legittimazione politica e sociale anche in ciò che è drasticamente opposto al marxismo, cioè l’individualismo capitalistico.

Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/ideologia-gender-e-pink-dollar#.VjkuLyvJX5s

 

————————

Comincia la pubblicità di RAI1 dei micro chip

– MICRO CHIP

di VIOLA da youtube.com

(foto tratta da informareperesistere.fr.)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=QuwlLMnkfmc&feature=youtu.be

 

 

 

—————————–

– La vergognosa manipolazione dei media sul caso dell’ebreo accoltellato a Milano, Nathan Graff

di Claudio Messora, da byoblu.com

La vicenda dell’accoltellamento di Nathan Graff, per come è gestita dai media, è un chiaro esempio di come il “frame” voglia a tutti i costi accreditare una versione dei fatti che non solo fino ad ora non è stata confermata, ma che  anzi per il momento sembra andare addirittura in direzione opposta.

Inizia di mattina presto il Corriere della Sera, che titola in prima pagina: “Accoltellato ebreo, paura a Milano!“, e fa seguire due paginate di puro terrore, con titoli come “Noi siamo senza donne, moriremo felice per Allah”, “Il Mullah che istruiva i martiri”, “Ci sentiamo tutti minacciati: intorno a noi c’è un clima di odio ma non rinunceremo ai nostri simboli” e via dicendo. Titoli che dettano chiaramente la linea (o la ricevono). Inutile spiegarvi che ogni giorno, in Italia, ci sono Dio solo sa quanti accoltellamenti. Fuori dalle discoteche, allo stadio, nei condomini, nelle periferie degradate… Nessuno ci apre la prima pagina. Il punto è che qui ad essere stato accoltellato è un “ebreo”. E questo non è un dato, ma una sentenza. Tanto che lo scrivono proprio nel titolo, e meno male che loro sono quelli che lottano contro la discriminazione razziale.

E chi poteva essere ad aprire le danze, se non l’immancabile, immarcescebile Pigi Battista? E come poteva chiamarsi il suo editoriale da urlo, se non “I pregiudizi e l’odio“? Già ieri sera, quando il fatto era appena avvenuto e lui doveva scrivere l’articolo da dare in pasto alle rotative questa notte, il nostro infaticabile artigiano delle articolesse aveva scritto il suo bravo pezzo, pieno di frasi come “si colpisce l’ebreo come incarnazione del sionista, dovunque si trovi, per la sola colpa di esistere“, “l’Italia deve preoccuparsi“, “l’odio antiebraico cammuffato da odio antisionista“, “Un segnale, terribile, da non sottovalutare“.

Continua a leggere su:

http://www.byoblu.com/post/minipost/la-vergognosa-manipolazione-dei-media-sul-caso-dellebreo-accoltellato-a-milano-nathan-graff

 

 

—————————-

– La UE vi ha appena scollegato da internet

di Claudio Messora, di byoblu.com e da youtube.com

(foto tratta da informarexresistere.com)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=Hys-6hgFNlk

 

 

———————–

– Nulle e incostituzionali le nozze gay celebrate all’estero

di Alfredo Mantovano, da lanuovabq.it

Riprendiamo i video e i giornali di circa un anno fa. Facciamo scorrere nuovamente le immagini del sindaco di Roma – di allora e di oggi, forse anche di domani – che, in fascia tricolore, riceve in Campidoglio coppie di persone dello stesso sesso e procede alla trascrizione nei registri dello stato civile della Capitale dei matrimoni contratti dalle medesime coppie al di fuori dei confini nazionali. É tutto nullo! Peggio, il professor Ignazio Marino si è impegnato – e ha fatto impegnare gli uffici dell’amministrazione che guida – in una attività inesistente, cioè al di fuori dell’ordinamento giuridico italiano. E, al pari di lui, i sindaci delle città che hanno allestito scene simili. 

Non è una mera opinione, è quanto stabilisce la sentenza del Consiglio di Stato depositata due giorni fa, pronunciata dalla 3^ sezione in sede giurisdizionale, presidente Romeo, estensore Deodato: si tratta della parola definitiva, che giunge dopo l’intervento dell’allora prefetto Pecoraro sul sindaco Marino, quindi la circolare a sostegno del prefetto emessa dal ministro dell’Interno, quindi ancora la sentenza in primo grado del Tar del Lazio. Che si tratti di una decisione importante, non solo per la parte dispositiva, ma pure per la lunga motivazione, si deduce, prima ancora di esaminarla, dallo spazio che a caldo le è stato dedicato dalla Repubblica: mentre le nozze gay esportate a Roma avevano a suo tempo riempito pagine e pagine, a cominciare dalla prima, per avere notizia della decisione è stato necessario arrivare a pagina 20, dove ci si imbatteva in un trafiletto di poche righe in alto a destra.

Continua a leggere su:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-avviso-a-parlamento-prefetti-e-sindaci-nullee-incostituzionali-le-nozze-gay-celebrate-allestero-14227.htm

 

 

————————-

– Nasce la Commissione Scientifica per la Famiglia

da enzopennetta.it

21 ottobre 2015 – In seguito a un lungo lavoro di rete con la società civile e un’attenta osservazione delle posizioni politico-istituzionali in materia di diritti civili di bambini, donne e uomini, un gruppo di tecnici ha costituito la Commissione Scientifica per la Famiglia.

La Commissione prenderà in esame la produzione discorsiva sul concetto di ‘gender’ in ambito culturale, mass-mediatico e informativo, politico, giuridico, legislativo e psicologico. Le analisi verranno condotte alla luce degli studi sull’Uomo e sul suo sviluppo psico-fisico e antropologico con lo scopo di produrre informazione scientifica multi e inter disciplinare sulle teorie gender o di genere e sulle ricadute che l’applicazione di queste teorie ha sull’istituzione familiare e sull’identità della persona. Lo spirito è quello di fornire risposte e indicazioni ai cittadini e ai loro rappresentanti politici in materia di salvaguardia e protezione della famiglia, quale unica istituzione preposta all’evoluzione dell’umanità e all’educazione dei bambini, istituzione che in questo modo contribuisce alla stabilità del tessuto sociale.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2015/10/nasce-la-commissione-scientifica-per-la-famiglia/

 

 

————————-

– La sensibilità è un dono

di Francesco Lamendola, da stampalibera.com

Uno dei segni più impressionanti della marcia spietata della modernità attraverso i nostri cuori e le nostre menti, in nome di uno scientismo disumano e di un efficientismo fine a se stesso, è la progressiva scomparsa della sensibilità dal bagaglio spirituale delle persone.

Intendiamoci: la sensibilità è un dono, un dono raro; le persone che la possiedono, sono portatrici di un bene prezioso che non si acquisisce con lo studio, anche se lo si può affinare con l’esperienza: e, in questo senso, sono sempre esistite nel corso della storia e, forse, continueranno ad esistere, anche se alquanto ridotte di numero.

Tuttavia, mentre essa veniva apprezzata o, almeno, trovava spazio per manifestarsi in una società ancora a misura d’uomo, come era quella pre-industriale (pur con tutti i suoi limiti innegabili), si direbbe che, oggi, essa sia diventata superflua e che nessuno, o molti pochi, si dolgano della sua progressiva scomparsa, come il mondo potesse benissimo farne a meno.

Le virtù dell’animo che oggi vengono maggiormente apprezzate e lodate sono l’intelligenza pratica (anche se disgiunta da una valutazione complessiva dei problemi), la determinazione nel perseguire i propri obiettivi (senza farsi troppi scrupoli), la sicurezza di sé (indipendentemente dall’esatta valutazione del proprio valore), la flessibilità mentale (spinta fino ad accettare i peggiori compromessi), la disinvoltura in qualsiasi circostanza (fino alle forme più discutibili di esibizionismo e narcisismo).

La sensibilità è fra le doti non indispensabili. Che cosa se ne farebbe il cittadino del terzo millennio, tutto proteso a conquistarsi il proprio spazio sociale, a ritagliarsi la propria fettina di visibilità, di successo (anche economico), di gratificazione esteriore? In un mondo che si disinteressa di fini e di valori, ma che punta quasi esclusivamente alla soluzione di problemi pratici, a che cosa può servire la sensibilità, una dote non spendibile in termini quantitativi.

Si dimentica che la sensibilità è alla base sia della creazione artistica, sia dell’intuizione dei grandi problemi scientifici; e, soprattutto, che costituisce un fattore indispensabile per l’armoniosa convivenza degli individui all’interno della società: perché, una volta spogliato di essa, qualunque gruppo umano finisce per generare continuamente attriti e tensioni che, una volta instaurati, è difficilissimo controllare e disinnescare.

Continua a leggere su:

http://www.stampalibera.com/?a=30653

 

 

———————–

– Il lato oscuro e censurato dell'immigrazione

di Anna Bono, da lanuovabq.it

Il Gatestone Institute, un centro studi di politica internazionale, il 18 settembre ha pubblicato dati e testimonianze raccolti da diverse organizzazioni non governative che in Germania si occupano di emigranti, richiedenti asilo e profughi. Riguardano quella che l’autore dell’articolo, Soeren Kern, ha definito una “epidemia” di molestie e violenze sessuali di cui sono vittime le donne, adolescenti e adulte, ospitate nei centri d’accoglienza e di cui sono responsabili emigranti e profughi ospiti anch’essi delle strutture. 

I problemi sorgono soprattutto dove, per mancanza di spazio, donne e uomini devono condividere dormitori e servizi igienici: “Il fatto di fornire alloggio in grandi tende, la mancanza di servizi igienici separati maschili e femminili, di locali in cui non ci si può chiudere a chiave, la mancanza di rifugi sicuri per le donne e le ragazze – si legge nel documento delle Ong tedesche – aumenta la vulnerabilità delle donne e dei minori all’interno di queste strutture. È una situazione che gioca a favore di quegli uomini che assegnano alle donne un ruolo subordinato e trattano le donne che viaggiano sole come se fossero ‘selvaggina’”. 

Continua a leggere su:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-violenze-sessuali-minori-scomparsi-tubercolosiil-lato-oscuro-e-censurato-dellimmigrazione-14242.htm

 

 

———————–

– RIRO – Registro Italiano Razzisti e Omofobi

Nessun commento…

Fonte:

http://www.registrorazzista.it/omofobi

 

OTTOBRE 2015

 

– Lo “sprofondamento morale” dell’Occidente

di Juan Manuel De Prada, da controinformazione.info

Gli Stati Uniti combattono con nefaste arti per continuare ad imporre sul mondo il proprio dominio militare, tecnologico ed economico.

In un celebre discorso pronunciato a Valdai, Putin affermava che “un paese deve disporre di forza militare, tecnologica ed economica; tuttavia, quello che sarà determinante per il suo successo è la sua forza spirituale e morale”.

Si tratta di una verità che ricorre implacabilmente nella Storia: tutte le potenze che hanno lasciato che si incancrenisse questa forza spirituale e morale hanno dovuto soccombere, a volte in modo fulminante, ma più spesso con processi lunghi e rovinosi. Accadde nell’antichità, con l’Impero romano, quando i romani decisero di sotterrare le vecchie virtù repubblicane e si abbandonarono alle mollezze dell’impero. E’ accaduto in molti diversi momenti della Storia alle più grandi potenze che, infatuate della propria supremazia militare o economica, si lasciarono snaturalizzare da mode straniere, corrompere dal denaro o cadere vittime del vizio.

Oggi questo è quanto sta avvenendo in forma pietosa agli Stati Uniti, immersi in un penoso sprofondamento morale mentre combattono impiegando artifici nefasti (sobillazioni, mercenari, strategie occulte, ecc.) per continuare ad imporre il loro dominio militare, economico e tecnologico senza voler comprendere che una Nazione resta grande soltanto quando si nutre di una poderosa dinamica spirituale.

I segnali di sprofondamento morale degli USA li vediamo dappertutto, nella loro produzione culturale che appare ogni volta più insignificante, nei loro piaceri ogni volta più plebei o aberranti, nei loro appetiti per ottenere lucro ogni volta resi più voraci; sono i segnali che si sono trasmessi dagli USA alle loro colonie, specialmente al putridume europeo. Si percepisce anche nelle dichiarazioni dei loro pezzi grossi, ogni volta più miserabili e sensa senso, come se si rifocillassero nei miasmi della loro degradazione.

Continua a leggere su:

http://www.controinformazione.info/lo-sprofondamento-morale-delloccidente/#more-13499

 

————————–

– Scelta di catastrofe (Sulla teoria malthusiana)

di Alfonso Pozio, da enzopennetta.it

Perché la teoria di Thomas Robert Malthus, sul rapporto tra popolazione e povertà, continua a distanza di due secoli a dominare le scelte di politica internazionale?

Una teoria smentita dalla storia ma utile per altri fini.

Nel 1979 Isaac Asimov, noto scrittore di fantascienza nonché biochimico, scrisse un libro dal titolo “A Choiche of  Catastrophes” (Catastrofi a Scelta, ed. Mondadori). Il libro è un estesa analisi di tutte le possibili apocalissi che incomberebbero sul pianeta terra.

Alla fine delle 474 pagine Asimov conclude stabilendo che l’umanità debba concentrarsi unicamente su eventi catastrofici probabili, che si profilino nel futuro immediato e che siano evitabili. Tra questi eventi Asimov ne focalizza uno in particolare, la crescita della popolazione. Asimov si ricollega alle teorie elaborate prima di lui da Thomas Malthus, già affrontate su CS molte volte in passato (2012, 2013, 2014, 2015) e che brevemente riassumiamo. Nel 1798 Malthus pubblicò “An essay of the principle of the population as it affects the future improvement of society” (Saggio sul principio della popolazione), in cui sostenne che l’incremento demografico avrebbe spinto a coltivare terre sempre meno fertili con conseguente penuria di generi di sussistenza per giungere all’arresto dello sviluppo economico, poiché la popolazione tenderebbe a crescere più velocemente della disponibilità di alimenti.

Le sue osservazioni partivano dallo studio delle colonie inglesi della Nuova Inghilterra, dove la disponibilità “illimitata” di nuova terra fertile avevano permesso uno sviluppo “naturale” della popolazione con una progressione quadratica, mentre dove ciò non è possibile, si verificano periodiche carestie con conseguenti epidemie che rappresentano naturali forme di controllo successivo.

La teoria demografica di Malthus ispirò vari intellettuali e originò la corrente del malthusianesimo che sostiene il ricorso al controllo delle nascite per impedire l’impoverimento dell’umanità. Le sue idee furono riprese negli anni 1920 da Margaret Sanger (negli USA) (CS-2014) che fondò la oggi tristemente nota Planned Parenthood e più tardi divenne presidente della IPPF (International Planned Parenthood Federation) con quartiere generale in Londra. Nel 1927 organizzò il primo “Congresso sul controllo delle nascite”. La Sanger fu anche la fondatrice del movimento massonico “Sessualità libera” e ricoprì il ruolo di principale finanziatore nella ricerca sulle “Pillole Abortive”. Negli anni ’30 la famiglia Rockefeller comincia a finanziare la causa di Margaret Sanger, utilizzando il suo metodo di controllo delle nascite come soluzione alla crisi di quel tempo. Al Congresso Americano disse:

spero che negli anni futuri possano nascere più figli da genitori capaci e abbienti, e meno figli da genitori poveri e incapaci”.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2015/10/scelta-di-catastrofe-parte-1-2-di-3/

 

———————-

– Perché Bergoglio annuncia ora la riforma/demolizione del papato. L’arcivescovo Tomasz peta al sinodo: Qui è entrato il “fumo di satana” profetizzato da Paolo VI°.

(Il relativismo entra nella Chiesa…)

(immagine tratta da lanuovabq.it)

 Ieri Papa Bergoglio ha prospettato – nientemeno – una riforma del papato: “non è opportuno che il Papa sostituisca gli Episcopati locali nel discernimento di tutte le problematiche che si prospettano nei loro territori. In questo senso avverto la necessità di procedere ad una “decentralizzazione”.

Continua a leggere su:

http://www.antoniosocci.com/perche-bergoglio-annuncia-ora-la-riformademolizione-del-papato-larcivescovo-di-astana-al-sinodo-qui-e-entrato-il-fumo-di-satana-che-fu-profetizzato-da/#more-4000

 

———————–

– Tutti i rischi di Google, Facebook e dei social network

di ByoBlu, da youtube.com

(immagine tratta da wikipedia.org)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=gMWNd2uw1wU

 

 

—————————

– INTERVISTA A ENRICA PERUCCHIETTI – A cura di Elia Menta

di EsserciOra, da youtube.com

(foto tratta da usac.it)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=_Po1N6DppW8

 

 

—————————-

– Arriva anche il reato storico di ‘negazionismo’

da voxnews.info

(immagine tratta da olo-truffa.myblog.it)

In un’aula sorda e grigia, è arrivato il via libera dell’aula della Camera al ddl che introduce nel codice penale l’aggravante di negazionismo.

Il testo, approvato con 340 sì, un no e 107 astenuti, torna ora al Senato in terza lettura.

Un provvedimento osceno. La Storia non si impone per legge, le idee si confrontano con altre idee, non si mettono in carcere. Siamo ad una vera e propria dittatura del pensiero, nella quale, non solo devi fare quello che dice lo Stato, ma devi anche ‘pensare’ come vuole lo Stato.

VOX non è d’accordo con i negazionisti, ma ritiene non solo giusto, bensì essenziale, che chiunque sia libero di esprimere le proprie idee: qualunque idea. E quando uno Stato istituisce leggi per imporre una visione univoca della Storia, allora si passa su un terreno di persecuzione che non può esistere in una democrazia.

Stiamo scivolando sempre di più nel totalitarismo. E poi perché, una legge contro chi nega la Shoah, e non una contro chi nega le Foibe, ad esempio. In realtà, in una democrazia, ognuno deve essere libero di negare quello che vuole, saranno poi i suoi pari, i cittadini, a decidere. Non certo un magistrato. Quando una cosa è vera, non ha bisogno di una ‘legge’.

I deputati italiani hanno dimostrato, una volta ancora, di essere dei senza palle. Oggi lo hanno dimostrato due volte.

E’ così che nascono le dittature: prima se la prendono con gli ‘intoccabili’, quelli che nessuno mai difenderebbe, poi, lentamente, tolgono la libertà a tutti.

Fonte:

http://voxnews.info/2015/10/13/arriva-anche-il-reato-storico-di-negazionismo/

 

 

————————–

– Il trans che vuole essere papà e mamma di un bebè

du Giueseppe De Lorenzo, da ilgiornale.it

Prima della transizione fece congelare il suo sperma. Ora è donna e vuole essere allo stesso tempo il padre (biologico) e la madre (giuridica) del bimbo. Raccolta fondi sul web per pagare la madre surrogata.

Dovremmo forse fermarici a riflettere quando si parla di genitorialità e di matrimoni omosessuali.

Di adozione delle coppie gay e mondo Lgbt. E bisognerebbe mettere in primo piano i bisogni dei bambini, di quelli che sono e di quelli che verranno. Non basta più l'dea dell'utero in affitto pur di avere un figlio a tutti i costi. Ora c'è chi vuole essere allo stesso tempo il padre (biologico) e la madre (giuridica) del bambino.

È l'dea, al limite della follia, di un transgender britannico, Fay Purdham, nato uomo (al tempo Kevin) e che a 16 anni ha deciso di avviare la sua transizione. E che prima di farlo ha pensato di congelare il suo sperma. Il motivo? "Ancora prima di sapere di voler diventare una donna volevo essere madre", ha dichiarato al Daily Mail. E voleva far in modo che il codice genetico fosse il suo. Così intende utilizzare il suo sperma ora che è un trans per fecondare una donna ed ottenere un figlio. Una volta nato, poi, chiederà al Tribunale di diventare la madre adottiva del bimbo di cui è padre biologico.

In questo modo potrebbe essere il primo caso in cui la figura del padre e della madre coincidono nella stessa persona. Altro che genitore 1 e genitore 2: basterà parlare di genitore in generale. Tanto sarebbero la stessa cosa. Al momento a frenare la transgender, finalista a Miss Transgender Uk, è solo la questione economica. Diventare donna gli è costato 60mila sterline (di cui metà pagati dal sistema sanitario inglese), ma ottenere una gravidanza surrogata significherebbe sborsare altri 100mila euro. Per questo ha avviato sul web una raccolta fondi.

Come spiega Avvenire, i casi di medici specializzati nella preservazione della fertilità transgender sono molto frequenti. Addirittura nel 2014 uscì un rapporto su Obstetrics & Gynecology dove si evidenziava lo studio su 41 uomini transgender che hanno partorito – con ovociti propri – dopo essersi trasformati da donne a uomini.

A destare scandalo è però il fatto che Kevin-Fay voglia essere giuridicamente il padre e la madre del piccolo. Che, peraltro, non ha nessuna colpa. Di certo non poteva immaginarsi che la distruzione in corso della genitorialità potesse portarlo ad avere un padre biologico e una madre legale che coincidono nella stessa persona. Fay Purdham, inoltre, a breve convoglierà a nozze con un suo vecchio amico di scuola, Chris Dodd.

Quanti genitori avrà allora quel povero bimbo?

Fonte:

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/trans-che-vuole-essere-sia-pap-che-mamma-bambino-1179539.html

 

 

—————————

Gender: facile da controllare, l’uomo senza identità sessuale

da libreidee.org

Verso il cosiddetto “nuovo ordine mondiale”, le élites starebbero tentando di “rielaborare” l’umanità a proprio piacimento, anche grazie la creazione dell’“uomo senza identità” che sarebbe fabbricato dall’ideologia gender, le cui strategie (e obiettivi) vengono messi a fuoco dal libro “Unisex” di Enrica Perucchietti, scritto a quattro mani con Gianluca Marletta. «Un libro che ancor prima di essere pubblicato ha scatenato forti polemiche da parte dei movimenti femministi e Lgbt, secondo i quali la cosiddetta “teoria gender” nemmeno esiste», scrive Riccardo Allione su “Vvox”. L’autrice però non ci sta: «L’ideologia di genere esiste e ha la sua storia: l’espressione è stata coniata da John Money, padre degli studi di genere insieme ad Alfred Kinsey. Dopo gli anni ’80 si arenò in seguito ai fallimenti degli esperimenti di Money e oggi è stata riesumata. È vero che esistono gli studi di genere, ma d’altra parte c’è il tentativo politico-mediatico di recuperare velleità dei padri del gender». Niente complottismi, dice la Perucchietti. Ma è evidente il «processo di globalizzazione spinto dalle lobby mondialiste che mira a spersonalizzare l’individuo, e questo processo si sta focalizzando sulla questione dell’identità sessuale, per rendere le nuove generazioni più facilmente manipolabili e omologate».

Continua a leggere su:

http://www.libreidee.org/2015/10/gender-facile-da-controllare-luomo-senza-identita-sessuale/

 

 

—————————

– INTERVISTA A ENRICA PERUCCHIETTI – A cura di Elia Menta

di EsserciOra, da youtube.com

(foto tratta da usac.it)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=_Po1N6DppW8

 

 

————————

– Le Elites usano gli immigranti per forgiare il Nuovo Impero Europeo

di Frank davis, da vocidallestero.it

 

Un articolo di Russia Insider prende spunto dai pensieri sull’immigrazione del presidente Ceco Klaus. Con la scusa del multiculturalismo, le élite europee vogliono imporre i migranti alle diverse nazioni. Il fatto che le massicce migrazioni mettano a rischio la coesione sociale degli stati non è un effetto indesiderato: si tratta di uno degli obiettivi principali delle élite. Gli eurocrati vogliono fare piazza pulita di questa Europa e rimpiazzarla con una nuova, formata da cittadini più malleabili alle esigenze dell’aristocrazia. Il “più Europa” non è quindi un mezzo per ottenere risultati per i cittadini europei, bensì il fine stesso di questo processo. L’obiettivo è la creazione di un nuovo “impero europeo”, come Hitler cercò di fare con il terzo Reich, o di distruggere il continente nel tentativo.

Vaclav Klaus, scriveva un paio di settimane fa:

Noi, cittadini firmatari, non vogliamo rimanere passivi a guardare le nostre istituzioni e i nostri rappresentanti politici che perdono tempo in quest’ora cruciale, senza ottemperare il loro dovere, che è – prima di tutto – la difesa della sicurezza e degli interessi dei propri cittadini. L’immigrazione di massa è una minaccia fondamentale alla stabilità dell’Europa così come dei singoli paesi UE. CI troviamo di fronte a una seria minaccia al futuro del nostro paese.

Ovviamente, non aveva tutti i torti. Ma un paio di giorni fa :

Oggi gli stessi ministri degli interni dell’Unione Europea (UE) hanno imposto un piano per ricollocare almeno 120.000 migranti tra gli stati membri dell’UE, senza considerare se la popolazione di quei paesi o i loro governi fossero d’accordo. Il metodo usato per imporre questa decisione viene chiamato “votazione a maggioranza qualificata” (VMQ) – come aveva previsto il leader dell’UKIP Nigel Farage nel suo articolo sul Breitbart London appena 4 giorni fa.

Ed ecco la risposta di Vaclav Klaus:

Citandolo come un raro esempio di scienza sociale che opera “in armonia con il buon senso”, Klaus scrive che la coesione interna di una comunità è “essenziale per il suo funzionamento positivo e produttivo e per la necessaria stabilità di una società”. Egli fa specifico riferimento ai concetti economici di “capitale umano e sociale” senza i quali – egli dice – “uno stato sano e funzionante non è concepibile”.

Klaus avverte che “l’attuale dibattito sull’immigrazione – inquinato dall’ideologia del multiculturalismo – ignora questi fatti elementari”. Al contrario, i sostenitori della migrazione credono che i singoli stati europei possano “rimpolpare” la forza lavoro senza problemi. Perciò essi si propongono di accogliere e alloggiare i migranti con la promessa di “una vita nuova, migliore”.

Klaus spiega quale è a suo parere la vera motivazione per la quale la migrazione viene sostenuta, facendo riferimento al pensiero dell’ex capo dell’ufficio della Presidenza, Jiri Weigl.

Egli riferisce la teoria di Weigl secondo la quale la finalità della politica delle “braccia aperte” è per l’appunto quella di distruggere la coesione sociale per poter costruire una “nuova Europa” sulle rovine della vecchia “senza coloro che sono soddisfatti dell’Europa esistente”. Dal momento che i migranti non si sentono legati a nessuno degli attuali stati europei in particolare, essi possono essere più facilmente rieducati, manipolati e indottrinati a identificarsi con una “nuova Europa multiculturalista”.

Continua a leggere su:

http://vocidallestero.it/2015/09/30/le-elites-usano-gli-immigranti-per-forgiare-il-nuovo-impero-europeo/

 

 

————————

– Immigrati a Oslo

su segnalazione Fb. di Gian Matteo Ferrari

VIDEO

https://www.facebook.com/ferrarigianmatteo/videos/915925581821223/

 

 

————————

– Un Papa allarmante. Anche se non siete credenti.

di Maurizio Blondet, da maurizioblondet.it

Che bravo El Papa. E’ piaciuto al Congresso. Ad Obama. E’ piaciuto all’ONU al completo. A Castro, anzi a tutt’e due i Castro. In Italia piace a tutti: a Scalfari, a Pannella & Bonino, a Bertinotti, ai gay militanti che si aspettano grandi novità da lui. Piace ai valdesi, ai massoni.  Piace anche a Marchionne per lo spottone che ha fatto alla Fiat 500.

E’ logico che piaccia a tutti quelli che erano nemici della Chiesa, che la  sentivano come ultima istanza antagonista. Ma oggi essa “tace del peccato, dell’errore, del ‘guai a voi’, della redenzione, del giudizio, del fine trascendente: il cristianesimo è ridotto a qualche cosa di appendicolare, di sussidiario, di cooperante”: una Ong, insomma.

Per un cattolico, questo successo mondano è un segno bruttissimo, terminale: “Guai quando tutti gli uomini diranno bene di voi. Allo stesso modo infatti facevano i loro padri con i falsi profeti” (Luca 6, 25-26). Ma chi non è credente farebbe male a infischiarsene o rallegrarsene, perché – essendo ogni politica l’emanazione di una teologia (1), lo si voglia o no – un rovesciamento della teologia cattolica di questa misura, avrà conseguenze anche sulla vostra vita. E conseguenze negative per la libertà stessa, e orribili per un più profondo motivo.

El Papa ritiene che la dogmatica (il contenuto di conoscenze specifiche del cattolicesimo, quello che lo distingue dalle altre religioni) sia un ostacolo “all’incontro”, alla “accoglienza verso tutti gli uomini”, al “costruire ponti”. La vede come un ostacolo alla pastorale, all’amore che deve venire prima di tutto, verso tutti gli uomini senza distinzione. Perché, per esempio, i divorziati risposati non dovrebbero avere la Comunione? E le coppie gay essere “accolte nella Chiesa”? Non bisogna “perdersi in vuote riflessioni teologiche”, perché urge la “carità, l’incontro”.

Continua a leggere su:

http://www.maurizioblondet.it/un-papa-allarmante-anche-se-non-siete-credenti/

 

 

————————–

– Diego Fusaro

 

 

————————

– NEW AGE, QUANDO L’UOMO SI CREDE DIO

 

di Fabrizio Gentile, da interris.it

 

New Age, letteralmente nuova era. Il nome evoca musiche rilassanti, paesaggi incontaminati, stato di benessere: una sorta di paradiso interiore. Di per sé non è una “religione”, ma sotto il suo nome ricadono diverse aree facenti riferimento a filosofie, religioni, medicine alternative, stili di vita. Ha comunque l’ambizione di “curare lo spirito” dell’uomo, e per questo prevede un approccio individuale all’esplorazione dell’io.

Chi lo pratica è interessato a esperienze e concetti come la meditazione, il channeling, la reincarnazione, la cristalloterapia, la medicina olistica, l’ambientalismo e numerosi “misteri” di difficile interpretazione come gli Ufo o i cerchi nel grano, o anche i bambini indaco; tutto per raggiungere incanto, armonia, salute.

Insomma, in un mondo come quello attuale dove la frenesia è diventata una costante e il relativismo un dogma, affidarsi alla Madre Terra per molti potrebbe sembrare la cosa più “naturale” possibile. Non a caso questo movimento può essere collocato nel contesto più ampio dell’esoterismo, il cui fascino è in continua crescita. La gente ha trovato molto affascinante questo complesso movimento, il che indica il profondo e sentito bisogno di una dimensione spirituale della vita; si è diffuso persino tra i cristiani, che non hanno la percezione di come la riformulazione completa della vita implichi la messa in discussione della figura stessa di Gesù.

Continua a leggere su:

http://www.interris.it/2015/10/03/73731/posizione-in-primo-piano/schiaffog/new-age-quando-luomo-si-crede-dio.html

 

 

——————————

– Negroponte: la competizione è la radice del male.

di byoblu, da youtube.com

VIDEO

http://www.byoblu.com/post/2015/10/06/negroponte-la-competizione-e-la-radice-di-tutti-i-mali.aspx

 

 

————————-

– La spersonalizzazione nella società globale.

di Gabriele Sannino, da gabrielesannino.com

La massificazione e' un fenomeno presente in qualsiasi societa', da quella primitiva a quella globalizzata.
Senza la massificazione, infatti, verrebbe a mancare la coerenza sociale, e la stessa societa' non potrebbe esistere.

Un esempio parossistico di massificazione si ha in ambito militare: qui, in certi contesti, bisogna diventare un unico corpo con un'unica voce, dato che bisogna difendere la patria e mettere a rischio la vita.

Anche in questo caso, pero', la motivazione ideologica singola deve comunque prevalere, dato che la spersonalizzazione non e' mai totale, e bisogna fare i conti con quello che rimane dell'individualita'.

La massificazione in realta' potrebbe essere utile quando nutre il corpo sociale, lo educa, anzi lo alimenta: se gli individui restano solo repressi, un po' come e' avvenuto nei totalitarismi e in generale nei periodi bellici della nostra storia, allora essa diventa deleteria e involutiva.

I totalitarismi – precisiamolo – non sono solo bellici, ma anche religiosi e finanche culturali: un esempio tipico e' la violenza dogmatica dei monoteismi, le crociate e la jihad islamica per i guerriglieri musulmani, cosi' come i movimenti ideologici dell'illuminismo, del romanticismo e via discorrendo.

Ogni come ieri, in fondo, la societa' ci vuole uguali: in passato le donne vestivano e si comportavano in un certo modo, cosi' gli uomini; oggi, nonostante ci sia un apparente varieta' di comportamenti, costumi e gusti, assistiamo a un'omologazione indotta dai mass media che ci fanno credere che certe cose le stiamo semplicemente pensando con la nostra testa.

La domanda da porsi ai giorni nostri credo sia questa: l'attuale societa' globalizzata, con il suo carico di egoismo, individualismo e arrivismo esasperati, ma anche con la sua arroganza, prepotenza, nonche' le sempre piu' flebili opportunita' (dato che tutto viene concentrato a livello verticistico) puo' davvero dirsi tale?

Non e' che siamo davanti – sic et simpliciter – a un'aggregazione di individui controllati e – sempre piu' dominati – che si fa passare "tranquillamente" per un corpo sociale?

Nel contesto attuale della globalizzazione, infatti, la spersonalizzazione dell'individuo resta subdola, nel senso che si crede di essere liberi, ma i pensieri, le parole e le azioni sono tutte decise dal "sistema".
E' cosi' che si creano i tanti piccoli cloni che vediamo ogni giorno, i quali credono di essere aperti e intelligenti, mentre invece subiscono tutte le ristrettezze mentali che il sistema impone.

Continua a leggere su:

http://www.gabrielesannino.com/stampa2.asp?st=504

 

 

————————

– Iper globalizzati e senza futuro.

di Marco Cedolin, da ilcorrosivo.blogspot.it

Strano progresso quello intervenuto durante gli ultimi decenni, vissuti nell’illusione di essere diventati “cittadini del mondo”, mentre in realtà abbandonavamo ogni connotazione umana, per trasformarci prima in risorse e capitale e poi in esuberi, da smaltire in qualche maniera, possibilmente senza fare troppo rumore. Strano progresso quello arrivato melodioso attraverso le voci melliflue dei cantastorie, impegnati ad incensare le virtù taumaturgiche del libero commercio e della grande finanza, mentre “l’uomo comune” iniziava a morire, deprivato della propria identità e di ogni prospettiva di futuro…..

Un progresso declinato nel verbo delle multinazionali e del gigantismo, dove piccolo è brutto per antonomasia, dove l’appartenenza e il senso di comunità sono piaghe da estirpare nel nome del mondialismo, dove le nazioni costituiscono il retaggio di un passato da dimenticare, ormai immolate sull’altare dei mercati, della finanza globale e di una piccola élite parassitaria che gestisce la vita di tutti noi, sempre che questo esercizio quotidiano di sopravvivenza possa definirsi vita.

Ci hanno raccontato che sarebbe stato necessario rottamare istituzioni anacronistiche come lo stato e la famiglia, per entrare in un futuro radioso costituito da istituzioni transnazionali in grado di renderci liberi e felici. Che avremmo dovuto aprire le nostre frontiere alle importazioni, che quella della globalizzazione si sarebbe rivelata l’unica strada praticabile e oltretutto la migliore scelta possibile.

E tutti noi abbiamo accettato, obnubilati dal canto delle sirene mediatiche, spaventati dall’accusa di antimodernismo, plagiati da facili promesse che mai si sarebbero tradotte in realtà.

Continua a leggere su:

http://ilcorrosivo.blogspot.it/2015/09/iper-globalizzati-e-senza-futuro_20.html?utm_medium=referral&utm_source=pulsenews

 

 

———————-

– Gender, truffa psicologica: il prof. psichiatra Meluzzi sbugiarda il ministro Giannini.

da noaimatrimonigayinitalia.it

Il ministro Giannini ha parlato di “truffa culturale”, il nostro direttore ha risposto con “la vera truffa culturale”, ma noi con lei vorremmo capire se sul gender c’è o no anche una truffa psicologica. Confusione, uso dei termini, mancanza di distinzioni: il parlare ad esempio di identità di genere e non di sesso cosa comporta?
«Ormai è in corso una grande operazione culturale che io chiamerei
l’operazione culturale dell’indistinto che

ha delle radici, delle origini molto forti. Si cerca cioè nel nome di una male indirizzata teoria della giustizia e dell’uguaglianza un uniformarsi sulle diversità. Una delle prime manifestazioni è stata l’eliminazione dell’idea di debolezza. Essere vecchio, soffrire di una malattia cronica è un segnale di debolezza. Però noi abbiamo sostituito le parole vecchio, sordo, cieco con degli eufemismi: la terza età, il diversamente giovane, il diversamente abile. Sull’onda di questo tentativo generoso si è arrivati alla fine delle altre distinzioni».

Ovvero?

«Quella appunto tra il maschile e il femminile. Siccome ci sono delle persone che per una loro storia, per delle caratteristiche, per la loro genetica hanno una difficoltà a definirsi nel genere bisognava risolvere il loro problema eliminando la distinzione di genere. Non il maschile e il femminile, ma la pure soggettività».
Ognuno è del sesso che ritiene di essere?

Continua a leggere su:

http://www.noaimatrimonigayinitalia.it/2015/09/20/gender-truffa-psicologica-il-prof-psichiatra-meluzzi-sbugiarda-il-ministro-giannini/#more-2064

 

 

———————–

– “La teoria del gender non esiste! Mai esistita!”

di Maurizio Blondet, da maurizioblondet.it

Chi crede che esista una volontà pubblica di instillare la teoria del “gender” negli scolari è: “bigotto”, “sessuofobo”; uno che ha problemi  di gestione della sua sessualità;  uno che crede ai “Protocolli dei savi di Sion”, un “imbranato”, “cialtrone e infinitamente stupido”: con questi pacati e ragionevoli argomenti tal Nicoletti, su Radio 24, ha provato a combattere – con furia, violenza e malanimo sospetti – la preoccupazione dei genitori allarmati di ciò che verrà insegnato loro a scuola.

Intervista alla ministra Giannini, che ha minacciato di conseguenze penali di “diffonde la calunnia”; perché no, a scuola non si insegna la teoria del gender, ma solo la “sensibilizzazione alla parità dei sessi”; saranno lezioni “contro l’omofobia”; contro “la cultura della discriminazione”. Poi il Nico dà la parola al “sessuologo Emmanuele Iannini”, presentato sobriamente come ”uno dei sessuologi più conosciuti nel mondo, una delle nostre eccellenze scientifiche”.Sottinteso: non osate di criticarlo voi, ignoranti.

E così sono state dispiegate le due tenaglie con cui il potere riesce a schiacciare le idee e informazioni proibite: le Procure penali e la cosiddetta autorità scientistica. Lo fanno con chi prova a studiare l’Oloché, lo fanno con chi ha obiezioni sull’evoluzionismo darwinistico, e adesso, coi genitori che si vedono privati dallo Stato del loro diritto primario ad educare i propri figli secondo natura.  Diritto che si limitano a delegare allo Stato, e di cui invece lo Stato si appropria.

Continua a leggere su:

http://www.maurizioblondet.it/la-teoria-del-gender-non-esiste-mai-esistita/

 

 

—————————-

AGOSTO – SETTEMBRE 2015

 

– Scalzi e scarpati

da rossland.blogspot.it

 

Questa "marcia degli scalzi" a me pare Kitsch nel senso più profondamente kunderiano del termine, quello per cui "il Kitsch è la negazione assoluta della merda… l'ideale estetico dove la merda è negata e tutti si comportano come se non esistesse".

Ma la merda negata, attenzione, non sono né gli immigrati (che è difficile negare dati i numeri previsti ormai in "milionari"), né la "propaganda xenofoba" cui si manifesta contro e che considero solo il contraltare del buonismo dell'accoglienza totale in salsa euro-merkeliana, cioè di quel sotteso "siamo accoglienti ma anche previdenti: investiamoci 6 miliardi che questi poi ci pagano le pensioni".

Questo scalzarsi i borghesi piedini per una mezz'oretta davanti alle telecamere glamour della Mostra del Cinema di Venezia, mi ha ricordato un altro che si tolse un giorno la scarpa, ma non per fare da megafono a decisioni già prese in alto loco che non abbisognano del supporto melenso di chi divide il mondo in razzisti e non razzisti, ponendosi ovviamente dalla parte del non razzista militante. Cioè del più accanito e inestirpabile fra i razzismi: quello fra poveri e quindi ignoranti razzisti, e borghesi e pertanto intelligenti e accoglienti.

La scarpa che si tolse allora il giornalista iracheno fu per lanciarla, come si lancia sasso o un proiettile fisico e metaforico, contro Bush, per dire in un unico gesto scarparo tutta l'indicibile e intollerabile distanza fra chi decide e chi subisce le decisioni altrui, patendone i danni, senza essere mai chiamato a dir la sua pena l'accusa di razzismo, xenofobia o terrorismo, termine che si adatta perfettamente a chiunque non si allinei alla verità a scatola chiusa del potere.

Continua a leggere su:

http://rossland.blogspot.it/2015/09/scalzi-e-scarpati.html

 

 

————————-

– Avere non è essere. Caro Feltri, l’essere umano non è merce

da coscienzeinrete.net

Leggo su Il Fatto Quotidiano alcuni interventi di Stefano Feltri secondo cui "Studiare cose belle e interessanti ma inutili per il mercato del lavoro, condanna migliaia e migliaia di ragazzi alla disoccupazione o alla sottoccupazione". Caro Feltri, l'essere umano e la vita non sono merci, anche se vogliono convincerci che sia così.

Vorrei partire da una citazione che mi piace molto. "Non c'è nulla di più triste di un essere umano che non possa perseguire la propria vocazione", di Erika Di Martino, maggior rappresentante dell'homeschooling in Italia.
Giulio Tremonti, ex ministro dell'economia, affermò che in Italia con la cultura non si mangia. Tempo dopo ha trovato un degno ammiratore nel vicedirettore del "Fatto Quotidiano" Stefano Feltri che, in alcuni interventi sul sito web del suo giornale, ci ha regalato recentemente perle di non saggezza di cui riportiamo due passi significativi.

"In tanti commenti ai due post precedenti, si rivendica il diritto di studiare come (e quanto) si crede, seguire la propria vocazione senza "mercificare" le proprie scelte di vita. Mi spiace informarvi, cari difensori del "studia quello per cui ti senti portato senza pensare alle prospettive", che questa è una posizione di destra: l'istruzione è l'unico ascensore sociale che funziona, in Italia e non solo".

Feltri poi prosegue: "Studiare cose belle e interessanti ma inutili per il mercato del lavoro, condanna migliaia e migliaia di ragazzi alla disoccupazione o alla sottoccupazione. E congela l'ascensore sociale".

Secondo queste affermazioni e altre di questo tono, per Feltri le persone non dovrebbero seguire i propri talenti, le proprie aspirazioni e interessi ma essere motivati esclusivamente dalla possibilità di stipendio nelle scelte degli studi o dalla "carriera" da intraprendere. Sostanzialmente se sei Paganini ma le statistiche ti dicono che i soldi li farai come ingegnere, lascia perdere il violino e fai l'ingegnere e conseguentemente vivi una vita di frustrazione e tristezza fino alla fine dei tuoi giorni.

Continua a leggere su:

http://www.coscienzeinrete.net/arte/item/2507-avere-non-e-essere-caro-feltri-l-essere-umano-non-e-merce

 

 

————————–

– ECCO CHI PROMUOVE LA "ACCOGLIENZA" (Chi l′avrebbe mai detto?)

di Maurizio Blondet, da stampalibera.com

Il 5 settembre doveva tenersi a Parigi, Place de la République, una “grande manifestazione” , ovviamente “spontanea”, senza capi, fatta di “semplici cittadini”, a favore dell’accoglienza senza limiti dei migranti da Siria e Irak e contro le “poltiiche repressive” degli stati che si oppongono ai profughi. La manifestazione s’è tenuta. Ma non è stata affatto “grande”. E’ stata, diciamolo, un flop. A dimostrazione di quanto la marea di emozione creata per forzare una politica di immigrazione incontrollata sia artificiale, come del resto tutto il fenomeno dell’immigrazione di massa contro l’Europa.

Ancor più interessante – grazie a un lettore che me l’ha segnalato – sapere chi è il promotore della (fallita) grande manifestazione spontanea. Chi l’avrebbe mai detto? E’ un quarantenne documentarista (dice lui), esperto di marketing, che vive normalmente in Ucraina. Ebreo. Si chiama Raphael Glucksmann.

Il suo cognome farà risuonare un’eco nella memoria dei più anziani. Infatti il liberista-libertario senza-frontierista Raphael è il figlio di André Glucksmann.

Personaggio cruciale. Papà Glucksmann – a destra nella foto, accanto al rampollo –  è stato il capo (con Bernard Henry Lévy) del ben pubblicizzato movimento dei Nouveaux Philosophes: giovani ebrei che si sono messi in luce come agitatori ultra-rossi nel Sessantotto (non dimentichiamo Cohn Bendit), hanno provocato la caduta (o meglio il ritiro) di De Gaulle;  allora  era, anzi erano,  di estrema sinistra e difensori della “rivoluzione culturale” di Mao.

Poi, nei tardi anni ’70, ecco la loro metamorfosi: diventano critici del comunismo sovietico ormai decadente  e protettori dei “dissidenti perseguitati” in Urss.

Continua a leggere su:

http://www.stampalibera.com/?a=30278

 

 

————————

– Ecco la sconvolgente verità sulla Libia e l’immigrazione

di TzeTze, da facebook.com

VIDEO

https://www.facebook.com/tzetze.politica/videos/1057136150985962/

 

 

——————————-

– Gender revolution – ProVita

di ProVita, da youtube.com

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=DGQ2VnAzVMc

 

 

————————-

– Arriva il patentino obbligatorio, “furto ai danni di chi ha un orto per hobby”

di Lorenzo Vannucci, da sapereeundovere.com

Ennesimo “scippo” di Stato, anzi di Unione europea. In arrivo la norma che prevede l’obbligo di acquisire un patentino per comprare e utilizzare prodotti fitosanitari sia per aziende sia per privati, che entrerà in vigore dal 26 novembre. Tanto coloro che coltivano un orto per passione, quanto chi fa della coltivazione agricola un lavoro è rimasto profondamente scosso da questa nuova norma.

Durissimi commenti «Si tratta di un furto bello e buono ai danni dei privati cittadini legalizzato dalle istituzioni competenti in materia. Questo è un modo con cui vengono fatti soldi per interessi di non si sa nemmeno chi. E lo dimostra il fatto – conclude Lorenzi – che la norma non è un’idea di un qualche parlamentare italiano, ma una conseguenza di una direttiva arrivata niente meno che dall’Unione Europea in persona».

Per i singoli il costo è assolutamente esagerato.

Continua a leggere su:

http://www.sapereeundovere.it/arriva-il-patentino-obbligatorio-furto-ai-danni-di-chi-ha-un-orto-per-hobby/

 

 

——————————-

– Massoneria e Alieni

da filosofiaelogos.it

Il massone di 33° grado, Cavaliere di Malta onorario di sangue Royal Blue e 40° presidente degli Stati Uniti d'America: Ronald Reagan, in più occasioni ebbe modo di affermare pubblicamente che se il mondo avesse temuto una minaccia aliena, di certo si sarebbe riunito sotto un'unica bandiera.

Nel corso dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite del 21 settembre 1987, disse:

"Nella nostra ossessione per gli antagonismi contingenti spesso scordiamo quante cose uniscano tutti i membri dell'umanità. Forse abbiamo bisogno che spunti una minaccia universale per farci prendere atto di questo legame comune. Ogni tanto mi capita di pensare a quanto velocemente le differenze nel mondo svanirebbero se ci trovassimo di fronte ad una minaccia portata da entità non di questo mondo."

In un'affollata conferenza tenuta presso la Casa Bianca il 5 maggio 1988 Reagan confermò:

"Mi sono spesso chiesto cosa succederebbe se tutti noi scoprissimo di essere minacciati da un nemico esterno… un potere proveniente da un altro pianeta. Non accadrebbe che all'improvviso scopriremmo che in realtà non esistono differenze tra noi tutti, che in realtà siamo esseri umani e cittadini del mondo e che dovremmo unirci per contrastare una simile minaccia?"

Reagan menzionò questa idea molte altre volte nel corso della sua vita.

"Gli americani oggi si indignerebbero se le truppe dell'ONU entrassero in Los Angeles per ripristinare l'ordine [si riferiva ai disordini del 1991]. Domani ci sarebbero grati! Ciò è particolarmente vero se fosse detto loro di trovarsi sotto una minaccia esterna non terrestre, reale o orchestrata, la quale metta a repentaglio la nostra stessa esistenza. In questo caso i popoli del mondo invocherebbero di essere protetti da questo male. L'unica cosa che sta a cuore ad ogni uomo è la propria incolumità. Se venisse sottoposto loro uno scenario di questo genere, la gente rinuncerebbe volentieri ad ogni diritto umano pur di ottenere la garanzia di conservare il proprio benessere, che sarebbe fornita dal Governo Mondiale."

Henry Kissinger, meeting del Bilderberg presso Evians, Francia, 1991

Continua a leggere su:

http://www.filosofiaelogos.it/News/Massoneria-e-Alieni.html

 

—————————-

– La nostra vita è una menzogna

di 21122012, da youtube.com

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=Y2eNv__QVWA

 

————————–

– L’immigrazione è promossa dal capitale. Il nemico non è chi ha fame ma chi affama

di Diego Fusaro, da ilfattoquotidiano.it

Situazione rovente, in questi giorni, a Casale San Nicola, borgata residenziale di Roma dove vi sono stati scontri tra polizia, militanti di gruppi di destra e residenti ostili all’apertura di un centro per rifugiati. Si legge anche di gruppi politici che pateticamente si vantano per aver “impedito la distribuzione del cibo ai clandestini chiedendo che venisse consegnato agli italiani in difficoltà” (sic!). Mi domando perché anziché vedere il nemico in chi è affamato – italiano o no che sia -, non lo si veda in chi affama, in chi riduce i popoli nella miseria, in chi tramite l’usura e lo sfruttamento genera miseria per i più e ricchezza illimitata per pochi. Svegliamoci. Il nemico non è chi ha fame ma chi affama; chi getta nella disperazione i popoli e non chi è disperato; chi costringe gli esseri umani a fuggire, non chi fugge; chi provoca l’immigrazione, non chi la subisce. È il capolavoro del potere quando si pensa che il nemico sia chi sta più in basso di noi e non chi sta sopra di noi!

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/07/19/limmigrazione-e-promossa-dal-capitale-il-nemico-non-e-chi-ha-fame-ma-chi-affama/1887863/?fb_ref=Default

———————-

– Crisi demografica in Europa? Voluta e calcolata

di Francesca Romana Poleggi, da notizieprovita.it

La mentalità neo-maltusiana diffusa da decenni in Occidente comincia a dare i suoi frutti amari, in termini di crisi demografica e invecchiamento della popolazione.

L’Italia, l’Europa, il Giappone e stanno invecchiando inesorabilmente.

Come abbiamo riportato tempo fa, siamo condannati alla “morte demografica” da quando abbiamo imparato a controllare artificialmente e a contrastare il più elementare degli istinti di sopravvivenza: fare dei figli.

Tempo fa anche l’ex governatore della Banca d’Italia, Antonio Fazio, in un saggio intitolato “Sviluppo e declino demografico in Europa e nel mondo” (edizioni Marietti), notava che la popolazione italiana è la più invecchiata del mondo, ai livelli molto preoccupanti raggiunti da quella giapponese, ma che nel giro di qualche generazione tutte le popolazioni europee sono condannate a una sorta di “eutanasia sociale”.

Il tasso di fertilità necessario per mantenere invariato il numero di abitanti è di 2,1 figli per donna. Negli anni ’60 tutti i paesi europei si attestavano su medie superiori a 2. Oggi siamo tutti intorno all’1. Economisti come Gotti Tedeschi, saggi come “The empty Cradle” di Philip Longman e “Fewer” di Ben J. Wattenberg, hanno ben descritto le tragiche conseguenze di questo declino in termini di crisi economica.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/crisi-demografica-in-europa-voluta-e-calcolata/

————————

– Facebook e il controllo delle masse: la fabbrica degli “état d’esprit” e la promozione della cristianofobia.

di Enzo pennetta, da enzopennetta.it

In questi giorni l’attenzione di molti osservatori è stata rivolta verso il “fenomeno” Facebook, e quello che sta emergendo merita una particolare attenzione.

L’obiettivo di orientare le masse è compatibile con la democrazia?

L’attenzione su Facebook è stata richiamata dall’iniziativa dello scorso 26 giugno quando in occasione della sentenza della Corte Suprema degli USA sul riconoscimento dei matrimoni gay la società che fa capo a Mark Zuckerberg ha lanciato un’applicazione che consentiva di colorare la propria immagine di profilo con i colori della bandiera arcobaleno.

Che si trattasse di un esperimento di manipolazione sociale l’hanno pensato tutti quelli che ricordavano un caso avvenuto l’anno scorso, quando Facebook fece un esperimento del quale si ebbe notizia solo perché poi fu pubblicato su PNAS, ce ne occupammo anche qui su CS:

…su un campione di 155.000 utenti ignari di essere sottoposti ad un test per il quale è stato ritenuto sufficiente solo il generico consenso espresso da tutti gli utenti all’atto dell’apertura dell’account. Nulla sarebbe trapelato se lo studio non fosse stato pubblicato il 17 Giugno scorso su PNAS (Proceedings of the National Academy of Sciences) con il titolo “Experimental evidence of massive-scale emotional contagion through social networks“, dove un grafico mostra l’effetto sugli utenti della manipolazione dei feedback positivi/negativi:

L’attitudine di Facebook a condurre esperimenti di manipolazione sociale è stata notata anche su un grande quotidiano come Repubblica, dove il giornalista Simone Cosimi se ne occupò con un articolo: “Facebook manipola gli algoritmi e prova che le emozioni social sono contagiose“.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2015/07/facebook-e-il-controllo-delle-masse-la-fabbrica-degli-etat-desprit-e-la-promozione-della-cristianofobia/

 

 

——————————-

– Unioni omosessuali: cosa ha detto veramente la Corte Europea per i diritti dell'uomo

di Raffaele Buscemi, da documentazione.info

"La Corte Europea di Strasburgo condanna l’Italia per il mancato riconoscimento delle famiglie formate da persone dello stesso sesso". Quanti giornali stanno titolando così in questi giorni? Praitcamente tutti. Per capire cosa ha detto veramente la Corte Europea per i diritti dell'uomo noi ci siamo letti integralmente cosa ha veramente indicato la Corte e quali pareri ha dato. 

Innanzitutto stiamo parlando del caso "Oliari and others v. Italy" per una violazione dell'articolo 8 della convezione europea dei diritti umani che riguarda i "diritti del singolo cittadino e della vita di famiglia". In sostanza, esprimendosi sul caso di tre coppie formate da uomini, tutti italiani, la Corte europea dei diritti dell’uomo (Cedu) di Strasburgo ha accolto i ricorsi chiedendo all’Italia di adottare qualche forma di riconoscimento legale per questo genere di convivenze, ma negando che debba trattarsi di matrimonio. 

Questo il passaggio esatto:

A civil union or registered partnership would be the most appropriate way for same-sex couples like the applicants to have their relationship legally recognised 

La CEDU ha innanzitutto ribadito che non esiste il diritto umano al matrimonio e nemmeno all'adozione, e che gli Stati restano liberi di disciplinare la materia come meglio credono. (Article 12 did not impose an obligation on States to grant a same-sex couple like the applicants access to marriage).

La Corte individua nell'ordinamento italiano un deficit di tutela dei diritti dei conviventi dello stesso sesso, e si limita a suggerire che la forma delle unioni civili potrebbe essere quella adeguata. In effetti in Italia manca una regolarizzazione non solo per le coppie omossessuali ma anche di quelle eterosessuali che decidono di non sposarsi ma che optano per la convivenza (le coppie di fatto). Rimane quindi assolutamente aperta la possibilità cioè di riconoscere ed armonizzare anche ulteriormente i diritti individuali legati ad una situazione di convivenza piuttosto che dotare l'unione in sé di rilevanza giuridica pubblica. 

Questo procedimento si protraeva già da alcuni anni con due sentenze del Tribunale di Trento avverse alla richiesta di potersi sposare, che avevano dato luogo al verdetto più noto e autorevole in materia, quello che nel 2010 negò l’accesso al matrimonio invitando però il Parlamento a intervenire con riferimento alla coppia come formazione sociale e non solo agli individui. 

La Consulta, ricorda il collegio europeo (presieduto da un magistrato finlandese e composto da 7 giudici, uno dei quali italiano, Guido Raimondi) dichiarò «inammissibile» la loro richiesta ricordando che «toccava al Parlamento regolare, nei tempi, con i mezzi e i limiti fissati dalla legge, il riconoscimento giuridico dei diritti e dei relativi doveri» (At the same time, the court pointed out that it was for Parliament to regulate, in time and by the means and limits set by law, the juridical recognition of the rights and duties pertaining to same-sex couples.). La Cedu ora nota che c’è «conflitto tra la realtà sociale dei ricorrenti, che in Italia per la maggior parte vivono la loro relazione apertamente, e la legge», che non gli garantisce «alcun riconoscimento ufficiale». Secondo la Corte europea, «un obbligo a provvedere al riconoscimento e alla protezione delle unioni dello stesso sesso non comporta nessun onere particolare per lo Stato italiano».

La Corte ha quindi condannato l'Italia o la costringerà a introdurre i matrimoni omosessuali? No.

Come detto invita il legislatore a pensare a una forma di riconoscimento giuridico per coppie che attualmente non sono previste dall'ordinamento. Quale sia questa «struttura legale» per assicurare «una qualche forma di riconoscimento legale» la Corte non lo dice, limitandosi a una precisazione di grande importanza, non a caso taciuta nelle prime frettolose cronache e nelle conseguenti reazioni: la Cedu dichiara infatti «inammissibile» il ricorso nella parte che invoca l’articolo 12 della Convenzione europea per i diritti dell’uomo (diritto al matrimonio) perché esso «non impone un obbligo agli Stati di garantire l’accesso al matrimonio a coppie dello stesso sesso come le ricorrenti». Gli Stati possono legalizzare le nozze per queste coppie (l’hanno fatto 11 Stati aderenti, come ricorda la Cedu) ma la scelta resta a discrezione dei Parlamenti nazionali, secondo una consolidata giurisprudenza della stessa Corte europea su materie delicate come la famiglia e la vita.

Fonte:

http://www.documentazione.info/unioni-omosessuali-cosa-ha-detto-veramente-la-corte-europea-per-i-diritti-delluomo

 

 

——————————-

– Gender: la Basilicata dice no, trasversalmente (anche con voti PD)

da notizieprovita.it

Avevamo scritto qualche giorno fa che in Regione Basilicata era stata presentata una mozione che esprime la contrarietà delle istituzioni regionali a che nelle scuole si attuino progetti educativi ispirati all’ideologia gender.

Paola Concia, nella foto, era probabilmente presente anche alla votazione: non crediamo ne sia rimasta contenta. Infatti il Consiglio Regionale ha approvato la mozione con una maggioranza trasversale di persone evidentemente ragionevoli e di buon senso.

Il consigliere Aurelio Pace ha commentato: “Passata a maggioranza la mia mozione su “Ruolo della famiglia e teoria del gender”. 8 voti favorevoli (Pace (GM), Rosa (FDI), Napoli (FI), Mollica (UDC), Bradascio (PP), Spada (PD), Galante (RI), Castelgrande (PD), 6 contrari (Santarsiero (PD), Cifarelli -PD), Lacorazza (PD), Polese (PD), Perrino (M5S), Romaniello (GM), 1 astenuto (Giuzio -PD). Una grande vittoria. Noi ci crediamo”

Una mozione trasversale, redatta anche grazie alla consulenza esterna di ProVita, con cui la Regione Basilicata dimostra che anche nelle istituzioni il buon senso può prevalere sulle preclusioni ideologiche e sulla follia gender.

La mozione intende impegnare il Consiglio affinché nelle scuole di ogni ordine e grado in Basilicata:

«- non venga introdotta la “teoria del gender” e che venga rispettato il ruolo della famiglia nell’educazione all’affettività e alla sessualità, riconoscendo il suo diritto prioritario ai sensi dell’art. 26 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e dei decreti che riconoscono le scelte educative dei genitori (artt. 1.2, 3.3 e 4.1 del DPR 275/99, art. 3 del DPR 235/97, artt. 2.3, 2.6 e 3 del DPR235/2007 e il Prot. AOODGOS n. 3214 del 22.11.2012);

«- sia oggetto di spiegazione e di studio la ragione per la quale la nostra Costituzione, all’art.29, privilegi la “famiglia come società naturale fondata sul matrimonio”, della quale “riconosce” gli speciali diritti, diversamente da ogni altro tipo di unione;

«- si educhi a riconoscere il valore e la bellezza della differenza sessuale e della complementarietà biologica, funzionale, psicologica e sociale che ne consegue. In questo modo gli studenti impareranno anche che la madre e il padre, nella famiglia, ancor più che nel mondo del lavoro o in altri contesti, apportano la loro propria ed insostituibile ricchezza specifica;

«- si educhi al rispetto del corpo altrui ed al rispetto dei tempi della propria maturazione sessuale ed affettiva. Questo implica che si tenga conto delle specificità neurofisiologiche e psicologiche dei ragazzi e delle ragazze in modo da accompagnarli nella loro crescita in maniera sana e responsabile, prevedendo corsi di educazione all’affettività e alla sessualità, concordati con i genitori e non imposti senza alcuna informazione al riguardo e senza consenso esplicito e consapevole.»

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/economia-e-vita/gender-la-basilicata-dice-no-trasversalmente-anche-con-voti-pd/

 

 

LUGLIO 2015

 

– Massoneria e Alieni

da filosofiaelogos.it

 

Il massone di 33° grado, Cavaliere di Malta onorario di sangue Royal Blue e 40° presidente degli Stati Uniti d'America: Ronald Reagan, in più occasioni ebbe modo di affermare pubblicamente che se il mondo avesse temuto una minaccia aliena, di certo si sarebbe riunito sotto un'unica bandiera.

Nel corso dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite del 21 settembre 1987, disse:

"Nella nostra ossessione per gli antagonismi contingenti spesso scordiamo quante cose uniscano tutti i membri dell'umanità. Forse abbiamo bisogno che spunti una minaccia universale per farci prendere atto di questo legame comune. Ogni tanto mi capita di pensare a quanto velocemente le differenze nel mondo svanirebbero se ci trovassimo di fronte ad una minaccia portata da entità non di questo mondo."

In un'affollata conferenza tenuta presso la Casa Bianca il 5 maggio 1988 Reagan confermò:

"Mi sono spesso chiesto cosa succederebbe se tutti noi scoprissimo di essere minacciati da un nemico esterno… un potere proveniente da un altro pianeta. Non accadrebbe che all'improvviso scopriremmo che in realtà non esistono differenze tra noi tutti, che in realtà siamo esseri umani e cittadini del mondo e che dovremmo unirci per contrastare una simile minaccia?"

Reagan menzionò questa idea molte altre volte nel corso della sua vita.

"Gli americani oggi si indignerebbero se le truppe dell'ONU entrassero in Los Angeles per ripristinare l'ordine [si riferiva ai disordini del 1991]. Domani ci sarebbero grati! Ciò è particolarmente vero se fosse detto loro di trovarsi sotto una minaccia esterna non terrestre, reale o orchestrata, la quale metta a repentaglio la nostra stessa esistenza. In questo caso i popoli del mondo invocherebbero di essere protetti da questo male. L'unica cosa che sta a cuore ad ogni uomo è la propria incolumità. Se venisse sottoposto loro uno scenario di questo genere, la gente rinuncerebbe volentieri ad ogni diritto umano pur di ottenere la garanzia di conservare il proprio benessere, che sarebbe fornita dal Governo Mondiale."

Henry Kissinger, meeting del Bilderberg presso Evians, Francia, 1991

Continua a leggere su:

http://www.filosofiaelogos.it/News/Massoneria-e-Alieni.html

 

 

——————–

– “Ma-trimoni gay” e the Matrix

di Edward Feser, da enzopennetta.it

 

Supponete che uno scettico bizzarro sostenga seriamente – non per scherzo, non per frivola discussione tra compagni di camera, ma seriamente – che voi, lui e tutti gli altri facciate parte di una realtà virtuale generata da un computer come quella rappresentata nel film di fantascienza Matrix.  Immaginate che demolisca facilmente gli argomenti che all’inizio pensavate sufficienti per confutarlo. Egli potrebbe far notare, per esempio, che i vostri richiami a ciò che conosciamo dal senso comune e dalla scienza non hanno validità, dal momento che sono (insiste) solo parte dell’illusione generata da Matrix. Supponete che molti dei vostri amici rimangano così impressionati dall’abilità di questo scettico di difendere i propri strani punti di vista – e così poco impressionati dalle vostre risposte sconvolte – da passare dalla sua parte. Ipotizzate che si irritino con voi per non fare altrettanto e che inizino a mettere in discussione la vostra razionalità e perfino la vostra decenza. Il vostro sostenere il buonsenso realista contro le ragioni dello scettico è, dicono, un mero pregiudizio irrazionale.

Senza dubbio pensereste che il mondo sia impazzito, e avreste ragione. Eppure trovereste difficile mettere insieme argomentazioni che convincano lo scettico e i suoi seguaci. Il motivo non è che i loro argomenti siano razionalmente e provatamente migliori dei vostri, ma è il contrario poiché sovvertono così tanto tutta la razionalità e l’evidenza – difatti sono molto più sovversivi di quanto essi stessi realizzino – che avreste problemi a mantenere la vostra rotta e riuscire nel contempo a mostrare agli scettici che hanno perso la loro. Se lo scettico avesse ragione, nemmeno i suoi stessi argomenti avrebbero alcun valore: la loro apparente solidità potrebbe essere solo un’altra illusione generata da Matrix, rendendo l’intera posizione auto-confutante. Né egli potrebbe lamentarsi lecitamente del vostro rifiutarvi di dargli ragione, né potrebbe compiacersi in alcun modo del convincimento dei vostri amici, dato che per quanto ne può sapere sia voi sia loro potreste pur sempre essere finzioni generate da Matrix.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2015/07/edward-feser-ma-trimoni-gay-e-the-matrix/

 

 

——————–

– Tutte le balle sul ddl Cirinnà

di Elia Buizza, daLosai.eu

 

È frequente, inevitabile e forse politicamente comprensibile che alcuni parlamentari nostrani, nella speranza di vedersi approvati disegni di legge da loro proposti, cavalchino senza ritegno luoghi comuni e sentimentalismi di un popolo che pare subire passivamente il corso degli eventi, vittima del mainstream orginato dalla rivoluzione sessuale del ’68.

Non fanno eccezione i sostenitori del ddl della senatrice Monica Cirinnà in materia di unioni civili.

“Unioni civili sì, matrimonio no”, “unioni civili sì, adozioni no”, “occorre concedere le unioni civili perché in qualche modo hanno il diritto di ricevere qualche tutela giuridica”, “ce lo chiede l’Europa”, “occorre stare al passo con i tempi”, “urge un’apertura verso nuovi modelli familiari extra art.29 Cost.”. Questi i ritornelli più ricorrenti. Eppure a noi, irriducibili vigilanti di una società in decadenza, non può sfuggire che tali argomentazioni sono chiaramente prive di fondamento giuridico.

Alla luce di un’analisi attenta del testo, risultano invece del tutto fondate le principali obiezioni di chi lo contrasta: che la civil partnership è un matrimonio sotto mentite spoglie e che, di fatto, apre all’adozione.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/tutte-le-balle-sul-ddl-cirinna/

 

 

——————–

– Incredibile: libro di propaganda gender anche nell'asilo nido di Roma!

di Losai.eu, da youtube.com

(foto tratta da youtube.co.)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=ygUZtSnyArk

 

 

———————

– Moda: arriva l’intimo uomo pizzo e merletto:

da corriereserale.com

Continua a leggere su:

http://www.corriereserale.com/moda-arriva-lintimo-uomo-in-pizzo-e-merletto/

 

 

——————–

– Bergoglio al RNS: Dovete pregate CON eretici, apostati e scismatici

di Radio Spada, da youtube.com

(foto tratta da lucedimaria.it)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=yVkz2wNHguI

 

 

————————–

– DIEGO FUSARO: Sull'omofobia e sui suoi usi ideologici

di Diego Fusaro, da youtube.com

(Foto tratta da comedonchisciotte.org)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=NcUCreE79CM&app=desktop

 

 

———————-

– Testimonianza shock di una mamma: ecco cosa succede nelle scuole italiane

di Losai.eu, da youtube.com

(foto tratta da foggiatoday.it)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=ta7RHE3Whl0

 

 

———————

– La testimonianza della figlia di una coppia gay che dovrebbe farci svegliare

di Dawn Stefanowicz, da ateleia.org

 

Sono una dei sei figli adulti di genitori gay che di recente hanno presentato degli amicus brief alla Corte Suprema statunitense chiedendole di rispettare l'autorità dei cittadini di mantenere la definizione originaria del matrimonio: un unione tra un uomo e una donna con l'esclusione di tutti gli altri, di modo che i figli possano conoscere i propri genitori biologici ed essere cresciuti da loro. Vivo in Canada, dove il matrimonio omosessuale è stato autorizzato a livello federale nel 2005.

 

Sono la figlia di un padre gay morto di AIDS. Ho descritto la mia esperienza nel libro Out From Under: The Impact of Homosexual Parenting. Più di 50 figli adulti cresciuti da genitori LGBT si sono messi in contatto con me e hanno condiviso le mie preoccupazioni sul matrimonio e la genitorialità omosessuali. Molti di noi lottano con la propria sessualità per via dell'influenza dell'ambiente familiare in cui sono cresciuti.

 

Proviamo grande compassione – non animosità – per le persone che lottano con la propria sessualità e l'identità di genere, ma quando parliamo in pubblico della nostra storia affrontiamo spesso ostracismo, silenzio e minacce.

 

Vorrei avvertire l'America di aspettarsi una grave erosione delle libertà del Primo Emendamento se la Corte Suprema autorizzerà il matrimonio omosessuale. Le conseguenze che si sono verificate in Canada possono essere una lezione.

 

In Canada, la libertà di parola, stampa, religione e associazione ha sofferto fortemente a causa della pressione governativa. Il dibattito sul matrimonio omosessuale che si sta svolgendo negli Stati Uniti non potrebbe esistere legalmente in Canada oggi. Per via delle restrizioni legali alla libertà di parola, se si dice o si scrive qualcosa considerato “omofobo” (includendo, per definizione, qualsiasi cosa che metta in discussione il matrimonio omosessuale), si possono affrontare conseguenze disciplinari o il licenziamento o si può essere perseguiti dal Governo.

Continua a leggere su:

http://www.aleteia.org/it/salute/articolo/usa-matrimonio-gay-testimonianza-figlia-coppia-omosessuale-5906244028071936?

 

 

———————–

– Io, campione dell’ateismo, dico: i cattolici hanno ragione

da tempi.it

Michel Onfray, intellettuale, laico, di sinistra, è celebre soprattutto per il suo Trattato di ateologia. Non vi è forse in Francia pensatore più lontano e ostile alla Chiesa cattolica. Tuttavia, negli ultimi anni, egli si è opposto con forza alla teoria del gender e all’utero in affitto (l’ultima volta, proprio qualche giorno fa, con un appello pubblicato su Le Monde). Qui di seguito proponiamo una sua risposta a un’intervista pubblicata il 4 giugno su Vita.


Crede quindi che la critica alla maternità surrogata sia una battaglia in cui laici, atei, donne e uomini di sinistra si possano fieramente e sinceramente impegnare, senza timore di venir tacciati di – cosa che capita spesso in Italia – essere “cripto-cattolici”?
Per opporsi ci sono molte ragioni e molto diverse tra loro. I cristiani lo fanno lo fanno in nome di altri valori rispetto ai miei: difendono la famiglia tradizionale e il matrimonio eterosessuale, la famiglia monogamica e la sessualità improntata sulla procreazione, il rifiuto della contraccezione e la proibizione dell’aborto. Io no. D’altronde, l’omosessualità, il matrimonio omosessuale, l’adozione da parte di omosessuali (che io difendo) vengono spesso condannati con il pretesto che sarebbero contro natura. Non posso sottoscrivere questa posizione, ovviamente. Ma poi, ci sono cristiani che dicono il giusto e lottano per il rifiuto della mercificazione del corpo. Che cosa dovrei dire di loro? Che sbagliano? Che mentono? No, questo manicheismo produce molti danni al pensiero: gli amici dei nostri amici non sono sempre nostri amici e i nemici dei nostri nemici non sono per forza nostri amici. Questa logica binaria obbliga molti a difendere un errore con il pretesto che la verità è difesa da quelli che consideriamo nostri nemici! Quando da destra si criticavano i gulag sovietici, l’uomo di sinistra che mi sento di essere diceva: ha ragione! Quando i cattolici dicono che un bambino non può essere comprato o venduto e che non si può iniziare un percorso esistenziale sereno in questa configurazione, allora l’ateo che mi sento di essere dice che i cattolici hanno ragione. Dire che sono nel torto solo perché sono cattolici sarebbe un crimine ideologico. La verità, la giustizia sono talvolta di destra, talvolta di sinistra, talvolta cristiane e talvolta atee. Questo non impedisce di essere, come lo sono io, ateo e di sinistra, poiché è la grandezza della sinistra e l’onore dell’ateismo evitare – nella prima – l’intolleranza e – nel secondo – il settarismo. Intolleranza e settarismo: ecco due vizi contro i quali alcuni lottano quando se li trovano davanti, ben disposti nel campo nemico, ma che troppi finiscono per amare, quando se li ritrovano dentro casa propria.

Fonte:
http://www.tempi.it/blog/michel-onfray-ateo-dico-i-cattolici-hanno-ragione#.VYsKBUYppdC

 

 

———————

– OMS: un altro rapporto pro gender e pro aborto (per gli adolescenti)

di L.T., da notizieprovita.it

L’Organizzazione Mondiale della Sanità irrompe di nuovo e bruscamente nella vita dei Paesi aderenti questa settimana con un report infarcito di ideologia gender e cultura della morte.

Innanzi tutto invita gli Stati a rimuovere le restrizioni all’aborto, anche per gli adolescenti.

Non solo: viene richiesto ai governi di essere più “aperti” in materia di chirurgia plastica genitale, relazioni extraconiugali, prostituzione e omosessualità.

La controverse prescrizioni dell’OMS, in materia di scelte sessuali e difesa dell’aborto erano già state esposte dal Friday Fax, un settimanale canadese, ma sono state prese e diffuse su larga scala da un gruppo Australiano di difesa dei diritti omosessuali perché “contengono una specifica sezione sulle persone transessuali e su altri gruppi stigmatizzati come lesbiche e gay”.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, le cui dubbie competenze si sono potute vedere durante l’epidemia di Ebola, costata la vita a 11.000 persone, ora spende le sue forze per promuovere i “nuovi diritti” omosessualisti.

Come detto, questo report esorta i governi ad adottare una “educazione sessuale comprensiva” per i giovani al fine di impartire “conoscenze, capacità e valutazioni per fare scelte responsabili nella vita sessuale”. Queste “valutazioni” contrastano però con quello che è il tradizionale concetto di moralità, ritenuto qui “retrogrado”. Il tutto perfettamente in linea con i tristemente noti Standard per l’educazione sessuale in Europa.

Le parole come “salute sessuale e riproduttiva” e “diritto di riproduzione” appaiono per la prima volta alla conferenza ONU del Cairo su “popolazione e sviluppo” nel 1994, ma la formulazione “diritti sessuali” che l’OMS, un’agenzia della stessa ONU, ha coniato, è stata presto rifiutata da moltissimi Paesi, perché considerata uno stratagemma per aggirare le leggi al fine di promuovere i “nuovi diritti” omosessualisti e l’ideologia gender.

In poche parole l’OMS equipara la salute sessuale alla illimitata possibilità di fare qualsiasi cosa si voglia con il proprio corpo, come ad esempio prostituirsi o provocarsi un aborto. Nel report viene ammesso, con una punta di rammarico, che comunque non c’è formale accordo sul tema “diritti sessuali” nei Paesi Membri. 

Per fortuna, aggiungiamo noi.

Un’agenzia internazionale del calibro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, dovrebbe occuparsi di cose più serie e urgenti nel campo della salute pubblica mondiale.

Soprattutto un’organizzazione internazionale non dovrebbe violare i principi millenari della legge naturale e della morale.

Ma sappiamo che l’OMS non è nuova a queste “cadute di stile”.

Fonte:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/oms-un-altro-rapporto-pro-gender-e-pro-aborto-per-gli-adolescenti/

 

 

——————–

 

– Gender battuto nel mondo su tre fronti: ma nessuno lo dice

da notizieprovita.it

 

Quando la ragione e il buon senso prevalgono, quando la follia gender subisce qualche sconfitta, è bene parlarne.

La propaganda del mainstream massmediatico, invece cerca di glissare su certi fatti.

Pensate al clamore che ha avuto la vittoria del sì al referendum irlandese sul matrimonio gay.

Ebbene, non altrettanta risonanza ha avuto il fatto che il 18 giugno 2015 l’Austria ha respinto una  proposta di legalizzazione delle nozze omosessuali.

Con 110 voti contrari (tra cui quelli dei socialisti) e solo 26 a favore l’Assemblea Nazionale dell’Austria ha respinto quello che gli LGBT hanno definito “il diritto umano del matrimonio tra omosessuali uguale a quello tra uomo e donna”. Ciò che in Italia si continua a negare che voglia fare il Cirinnà. Gli austriaci, ad ogni buon conto hanno rinviato al mittente la proposta. (ce ne informa Gaystarnews.com).

Era passata sotto silenzio dei grandi media anche quest’altra notizia.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/gender-battuto-nel-mondo-su-tre-fronti-ma-nessuno-lo-dice/

 

 

——————-

– La Francia abbandona il progetto gender. Hanno vinto le famiglie

di Mauro Zanon, da ilfoglio.it

Parigi. Dovranno farsene una ragione le fanciulle di Osez le féminisme! e del Collectif éducation contre les LGBTphobies, che giovedì dalle pagine del Monde hanno chiesto al ministro dell’Educazione nazionale, Benoît Hamon, di ufficializzare quanto prima la generalizzazione del movimento “Abcd de l’égalité”. Perché il programma scolastico pro gender – promosso dall’ex ministro Vincent Peillon e dall’attuale ministro per i diritti delle Donne, Najat Vallaud-Belkacem, con il pretesto di decostruire gli stereotipi sessuali e di lottare contre le disuguaglianze tra maschi e femmine – non andrà oltre lo stadio della sperimentazione (attualmente sono 275 le scuole coinvolte). Stando a quanto riportato giovedì dal settimanale Express, a conferma delle indiscrezioni diramate dal Figaro qualche settimana fa, Hamon avrebbe deciso di ritirare il programma, sfiancato dalle crescenti proteste dei movimenti di boicottaggio e alla luce dei problemi economici attuativi emersi dal pre-rapporto ministeriale che doveva valutare lo stato della sperimentazione, mettendo così una pietra tombale sull’ipotesi di estenderlo a tutti gli istituti scolastici in vista della prossima rentrée.

Continua a leggere su:

http://www.ilfoglio.it/articoli/2014/06/20/la-francia-abbandona-il-progetto-gender-hanno-vinto-le-famiglie___1-v-118388-rubriche_c155.htm

 

 

——————-

– Sofri consulente alla giustizia: arrivati al fondo, si scava

da libreidee.org

Renzi non è un inetto. Renzi ha alcuni obiettivi da perseguire. Alcuni mandati, alcuni compiti da eseguire. La distruzione del tessuto sociale, la distruzione dell’assetto democratico e la distruzione dello Stato di Diritto. Era già chiaro dall’inizio, con la revisione dell’articolo 416 ter del Codice Penale. Una norma “perfetta” l’avrebbe definita il Procuratore Generale Lombardi. Così, almeno, continua a ripetere la presidente della Commissione Antimafia Bindi. Cieca e sorda rispetto agli effetti che questa “riforma” sta producendo. Una riforma che costringe alla scarcerazione indagati per voto di scambio. Era chiaro dall’inizio, con la cosidetta “depenalizzazione dei reati minori”: 112 reati che non costituiscono più reato penale. Alcuni odiosissimi, come lo stalking, lo stupro  e ovviamente evasione fiscale e falsi in bilancio. Nel volgere di un anno sono stati più volte “attenzionati” gli argomenti “evasione fiscale” e “falso in bilancio”. Ogni volta alleggerendo ora la pena e ora il reato per arrivare alla nuova “legge anticorruzione” e alla fine è stato creato un sistema per cui, di fatto, il falso in bilancio non esiste più.

Continua a leggere su:

http://www.libreidee.org/2015/06/sofri-consulente-alla-giustizia-arrivati-al-fondo-si-scava/

 

 

——————–

– Usa: nozze gay imposte in tutti gli stati

da quieuropa.it

La soddisfazione di Obama e delle logge statunitensi:

un altro passo verso il Nuovo Ordine

Washington – Il massone Obama (vedi qui Omaggio al Fratello Massone Barack Obama in visita a Roma)  da sempre a favore dei matrimoni gay, nelle ultime ore ha salutato con estrema commozione la decisione (attesa e scontata) da parte della Corte Suprema americana di legittimare le nozze gay in tutto il territorio Usa, inquadrando e innalzando questo "diritto" a rango di prerogativa costituzionale. Già nelle ultime settimane Obama aveva preparato l'opinione pubblica alla novità gender e a questa nuova forma di "dittatura democratica sovversiva" e fortemente irrispettosa verso molti credi religiosi, il diritto naturale e la natura stessa: che da sempre considera quali legittimi solo i matrimoni tra persone di sesso differente, in funzione di prerogative procreative, fisiologiche, educative, psicologiche, biologiche e morali fuori discussione. Ma a quanto pare nel "Nuovo Ordine" qualcuno vuol convincerci democraticamente che la neve sia nera!

Continua a leggere su:

http://www.quieuropa.it/usa-nozze-gay-imposte-in-tutti-gli-stati/

 

 

GIUGNO 2015

– EXPO segreta. Ci sfamano di veleno!

di tommyx, da youtube.com

(immagine tratta da eticamente.net)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=IPXt6uGXwag

 

 

———————

– Monia Benini: VOGLIONO STERMINARE L'UMANITA'!!!

di Francomuzzi fox, da youtube.com

(immagine tratta da nwo-truthresearch.blogspot.com)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=9F44NS5o8RY

 

 

———————

– La Terza Fase del Piano Kalergi – Comprare l’assenso alla paneuropeizzazione programmata

di Sergio Basile, da quieuropa.it

Milano – di Sergio Basile, Direttore Qui Europa –  L'italiano medio ha un grande difetto, anzi due: reagisce solo dinanzi all'ultimo stadio di un disastro annunciato e ha la memoria corta. Riprogrammati dall'effetto monarch dei media, non ci si entusiasma più per le "sacre cause" della vita e della difesa dell'uomo e della famiglia; in compenso si raggiungono assurdi ed episodici picchi di polemica (di circostanza) destinati a svanire tra l'aroma del caffè ed un cornetto "all'italiana" il giorno dopo del grave fatto di turno… D'altronde questa società-gabbia è stata concepita in maniera tale da evitare il più possibile che il cittadino medio possa godere delle preziosissime ore di confronto e dibattito pubblico e libero, delle quali ciascuno avrebbe il diritto di godere, al pari dell'aria e dell'acqua.

Continua a leggere su:

http://www.quieuropa.it/la-terza-fase-del-piano-kalergi-comprare-lassenso-alla-paneuropeizzazione-programmata/

 

 

———————-

– La scuola respinge i libretti dell’Unar sull’ideologia del gender

da uccronline.it

 

In una recente intervista Stefania Giannini, ministro dell’Istruzione, ha confermato di aver messo una pietra tombale sull’inserimento dell’educazione Lgbt nelle scuole tramite i famosi opuscoli “Educare alla diversità a scuola”, pagati 25mila euro e realizzati dall’Istituto A. T. Beck su mandato dell’Unar, l'”Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali“, nato in Italia nel 2003.

«Per le parti che mi sono state fatte leggere sulla famiglia», ha spiegato, «mi sembravano fuori contesto, nulla a che fare con l’Italia». Infatti, dopo mesi di pressanti e preoccupate richieste da parte delle associazioni dei genitori, finalmente una circolare del Ministero dell’Istruzione ha bloccato la loro diffusione nelle classi.

Una piccola vittoria per salvaguardare i nostri bambini dall’ideologia del gender, la grande menzogna che sarebbe possibile scegliere se essere uomo o donna, indipendentemente dal fatto che si è maschio o femmina. I teorici di questa bufala vorrebbero sadicamente instillare nei bambini la confusione verso la loro identità, non a caso -secondo la medicina ufficiale-, chi vive queste convinzioni soffre del disturbo dell’identità di genere (DIG).

Continua a leggere su:

http://www.uccronline.it/2014/05/04/la-scuola-respinge-i-libretti-dellunar-sullideologia-del-gender/

 

 

——————–

– Il M5S aderisce al Gay Pride

di Movimento 5 Stelle Roma, da beppegrillo.it

(foto tratta da qelsi.it)

il M5S Roma ha aderito al Gay Pride ed era presente all'evento. Non ha invece ritenuto importante mostrarsi alla testa di cortei. Noi infatti preferiamo operare all'interno delle istituzioni, con competenza e soprattutto onestà, nel rispetto del mandato che ci è stato conferito. E siamo felici che ieri si sia potuto festeggiare il risultato di questo lavoro: il M5S è il primo gruppo ad aver presentato a Roma una proposta di iniziativa consiliare sulle unioni civili, che oggi sono state finalmente istituite.

Fonte:

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/roma/2015/06/il-m5s-aderisce-al-gay-pride.html

 

 

————————-

– Ecco lo spot “scandaloso” dei pannolini Huggies che l’Authority ha censurato! –

VIDEO

di Daniele Di Luciano, da losai.eu

Gender – Sessismo dei pannolini Huggies: l’autority interviene

C’è ancora chi dice che l’ideologia gender non esiste. C’è ancora chi dice che non c’è un’ideologia perversa che si è insinuata nelle istituzioni, nei media tra gli opinion makers.

Allora, chi fosse di questa idea è invitato a guardare il video della pubblicità di pannolini per bambini qui sotto: è stata CENSURATA dall’Authority garante perché SESSISTA.

Ci uniamo alla Manif Pour Tous che, dopo aver spiegato bene la questione, invita tutti a esprimere solidarietà alla Huggies e a scrivere una protesta all’Authority.

Siamo davvero alla follia pura.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/ecco-lo-spot-scandaloso-dei-pannolini-huggies-che-lauthority-ha-censurato-video/

 

 

————————-

– «Noi, prodotti comprati al mercato». La battaglia di Stephanie Raeymaekers, nata in provetta

di leone Grotti, da tempi.it

 

«Il primo bacio? La prima casa? Il primo bambino? Tutto è possibile». Questo è solo uno dei tanti messaggi pubblicitari che sono stati diffusi a Bruxelles il 3 maggio in un palazzo di proprietà della Regione. Al suo interno si svolgeva un tipo molto particolare di Expo, dal titolo: “Opzioni genitoriali per uomini gay europei”. Di che cosa si tratta? Per dirla con gli ideatori dell’evento, l’organizzazione no profit Men Having Babies (Uomini che hanno bambini), è «la più grande conferenza nel cuore dell’Europa dedicata agli uomini gay che vogliono avere figli». In parole povere, una grande fiera dove si vendono «bambini meravigliosi, perfetti» attraverso l’utero in affitto, con tanto di listino prezzi per (quasi) tutte le tasche. Erano state invitate solamente coppie gay, ma all’evento si è intrufolata anche una donna belga, Stephanie Raeymaekers, che ne è uscita «disgustata». Per la fondatrice dell’associazione “Donorkinderen” (figli di donatori) «è stata un’esperienza scioccante, perché questa gente viene a mostrarti come crea i bambini e ti dice anche che è tutto normale. È una follia». La critica di Stephanie non è dettata dalla sua appartenenza religiosa, né da un particolare retroterra culturale e neppure da una presa di posizione ideologica. Stephanie parla di «follia» solo alla luce della sua esperienza, perché quella follia è la sua vita. Accettando di raccontare la sua storia a Tempi, Stephanie usa queste parole per descrivere se stessa: «Io sono un prodotto comprato al supermercato dal quale è stata tagliata via l’etichetta».


Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/la-battaglia-di-stephanie-raeymaekers-nata-in-provetta#.VXhTuUYppdA

 

 

 

——————–

– Stato di minima coscienza

di Mary Bellavista, da notizieprovita.it

La notizia: la Corte Europea dei diritti dell’Uomo ha stabilito che, se fosse messa in atto, l’interruzione dell’idratazione e dell’alimentazione del trentottenne francese Vincent Lambert, che per un incidente d’auto si trova in stato di minima coscienza dal 2008, non violerebbe l’articolo 2 (diritto alla vita) della Convenzione sui diritti umani.

Ora si sta scatenando un fitto dibattito in merito alla definizione di eutanasia: in questo caso infatti Vincent non ha manifestato alcun desiderio di morire e le cure che lo tengono in vita non sono di natura medica, ma umana di base: cibo e acqua.

Non mi addentro nelle considerazioni su questo caso, anche perché di gente che dice la propria ce n’è già parecchia (e direi che questo è un bene, perché ogni dibattito sulle questioni fondamentali come la vita e la morte è sacrosanto per il risveglio delle coscienze e l’uscita dal torpore da rana bollita).

Vorrei invece parlare di una persona che ho conosciuto molto bene e che ha subito il triste destino di trascorrere gli ultimi otto anni della sua vita in stato di minima coscienza , come Vincent.

Si chiamava Stefano, era un elettricista bravo, di quelli che risolvevano i problemi che gli altri non sapevano affrontare, un uomo buono come non se ne vedono nel mondo, uno che diceva sempre sì, che dava a tutti, che dava tutto. Poi un giorno si è preso la 10.000 volt in una cabina, non è mai stato chiarito come sia potuto accadere. Cuore fermo per lunghi minuti, ipossia, danni cerebrali irreversibili e l’inizio di un coma vigile di difficile decifrazione. Ci sente? Ci vede? Capisce ciò che gli diciamo? Sente la nostra presenza? Quello sguardo che si muove intorno, cosa capta? Cosa cerca?

Nessuno ha risposto a queste domande, nemmeno i medici, perché la verità è che l’uomo biologico è davvero complesso, il cervello è in buona parte ancora un mistero, la coscienza un mondo che la medicina non ha finito di esplorare. Il fatto che un uomo non possa comunicare in modo compatibile con la nostra capacità di comprendere non significa che non abbia uno stato di coscienza. Chi lo può dire con certezza? Ci sono casi nel mondo di insperati risvegli, di inspiegabili ritorni da coma giudicati frettolosamente irreversibili. Sono pochi e sporadici, ma anche uno solo getta un’ombra inquietante sulla certezza di certi verdetti senza speranza lanciati come proclami.

L’unica cosa che succede sempre è che, laddove la coscienza viene recuperata, il paziente dice subito grazie, ai famigliari che non hanno mollato, ai medici che hanno continuato a curare, a tutti coloro che non lo hanno lasciato morire. Il paziente dice grazie e non maledice mai per avere avuto in dono un altro po’ di vita, magari estremamente malandata e limitata per i danni comunque subiti nel corpo, dice grazie e sorride.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/filosofia-e-morale/stato-di-minima-coscienza/

 

 

 

————————-

– Le origini occulte ed esoteriche del nazismo

di PierLuigi Tombetti. da informarexresistere.fr

Il partito nazionalsocialista dei lavoratori tedeschi ha la sua origine in una delle tante associazioni, o bund, in cui il popolo tedesco tendeva naturalmente a riunirsi: questa si chiamava “Germanenorden” (Ordine dei Germani) e vide la luce il 12 marzo 1912 incorporando l’Hammer–Gemeinden (Lega del Martello) ed altri gruppi antisemiti. Il Germanenorden (GO) convocò nel maggio 1914 a congresso tutte le associazioni nazionaliste germaniche con lo scopo di creare una loggia antisemita segreta da contrapporre all’internazionale ebraica: in agosto i membri del “GO” erano già migliaia con oltre cento logge in cui le idee di List e Lanz von Liebenfels erano discusse ed apprezzate dai membri per il loro antisemitismo e per l’enfasi posta sulla ricerca dell’antica sapienza aria.

 

LO YOGA MASSONICO DI VON SEBOTTENDORF.

Sarà nel 1916 che il GO acquisterà il suo elemento di spicco, Rudolf von Sebottendorff: giovane inquieto ed avventuroso, dopo essersi iscritto al politecnico di Berlino si imbarca e viaggia in tutto il mondo. Si ferma al Cairo dove si avvicina al misticismo e all’insegnamento iniziatico dei dervisci Mevlevi (cfr HERA n°31 pag.48). Da queste prime esperienze trae il nucleo dell’insegnamento iniziatico che perfeziona negli anni successivi a Costantinopoli dove rimane al servizio di Hussein Pasha come sovrintendente delle proprietà. Qui Sebottendorff frequenta la famiglia degli ebrei Termudi, ricchi studiosi della Qabbala e proprietari di una vasta biblioteca di testi alchemici e rosacrociani; entra a far parte della loro loggia del rito di Memphis ed elabora un sistema di meditazione e respirazione forzata con tecniche di posizionamento delle mani e del corpo che descriverà in “Die Praxis der alten Turkischen Freimaurerei” (1924). Questa sua attività spirituale si nutre anche della sapienza egizia poiché nel 1900 aveva visitato la piramide di Cheope a Giza, studiandone il significato cosmologico e numerologico, avvicinandosi così alla gnosi occulta delle teocrazie egiziane. Poco a poco Sebottendorff si convince che rune e misticismo islamico hanno un’origine comune e su questa idea continua i suoi studi elaborando una sorta di yoga sillabico, in cui dopo aver assunto speciali posture ed attuato una respirazione canalizzata e controllata, si ripetono alcune sillabe mistiche. Il suo sistema si propone di accumulare il più possibile la forza cosmica all’interno del corpo umano e indirizzarla in punti desiderati così da gustare sapori ed odori sottili fino alla percezione dell’”ombra nera” che segna l’inizio di una nuova vita spirituale ed il discepolo riceve il nome di Loggia.

Continua A leggere su:

http://www.informarexresistere.fr/2015/06/02/le-origini-occulte-ed-esoteriche-del-nazismo/

 

 

——————–

– Le origini esoteriche del nazionalbolscevismo

di Alexander Dugin, da informarexresistere.fr

 

(immagine tratta da informazioneconsapevole.blogspot.com)

Come è noto, il termine “bolscevismo” ha fatto la sua comparsa nel corso del dibattito interno al POSDR (Partito Operaio Social-Democratico Russo) per definire la frazione che si schierò con Lenin. Ricordiamo che la politica di Lenin nell’ambito della socialdemocrazia russa consistette in un indirizzo di estrema radicalità, nel rifiuto dei compromessi, nell’accentuazione del carattere élitario del partito e nel blanquismo (teoria della “cospirazione rivoluzionaria”). In seguito, gli uomini che condussero a termine la Rivoluzione d’Ottobre e presero il potere in Russia furono detti “bolscevichi”. Ma, nella fase post-rivoluzionaria, quasi da subito il termine perdette il suo significato circoscritto ed incominciò ad essere inteso come sinonimo di “maggioritario”, di “politica pan-nazionale”, di “integrazione nazionale” (il russo bolscevico può approssimativamente tradursi come “rappresentante della maggioranza”). Si giunse ad una fase in cui il “bolscevismo” fu percepito come una versione nazionale, puramente russa, del comunismo e del socialismo, in contrapposizione alle astrazioni dogmatiche dei Marxisti e, allo stesso tempo, della tattica conformista delle altre tendenze socialdemocratiche. Una simile interpretazione del “bolscevismo” fu in larga misura caratteristica della Russia, e fu quella che  predominò quasi incontrastata in Occidente. La menzione del “bolscevismo” in relazione con il termine “nazional-bolscevismo” non si limita tuttavia a questo significato storico. Siamo in presenza di una determinata politica, comune a tutte le tendenze della sinistra radicale di natura socialista o comunista; possiamo definirla “radicale”, “rivoluzionaria”, “anti-liberale”. Il riferimento è a quell’aspetto delle teorie di sinistra che Popper definisce come “ideologia totalitaria” o come teoria dei “nemici della Società Aperta”. Dunque, non è possibile ridurre il “bolscevismo” all’influsso della mentalità russa sulla dottrina socialdemocratica. Si tratta di una determinata componente sempre presente in tutte le filosofie di sinistra, e che poté liberamente svilupparsi soltanto nelle condizioni della Russia.

Continua a leggere su:

http://www.informarexresistere.fr/2015/06/03/le-origini-esoteriche-del-nazionalbolscevismo/

 

 

———————

– Il diritto naturale : non se ne può fare a meno …

di Giovanni Stelli, da notizieprovita.it

L’idea di un diritto naturale che costituisca il fondamento del diritto positivo è un’idea elaborata in vario modo dai pensatori greci, ripresa dai filosofi cristiani e infine riproposta dal giusnaturalismo dell’età moderna (Grozio e altri).

Solo con l’avvento del positivismo nella seconda metà dell’Ottocento questa idea è stata marginalizzata, ma essa è comunque viva e presente nella cultura contemporanea.

Liberarsi con un gesto sprezzante di questa idea, magari affermando, come è stato fatto da qualche esponente Lgbt, che si tratta di “una contraddizione in termini” (!) è solo frutto di una colossale ignoranza della storia. Le discussioni sul diritto naturale risalgono al V secolo a.C., all’epoca della Sofistica e attraversano il pensiero filosofico e giuridico occidentale fino ai nostri giorni.

Che cosa si intende per diritto naturale? Le definizioni sono molteplici, ma c’è una costante che non è difficile mettere in evidenza: di fronte alla variabilità delle leggi positive e soprattutto di fronte al carattere ingiusto di molte di esse, è necessario individuare un nucleo di norme permanenti, giuste in sé, razionali in se stesse, oggettive, cioè non dipendenti dall’arbitrio e dalle scelte soggettive dei vari legislatori, motivate spesso dall’interesse di singoli, di ceti, di gruppi detentori del potere.

Per esempio: in base alla legge esistono schiavi e liberi, ma per natura tutti gli uomini sono uguali. Così leggiamo in un frammento di un filosofo greco del V secolo.

Il diritto naturale è pertanto un diritto non scritto, che l’uomo scopre con la ragione e che deve costituire la norma fondamentale del diritto positivo, delle leggi positive. Solo richiamandosi al diritto naturale è possibile criticare le leggi positive. In assenza di questo riferimento, ossia se ciò che è giusto (ciò che è legittimo) coincide con ciò che è stabilito dalla legge positiva (ciò che è legale), diventa impossibile opporsi, per es., ad una legislazione razzista, come quella introdotta da Hitler in Germania negli anni trenta del Novecento.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/filosofia-e-morale/il-diritto-naturale-non-se-ne-puo-fare-a-meno/

 

 

———————–

– Censurato da Youtube il video della dott.ssa (norvegese n.d.r.) che fa lezioni di sesso per bambini di 8 anni

da kevideo.eu

anche VIDEO

http://www.kevideo.eu/censurato-da-youtube-il-video-della-dott-ssa-che-fa-lezioni-di-sesso-per-bambini-di-8-anni/

 

 

 

 

MAGGIO 2015

– "Perché nella mia Irlanda oggi è morta la democrazia"

di Mattia Ferraresi, da ilfoglio.it

“Questo giorno sancisce la morte della democrazia nel mio paese, l’establishment politico e culturale ha distrutto il tessuto della società, il sistema educativo ha totalmente rivoluzionato la testa delle persone e chi come me si è opposto alla mentalità dominante è stato dipinto come un pazzo reazionario”. Parlando con il Foglio, John Waters non usa mezzi termini per descrivere la portata della vittoria del matrimonio gay in Irlanda, sancita con una riforma costituzionale approvata, secondo i primi risultati, con una maggioranza schiacciante. Un risultato così netto non se lo immaginava nemmeno lui, che pure negli ultimi sedici mesi è stato oggetto di una selvaggia operazione di ostracismo culturale dei liberal, che l’ha precipitato da acclamato columnist dell’Irish Times  – giornale che ha guidato la campagna per il “sì” – a icona del pensiero omofobo e impresentabile, ovviamente cattolico, lui che si è definito un “agnostico non praticante”. L’invettiva di una drag queen di nome Panti lo ha confinato sul lato debole della storia, la sua ex compagna Sinead O’Connor ha perfino detto pubblicamente che è “depresso e non vuole ammetterlo”.

Continua a leggere su:

http://www.ilfoglio.it/cultura/2015/05/23/referendum-nozze-gay-john-waters-nella-mia-irlanda-oggi-morta-la-democrazia___1-v-129115-rubriche_c129.htm

 

 

——————

– Effetto Bergoglio in Irlanda: la messa è finita

di Antonio Socci, da antoniosocci.com

(foto tratta da lindro.it)

Fonte:

http://www.antoniosocci.com/effetto-bergoglio-in-irlanda-la-messa-e-finita/#more-3706

 

 

————————-

– L’Io minimo

di Ivana Viazzi, da appelloalpopolo.it

 

Tratto dal libro di Christopher Lasch “L’Io minimo”:

“In un’epoca di turbamenti la vita quotidiana diventa un esercizio di sopravvivenza. Gli uomini vivono alla giornata; raramente guardano al passato, perchè temono di essere sopraffatti da una debilitante “nostalgia”, e se volgono l’attenzione al futuro è soltanto per cercare di capire come scampare agli eventi disastrosi che ormai quasi tutti si attendono. In queste condizioni l’identità personale è un lusso, e in un’epoca su cui incombe l’austerità, un lusso disdicevole. L’identità implica una storia personale, amici, una famiglia, il senso d’appartenenza a un luogo. In stato d’assedio l’io si contrae, si riduce a un nucleo difensivo armato contro le avversità. L’equilibrio emotivo richiede un io minimo, non l’io sovrano di ieri.”

Uno dei tanti assurdi di una società compressa sotto il peso di una responsabilità indotta, che spinge l’uomo a un’identità minima, sottile, fragile. Ogni giorno il potere colpevolizza gli individui della fallacia di un sistema disumano, lasciando all’individuo stesso la responsabilità della sua sorte e delle sue sventure: se non hai un lavoro è perchè sei un’incapace!, se non hai una casa e soldi per vivere è perchè non hai voglia di lavorare!, se il paese è indebitato è perchè tu non paghi le tasse!… e così via; non si tratta più di individui in quanto tali, ma di massificazione di una società inetta e incapace. Così nascono i conflitti orizzontali che canalizzano energie verso buchi neri e vi si disperdono, mentre la classe dirigente continua con ogni mezzo, a mantenere il potere.

Continua a leggere su:

http://www.appelloalpopolo.it/?p=13583

 

 

———————

L'ITALIANO RIBELLE ? FORSE QUELLO IN MUTANDE

di Alcestre, da pauperclass.myblog.it

 

Questi maledetti italiani!

Questi ancora sperano!

La speranza, va da sé, è l’ultima a morire e non l’ammazzi mai; li dovranno prima spolpare ben bene gli italioti, con raziocinio criminale, e calma da usurai; li dovranno espropriare di tutti i mezzanini, i villini, le seconde case, le catapecchie che i loro padri e madri, i nonni e i bisnonni, hanno tirato su nell’ultimo secolo, un mattone alla volta, una bestemmia alla volta, intrallazzando con muratori ragionieri geometri mazzettieri vari, prima che si decidano ad ammazzarla qualsiasi speranza e finalmente dire: “Ahi!”. 

E io sono fra questi, mica mi tolgo dal mazzo.

Seconde case, casette al mare, casine ai colli, o in montagna, oppure case di campagna, vecchie di ottanta o cent’anni, perse nella campagna ormai abbandonata e selvaggia, come dopo una invasione barbarica, improvvisamente vengono attenzionate dagli usurai dello Stato: IMU, ovviamente (è una seconda casa), e poi nettezza urbana (onerosissima anche se ci si sta dieci giorni all’anno), e poi ancora l’IMU (agricola stavolta), e le bollette (gas luce acqua), e i cari loculi dei vecchi nonni (24 euri annui, per ora, ma il trend è al rialzo forsennato); e poi imposte su caldaie, refrigeratori, obblighi su controlli fumi scarichi tubi (sì, l’Europa pensa alla nostra salute, incessantemente; queste imposte le sfango, per ora); e quindi, perché no?, le riclassificazioni catastali (in vista di maggiori imposte), l’ultima novità piovuta nella cassetta delle lettere, nel consueto stile burocratico da Stele di Rosetta, ma con chiarissimi sottintesi intimidatori: fate così oppure … è un obbligo di legge, perbacco … dopo una decina di telefonate in uffici periferici, sempre vuoti, o occupati occasionalmente da figuri che non sapevano nulla della mossa comunale (“no hai competencia … “), ecco lo scioglimento dell’enigma: si deve riclassificare l’immobile, al catasto. … e mica d’ufficio, per carità: è tutto a carico del proprietario – il proprietario, questo ricco possidente d’un cumulo di mattonacci perso nella campagna fra Lazio e Umbria …. morale: tale opulento fannullone è costretto a rivolgersi a chi le competenze le possiede davvero: geometri, ingegneri o chi per loro: riclassificazione obbligatoria da A5 a A4 o A3, tutto online, 200 euro sull’unghia, avanti un altro. C’è differenza tra la scartoffia normale e quella online? Nessuna, ma la prima puoi fartela da solo, la seconda meglio di no (“Le sanzioni, caro signore, non le stabiliamo noi …”)

Continua a leggere su:

http://pauperclass.myblog.it/2015/05/18/litaliano-ribelle-forse-mutande-alceste/

 

 

———————-

– Perché ce l’hanno con la famiglia

di Giuliano Guzzo, da giulianoguzzo.com

Una delle domande che mi sento più spesso rivolgere, quando nelle conferenze espongo il modo con cui è trattata – sarebbe più giusto dire maltrattata – la famiglia dalle Istituzioni è la seguente: come mai? Per quale ragione la politica non fa nulla per la «cellula fondamentale della società»? Perché riducendo i tempi del divorzio e quindi banalizzandolo, mettendola di fatto sullo stesso piano, e quindi in concorrenza, con altre unioni o anche solo definendola, con un certo disprezzo, “tradizionale”, la si ha tanto con la famiglia? E’ in effetti difficile, dinnanzi al contesto attuale, non porsi questo tipo di domanda. A mio avviso sono almeno tre le ragioni di detta, manifesta ostilità nei confronti della «società naturale fondata sul matrimonio». La prima è, per così dire, di ordine “ecologico/ambientalista”.

Continua a leggere su:

http://giulianoguzzo.com/2015/05/18/perche-ce-lhanno-con-la-famiglia/

 

 

———————-

– Gender nelle scuole: il Pd approva l’emendamento

di Marta Stentella, da ilprimatonazionale.it

Il Piano triennale dell’offerta formativa assicura l’attuazione dei principi di pari opportunità promuovendo l’educazione alla parità di genere, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni nelle scuole di ogni ordine e grado, al fine di informare e sensibilizzare gli studenti, i docenti ed i genitori sulle relative tematiche come previsto anche dall’articolo 5, comma 2, del decreto legge 14 agosto 2013 n. 93 convertito nella legge 15 ottobre 2013, n. 199 in materia di Piano di azione straordinario contro la violenza”. 

Si tratta del comma 8bis, all’Art. 2 che introduce l’insegnamento della parità di genere in tutti i curricola.

Si perché il 3 maggio, non a caso di domenica, approfittando del prevedibile assenteismo e rilassamento degli “attori”, Giovanna Martelli consigliere del presidente del Consiglio Matteo Renzi sulle Pari Opportunità, ha proposto un emendamento “gender”, sottoscritto da tutto il Pd, da inserire nel disegno di legge sulla riforma della scuola che attualmente è all’esame della VII Commissione cultura della Camera. Il Pd ha poi tentato di mischiare le carte occultando questa manovra facendola integrare nella super legge che dovrebbe mutare il volto della scuola. Mossa astuta.

Fortunatamente c’è chi su questi argomenti non abbassa la guardia, come le numerose associazioni (più di 40) che in risposta a questa manovra hanno consegnato al presidente Sergio Mattarella le oltre 180 mila firme raccolte per chiedere di fermare l’infiltrazione dell’ideologia genere nelle scuole italiane. Tra queste abbiamo i Giuristi per la vita e Provita Onlus che chiedono espressamente al Capo dello Stato di «intervenire, con la sua autorità giuridica e morale, presso gli organi competenti, affinché vengano presi i provvedimenti idonei» affinché sia rispettato il ruolo della famiglia nell’educazione dei più piccoli. Dopo Mattarella, le firme saranno presentate a Renzi e al ministro Stefania Giannini. Quest’ultima lo scorso anno aveva promesso che le associazioni dei genitori sarebbero state consultate e che le linee guida dell’Unar sarebbero state riscritte. Promessa che invece non è stata onorata.

Continua a leggere su:

http://www.ilprimatonazionale.it/politica/gender-nelle-scuole-pd-approva-emendamento-23374/

 

 

————————

– «Mi sono alzato in piedi, ho dato voce al mio silenzio». Io, omosessuale, in piazza con le Sentinelle

di Giorgio Ponte, da tempi.it

 

Ho scritto e riscritto mille volte questo pezzo, ossessionato dal fatto di avere troppo da dire, e forse non abbastanza spazio per farlo, ma alla fine ho deciso di partire dal cuore di ciò che ritengo importante. Per il resto ci sarà tempo.

Mi chiamo Giorgio Ponte, ho trent’anni, sono uno scrittore, ho tendenze omosessuali, e sono stanco di sentire le associazioni gay parlare in mio nome su ciò che ritengono io dovrei pensare.

Oggi scrivo per dire che io non mi ritrovo in nessuno dei pensieri da loro sostenuti.

Il ventitré ottobre 2014 tempi.it pubblicò una mia lettera-testimonianza firmata solo col mio nome, come omosessuale fra le Sentinelle in Piedi, sceso in piazza contro il disegno di legge sulle unioni civili Cirinnà e il ddl Scalfarotto sull’omofobia, che avrebbe introdotto nel nostro ordinamento il reato di opinione (con il rischio per chiunque di finire in galera solo per avere scritto un articolo come quello che state leggendo ora).

In molti dissero che la testimonianza era falsa e il suo autore un invenzione. Qualcuno commentò che non era strano che tutti “questi presunti omosessuali cattolici” fossero sempre anonimi, poiché era ovvio che essi non potessero esistere.

Ecco, ora lo sapete: io esisto.

E ora provate a dirlo a me, che sono omofobo.


Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/io-omosessuale-in-piazza-con-le-sentinelle#.VVR09pMppdA

 

 

———————-

– Come si costruisce un falso consenso scientifico. Il caso dei genitori Gay.

di Enzo Pebbetta, da enzopennetta.it

Le affermazioni “scientificamente dimostrate” hanno una potenza ineguagliabile nella formazione dell’opinione pubblica.

Ma non sempre sono veramente basate sulla scienza sperimentale. L’analisi del caso dei genitori omosessuali.

La notizia viene divulgata nel 2013 nel modo più autorevole possibile con un articolo sul Correre della Sera a firma del Prof. Vittorio Lingiardi: Si cresce bene anche con genitori gay Ecco i risultati di 30 anni di ricerche.

L’argomento dovrebbe essere inattaccabile, se dopo ben 30 anni di ricerche e con l’avallo di uno stimatissimo professore di Psicologia Dinamica dell’Università “La Sapienza”, si è giunti alla conclusione che crescere con genitori dello stesso sesso e omosessuali non ha alcun effetto negativo sul bambino. Ma su quali prove si basa questa conclusione?

La verifica ha deciso di farla lo psicologo Roberto Marchesini andando a cercare quanto affermato dalle varie fonti alla base dell’articolo sul Corriere della Sera. Per prima è stata analizzata la posizione della American Academy of Child and Adolescent Psychiatry (AACAP), della quale troviamo un documento del 2013 intitolato “Children with Lesbian, Gay, Bisexual and Transgender Parents” nel quale si afferma che:

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2015/05/come-si-costruisce-un-falso-consenso-scientifico-il-caso-dei-genitori-gay/

 

 

————————–

– Lingerie per maschi, risultati imbarazzanti

di ilgiornale.it, da youtube.com

(foto tratta da migliorinews.com)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=bN1fgesMvZg

 

 

——————–

– Ideologia gender e globalizzazione

di Giorgio Da Gai, da notizieprovita.it

L’ideologia del gender è funzionale alla globalizzazione. I diritti degli omosessuali sono un’arma di “distrazione di massa”.

L’autore di quest’articolo è stato ispirato dalla conferenza di Antonio Brandi, Presidente e fondatore di ProVita Onlus e Alexey Komov, ambasciatore del Congresso Mondiale delle Famiglie presso l’ONU all’Hotel Maggior Consiglio di Treviso, il 31 gennaio 2015.

Riportiamo l’articolo per i diversi interessanti spunti di riflessione che offre, tralasciando qualche considerazione geopolitica non strettamente attinente alla mission dell’associazione.

Per famiglia naturale s’intende l’unione stabile di un uomo e di una donna, destinata alla procreazione e alla cura della prole. L’essenza demoniaca e socialmente distruttiva dell’ideologia gender si manifesta nella negazione della famiglia. Aristotele insegna che la famiglia è la base della società umana, perché è la prima forma di comunità che l’uomo ha costituito per sopravvivere; seguono poi comunità più grandi, come la città e lo Stato. L’uomo è quindi un animale politico (zoon politikon) un essere “sociale” destinato a vivere in comunità.

Nella nostra società liberista e libertaria, la famiglia naturale è minacciata da condizioni socio – economiche e da modelli culturali ostili, che ne impediscono la formazione e la sopravvivenza: ideologia di genere, femminismo, consumismo, precarizzazione del lavoro, bassi salari, ritmi di vita incompatibili con le esigenze famigliari, taglio dei servizi pubblici (asili, assegni familiari, alloggi per le giovani coppie, ecc).

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/economia-e-vita/ideologia-gender-e-globalizzazione/

 

 

———————–

– Comunicato dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani “Sulla diffusione dell’educazione alla dottrina di genere nella scuola italiana”

da pensareildiritto.it

(immagine tratta da amicidilazaro.it)

Con un fenomeno che ha raggiunto dimensioni preoccupanti, si fa strada l’idea che, nell’ambito più generale delle azioni a tutela della salute, debba darsi risalto a quella che con concetto ambiguo è definita

“salute sessuale”, e ciò mediante attività preventive ed educative da attuarsi anche nel sistema d’istruzione scolastica.

In particolare, è invalso che nell’ambito della salute sessuale debba includersi la libertà di scelta del proprio orientamento sessuale con promozione di fatto nelle scuole delle c.d. teorie del gender, secondo le quali tale orientamento non costituirebbe un fatto naturale, ma culturale, oggetto di libera e variabile scelta individuale. Tanto è potuto avvenire a partire dalla pubblicazione nell’anno 2010, a cura dell’Ufficio Regionale per l’Europa dell’O.M.S.,dello “Standard per l’Educazione Sessuale in Europa”.

Più di recente, iniziative di tal segno, rivolte sia al personale scolastico

docente e amministrativo, sia agli alunni, sono state intraprese sulla scorta della Strategia nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere (2013-2015), elaborata dall’Ufficio Nazionale Anti discriminazioni

Razziali in collaborazione con un “gruppo nazionale di lavoro” composto esclusivamente da associazioni LGBT.

Continua a leggere su:

http://www.pensareildiritto.it/wp-content/uploads/2015/04/comunicato-stampa-gender.pdf

 

 

———————-

– LA PARASSITA DELLA CGIL? SFANCULA I NOSTRI DISOCCUPATI PER SPONSORIZZARE ANCHE LEI L’INVASIONE CLANDESTINA! LEGGI COSA HA DETTO OGGI!

da grandecocomero.com

(foto tratta da controlacrisi.org)

Primo maggio degli immigrati, sindacati a Pozzallo: ​”Aprire tutte le frontiere”
La Camusso: “Il diritto d’asilo è garantito dalla nostra Costituzione”. E la Furlan: “Ognuno ha diritto di venire in Europa per salvarsi la vita”

Non ci sono immigrati oggi al centro di prima accoglienza alla ex dogana del porto diPozzallo, città scelta da Cgil, Cisl e Uil per la manifestazione nazionale del Primo Maggio dedicata proprio ai temi dell’immigrazione con lo slogan La solidarietà fa la differenza.

I profughi sono stati trasferiti in altre sedi negli ultimi giorni, per motivi di sicurezza. Sulla banchina di un porto moderno e che si candida ad ospitare navi da crociera, è stridente il cimitero delle carrette del mare abbandonate e sotto sequestro.

“Non abbiamo più parole per dire quello che succede nelle acque del Mediterraneo”. Ha aperto così, “prendendo le parole di un poeta”, il suo intervento il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ricordando che “l’articolo 10 della Costituzione dice che c’è il diritto di asilo in questo Paese e poi l’articolo 11 che l’Italia ripudia la guerra”.

Continua a leggere su:

http://www.grandecocomero.com/camusso-cgil-pozzallo-aprire-frontiere-clandestini/

 

 

 

—————————-

"Legalizzare l'immigrazione", lo ordinano i Rothschild

di Maurizio Blondet, da comedonchisciotte.org

Quello qui sopra è il titolo che è apparso su Libération, ed è la soluzione che il giornale franceseposseduto dalla famiglia Rothschild – propone traendo spunto dalla nota «tragedia del Mediterraneo». Interessante coincidenza, anche il New York Times si china, dall’altra parte dell’oceano, sul destino dei poveri morti negri. Sparge e una lacrima, e poi si domanda: Who is to blame?, di chi è la colpa? E si risponde: «I politici europei puntano il dito sui trafficanti e pongono l’accento sulla soluzione militare; ma ciò che spinge gli immigranti nelle braccia dei criminali son proprio le politiche dell’Unione Europea, che tratta l’immigrazione non come una necessità umana ma come una questione penale da reprimere… da 30 anni stanno costruendo la fortezza europea».

 

Che bontà, che generosa larghezza di vedute mostra il giornale del capitalismo terminale; gareggia in altruismo con Papa Francesco. Che dico? Il New York Times sostiene la stessa cosa che sostengono la Boldrini e il senatore Luigi Manconi in Berlinguer: «Accogliamoli tutti»!, come strilla un libro del suddetto ricco senatore del PD.

Merita citare l’ultima riga del pensoso e umano articolo del New York Times, che indica a cosa tiene veramente il grande, autorevole giornale di Manhattan, e cosa vogliono i suoi finanziatori:

«Smantellare la Fortezza Europea, aprire strade legali all’immigrazione»

Notare che il Washington Post, il grande e ancor più autorevole, sostiene lo stesso giorno, più obliquamente, la stessa tesi: siamo di fronte a un esodo globale, è gente che fugge da guerre, destabilizzazioni e miseria… sparge una lacrima anche il WP, sorvolando su Chi è stato a provocare guerre, destabilizzazioni eccetera da 20 anni buoni.

Continua a leggere su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14985

 

————————

– Aborto: una foto orrenda può salvare una vita

di Antonio Brandi, da notizieprovita.it

 

 

Molti lettori ricorderanno la campagna mediatica dei radicali, ai tempi del referendum, in cui sono stati demonizzati i manifesti esposti dal Movimento per la Vita, che mostravano l’orrore dell’aborto, tanto che furono censurati.

La realtà è che gli abortisti hanno paura della verità. Ne siamo ancora più convinti dopo aver conosciuto Gregg Cunningham e il suo CBR.

– Quando è nato il CBR, e perché?

Ho fondato il CBR nel 1991. I nostri obiettivi primari sono, a livello tattico, salvare i bambini e proteggere le madri, a livello strategico far vietare l’aborto, metterlo fuorilegge.

– Sul suo sito web, www.abortionno.org, vi sono filmati e immagini dell’aborto molto crude. Non pensa che questo possa offendere i lettori?

Noi non siamo eccessivamente preoccupati di ciò che le persone possano pensare di quello che mostriamo. Siamo invece profondamente preoccupati per quello che pensano dell’aborto. Le nostre immagini sono offensive, perché l’aborto è offensivo e ripugnante.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/filosofia-e-morale/aborto-una-foto-orrenda-puo-salvare-una-vita/

 

 

 

———————-

– Famiglia – Al figlio serve un padre e una madre: questione scientifica

di Massimo Pandolfini, da notizieprovita.it

Il Vice presidente nazionale di Scienza e Vita, neurochirurgo e neuropsichiatra, Presidente di “Vita è” ci offre uno spunto di riflessione lucida, razionale e scientifica sull’importanza della famiglia naturale con la presenza maschile e femminile per la crescita dell’individuo.

Proponiamo ai nostri lettori questo articolo pubblicato sul mensile Notizie Pro Vita di gennaio 2013, che meritava di essere letto e merita di non essere dimenticato.

Il tema dello sviluppo psichico del bimbo, durante i primi anni di vita, va oggi affrontato alla luce della scoperta dei cosiddetti neuroni specchio (NS).

Nel 1994/95, dopo studi sulle modalità di apprendimento nei primati, Giacomo Rizzolatti e la scuola neurologica di Parma individuavano una nuova famiglia di neuroni dotati di capacità cognitive. Trasferita la ricerca sull’uomo, con tecniche di RMN funzionale, si giungeva alla dimostrazione che un simile pool neuronale era presente anche nel cervello umano.

Venne adottata la denominazione di “neuroni specchio”, con l’intento di precisare che la loro funzione specifica è riconoscere e interpretare gli atti motori, compiuti da altri soggetti.

Si tratta, quindi, di neuroni motori, presenti in diverse regioni cerebrali, collegati attraverso una ricca rete sinaptica con tutte le aree cerebrali motorie e cognitive.

La loro caratteristica fondamentale è rappresentata dalla capacità di attivarsi non solo quando si compie una data azione (come fanno tutti i neuroni motori), ma anche quando si osserva un’azione compiuta da altri (proprio come se quell’azione venisse compiuta personalmente).

Non solo. Essi entrano in funzione anche quando semplicemente udiamo il racconto o immaginiamo una data azione, o quando percepiamo il rumore che essa usualmente provoca (una sirena, uno sparo, ecc.): il risultato finale è che, consentendo al cervello di confrontare i movimenti osservati o immaginati a quelli propri, rendono possibile di comprendere non solo lo svolgimento meccanico, ma anche il significato dell’azione motoria, fino a individuarne la componente intenzionale.

Con una felice espressione, d’immediata efficacia, Rizzolatti ha coniato un aforisma definendoli neuroni “so quello che fai”.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/voce-della-scienza/famiglia-al-figlio-serve-un-padre-e-una-madre-questione-scientifica/

 

 

 

————————-

– Indizi su “Il gioco del rispetto”

di Chiara Comini, da losai.eu

anche VIDEO

 

Pubblichiamo il video di youtube della dottoressa Valentina Morana, psicologa investigativa che dopo la censura del primo video sul “gioco del rispetto”, parla in una nuova ripresa del progetto che dovrebbe essere presentato a bambini di età tra i 3 e i 6 anni.

Nel video l’esperta espone come questo modo di “educare” i bambini possa essere rischioso in quanto pensato per un’età in cui gli stereotipi sono assenti; cercare di insinuare il dubbio in quella fascia di età va a minare ciò che il bambino ha costruito nel suo sé, e quindi va anche minare le basi familiari.

Alla luce dell’attenta analisi della Sig.ra Morana ci chiediamo come, per seguire una ideologia, si possano decostruire anni e anni di studi di psicologia, pedagogia, nonchè di antropologia.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/indizi-su-il-gioco-del-rispetto/

 

 

—————————-

– Omosessualità e natura: un chiarimento per la Diocesi di Lucca

da notizieprovita.it

Rilanciamo la lettera aperta di una fedele all’Arcivescovo di Lucca, S.E. Mons. Italo Castellani, a proposito di omosessualità e natura umana.

Forse serve qualche chiarimento, in Diocesi – o dalla Diocesi, in merito alla questione. Ci farà immenso piacere pubblicare anche la risposta.

Per chi poi volesse approfondire abbiamo cominciato a pubblicare una serie di articoli di trattazione sistematica della questione che cominciano qui. 

A noi verrebbe d’aggiungere una domanda, in calce, sempre per il Vescovo: sono naturali anche i rapporti sessuali tra due uomini o due donne?

 Eminenza,

chi Le scrive è una fedele della parrocchia di Quiesa che recentemente Le ha inviato, per conoscenza, un suo scritto indirizzato al Sindaco di Lucca riguardo al riconoscimento da parte delle autorità civili delle unioni di fatto anche omosessuali.

Nella Sua cortese risposta a tale scritto Lei mi segnalava che in Vescovato si sarebbe tenuto un ciclo di incontri sulla teoria “gender”. Trattandosi di un tema di grande interesse, ho volentieri partecipato assieme a mio marito alla prima serata in programma il 17 aprile dal titolo Maschile e femminile in psicologia ed in neuroscienza.

I relatori invitati, i professori Pietro Petrini e Patrizia Mascari, sono sicuramente persone qualificate e accreditate e dalla Sua introduzione ho appreso che il ciclo è il frutto di un complesso lavoro da parte di un team da Lei diretto, che si è con passione dedicato allo studio ed alla organizzazione del corso per un intero anno.

Pur prendendo atto del meritevole ed encomiabile lavoro intellettuale e dello sforzo organizzativo profuso dal team mi corre in coscienza l’obbligo di esprimerLe una certa preoccupazione per le affermazioni e conclusioni tratte dai relatori in tale occasione.

Credo di aver capito, ma mi corregga subito nell’ipotesi contraria, che entrambi i relatori (sicuramente il docente Petrini) condividano quanto stabilito dall’Organizzazione mondiale della sanità nel 2000 e cioè che l’omosessualità debba essere qualificata come un “orientamento sessuale” naturale. Ancora: l’omosessualità non debba essere più qualificata come un “disturbo della sessualità”, bensì essere equiparata sotto il profilo comportamentale alla stessa eterosessualità: entrambe infatti sarebbero comportamenti sessuali naturali e pertanto andrebbero accettate come “normali.”

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/filosofia-e-morale/omosessualita-e-natura-un-chiarimento-per-la-diocesi-di-lucca/

 

 

 

APRILE 2015

– Francia, lezioni di islam obbligatorie per legge

di Andrea Riva, da ilgiornale.it

 

La nuova riforma scolastica prevederebbe l'imposizione di lezioni di storia dell'islam e renderebbe facoltative quelle di storia del cristianesimo.

La Francia pare aver imparato poco o nulla dalla strage di Charlie Hebdo. Terminato il coro di Je suis Charlie, arriva ora un'ondata di Je suis islamique.

Il ministero della pubblica istruzione sta infatti preparando una riforma della scuola che definire filo-islamica è poco. Di più: Houellebecq, in Sottomissione, non poteva immaginare di meglio. O di peggio.

La nuova riforma prevede infatti, come riporta Le Figaro, degli "argomenti obbligatori" e facoltativi, che potranno cioè essere scelti "a discrezione dell'insegnante". Così, scrive sempre il quotidiano francese, "lo studio dell'islam sarà obbligatorio, mentre quello del cristianesimo medievale sarà facoltativo".

Continua a leggere su:

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/francia-lezioni-islam-obbligatorie-legge-1119720.html

 

 

——————

– Generazione Identitaria contro l'etnocidio Europeo

di Generazione Identitaria, da Facebook

(foto tratta da youtube.com)

VIDEO

https://www.facebook.com/GenerazioneIdentitaria/videos/587285674699982/

 

 

——————

– Il Gender e il pensiero (confuso) della bioeticista

di Enzo Pennetta, da enzopennetta.it

L’arrampicata sugli specchi sembra essere la specialità di chi vuole negare che esista l’ideologia del Gender.

Il caso surreale degli articoli della bioeticista Chiara Lalli.

In questi giorni, a seguito delle dichiarazioni del Papa all’udienza del mercoledì, sono seguiti una serie di commenti al richiamo fatto in quella sede alla teoria del Gender. Tra tutti in particolare si sono distinti quelli della bioeticista Chiara Lalli sull’immancabile Wired, la rivista dei giovani cool, autodefinitasi “Wired: torie, idee e persone che cambiano il mondo“, definizione sulla quale dati gli ultimi sviluppi non si può che concordare.

Wired si occupato nuovamente di Gender a distanza di un mese da un precedente articolo in cui si negava l’esistenza della teoria stessa del Gender (ne abbiamo parlato qui), adesso torna sull’argomento con la firma della bioeticisa Chiara Lalli che insegna Logica e Filosofia della Scienza alla facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università “La Sapienza” di Roma, la quale è recentemente stata al centro di una polemica per le sue affermazioni pubblicate in un corposo articolo apparso su Internazinale il 31 Marzo e che riguardava ancora la negazione dell’esistenza stessa della teoria del gender.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2015/04/il-gender-e-il-pensiero-confuso-della-bioeticista/

 

 

——————-

– Peter Singer ribadisce: giusto sopprimere i bambini gravemente disabili per ridurre i costi della sanità

da tempi.it

 

Peter Singer, il filosofo della Liberazione animale, fautore della linea della “parità” tra uomini e bestie, inventore del termine “specismo” (che poi sarebbe il razzismo dell’umanità verso le altre creature), docente di Etica all’Università di Princeton, è tornato a ribadire con convinzione in una intervista radiofonica le sue famigerate tesi sull’infanticidio dei bambini handicappati, misura che per il professore australiano trapiantato negli Stati Uniti sarebbe necessaria nella logica del rapporto tra costi e benefici, tanto da rendere «ragionevole» per il governo e le compagnie assicurative l’ipotesi di negare le coperture per la cura dei neonati gravemente disabili.

DIRITTO ALLA VITA? Stralci della conversazione di Singer con il giornalista investigativo Aaron Klein, trasmessa da due emittenti di New York e di Philadelphia, sono riportati in un articolo del WorldNetDaily (del quale Klein è collaboratore). Nel corso dell’intervista, sottolinea il Wnd, il professore ha designato ripetutamente il bambino disabile con il pronome neutro “it”, quello, per intenderci, che serve nella lingua inglese per indicare le cose e gli animali. Del resto, ricorda sempre il giornale americano, è noto che nel Singer-pensiero e nella Singer-etica il diritto alla vita dovrebbe essere subordinato alla capacità intellettiva della creatura, che si traduce nella capacità di esprimere preferenze.

Continua a leggere su:
http://www.tempi.it/peter-singer-ribadisce-giusto-sopprimere-i-bambini-gravemente-disabili-per-ridurre-i-costi-della-sanita#.VTlp6JMpoa4

 

 

——————

– FELICITA′ E SALUTE, BENESSERE E COMUNITA′, IL CASO DI ROSETO

di Medici Alberto, da stampalibera.com

 

Molto spesso percepiamo, a livello quasi inconscio, certe verità, ma poi ci aspettiamo che qualcuno, dall’esterno, magari avvalorato da ricerche “scientifiche” impreziosite da titoli altisonanti, ci confermi quello che dentro avevamo già immaginato, o meglio, “intuito“, dal latino in-tueor, messo dentro. Non c’è bisogna che uno studio del MIT di Boston ci dica che chi si arrabbia più spesso vive peggio, o muore prima, o si ammala con maggior probabilità: ci sembra abbastanza evidente.

Però ogni tanto fa piacere che anche questi “scienziati” mettano il bollino a delle verità che ci parevano scontate, specialmente quando le scoperte riguardano malattie che, al giorno d’oggi, sembrano essere appannaggio della farmaceutica, per la loro cura: “A pill for every ill” una pillola per ogni malattia, sembra essere lo slogan della medicina moderna.

Continua a leggere su:

http://www.stampalibera.com/?a=29364

 

 

——————-

– IL FUTURO DELL′IDENTIFICAZIONE? DISPOSITIVI DA INIETTARE, INGERIRE O INCORPORARE

di Dario D’Elia, da stampalibera.com

(foto tratta da freeanimals-freeanimals.blogspot.com)

 

PAYPAL sta già immaginando il futuro dell'identificazione per i pagamenti: micro dispositivi da iniettare, ingerire o incorporare. Il capo dello sviluppo Jonathan Leblanc, durante la serie di conferenze "Kill all Passwords", sta sostenendo che il prossimo passo sarà rappresentato dalla vera integrazione con il corpo umano.

I pagamenti mobili ma anche le interazioni online sensibili abbandoneranno i metodi "esterni" per essere sostituiti con l'identificazione completamente corporeaNon più analisi biometriche che passano attraverso medium, saremo noi stesso il mezzo.

Estremizzando si può parlare di impianti nel cervello, ma più banalmente cyber-pillole da deglutire che potranno alimentarsi grazie agli acidi dello stomaco. "Se c'è una password debole, hai bisogno di irrobustirla con qualcosa di fisico", ha dichiarato Leblanc. Insomma, è giunto il tempo di rimpiazzare i vecchi concetti e metodi.

Uno dei temi più caldi è quello dei falsi risultati generati dal riconoscimento di impronte e altri marcatori biometrici: non essere riconosciuto vuole dire non poter accedere a un servizio. L'ideale sarebbe, secondo Leblanc, un chip impiantato sottopelle con sensore Ecg che possa trasmettere i dati dell'attività elettrica del cuore (un parametro unico per ogni individuo) e comunicare via wireless a "wearable computer tattoos".

Capsule da ingerire, quindi, potrebbero analizzare i livelli di glucosio e altri parametri per identificare il proprio "ospite". PayPal sta davvero lavorando a progetti di sviluppo di questo tipo, come ad esempio braccialetti di identificazione per i battiti cardiaci, senza contare i numerosi hackathon dedicati alle future tecniche. Questo non vuol dire che l'impiego è assicurato e immediato, ma semplicemente che l'azienda vuole essere all'avanguardia nella ricerca in questo campo. Per altro le leggi di oggi non consentirebbero un uso così facile di queste tecnologie.

Fonte:

http://www.stampalibera.com/?a=29387

 

 

————————-

– IL JOB ACT DA LAVORO: Mamma disperata, costretta prostituirsi per pagare affitto e mantenere figlia

di “Eleonora”, da scenarieconomici.it

Riportiamo email devastante arrivata il 23 aprile 2015 in associazione. Ormai pur di vivere si è disposti a tutto.

Buongiorno sono Eleonora una donna di 39 anni separata,con un figlio di 15 anni .sono stata fidanzata x due anni con un uomo molto piu grande di me che ho amato ed amo tuttora
lui mi fece lasciare tutto non voleva che lavorassi ed io x amore accettai .ma poco piu di tre mesi fa mi lascia x una piu vecchia di me .e non si è preoccuto di lasciarmi senza lavoro senza soldi

e con un figlio ed una casa da mantenere .io non mi sono persa d’animo ed ho cercato lavoro ovuque .senza badare di cercare il lavoro x cui ho studiato una vita .ma nulla nessuno si è

fatto vivo .ed io presa dalla disperazione ho cominciato a fare la escort .me ne vergogno ma x il momento è lunica cosa che mi permette di far mangiare mio figlio. la cosa piu importante della mia vita .

vorrei tanto riprendere in mano la mia vita ,e cominciare a lavorare seriamente .mi sento sporca e sola ma non vedo via d uscita . e grazie ai miei due ex che mi ritrovo sola e senza un lavoro .e ormai vecchia x il mondo lavorativo .sono in grande depressione non so come uscirne .grazie infinite x aver perso del tempo con questa mia email .cordiali saluti .una donna disperata .

 

Caro Governo è umiliante per la nostra nazionale e per i cittadini ridursi alla prostituzione per poter vivere e lavoro, lavoro con ieri i nostri padri costituenti ci avevano garantito con la Costituzione. Che possa essere un spunto di riflessione per chi quotidianamente sta ROVINANDO IL NOSTRO PAESE!

Fonte:

http://scenarieconomici.it/il-job-act-da-lavoro-mamma-disperata-costretta-prostituirsi-per-pagare-affitto-e-mantenere-figlia/

 

 

—————————-

– Lettera aperta a tutti i massoni (civili, militari e mafiosi)

di Lino Palma, dalla pagina Fb. di Fratelli Meridionali Uniti

 

SE TU NON SAI QUELLO CHE FAI, IO TI PERDONO

MA SE LO SAI,…..SEI UN DELINQUENTE…

e ti spiego il perche'

Chiarezza sulla massoneria

Molto e' stato scritto sulla Massoneria[1], ma pare continui ad esserci molta confusione sull' argomento. Il perché e' semplice: la prima caratteristica dell' Ordine e' il segreto, ed e' inviolabile. In soldoni, dunque, non la si conosce.

La cosa sorprendente e' che non la conoscono neanche molti massoni. .

Premessa.

Ufficialmente la massoneria viene presentata come un Ordine Iniziatico a carattere esoterico al quale possono appartenere soltanto uomini liberi e rispettabili che si impegnino a mettere in pratica un ideale di pace, di amore, di fraternita'.

Un associazione che, tendendo al perfezionamento morale dei Fratelli, si propone di conseguire quello della intera umanita':

La loggia massonica, iniziandovi ai suoi misteri, vi invita a diventare uomini d' elite, saggi o pensatori, educati al di sopra della massa degli esseri che non pensano.l' uomo si distingue dal bruto per le sue facolta' intellettuali.

Il pensiero lo fa libero:gli da' il dominio del mondo. Pensare e' regnare[2]

Ammessi alla massoneria sono solo gli uomini dai 21 anni in su.

Vi sono comunque organizzazioni disponibili per i parenti degli iniziati.

Tra queste:

– l'Ordine della Stella dell'Est per le mogli;

– l'Ordine di De Molay per i figli dai 12 anni;

– l'Ordine delle figlie di Job e dell'Arcobaleno per le figlie dai 12 anni.

La Massoneria e' strutturata in modo gerarchico.

Il cammino personale dei fratelli procede per gradi, e ad ogni livello di iniziazione l' adepto riceve linsegnamento di verita' superiori.

Gli adepti privilegiati, o riconosciuti degni, vengono poi iniziati alle dottrine piů segrete ed occulte[3].

I progetti e i fini sono quindi comunicati solo al grado in cui ci si trova e, visto che usano il linguaggio dei simboli, sono comprensibili solo a seconda del proprio grado.

Continua a leggere su:

https://www.facebook.com/groups/203518546331351/permalink/1080629388620258/

 

 

————————

– Francia, “Giornata di ritiro dalla scuola” contro l’ideologia gender: 31mila bambini non vanno in classe

da tempi.it

 

Si è rivelata un successo in Francia la seconda “Giornata di ritiro dalla scuola” (Jre), l’iniziativa organizzata da Farida Belghoul per protestare contro l’imposizione dell’ideologia di genere nelle scuole francesi. Lo scorso 31 marzo 31.548 studenti in tutto il paese sono stati lasciati a casa dalle loro famiglie. Alla prima Giornata in febbraio gli alunni lasciati a casa erano stati 17.924: i numeri quindi sono quasi raddoppiati.

«PARTECIPAZIONE AUMENTA». «La partecipazione aumenta – commenta Belghoul – le rappresaglie hanno sempre meno impatto sulle famiglie. Più il tempo passa e più i genitori disprezzano le pressioni illegali e inutili dell’educazione nazionale. Più i genitori hanno un’identità forte, più sono attaccati elle loro tradizioni e più danno prova d’eroismo partecipando alla Jre».
Il 44,70% dei bambini lasciati a casa frequenta la scuola materna, il 40,19% le elementari, a conferma che le famiglie temono soprattutto l’indottrinamento dei più piccoli.

Continua a leggere su:
http://www.tempi.it/francia-successo-per-la-giornata-di-ritiro-dalla-scuola-contro-ideologia-gender-31-mila-bambini-non-vanno-in-classe#.VTF0hpMpoa7

 

 

——————–

– Maschio selvatico

di Costanza Miriano, da costanzamiriano.com

 

Posso orgogliosamente affermare di avere fatto inorridire moltissime mamme sulla spiaggia, al parco, in piscina, perché i miei figli hanno girato sempre armati, almeno da quando sono stati in grado di tenere in mano oggetti. “Il sonaglietto tienitelo tu, dammi la spada” deve essere stata una delle prime frasi di senso compiuto che hanno pronunciato. E siccome i poliziotti americani sono dotati di moltissime qualità ma di pochissimo senso dell’umorismo, Bernardo quando aveva tre anni a New York fu bloccato e perquisito a causa della spada di plastica che teneva perennemente infilata nei suoi calzoncini a quadretti, con la punta che lambiva le scarpe tonde da gnomo. Schiere di mamme, poi, hanno malvolentieri permesso ai loro figli di giocare a soldatini con i miei, sempre specificando che quella era comunque una missione di pace, come si affrettavano a chiedermi. No, no, giocano alla guerra, rispondevo con una certa con soddisfazione.

Continua a leggere su.

http://costanzamiriano.com/2015/03/18/maschio-selvatico/

 

 

——————

NUOVI PARTICOLARI SUL VOLO GERMANWINGS AU9525: L'AUDIO DELLA SCATOLA NERA DIFFUSO ATTRAVERSO I MEDIA ED ATTRIBUITO AL VOLO AU9525 APPARTIENE AD UN ALTRO INCIDENTE

di Attilio Folliero, da comedonchisciotte.org

 

Ieri, qualcuno ha lasciato un commento in calce al mio articolo "L’inquietante incidente del volo 9525 della compagnia tedesca Germanwings". 

In questo commento, che riporto per comodità dei lettori, si dice che l'audio della scatola nera attribuita al volo 9525 e diffuso dai media, in realtà non appartiene al volo 9525, ma al volo 626 della Yemenia, schiantatosi nell'Oceano Indiano il 30 giugno 2009; anche questo è un incidente che ricordo bene, perché avvenuto poco dopo un altro inquietante incidente, quello del primo giugno 2009.

Nel commento si invita a leggere un articolo, pubblicato sul sito "Cieli paralleli", all'indirizzo: http://www.cieliparalleli.com/Appunti-di-Cronaca/in-analisi-novella-sul-volo-germanwings-9525.html. Invito i miei lettori a leggerlo, perché è veramente interessante, come tutto il sito.

In sostanza la registrazione spacciata per quella del volo 9525 proviene dal volo 626 della Yemenia, cioè hanno utilizzato parti della registrazione contenuta nella scatola nera del volo 626 per ricostruire la registrazione attribuita al volo 9525.

Continua a leggere su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14936

 

 

————————-

– IL BELLO COME MOTO DELL′ESSERE

di Riccardo Tennenini, da stampalibera.com

 

Il Rinascimento, come esprime la parola stessa, doveva essere la rinascita del mondo greco-romano, avendo i mezzi, gli uomini e le idee per farlo; il Classicismo, pertanto, doveva essere una “rivoluzione conservatrice” interiore ed esteriore per il ritorno alla concezione di Res Pubblica, di paneuropeismo e di volk, cioè esprimere la civiltà, in senso etimologico, arcaica attraverso il popolo. Dalle origini passando alla filosofia, i simboli si sostanziano come rappresentazioni exoteriche del mondo esoterico, miti la cui narrazione assoluta ed esemplare assume connotazioni religiose, rappresentando le gesta degli Dei, il cantico delle avventure o le vicende della potenza metafisica.

Allora, com’è giusto, la mitologia rientra nella sua competenza totale, di mostrare integralmente l’esperienza sacra nella sua fisionomia perfetta e permanente. Il mito, quindi, rappresenta la conoscenza sacra e racconta gli avvenimenti accaduti in epoca primordiale, potendosi così parlare di un’unione tra mitologia e religione (mitologia religiosa), Cosmo e Divino ossia il tema della comparsa del mondo e della nascita degli Dei (cosmogonie e teogonie).

Continua a leggere su:

http://www.stampalibera.com/?a=29241

 

 

———————-

– le 10 cose SCIOCCANTI che si DEVONO SAPERE sugli STATI UNITI, ma nessuno ne parla…

di Antonio Santos, da ilquieora.blogspot.it e da una segnalazione Fb. di Francesco Oliviero

 

1. Gli Stati Uniti hanno la maggiore popolazione carceraria del mondo, rappresentando meno del 5% dell'umanità e più del 25% dell'umanità prigioniera. Su 100 americani uno è prigioniero. Con una crescita vertiginosa dagli anni 80, il surreale tasso delle carcerazioni negli USA è un affare e uno strumento di controllo sociale: nella misura in cui l'affare delle prigioni si espande, una nuova categoria di milionari consolida il suo potere politico. I regali di queste carceri sono anche i regali degli schiavi che lavorano in fabbriche all'interno delle prigioni per salari inferiori ai 50 centesimi all'ora. Una manodopera così competitiva che molti municipi oggi sopravvivono finanziariamente con le loro prigioni e grazie a leggi che comminano sentenze fino a 15 anni di prigione per crimini come rubare gomme. Gli obiettivi di tali leggi sono sempre i più poveri, ma soprattutto i neri, che pur rappresentando solo il 13% della popolazione americana, costituiscono il 40% della popolazione carceraria del paese.

Continua a leggere su:

http://ilquieora.blogspot.it/2015/03/le-10-cose-scioccanti-che-si-devono-sapere-sugli-stati-uniti-ma-nessuno-ne-parla.html?spref=fb

 

 

—————————

– QUESTO NON E’ UN DIBATTITO, E’ IL DIBATTITO. COSA COME FARE.

di Palo Barnard, da paolobarnard.info

(foto tratta da lultimaparola e da youtube.com)

Nicolas Micheletti scrive su Facebook:

Cos'è un'arma?

 

È uno strumento concepito per danneggiare altri esseri viventi.Un'arma è cattiva?No, un'arma non è cattiva. Dipende tutto da chi la tiene in mano. Un'arma può essere usata per fare del male, come uccidere un'innocente, ma anche per fare "del bene", o meglio, evitare un male maggiore, ad esempio, fermare qualcuno che sta per uccidere degli innocenti.Certo, combattere ed usare un'arma non è bello ed è sbagliato, ma a volte è inevitabile

… Facebook è un'arma?Sì. Facebook è un'arma, ed è un'arma decisamente sottovalutata.Facebook può portare dipendenza patologica, ci stacca dalla realtà, ci toglie tempo libero per studiare testi che ci aprirebbero la mente come un paracadute.Facebook è un'arma, esattamente come lo è la televisione.Ma c'è una differenza importantissima con quest'ultima: Facebook può essere usato anche in modo positivo.Come gli hacker che sfruttano la linea anche dov'è piena di censure per combattere per la libertà (vedi Cina), così i normali utenti di Facebook possono sfruttare i social per fare due importantissime cose: informare e sensibilizzareCon Facebook ogni persona può essere un "giornalista", ogni persona può essere una rampa per l'informazione. L'uso che se ne fa di Facebook può cambiare veramente tante cose.So che dire queste cose a voi che mi seguite è come spiegare come fare un panino col salame ad un Master Chef, ma io lo scrivo per chi ancora queste cose non le ha capite. Per chi anzi mi critica (c'è molta gente che lo fa) perché uso Facebook al 90% per creare informazione e non per condividere minchiate.Certo, uno ogni tanto può anche condividere michiate, ci mancherebbe. Ma se quelle sono il 90% delle cose che condivide, non se ne accorge, ma l'arma che potrebbe usare per liberarsi se la sta puntando alla testa.

 Lorenzo Cortonesi gli risponde:

Spero di non trovare questo tuo post come una specie di celebrazione a fb e alla sue "potenzialità". Qua non stiamo affatto usando un arma, stando al tuo paragone, ma solo una piattaforma creata per esprimere idee, opinioni, cazzate e, qualche volta, per divulgare informazioni (a patto che non rompi troppo i coglioni). Se tu arrivassi a 60.000.000 di visualizzazioni (e non ci arriveresti né tu, né Paolo, né altri perché QUESTI sarebbero i numeri che davvero cambierebbero qualcosa) parlando dell'Economicidio europeo, scompariresti nella nebbia in 20 secondi esatti. Non è concepibile usare fb per fare "vero giornalismo", semplicemente perchè non è stato creato per questo.

Continua a leggere su:

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1124

 

 

———————-

– No al ddl Cirinnà, che distruggere il matrimonio naturale

comunicato delle Sentinelleinpiedi, da tempi.it

In piedi diciamo no a un testo che vuole distruggere il matrimonio naturale, unica cellula su cui si possa fondare la società

In piazza diciamo sì alla famiglia, alla libertà d’espressione e all’unicità di ogni uomo e ogni donna

Ci troviamo oggi di fronte ad una sfida epocale. Il Potere Unico attraverso la politica, ci presenta come traguardi straordinari per la civiltà proprio quelle leggi che mirano a distruggere la cellula primaria della nostra società, la famiglia. Attraverso il sistema mediatico stiamo assistendo a una mistificazione dell’identità umana, ridotta a un istinto, ad una pulsione sessuale. Tutto ciò avviene attraverso la manipolazione sistematica del linguaggio che ci bombarda senza tregua attraverso i mass media e grazie alla complicità colpevole di chi ha gli occhi chiusi e la coscienza spenta, di chi pensa che opporsi sia inutile o di chi, per quieto vivere, sceglie di allinearsi al pensiero dominante.

È quello che sta accadendo con il ddl sulle cosiddette “Unioni civili”, termine costruito per dare l’illusione che ci troviamo di fronte ad un istituto giuridico del tutto nuovo, con cui finalmente si daranno diritti a persone che non li hanno e legittimità a un sentimento negato. Non è così. I diritti che spettano a ogni persona li hanno già tutti i cittadini, mentre questo testo equipara le unioni tra persone dello stesso sesso al matrimonio. Ma il matrimonio non è un istituto giuridico fondato sul sentimento, ma solo e soltanto l’unione stabile e fedele di un uomo e una donna, l’unica capace di generare la vita. L’unica fondata sulla responsabilità dei coniugi di crescere i propri figli come cittadini che solo qui imparano l’accoglienza della diversità e la complementarietà. Motivo per cui solo a un uomo e una donna che si assumano tali responsabilità lo Stato riconosce diritti specifici. In questo senso il testo in questione inganna non solo la società intera, ma anche le persone che dichiara di voler tutelare. Non solo: attraverso l’istituto della stepchild adotionquesto testo apre alle adozioni e quindi all’abominevole pratica dell’utero in affitto, che attraverso la fecondazione artificiale eterologa “produce” bambini sfruttando l’utero di donne poverissime per soddisfare le fantasie di due adulti qualsiasi che vogliono diventare genitori a tutti i costi. Fantasia che diventa diritto a danno dei più piccoli, incapaci di esprimersi.

Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/no-al-ddl-cirinna-che-distruggere-il-matrimonio-naturale#.VRhXBuEpoa4

 

 

——————–

– A Palermo, riapre la Culla per la Vita

da notizieprovita.it

Siamo lieti di rilanciare la notizia (si veda ad esempio Repubblica.it) che a Palermo riapre una “Culla per la Vita”.

Due anni fa, infatti,  era stato interrotto il servizio di videosorveglianza dall’Assessorato regionale alla Sanità (Assessore Lucia Borsellino) dopo che, a partire dal 2007, lo stesso Assessorato ne aveva assunto l’impegno attraverso il collegamento ADSL alla sede operativa del 118.

Oggi a Palermo, un accordo tra il Policlinico e il Movimento per la vita, è stato siglato dal direttore generale del Policlinico Rosario Li Donni, e dal presidente del Movimento Per la Vita di Palermo, Rosa Rao, e dal presidente della Federazione regionale dei Movimenti e Centri di aiuto alla Vita della Sicilia, Giuseppa Petralia.

La culla ha sede nei locali concessi gratuitamente dall’Istituto religioso delle Figlie della Carità di San Vincenzo, in via Noce 28.

La “culla”, accoglie i figli delle donne che non possono o non vogliono partorire in ospedale garantendone l’anonimato. E’ dotata di un impianto di video-sorveglianza collegato 24 ore su 24 con l’Unità di Terapia intensiva neonatale (Utin) dell’Azienda Sanitaria, che monitora esclusivamente il cuscinetto dove viene riposto il neonato e di sensori che segnalano tempestivamente al personale addetto la presenza del bambino.

Fonte:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dallitalia/a-palermo-riapre-la-culla-per-la-vita/

 

 

———————

– Microchip alla Fincantieri per controllarli (Gli operai si ribellano)

di JunoIII, da youtube.com

(Foto tratta da virusonline.it)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=6u09wHd20eM

 

 

Marzo 2015

– La Bibbia e il Corano, le linee guida del mondo

di Cettina Vivirito, da lavocedinewyork.com

 

Leggere la Bibbia e il Corano, oggi, significa provare a capire i conflitti e le contraddizioni del nostro tempo. E a liberarci dai pregiudizi. Magari ricordandoci che San Francesco d’Assisi non amava le Crociate. Anche perché le guerre non hanno mai eliminato le stesse guerre.

In caso di naufragio, il libro che vorrei avere con me sarebbe la Bibbia. Non perché non ci siano altri libri che amo e che ho letto e riletto tante volte proprio perché ho bisogno di sentirmi dire quello che mi dicono, piuttosto perché la Bibbia è un abisso insuperato di informazioni che transitano indifferentemente dal passato al futuro con toccate e fughe da un presente che in qualche modo sembra esserne comunque ricompreso.

Poi c'è il Corano, questo sconosciuto. Il Corano è il testo sacro della religione dell'Islam. Per i musulmani rappresenta il messaggio rivelato quattordici secoli fa da Dio a Maometto per un tramite angelico, e destinato a ogni uomo sulla terra. Venne dettato da Maometto a vari testimoni che ne impararono a memoria alcuni versetti o tutto il suo corpus, e a vari compilatori, i kuttāb. Dai kuttāb venne quindi scritto su vari supporti (presumibilmente pezzi di legno, osso, pergamena, tessuti serici) che furono poi raccolti e risistemati definitivamente su ordine del califfo ʿUthmān b. ʿAffān.

Continua a leggere su:

http://www.lavocedinewyork.com/La-Bibbia-e-il-Corano-le-linee-guida-del-mondo/d/10654/

 

 

————————–

– Gli orrori della globalizzazione e il silenzio degli intellettuali

da libreidee.org

Il fenomeno della globalizzazione ha preso le mosse negli ultimissimi anni ‘80, dopo una gestazione ventennale, e ormai è al quarto di secolo: un periodo sufficiente a individuare alcune delle sue principali tendenze e caratteristiche. Non c’è mass media, partito politico, impresa o singolo intellettuale che non affermi che con la globalizzazione tutto è cambiato, che siamo entrati in una fase storica diversa in cui occorre predisporsi ad un continuo mutamento. «Ma, all’atto pratico, l’osservazione suggerisce – almeno in Occidente – che imprese, partiti, mass media e anche intellettuali continuano a comportarsi nei modi consueti». Tutto, scrive Aldo Giannuli, viene letto sulla base di analogie con il passato: la crisi? E’ una ripetizione del 1929. Il disordine mondiale? E’ la riproposizione del periodo che precedette la Prima Guerra Mondiale. L’incontro con altre culture? Già visto nel ‘500, e sono gli altri che devono accettare la cultura più avanzata, ovviamente quella occidentale. «I fatti stanno prendendo una direzione molto diversa da quella prevista e le analogie con il passato servono a poco per capire le tendenze in atto», sostiene Giannuli.

Continua a leggere su:

http://www.libreidee.org/2015/03/gli-orrori-della-globalizzazione-e-il-silenzio-degli-intellettuali/

 

 

—————————-

– Diritti umani e capricci egoisti

di Francesca Romana Poleggi, da notizieprovita.it

 

I “diritti umani” non sono scritti e non si possono scrivere.

Non si possono scrivere tutti, cioè. Perché se si scrivono, automaticamente, in qualche modo, si circoscrivono.

Essi sono per loro natura inviolabili, assoluti, indisponibili e immutabili, perché non sono diritti “creati” dalla legge dell’uomo, ma diritti creati dalla legge naturale.

Insomma: il diritto al voto esiste perché una legge l’ha creato, secondo certi principi. Il diritto alla vita, o la libertà, invece, esistono perché esiste l’uomo. Anche nelle società primitive esistevano. Magari non a tutti era riconosciuto lo stesso grado di “umanità” (ad esempio agli schiavi), ma la norma naturale “non uccidere” è sempre stata presente nella natura umana. 

Invece certi interessi e desideri umani non sono diritti, in quanto non riconosciuti né dalla legge naturale, né da quella positiva: non ho diritto ad avere un gatto (se vivo in un residence dove non sono ammessi animali), non ho diritto ad andare in discoteca ( se non pago il biglietto e se non è orario di apertura), non ho il diritto di fare la ballerina (se non ho il fisico, le capacità e la fortuna di passare un provino), non ho il diritto di fondare una società commerciale con regole decise da me… non ho diritto a sposarmi con chi mi pare e come mi pare, non ho diritto a un figlio.

Oggi assistiamo alla pretesa di trasformare tutti i desideri in diritti.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/legislazione/diritti-umani-e-capricci-egoisti/

 

 

————————–

– A chi non piace la ‘teoria Gender’

di Antonello Brandi e Gianfranco Amato, da indro.it

 

 

Il 'gioco del rispetto' nell’asilo di Trieste e il caso Dolce e Gabbana sono solo gli ultimi due episodi che mostrano come il dibattito sulla questione delle famiglie omogenitoriali e dell’educazione 'gender' in Italia sia tutt’altro che sopito, e che, al contrario, sia più acceso che mai. Ma che cos’è la teoria “gender” e qual è lo stato dell’attuazione dei programmi volti a diffondere questi insegnamenti in Italia?

Continua a leggere su:

http://www.lindro.it/0-politica/2015-03-18/171335-a-chi-non-piace-la-teoria-gender

 

 

——————–

– «Gender, manipolazione da laboratorio»

da avvenire.it

… Ma c'è un'altra questione che sta a cuore ai vescovi, un'altra sorta di "corruzione" che inquina la società: è la Teoria del gender, che si «nasconde dietro a valori veri come parità, equità, autonomia, lotta al bullismo e alla violenza, promozione, non discriminazione… ma in realtà pone la scure alla radice stessa dell'umano per edificare un transumano in cui l'uomo appare come un nomade privo di meta e a corto di identità».

Continua a leggere su:

http://www.avvenire.it/Chiesa/Pagine/bagnasco-prolusione-consiglio-permanente-23-marzo.aspx?utm_content=buffer81af0&utm_medium=social&utm_source=facebook.com&utm_campaign=buffer

 

 

————————–

– Ultima follia a scuola Entra nel programma l'ora di autoerotismo

da ilgiornale.it

Non è sempre facile essere genitore, per chi nutre convinzioni in contrasto con lo spirito del tempo. Soprattutto se la scuola pubblica veicola un messaggio incompatibile con le convinzioni etiche personali.

È il caso dei genitori di un tredicenne piacentino, che hanno chiesto l'esonero del figlio dal percorso di «educazione alla sessualità e all'affettività» Viva l'amore promosso dalla regione Emilia-Romagna. E si sono visti negare l'esonero dalla scuola.

Incontriamo Paolo e Amalia (i nomi sono di fantasia, per tutelare la privacy del ragazzo ancora minorenne) in un bar alla periferia di Piacenza, all'ora dell'uscita dagli uffici. «A ottobre ci è stato presentato un progetto di educazione sessuale – spiegano davanti a un caffè – Con l'esplicita premessa che sarebbe stato facoltativo». Il libretto distribuito alle famiglie contiene istruzioni molto esplicite, con tanto di illustrazioni, sull'uso dei contraccettivi maschili e femminili, sezioni dedicate alla masturbazione e questionari sulle trasformazioni «gradevoli o sgradevoli» della pubertà. E Viva l'amore non si limita a spiegare come evitare malattie veneree o gravidanze indesiderate: affronta anche i temi dell'identità e delle discriminazioni di genere.

Continua a leggere su:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/ultima-follia-scuola-entra-nel-programma-lora-autoerotismo-1107203.html

 

 

—————————–

– In Canada: soppressa la libertà educativa della famiglia

di Benedetta Frigerio, da tempi.it

 

 

D’ora in poi tutte le scuole cattoliche, protestanti, ebraiche o di qualsiasi altra estrazione dovranno dare la possibilità agli studenti di formare al loro interno club Lgbt o di qualsiasi altra natura. A deciderlo il 10 marzo scorso è stato il governo conservatore dello Stato canadese di Alberta, che dopo pressioni durate mesi da parte della “Gay-straight alliances” (Gsa), l’organizzazione nazionale degli studenti Lgbt, ha deciso in sole quattro ore di approvare la norma senza dare ai genitori la possibilità di dissentire: «Non ce lo aspettavamo», spiega a tempi.it Donna Trimble, leader dell’associazione “Parentes for choice in education” (“Genitori per la libertà di educazione”). Ma ora, «nel caso in cui in classe si dovesse parlare di orientamento sessuale e di teoria gender, non sarà ammessa alcuna esenzione richiesta dai genitori».

Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/canada-ci-hanno-imposto-una-legge-che-obbliga-le-scuole-religiose-a-istituire-club-lgbt#.VRVhX-EYEa4

 

 

————————-

– Monia Benini: VOGLIONO STERMINARE L'UMANITA'!!!

di francomuzzifox, da youtube.com

 

(foto tratta da youtube.com)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=9F44NS5o8RY

 

 

————-

– Genitori sveglia! Ecco cosa succede negli asili di Trieste (e poi nel resto d'Italia)

di LoSai.eu

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=R5aN1Bbj8vk#t=11

 

 

—————————-

– Per una nuova Antropologia Filosofica

di Nicola Terramagra, da enzopennetta.it

 

Martin Buber, filosofo viennese vissuto a cavallo tra l’800 e il ‘900, sosteneva che fosse possibile elaborare un’autentica riflessione antropologica solo in quelle che lui definiva “epoche senza dimora” o “epoche senza casa”. Con tale concetto, Buber voleva indicare quei periodi in cui l’uomo si trova smarrito, privo di punti di riferimento, epoche in cui le tradizionali strutture sociali, economiche e culturali vengono meno o sono messe pesantemente in discussione. Per intenderci, secondo Buber, S. Agostino riuscì ad elaborare un’autentica riflessione antropologica proprio perché visse in un’epoca senza dimora, con l’Impero Romano d’Occidente sotto l’assedio dei Vandali di Genserico.

Mi trovo fondamentalmente d’accordo con la tesi di Buber, e per questo motivo credo che la nostra epoca sia perfetta per avviare una seria e nuova riflessione antropologica. Per quanto mi riguarda, infatti, credo che il mondo contemporaneo sia un ottimo esempio di epoca senza dimora, in cui i valori tradizionali, le strutture sociali “classiche” e gli assetti economici che regolano la vita delle persone stanno lentamente (ma non troppo) cambiando. Per non parlare, poi, del mondo del lavoro; i rapidi cambiamenti che stanno investendo la sfera professionale delle persone, creano forte scompiglio all’interno degli apparati sociali di riferimento (sindacati, associazioni di lavoratori, ecc…) e nei lavoratori stessi, che si trovano di fronte ad un nuovo tipo di schema che incide fortemente sui loro diritti, sul loro salario e, di conseguenza, sulla loro vita.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2015/03/per-una-nuova-antropologia-filosofica/

 

 

—————————

– OMOSESSUALI NON SI NASCE. Sono medico e curo i gay, la metà vuole cambiare

di Andrea Morigi, da altervista.org

… Sfidare i pregiudizi sull’omosessualità è possibile,  perfino da una prospettiva insolita e dichiarata inaccettabile da parte dei movimenti gay.

Dal 1967, quando discusse la  sua tesi di laurea ad Amsterdam, lo psicologo olandese Gerard van den Aardweg mette in discussione la teoria che indica un’origine genetica dell’orientamento omosessuale. «Non c’è nulla di  innato, è soltanto disinformazione», spiega a Libero, «Dopo 15 anni di ricerche sui gemelli, monozigoti e no, non è stato dimostrato proprio nulla. Anzi, tutto indica il contrario, cioè che il contributo genetico all’omosessualità è pari a zero».

Van den Aardweg è in Italia per un corso organizzato da una decina di associazioni che propongono un’alternativa al coming out. Invece di seguire la teoria affermativa (“accettati per quello  che sei”), si dà una possibilità di cambiare. A chi vuole, si intende.

Continua a leggere su:

http://lucaditolve.altervista.org/omosessuali-non-si-nasce-sono-medico-e-curo-i-gay-la-meta-vuole-cambiare/

 

 

—————————

– «Non essendoci più l’educazione, non ci rimane che quella sessuale». Grande Susanna Tamaro

da tempi.it


«Non essendoci più l’educazione, non ci rimane che quella sessuale». Bell’articolo oggi sulla prima pagina del Corriere della Sera di Susanna Tamaro. La scrittrice prende spunto dai fatti avvenuti in un asilo di Trieste per proporre una sua riflessione sull’educazione dei più piccoli. Il caso riguarda un laboratorio didattico «volto all’abbattimento di quegli stereotipi sociali che imprigionano maschi e femmine in ruoli che nulla hanno a che vedere con la loro natura». Si chiama “Gioco del Rispetto” e prevede, tra le altre cose, delle attività in cui, per abbattere gli stereotipi di genere, si fanno vestire le femminucce da maschietti e viceversa. Ma, nota la scrittrice, è un ben strano modo di educare. Se pensa alla sua esperienza e al fatto che da piccola amasse ricoprire, durante i giochi, ruoli maschili non può fare a meno di notare: «Se fossi cresciuta in questi anni, sicuramente sarei stata classificata come una bambina sofferente di disforia di genere, e sarei stata avviata a un percorso terapeutico adeguato, dato il mio aspetto androgino e la mia predilezione per i mestieri allora proibiti alle donne. Sarei stata più felice?».

Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/non-essendoci-piu-l-educazione-non-ci-rimane-che-quella-sessuale-grande-susanna-tamaro#.VQG1AeEYEa5

 

 

————————–

– CANTANTE DENUNCIATO PER “ISTIGAZIONE ALLA VIOLENZA”: IL TESTO? E’ CONTRO LA DITTATURA EUROPEA E PER L’USCITA DALL’EURO. PROVE TECNICHE DI CENSURA DEL NUOVO ORDINE MONDIALE

da grandecocomero.com

Si intitola Chi comanda il mondo? il nuovo singolo-denuncia del cantautore milanese Giuseppe Povia, che con questa canzone dimostra di avere molto coraggio.

Qualche ora fa l’artista ha scritto su Facebook: “Ecco chi comanda il mondo, ecco la canzone-video-denuncia a questa dittattura finanziaria europea e mondiale.Con la speranza che tutti ne prendano coscienza e chi già sa, cominci a fare qualcosa. Questa volta ve lo chiedo: CONDIVIDETE, DIFFONDETE, DIVULGATE DOVUNQUE.” Povia invita tutti i fans a fare la stessa cosa, ovvero condividere nelle pagine sociali dei grandi cantanti, politici, giornali e giornalisti, al fine di denunciare questa “dittatura”.

Povia ha ringraziato Paolo BarnardSenza il suo giornalismo, questa canzone non sarebbe mai nata“.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono i messaggi che il cantante vuole lanciare alla gente, il significato di questo pezzo.

Come si evince chiaramente dal titolo, il brano denuncia la dittatura (peggio del nazismo) travestita da democrazia e libertà, denuncia i potenti del mondo, ai quali non basta più il potere, ma che vogliono anche vedere il popolo soffrire, sempre agli ordini e politicamente diviso (Dividi ed impera).

Continua a leggere su:

http://www.grandecocomero.com/povia-canzone-denunciato-istigazione-odio-violenza-video/

 

 

————————-

– Nella ricerca del bene non può esserci giustizia senza bellezza

da coscienzeinrete.net

Inorridiamo davanti alle ingiustizie, ma orrore è anche la bruttezza che si diffonde in nome del progresso[1]

Viviamo in una società che sta distruggendo se stessa, profondamente ingiusta e brutta, e i due scempi si compiono indissolubilmente associati. Perché?

 Perché, come insegnava la cultura greco romana, nella ricerca del bene non può esserci giustizia senza bellezza.

Nelle sue forme più antiche, infatti, il bene assoluto era composto inseparabilmente da giustizia e bellezza poiché entrambe, bisogni archetipi dell’anima[2], erano ritenute componenti necessarie per l’equilibrio dell’uomo e della società.

 di Solange Manfredi – Tratto da Diritto, Politica & Società n°1

Il bisogno di giustizia è qualcosa di naturale, di archetipo, che precede ogni educazione. Ma il bisogno di bellezza non è sostanzialmente diverso. Così simili sono le due aspirazioni, che una vittoria della bruttezza sulla bellezza è facilmente sentita come il male che vince sul bene ed il preferire la bruttezza alla bellezza appare sempre come un'azione malvagia.[3]

Continua a leggere su:

http://coscienzeinrete.net/arte/item/2313-nella-ricerca-del-bene-non-pu%C3%B2-esserci-giustizia-senza-bellezza

 

 

————————-

– E tu da che parte stai?

da libero-pensiero.net

“Che tristezza vedere ancora gli amici divisi tra filo russi e filoamericani
COME 50 ANNI FA….Vi schierate con gli uni negando le efferatezze degli altri.

Per ignoranza, per appartenenza, per condizionamento, per superficialità.

Siete come i politici.

Voi pensate di essere vittime ma siete specchio dei vostri politici.

Col voto, col non voto con le idiozie di tutti tipi sparate su fb come fossero verità assolute, con la cattiveria scambiata per rigore, il dubbio, l’nterrogativo,IL CERCARE DI CAPIRE LE RAGIONI DELL’ALTRO hanno lasciato il posto all’invettiva ,al sarcasmo, all’insulto. E i nuovi non sono diversi sono solo nuovi.

Si lo so sono generico ci sono le eccezioni e ci mancherebbe…ma la massa è così. Pessimista?

Oggi mi sento pessimista. Ma domani, come disse Rossella,è un altro giorno e si vedrà…”

Majid Valcarenghi

Ho conosciuto Majid Valcarenghi.

E’ tra le poche e rare persone libere che abbia conosciuto in questo paese.

E’ un italiano che, attraverso la sua attività, ha dato un serio e solido contributo a diffondere un senso di responsabilità collettiva, incitando sempre tutti quanti (compreso se stesso, perché lui razzola esattamente ciò che predica) ad assumersi in proprio le responsabilità.

La stragrande maggioranza dei pentastellati e degli antagonisti italiani non sanno di essere figli di Valcarenghi. Quasi quaranta anni fa ebbe l’idea di pubblicare un mensile che si chiamava “Re Nudo” (il titolo è tutto un programma) convogliando utopie, fantasia, immaginazione, invitando gli italiani a smascherare i consueti giochi della politica italiana, con il dichiarato fine di andare a costruire una società migliore per tutti. E non lo fece per raccattare voti, dato che non si è mai presentato candidato a nulla, che io sappia.

Proprio perché lui è così, non lo vediamo in giro alla televisione, penso che non ci andrebbe anche se lo invitassero, essendo una persona mite, armonica e positiva. Lui appartiene al clan degli invisibili, dei pochi pensanti che si interrogano, che si schierano ma non appartengono, quindi non sono mai costretti a tirar l’acqua al mulino di nessuno.

Continua a leggere su:

http://www.libero-pensiero.net/e-tu-da-che-parte-stai/

 

 

————————-

– Homeschooling, educazione parentale: perché?

da notizieprovita.it

Giuseppe Brienza, sulla Nuova Bussola Quotidiana ci informa che anche in Italia la pratica dell’ “home-schooling” o “educazione parentale” si va diffondendo.

Sono infatti molti i genitori completamente insoddisfatti della cultura frammentaria, di parte  – se non distorta da ideologie e disvalori, come nel caso del gender – che la scuola italiana porge alle nuove generazioni.

Sempre sulla Nuova Bussola Quotidiana, tempo fa  un’intervista a Matthew Allen aveva affrontato e spiegato l’argomento. I genitori, spesso organizzati in gruppi e assistiti da qualche tutor organizzano corsi di istruzione ed educazione personalizzata, domestica e comunitaria. Il diritto all’homeschooling, oltre che dagli articoli 14 e 33 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo,  è previsto dal decreto legislativo n. 76, approvato il 15 aprile 2005 dal secondo Governo Berlusconi (Ministro dell’istruzione era Letizia Moratti), che ha sancito definitivamente l’ingresso dell’homeschooling nel sistema scolastico italiano stabilendo, all’articolo 1, comma 4, che «I genitori, o chi ne fa le veci, che intendano provvedere privatamente o direttamente all’istruzione dei propri figli, ai fini dell’esercizio del diritto-dovere, devono dimostrare di averne la capacità tecnica o economica e darne comunicazione anno per anno alla competente autorità, che provvede agli opportuni controlli».

Spiega Brienza: “ Tramite la scuola familiare, quindi, i genitori devono:

— attestare di possedere i mezzi e le competenze necessarie allo svolgimento “in proprio” dell’istruzione obbligatoria;
— comunicare per iscritto alla Direzione didattica di appartenenza la loro decisione di ricorrere all’homeschooling;
— presentare il proprio figlio agli esami di Stato, previa formale domanda di ammissione agli stessi corredata del programma svolto, se vogliono iscrivere il figlio alla scuola pubblica l’anno successivo.

Per orientare e supportare le famiglie che scelgono l’homeschooling, esistono oggi in Italia diverse iniziative. Opera già dal 2002 una “Rete Italiana Scuola Familiare”, alla quale si è successivamente affiancata l’attività del portale “Informagiovani”, gestito da centri comunali e provinciali presenti in quasi tutte le città d’Italia, che dedicano una sezione di attività e documentazione espressamente all’educazione parentale”.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dallitalia/homeschooling-educazione-parentale-perche/

 

 

————————-

– La biotecnologia evolve, pagano i bambini

di Nicoletta Tiliacos, da notizieprovita.it

“Produrre bambini e quali bambini produrre. L’epoca della “genitorialità” come tecnoscienza comanda, quando non si nasce più perché mamma e papà hanno fatto l’amore”

Va letto tutto. Anche se chi segue questo portale, in realtà, già sa tutto. Ma la Tiliacos ci offre una sorta di riassunto, di galleria, di tutte le follie umane possibili – certamente possibili, ma non per questo accettabili – che  può essere utile per capire verso quale baratro sta procedendo a grandi passi il genere umano, grazie al “progresso” della tecnoscienza. La citazione che fa l’articolo in apertura è indispensabile. La foto ( “Prometeo” di Rubens) è tragicamente pertinente.

“Perché, come è facile capire”, disse Foster, “nella grande maggioranza dei casi, la fecondità è semplicemente una noia, un impaccio. Un’ovaia feconda ogni dodicimila sarebbe ampiamente sufficiente per i nostri bisogni. Ma noi desideriamo avere una buona possibilità di scelta. Bisogna, naturalmente, lasciare sempre un enorme margine di sicurezza. Ragione per cui permettiamo che perfino il trenta per cento degli embrioni femminili si sviluppi normalmente. Gli altri ricevono una dose di ormone sessuale maschile ogni ventiquattro metri durante il resto del percorso. Risultato: quando escono dalle bottiglie sono neutri, assolutamente normali per struttura (eccetto che – dovette ammettere – hanno veramente una leggera tendenza alla crescita della barba) ma sterili. Garantiti sterili. Il che ci porta finalmente”, continuò Foster, “fuori del campo della più servile imitazione della natura per entrare in quello molto più interessante dell’invenzione umana”.
Aldous Huxley
(“Il Mondo Nuovo”, Mondadori)

Ecco, quindi,  le tappe che abbiamo già percorso nel nostro cammino verso il Mondo Nuovo.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/filosofia-e-morale/la-biotecnologia-evolve-pagano-i-bambini/

 

 

—————————-

– Gay non si nasce: lo dice la scienza … con buona pace di Gayburg

di Lupo Glori, da notizieprovita.it

Lo scorso 4 febbraio, “Gayburg”, un blog di informazione gay, ha replicato stizzito al nostro articolo Gay si nasce o si diventa?, accusandoci di «alimentare odio sociale» attraverso la divulgazione di teorie false e superate da decenni e scrivendo: «le tesi sostenute nell’articolo di Corrispondenza romana (datato 21 gennaio 2015) e tutte le dimostrazioni dell’infondatezza di quei dati risalgono agli anni ’90. È incredibile che a 25 anni di distanza ancora si debba perdere tempo a spiegare l’ovvio solo perché alcuni gruppi cattolici sono pronti ad appellarsi a teorie già ampiamente screditate al solo fine di alimentare odio sociale nei confronti della comunità lgbt». Tali mistificatorie accuse ci costringono a tornare nuovamente sull’argomento, per sgombrare il campo, si spera, una volta per tutte, da equivoci e ipocrite favole ideologiche e per ribadire i dati scientifici sulla supposta esistenza di un chimerico gene omosessuale.

Innanzitutto, è curioso constatare come coloro che ci rimproverano di riportare dati di annata si appellino alla ricerca di J. Michael Bailey, omettendo la data, che risale al 1991. Per la precisione, tale studio, focalizzato sui gemelli identici e intitolato, A genetic study of male sexual orientation, è stato condotto da J. Michael Bailey e Richard C. Pillard, entrambi, guarda caso, convinti sostenitori della causa omosessuale. Malgrado tutte le buone intenzioni, tuttavia, Bailey e Pillard si sono dovuti arrendere davanti all’evidenza scientifica e non sono stati in grado di dimostrare l’esistenza di una medesima attitudine sessuale nelle coppie di gemelli da loro indagate.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/filosofia-e-morale/gay-non-si-nasce-lo-dice-la-scienza-con-buona-pace-di-gayburg/

 

 

———————-

– Non è mai colpa delle stelle

di Ivana Viazzi, da appelloalpopolo.it

 

“Il sistema migliore per evitare che un prigioniero fugga e’ fare in modo che non sappia mai di essere in prigione”.

Non cito la fonte perché è ancora oggi dubbia…

Questa comunque è la condizione odierna dell’umanità; una parte di essa (molto piccola) è consapevole di schiavizzare un’altra parte, molto più grande di umanità inconsapevole.

E questa parte di schiavi inconsapevoli, non ha percezione del fatto che lo stile di vita adottato, a sua volta alimenta la schiavitù di un’altra parte ancora più grossa di umanità che muore di fame e di sete e non solo in Africa o Sud America, ma anche nella stessa Europa dove la mortalità di ragazzi sotto i 14 anni per sete e’ altissimo.

La cosa che salta all’occhio, a chi ha ben chiaro questo meccanismo che ha connotazioni economiche e di profitto per accrescere il capitale, è che le varie lotte dei popoli non sono volte alla riconquista della libertà perché questo comporterebbe un’uscita dal sistema e una completa ribellione ad esso, proponendo modelli diversi, ma sono lotte per avere gabbie più confortevoli e catene più lunghe.

L’aberrazione è che l’uomo inconsapevolmente ha barattato il diritto imprescindibile all’esistenza con il lavoro produttivo. Un patto del Diavolo che non solo condiziona inesorabilmente le sorti dell’individuo ma oltre a questo, mentre è definitivo e sicuro il cedimento dei diritti alla vita come mangiare e bere, viene anche disattesa puntualmente la contropartita del lavoro , con buona pace dei riformatori. PRODUCI E SOPPORTA IL MONDO!

Se non produci mi dispiace ma decade l’utilità della tua presenza su questa terra quindi prima muori e meglio è per tutti. Troppo dura? Direi realista.

Continua a leggere su:

http://www.appelloalpopolo.it/?p=13086

 

 

————————

“Il MIUR che parla contro l’ideologia gender”

da notizieprovita.it

Avevamo trovato un interessante articolo di “Notizie ProVita” relativo ad un documento del MIUR (Ministero Istruzione Universita’ e Ricerca) relativo all’introduzione dell’ideologia gender nelle scuole. Per l’esattezza una lettera inviata dal Sottosegretario Gabriele Toccafondi all’Associazione “Giuristi per la vita”. Ma adesso, aprendo il link indicato, appare un messaggio che recita: “404 – La pagina che stavi cercando non può essere trovata”.

Ai nostri lettori le conseguenti deduzioni.

http://www.notizieprovita.it/notizie-dallitalia/il-miur-che-parla-contro-lideologia-gender/

Al link seguente ciò che rimane di quell’articolo:

https://www.facebook.com/NotizieProVita/posts/830014250371132

 

 

————————–

– Nuova legge antinegazionismo – Una conquista o una nuova Inquisizione ?

da pensareliberi.com

Art.21 della bistrattata, falcidiata, defunta e sopravvalutata Costituzione Italiota: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”

Nel silenzio più totale, nella calma più piatta che più piatta non si può, a breve il Parlatoio varerà la legge antinegazionismo, secondo quanto riportato oggi pomeriggio dal TG Parlamento, con tanto di intervista al gongolante capo della comunità ebraica di Roma Riccardo Pacifici. Conseguenze ? Bè, stare attenti a ciò che si pensa ed evitare di dare verbo e inchiostro a detti pensieri se, chiaramente, questi non sono consoni alla storiografia ufficiale e alle verità universalmente acquisite. Un provvedimento simile effettivamente mi ricorda i temutissimi tribunali dell’inquisizione del basso Medioevo, epoca in cui la cultura, la sapienza e la relativa circolazione di idee tra gli individui venivano setacciate al fine di evitare “inquinamenti” sulla verità assoluta che in quel periodo era – ricordiamolo – di esclusiva competenza della Chiesa Cattolica.

Continua a leggere su:

http://pensareliberi.com/2015/02/06/nuova-legge-antinegazionismo-una-conquista-o-una-nuova-inquisizione/

 

 

————————-

Parte la pubblicità dei microchip sottocutanei

– Con il chip sottopelle – hi-tech

da euronews (in italiano) e da youtube.com

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=tc8bSjiUuzA

 

 

————————

– Questa  non è accoglienza

di Fernando Pallocchini, da losai.eu

Lo avevamo già scritto in tempi meno sospetti che i massicci arrivi d’immigrati dalle coste mediterranee dell’Africa non erano normali e le recenti scoperte romane lo hanno confermato: una marea d’immigrati, come in una eguaglianza matematica, corrisponde a una marea di finanziamenti fagocitati un po’ ovunque in Italia. Sì, un po’ ovunque e Roma è solo la punta dell’iceberg. Infatti, solo nel 2013, il flusso migrat di oltre 40mila persone ha mosso, circa, 1.800.000 euro ogni giorno di denaro pubblico. Per essere stata sbandierata come accoglienza umanitaria ci sembra piuttosto interessata. Entriamo un poco nel dettaglio.

La spesa media giornaliera per ogni immigrato è pari a 45 euro, che salgono a 70 se bambini. Va chiarito che costoro non prendono questo denaro, che va a finire altrove, ma hanno piccoli benefici (un primo tetto sulla testa, cibo, farmaci, vestiario e poco altro). L’affare più importante si fa con i CARA (centro assistenza richiedenti asilo) sparsi ovunque, dalla Sicilia alla Sardegna, dal nord Italia alla Puglia. Questi centri sono gestiti da Legacoop, da consorzi vicini al Pdl, imprese prossime a Comunione e Liberazione, alla Lega e pure da multinazionali: ce n’è per tutti! e considerando che un CARA frutta anche 50 milioni di euro l’anno è facile intuire perché in tanti ci si sono buttati.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/questa-non-e-accoglienza/

 

 

————————

– L’esercito UK arruola migliaia di “Facebook Warriors” per disinformare

di Michael Krieger, da nocensura.com

Dopo gli influencer arruolati dall'UE per contrastare gli euroscettici, anche l'esercito inglese sta preparando un "battaglione virtuale" di 1.500 uomini per influenzare le opinioni sui social network. 
Come mai se ne occupano i militari e non una normale agenzia di comunicazione e marketing? Viene da chiedersi. Ebbene con i militari possono imporre il "segreto" sulle attività svolte, forti di una legge che punisce duramente chi rivela questioni segretate. Utilizzando personale civile invece sarebbe difficile, o meglio impossibile evitare fughe di notizie: e questo deve fare riflettere sulla natura di questo gruppo…

Continua a leggere su:

http://www.nocensura.com/2015/02/lesercito-uk-arruola-migliaia-di.html

 

 

Febbraio 2015

– I bambini delle coppie gay hanno più problemi emozionali. Una ricerca del “Britsh Journal of education”

di Marco Tosatti, da losai.eu

Uno studio appena pubblicato sulBritish Journal of Education, Society & Behavioural Science, una rivista scientifica peer-rewieved (cioè sottoposta a controlli incrociati di altri specialisti del settore) dimostra che nei bambini allevati da coppie omosex “i problemi emozionali sono prevalenti per oltre il doppio rispetto ai bambini che sono allevati in famiglie eterossessuali”. Vedi Qui.

Lo scopo della ricerca era verificare se la tesi secondo cui i bambini con genitori dello stesso sesso non soffrano di nessuno svantaggio nel benessere emozionale anche in una ricerca effettuata su un ampio strato di popolazione, e non con un campione limitato a quel genere di bambini. La ricerca è stata condotta su un campione di 207.007 bambini, inclusi 512 con genitori dello stesso sesso, ed è stata condotta dal U.S. National Health Interview Survey. Il risultato è che problemi emozionali sono apparsi con oltre il doppio della frequenza nei bambini con genitori omosessuali.

La conclusione è stata che le coppie eterosessuali presentano un livello di rischio molto minore. L’autore della ricerca, il sociologo Paul Sullins afferma che “Non è più corretto affermare che nessuno studio ha rilevato che i bambini nelle famiglie con genitori dello stesso sesso siano svantaggiati in relazione a quelli delle famiglie eterosessuali”.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/bambini-delle-coppie-gay-hanno-piu-problemi-emozionali-una-ricerca-del-britsh-journal-education/

 

 

 

——————————–

– L’assurdità dell’ideologia transgender: una critica dura ma necessaria

Articolo scritto da Carlos D. Flores; Università di Santa Barbara della California, presidente della UC Santa Barbara Anscombe Society ; scrive per Ethika Politika. Da notizieprovita.it

Si dovrebbe fare una azione politica pubblica e incoraggiare norme sociali che riflettano la verità sulla persona umana e la sessualità. Invece i transgender si pongono come modello alle nuove generazioni.

Si persevera nell’offuscare la verità su tali questioni e seminare i semi della confusione sessuale nelle generazioni future per gli anni a venire.

Ormai tutti abbiamo letto del tragico suicidio di Joshua Alcorn, il ragazzo transgender che, alla fine di dicembre, si è suicidato su un’autostrada. In una sorta di biglietto d’addio, Joshua cita una serie di motivi che lo hanno indotto a porre fine alla sua vita, i più importanti dei quali sembrano essere stati i tentativi dei suoi genitori di farlo ragionare riguardo la sua identità sessuale, consigliandolo di farsi aiutare da specialisti, nel tentativo di risolverei i suoi dubbi. Tutti i problemi che alla fine lo hanno portato al suicidio, scrive Joshua, derivano dal fatto che, da quando era un bambino, si sentiva come una “ragazza intrappolata nel corpo di un ragazzo.”

Non appena il cuore di Joshua ha smesso di battere, la storia del suo suicidio è stata rubata dagli attivisti LGBT e sezionata, smembrata, analizzata per perorare la battaglia di una minoranza contro l’oppressione culturale. I genitori di Joshua sono stati subito accusati di essere stati “repressivi” e “bigotti”; hanno persino ricevuto esplicite minacce da vari attivisti LGBT.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/filosofia-e-morale/lassurdita-dellideologia-transgender-una-critica-dura-ma-necessaria/

 

 

———————————

– Lo psicoanalista Massimo Recalcati: «Conchita Wurst? Mito narcisistico, non è libertà»

da aleteia.org

 

Il Festival di Sanremo ieri sera ci ha presentato come superospite l’uomo barbuto vestito da donna Conchita Wurst, vincitore dell’Eurofestival nel 2014. In quell’occasione la cantante Emma Marrone, conduttrice oggi del festival,disse “Senza barba non avrebbe avuto alcuna chance”.
Come abbiamo spiegato ieri, non amiamo le mascherate (nemmeno a Carnevale) e preferiamo sempre la vera identità delle persone, per questo abbiamo apprezzato molto la scelta di Mauro Coruzzi di mostrarsi sul palco dell’Ariston senza la maschera difensiva di Platinette. E’ quello che auguriamo anche a Thomas (in maschera Conchita). Ieri sera il presentatore Carlo Conti lo ha chiamato giustamente “personaggio” e non “cantante”, rivolgendosi a lui al maschile e ogni tanto al femminile.
La confusione evidentemente la fa da padrona anche in chi pensa che questo sia progresso. Perché, questo, non lo è affatto e lo ha sostenuto anche il laicissimo psicoanalista di “Repubblica”Massimo Recalcati, supervisione clinico presso l’Ospedale Sant’Orsola di Bologna. Pochi mesi fa scrisse infatti:«esaltano la donna barbuta come una figura della liberazione sessuale e della tolleranza nei confronti della diversità; esultano vedendo in Conchita Wurst una eroina del nostro tempo e il suo successo come il giusto riconoscimento di un altro modo di pensare e di vivere la differenza sessuale. Perché due soli sessi? Perché escludere la possibilità ancora inesplorate di forme multiple, anarchiche, erranti, della sessualità? Non sarebbe questa la legittima liberazione sessuale da secoli di oppressione clerico-fascista?».
No, non è così: «Questa cultura che esalta un sesso totalmente libero dai vincoli dell’anatomia e dai condizionamenti educativi», ha proseguito Recalcati, «ricade in pieno in una concezione autogenerativa dell’uomo come colui che si fa da sé. È un mito narcisistico del nostro tempo: quello di una libertà che vuole prescindere da ogni vincolo simbolico: inventarsi il proprio sesso».

Continua a leggere su:

http://www.aleteia.org/it/societa/contenuti-aggregati/massimo-recalcati-conchita-wurst-narcisista-5799809877278720

 

 

—————————

– TOTALITARISMO VATICANO

di F. Colafemmina, da fidesetforma.com

 

Quel che ho sempre mal sopportato del progressismo liberale all’interno della Chiesa è la sua arroganza totalitaria. Quanto vive oggi la Chiesa sotto la dittatura di Bergoglio e del suo direttorio è però ben altra cosa rispetto alle spallate che il progressismo militante intendeva assestare al papato e al magistero. Siamo in poche parole al di là dei soliti schieramenti e dunque è diventata anche obsoleta l’arroganza che si è trasformata in protervia, in dispotismo rancoroso, in intolleranza bolscevica.

Di questo fenomeno dovrebbero preoccuparsi non tanto i cosiddetti conservatori e quella parte minoritaria di essi che suole essere definita “tradizionalista”, ma proprio gli ex progressisti che hanno partorito un monstrum ormai incontrollabile e che rischia di fagocitarli per primi.

Il progressismo cattolico ha fatto presa infatti in gran parte su uomini di Chiesa in buona fede, certi che un maggiore coinvolgimento della Chiesa nelle battaglie sociali, uno snellimento dell’apparato ecclesiastico all’essenziale, una maggiore cura pastorale delle anime smarrite, avrebbe favorito una riscoperta del Vangelo autentico, privo di sovrastrutture umane. Di qui l’innamoramento per Bergoglio, considerato un fautore di questa politica ecclesiale, volta alla riscoperta dell’ “autenticità” del cristianesimo (istanze tra l’altro di retroguardia, ferme agli anni ’60-’70) . Purtroppo per loro i progressisti devono oggi riconoscere che le loro istanze vengono usate da Bergoglio e dal suo direttorio con un cinismo strategico senza pari per far compiere alla Chiesa un cammino opposto.

Continua a leggere su:

http://www.fidesetforma.com/2014/11/10/totalitarismo-vaticano/

 

 

—————————–

– Gender e sessualizzazione precoce dei bambini

di Toni Brandi, da notizieprovita.it

In molte scuole, e perfino negli asili nido, si promuove una “educazione sessuale” che in realtà è “sessualizzazione precoce” dei nostri bambini.

Nei paesi dove è stata applicata, come Inghilterra ed Australia, la sessualizzazione precoce dei bambini ha causato un aumento delle violenze sessuali, della pedofilia, dell’ assuefazione alla pornografia, e un aumento degli aborti e delle gravidanze dai 10 ai 13 anni di età.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/legislazione/gender-e-sessualizzazione-precoce-dei-bambini-2/

 

 

—————————–

– Il gender a Sanremo? Noi cambiamo canale

di Mario Adinolfi, da lacrocequotidiano.it


I conti non tornano. Apriamo oggi il giornale sugli Stati Uniti che, avendo avuto un anno di ripresa economica, tornano massicciamente a investire. Da noi la ripresa non si vede, in compenso le spese senza senso non mancano mai. Tra pochi giorni il festival di Sanremo guidato da Carlo Conti ci regalerà pagine di propaganda all’ideologia del gender che costeranno ai contribuenti italiani oltre centomila euro. Caro conduttore, che ci stai anche simpatico, sappi che non basta la mossa cerchiobottista di portare sul palco delle canzonette anche una famiglia numerosa per provare a riequilibrare con classica mossa Rai dei conti che non tornano.

Continua a leggere su:

http://www.lacrocequotidiano.it/articolo/2015/02/03/media/il-gender-a-sanremo-noi-cambiamo-canale

 

 

————————–

– Aborto post-nascita, si riapre la polemica

da avvenire.it

(immagine tratta da Ara21.org)

 

Per chi avesse ancora il dubbio – assai lecito e comprensibile – di non aver capito bene la tesi di Alberto Giubilini e Francesca Minerva, ieri all’università di Torino i due giovani studiosi italiani docenti in Australia la ribadivano a chiare lettere: «Se pensiamo che l’aborto è moralmente permesso perché i feti non hanno ancora le caratteristiche che conferiscono il diritto alla vita, visto che anche i neonati mancano delle stesse caratteristiche, dovrebbe essere permesso anche l’aborto post-nascita». Ovvero: al pari del feto, anche il bambino già nato non ha lo status di persona, pertanto l’uccisione di un neonato dovrebbe essere lecita in tutti i casi in cui è permesso l’aborto, anche quando il neonato non ha alcuna disabilità ma ad esempio costituisce un problema economico o di altra natura per la famiglia.

Continua a leggere su:

http://www.avvenire.it/Cultura/Pagine/aborto-post-nascita.aspx

 

 

——————————–

– Aborto: sindrome post traumatica paterna

da losai.eu

(foto tratta da notizieprovita.it)

Sulla radicale ingiustizia della legge 194 abbiamo già detto tanto.

Forse non abbiamo abbastanza sottolineato quanto sia ingiusta anche nei confronti dei padri, che non hanno alcuna voce in capitolo per salvare la vita del proprio figlio.

Da Aleteia apprendiamo la triste testimonianza di un padre che non ha neanche saputo che sua moglie era rimasta incinta di un bambino da lui tanto desiderato.

Quella che segue è la storia di un caso reale di cui si è occupata una clinica di aiuto psicologico. I nomi e i luoghi sono fittizi, ma la storia, così come la patologia, è vera al 100%.

Jack era sui quaranta e si trovava in una tappa della vita nella quale essere padre era il suo grande sogno. Aveva conosciuto Louise, che aveva già un figlio da una relazione precedente e aveva acconsentito senza grande entusiasmo ad avere un secondo figlio con Jack.

I quattro vivevano felici come una famiglia normale fino a che Jack non ha scoperto che alle sue spalle stava accadendo qualcosa di molto grave.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/aborto-sindrome-post-traumatica-paterna/

 

 

—————————

– L'azienda dove per lavorare devi farti installare un chip sotto alla pelle

da liberoquotidiano.it

 

Vuoi lavorare con noi? Bene, dacci la mano e ti impiantiamo un microchip sottopelle. No, non si tratta di un consueto delirio dei grillino, ma della trovata della Epicenter, una ditta di Stoccolma. Si tratta dell'ultima frontiera della tecnologia indossabile, che promette di eliminare badge, chiavi e condici di sicurezza. Grazie al chip, infatti, i dipendenti entrano nei loro uffici. Il trasmettitore è grande come un chicco di riso e viene iniettato nella mano: poi basta portare la mano vicino ai lettori sparsi qua e là e le porte si spalancano. E non solo: grazie al chip è possibile azionare la fotocopiatrice e pagare il caffè al bar. Rory Cellan-Jones, un reporter della Bbc, ha provato l'esperienza in prima persona, andando alla Epicenter e facendosi impiantare il chip: un intervento di pochi minuti e, assicura, quasi indolore, simile alla puntura di una siringa.

Continua a leggere su:

http://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/11751376/L-azienda-dove-per-lavorare-devi.html

 

 

 

Gennaio 2015

– Tra complottismo ed esoterismo, ovvero l’entusiasmo dell’attenzione

di Piero Cammerinesi (Corrispondente dagli USA di Coscienzeinrete Magazine) e da coscienzeinrete.net

 

Di fronte ad avvenimenti come l'11 settembre o l'abbattimento dell'aereo civile in Ucraina o le recenti vicende parigine, di regola le persone reagiscono in tre differenti modi.

Il primo – quello della maggioranza – consiste nel prendere per buono tutto quello che raccontano i media, avallando le spiegazioni ufficiali e reagendo, razionalmente ed emotivamente, esattamente come si aspettano la stampa, la televisione e i governanti.

Questa modalità è sovente del tutto acritica, dando per scontato che chi ci governa non ci possa ingannare oltre un certo limite in quanto è, di fatto, "dalla nostra parte" contro il "nemico" di turno, sia esso il bolscevismo, il nazismo, il fascismo, il terrorismo islamico.

Il secondo – condiviso da una minoranza, comunque in aumento, di persone – consiste nel non credere assolutamente nulla di quanto i media riportano, ritenendo che si tratti esclusivamente di propaganda funzionale al conseguimento degli obiettivi delle élite che pilotano le sorti del mondo.

Continua a leggere su:

http://coscienzeinrete.net/politica/item/2247-tra-complottismo-ed-esoterismo,-ovvero-l%E2%80%99entusiasmo-dell%E2%80%99attenzione

 

 

——————————

– Trovato morto il regista del film che denuncia il Nuovo Ordine Mondiale

da sapereeundovere.it

David Crowley (29 anni), regista di “Gray State” – un film che denuncia il Nuovo Ordine Mondiale – è stato ritrovato senza vita insieme alla moglie Komel (28 anni) e alla figlia di 5 anni all’interno della loro abitazione. A scoprire i cadaveri è stato il vicino di casa il quale, dopo essersi preoccupato di non averli visti per diverso tempo, si è affacciato alla loro finestra il 18 Gennaio scorso. I corpi dovevano esser lì da settimane, ma nessuno se ne era accorto. L’albero di natale aveva ancora le luci accese e i regali non erano ancora stati scartati. I vicini sono rimasti sconvolti, in quanto la famiglia di Crowley è sempre sembrata la famiglia modello. Mai una lite, mai una discussione. Eppure la polizia di Apple Valley sospetta un “omicidio-suicidio”.

Continua a leggere su:

http://www.sapereeundovere.it/trovato-morto-il-regista-del-film-che-denuncia-il-nuovo-ordine-mondiale-video/

 

 

—————————

– In un nido di Roma, Gaystapo in gonnella

da notizieprovita.it

Il Comitato articolo 26, che si batte per il rispetto del diritto dei genitori di educare i figli, sancito dalla Dichiarazione dei diritti dell’uomo, ha pubblicato la lettera di una mamma di un bimbo di due anni, la quale avendo espresso in maniera civile delle riserve sulla lettura all’asilo di alcune fiabe inerenti la delicata sfera dell’educazione all’affettività e alla sessualità, è stata apostrofata come omofoba e invitata a cambiare scuola.

Il comportamento del personale scolastico si oppone al principio di continuità educativa scuola-famiglia. Alla fine dell’articolo potrete trovare le norme del regolamento degli stessi Asili Comunali romani, che sono state smaccatamente violate nel caso in questione. Esse stesse però possono essere utili a genitori che incappino in situazioni analoghe, sperando che possano servire a prevenire fatti incresciosi come quello che qui descriviamo.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dallitalia/in-un-nido-di-roma-gaystapo-in-gonnella/

 

 

————————

PROFESSORESSA DI HARVARD: I DRONI-ZANZARA DEL GOVERNO PRELEVERANNO IL VOSTRO DNA

di PAUL JOSEPH WATSON, da comedonchisciotte.org

 

La Professoressa di Harvard Margo Seltzer ha avvertito che dei droni miniaturizzati a forma di zanzara potranno un giorno estrarre il vostro DNA per conto del governo e delle compagnie di assicurazione. Lo ha detto a Davos all’élite del World Economic Forum affermando che la privacy è morta.

La Seltzer, professoressa di informatica presso l'Università di Harvard, ha detto ai partecipanti, “La Privacy come la conoscevamo in passato non è più fattibile… Ciò che convenzionalmente pensiamo della privacy è morto".

Continua a leggere su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14561

 

 

—————————

– Un artista illustra la follia, pardon i “valori” di questa società

da sapereeundovere.it

 

Immagini grafiche di un artista coraggioso, lo spagnolo Luis Quiles, sulle follie di questo presente, questa “civiltà moderna”.

come i farmaci stanno trasformando la popolazione in zombie e uccidendoci ad un passo… non poi cosi lento.

Il Times [USA] indicava tra le statistiche di morte del 2009:

– per la prima volta anche in USA,  sono state uccise piu’ persone da farmaci che da incidenti stradali

– 37,485 persone sono morte per farmaci, un tasso ingigantito da overdose di prescrizioni per antidolorifici e antiansia, rispetto ai 36,284 per incidente stradale

– morti per farmaci piu’ che raddoppiati  tra gli adolescenti  e giovani tra il 2000 e il 2008, e piu’ che triplicati tra i 50 e 69 anni

Continua a leggere su:

http://www.sapereeundovere.it/un-artista-illustra-la-follia-pardon-i-valori-di-questa-societa/

 

 

—————————-

– Il gender e il decostruzionismo

di Alessandro Benigni, da notizieprovita.it

 

La decostruzione – che come abbiamo detto nasce con Nietzsche ed in particolare con la sua opera Genealogia della morale – porta a questo: ogni verità viene posta sotto censura e sostituita da un discorso, da una narrazione che in quanto tale obbedisce solo alle regole che l’hanno prodotta. Non si pone nemmeno più il problema del confronto con la realtà, della coerenza logica e ontologica con ciò che è massimamente evidente.

Tutti conosciamo la battuta: se la realtà non si adatta alle mie teorie… tanto peggio per la realtà“: tutto è da ricondurre non più alla realtà evidente ma alla teoria di volta in volta dominante. La barzelletta è oggi diventata realtà. Il principio di evidenza naturale da fondamento e metro di giudizio, solido ancoraggio di sicurezza per ogni argomentazione possibile, viene oggi percepito come un ostacolo, un impedimento da abbattere. Lo stesso vale per i principi che fondano ogni dire umano dotato di senso: il principio di identità, di non-contraddizione, del terzo escluso sono espunti dal contesto argomentativo. Come se fosse realmente possibile farlo.

 La volontà-di-potenza, una volontà cieca ed irrazionale che altro non vuole se non distruggere tutti i valori per potersi affermare, è il necessario sbocco del Nichilismo ed estende il proprio dominio fino al cuore stesso dell’umanità: fino alla ragione che guida le scelte socialmente condivise.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/filosofia-e-morale/il-gender-e-il-decostruzionismo/

 

 

————————-

– Educazione porno-gay a scuola, vietato protestare

di Riccardo cascioli, da lanuovabq.it

 

29 giugno 2014, Assisi: si tiene la conferenza dal titolo “Sarà ancora possibile dire mamma e papà?”. Tra i relatori c’è Simone Pillon, portavoce del Forum delle Associazioni familiari dell’Umbria e membro del direttivo nazionale; tra i presenti in sala l’arcivescovo di Assisi, monsignor Domenico Sorrentino.

Tra i mille esempi di “assedio” gender nelle scuole, Pillon cita il caso del Liceo scientifico Alessi di Perugia dove il 18 aprile 2012 un attivista dell’associazione Arcigay Omphalos – invitato per tenere una relazione su Identità di genere e omofobia – aveva messo a disposizione dei ragazzi di terza liceo (16-17 anni) un volantino dal contenuto porno-gay, a insaputa del preside. Pillon mostra il volantino e ne legge alcune parti a mo’ di esempio, poi si sofferma sulla parte delle iniziative a cui vengono invitati gli studenti, una vera e propria promozione dell’omosessualità. Tra queste c’è il Welcome Group, gruppo di benvenuto, e – visti i contenuti precedenti – Pillon dice ironicamente “…Non voglio entrare nei dettagli su come sarà il benvenuto…”.

Continua a leggere su:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-educazione-porno-gay-a-scuola-vietato-protestare-11562.htm

 

 

————————

– Gender : urge una “resistenza educativa”

di Olimpia Tarzia, da notizieprovita.it

 

Olimpia Tarzia è Presidente del Movimento PER – Politica Etica Responsabilità, vice Presidente della V Commissione Cultura, diritto allo studio, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, spettacolo, sport, turismo, del Consiglio Regionale del Lazio, coordinatrice nazionale del Comitato Di Mamma ce n’è una sola – contro l’utero in affitto.  

Siamo di fronte ad un attacco antropologico alla famiglia di portata pesantissima: vale la pena ricordare che già l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali Unar, organismo governativo dipendente dal ministero delle Pari opportunità e dunque dalla presidenza del Consiglio dei ministri, ha emanato un documento, di oltre 50 pagine, in cui raccomanda: “Tra le varie criticità, va evidenziata la discriminazione che deriva dal mancato riconoscimento dei diritti delle coppie di fatto o del matrimonio tra persone dello stesso sesso in Italia, che può produrre disparità “automatiche” di trattamento”.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/economia-e-vita/gender-urge-una-resistenza-educativa/

 

 

————————-

– “Pugno” sulle famiglie numerose di papa Bergoglio che poi, come se non bastasse, definisce “teoria” il Vagelo…

di Antonio Socci, da antoniosocci.com

 

Altro viaggio aereo e altre bordate di papa Bergoglio: stavolta a essere colpite sono state le famiglie numerose, che già sono tartassate dallo stato e dai sarcasmi della mentalità dominante: ebbene, queste eroiche famiglie si sono sentite paragonare ai “conigli” pure dal papa argentino (“i cattolici facciano figli, ma non come conigli”).

Continua a leggere su:

http://www.antoniosocci.com/2015/01/pugno-sulle-famiglie-numerose-di-papa-bergoglio-che-definisce-teoria-il-vangelo/

 

 

————————–

– Dove ci vogliono portare? S'intende, a nostra insaputa.

di Sergio Di Cori Modigliani, da sergiodicorimodiglianji.blogspot.it

 

Al di là dello sgomento, disgusto, raccapriccio, autentico orrore e paura per ciò che ieri è accaduto a Parigi, la tentazione di affidarsi al banale cui prodest è molto forte.

Anche se, inevitabile.

Prendendo le dovute e necessarie distanze dalle dietrologie complottiste, è consigliabile per tutti noi cominciare a interrogarsi sull'autentico significato dell'episodio, per comprendere il perché si verifichi in questo momento a Parigi, e perché al martirio (di tipo occidentale) vengono chiamati gli artisti e la sezione più libera e indipendente di tutta Europa nel campo del giornalismo politico.

Su questo blog, nell'ormai lontano dicembre del 2012 (gli eventi stanno accelerando la percezione cronachistica del tempo, per cui le crociate medioevali cominciano a sembrarci paurosamente vicine, mentre fondamentali accadimenti di un paio d'anni fa si perdono nella notte dei tempi: è il paradosso dell'attualità) presentando ai miei lettori la mia interpretazione sull'appena avvenuta rielezione di Barack Obama alla Casa Bianca, avevo cercato di spiegare come ci fosse stata una chiarificazione delle posizioni e fosse ormai chiaro a tutti che si andava verso lo scontro frontale, ormai impossibile da evitare.

L'impatto non aveva niente a che vedere con lo scontro di civiltà che l'ultradestra sostiene sia in atto (vedi Marie Le Pen e la destra repubblicana Usa) bensì, secondo me, con una forma diversa di scontro di civiltà non più inderogabile: quella tra la civiltà del Diritto, e dei diritti, e quella dell'oligarchia "medioevalizzante"; quella tra i sostenitori, i propugnatori, i seguaci dell'immediata applicazione del principio di cittadinanza e della sua rappresentanza democratica e chi sostiene il necessario ripristino della sudditanza ai cosiddetti poteri forti, necessità locali, trattati internazionali, interessi finanziari.

Continua a leggere su:

http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2015/01/dove-ci-vogliono-portare-sintende.html

 

 

————————-

– “Scalfarotto, mi spiega la legge anti-omofobia?” – La lettera aperta che i giornali non intendono pubblicare

di Chiara Comini, da losai.eu

Scalfarotto, le scrivo questa lettera aperta perché ultimamente si fa un gran parlare della sua legge anti-omofobia.

Le dico la verità: io sono piuttosto ferrato in Logica, Psicologia e religioni, ma sono ignorante in materia di legge, quindi vorrei chiederle cortesemente delle delucidazioni, per risolvere alcuni dubbi ed evitare questioni inutili.

Prima di tutto: a cosa serve tale legge?

Chiunque danneggi un’altra persona viene già punito, indipendentemente che la vittima sia gay o etero…

Mi risulta che gli omosessuali siano persone e che quindi siano già tutelati contro le violenze o sbaglio?

“Tutti sono uguali davanti alla legge” .

…O forse i gay vogliono essere “più uguali” di altri?

Lei potrebbe accennare al fatto che si tratti di una categoria a rischio, ma le ricordo che esiste già l’aggravante “per futili motivi”, quindi -come ben vede- non difendo certo la violenza omofobica, anche se sarei davvero curioso di sapere il suo parere su quella eterofobica…

…Ma non mettiamo troppa carne al fuoco!

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/scalfarotto-mi-spiega-la-legge-anti-omofobia-la-lettera-aperta-che-giornali-non-intendono-pubblicare/

 

 

——————————

– Scuola di Stato Lgbt. Zecchi: «Sottraggono i figli all’educazione dei genitori. Degno del peggior comunismo stalinista»

di Francesco Amicone, da tempi.it e da una segnalazione Fb. di Antonio Norrito

Le fiabe gay propinate ai bambini dell’asilo per “sensibilizzarli” sulla causa Lgbt cambieranno in positivo il mondo? Non lo possono sapere nemmeno quelli che lo sperano. Di certo l’indottrinamento infantile nella scuola pubblica italiana su un tema che non gode di largo consenso – e che spesso si contrappone all’educazione impartita in famiglia – fa infuriare tanto i genitori cattolici e religiosi quanto i laici come Stefano Zecchi. Il noto giornalista e docente di Filosofia estetica all’Università statale di Milano ha scritto di recente un articolo infuocato contro il Comune di Venezia per aver proposto la lettura di fiabe gay agli asili cittadini. A suo parere, la diffusione di libelli sulle famiglie omosessuali nelle scuole dell’infanzia producono «una violenza psicologica» sui bambini. «Quello che ha fatto il Comune di Venezia è stato superato soltanto dalle linee guida dell’Unar». «Mette i brividi questo tentativo di sottrarre i bambini all’educazione dei genitori, contrapponendo ai valori e alle tradizioni della loro famiglia, qualcosa di imposto dallo Stato e di aleatorio». «Una cosa degna del peggior comunismo stalinista», commenta.

Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/scuola-di-stato-lgbt-zecchi-sottraggono-i-figli-educazione-dei-genitori-degno-del-peggior-comunismo-stalinista#.VKxuxcmo3h7

 

 

—————————

– Germania: altre proteste contro l’islamizzazione dell’Europa in varie città

da imolaoggi.it

Continuano in Germania le manifestazioni contro l’islamizzazione dell’Europa, malgrado le ridicole dichiarazioni della Merkel, che hanno fatto piuttosto aumentare il dissenso invece di spegnerlo.

(Anche VIDEO)

Continua a leggere su:

http://www.imolaoggi.it/2015/01/06/germania-altre-proteste-contro-lislamizzazione-delleuropa-in-varie-citta/

 

 

—————————

– ECCO PERCHE’ NESSUNO SI RIBELLA AL SISTEMA!!!

da terrarealtime.blogspot.it e da una segnalazione Fb. di Gioacchino Conti

 

Ti sei mai chiesto perché nessuno reagisce di fronte all’infame ondata di oppressione e abuso di ogni tipo che stiamo subendo? Non rimani perplesso del fatto che non succede assolutamente nulla, viste le tante rivelazioni di casi di corruzione, ingiustizia, ruberie e prese in giro della legge e della popolazione in genere, alla quale si è rubato letteralmente il presente e il futuro? Ti sei mai chiesto perché non scoppia una rivoluzione di massa e perché tutti sembrano essere addormentati e ipnotizzati? 

In questi ultimi anni ogni tipo di informazioni che dovrebbe aver danneggiato la struttura del Sistema fino alle sue fondamenta, è stata resa pubblica, eppure questa stessa struttura continua a essere intatta senza neppure un graffio superficiale. Questo rende palese un fatto veramente preoccupante che sta sotto il nostro naso e al quale nessuno presta attenzione.

Il fatto che CONOSCERE LA VERITA’ non importa a nessuno, sembra incredibile, ma i fatti lo confermano giorno dopo giorno.

Continua a leggere su:

http://terrarealtime.blogspot.it/2014/12/ecco-perche-nessuno-si-ribella-al.html

 

 

—————————–

– Sterminio Segreto – Ciò che non ti viene detto.. .- Monia Benini

di Comitato Sardo Scie Chimiche e da youtube.com

(foto tratta da nocensura.com)

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=oKp2a3vPTGg&feature=share

 

 

———————–

Dicembre 2014

– ABORTO, QUELLO CHE NON TI HANNO MAI MOSTRATO

da notizieprovita.it

 

Nel consigliare di prendere visione delle foto contenute nell’articolo, si avverte tuttavia che le stesse non sono adatte a persone particolarmente sensibili.

 

Un titolo ambizioso che potrebbe racchiudere intere biblioteche. Abbiamo voluto, al contrario, renderne la comprensione il più semplice possibile, certi come siamo che la verità non possa essere celata dietro a troppe parole.

L’evidenza dei fatti deve essere libera di raggiungere più persone possibili, in modo diretto. Anzi, quei dati oggettivi devono diventare un pugno nello stomaco: per questo abbiamo voluto presentare la vita nel modo più diretto possibile contrapponendola alla sua più prematura morte.

Una volta vista la verità, la libertà di scelta avrà un altro valore.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/aborto-quello-che-non-ti-hanno-mai-mostrato/

 

 

—————————-

– ONU di morte

(La vergognosa promozione di matrimoni e adozioni gay da parte dell’Unicef )

di Marisa Orecchia, da losai.eu

(immagine tratta da korazym.org)

Molte agenzie dell’ONU, come l’UNICEF, perseguono politiche “pro morte”, con buona pace della mentalità corrente che considera buono e giusto tutto ciò che promana dal Palazzo di Vetro.

Recentemente abbiamo dato notizia della vergognosa promozione di matrimoni e adozioni gay da parte dell’Unicef. Ma la deriva mortifera è vecchia di decenni. Proponiamo ai nostri lettori questo articolo pubblicato sul mensile Notizie Pro Vita, che meritava di essere letto e merita di non essere dimenticato.

Ti guardano stupiti, non appena li inviti a non acquistare i deliziosi cartoncini che da sempre l’UNICEF mette in vendita dappertutto. “Ma il ricavato va per l’aiuto ai bambini!”. E allora spieghi che per l’UNICEF, una delle tante agenzie ONU, i bambini che contano sono quelli già nati. Per quelli che ancora devono nascere l’Unicef, come l’UNPFA, L’OMS, L’UNAIDS, assieme ad una pletora di ONG, è perfettamente allineata alle politiche ONU che perseguono l’obiettivo del contenimento della popolazione mondiale con immense profusioni di capitali e di forze, a ogni livello, politico, culturale, economico.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/onu-di-morte/

 

 

—————————

– Governo britannico ‘vieta’ parola ‘Natale’ ai dipendenti

da voxnews.info

Il governo britannico ha ‘invitato’ i dipendenti pubblici ad ‘evitare di scrivere le parole Buon Natale nelle e-mail di auguri per evitare di ‘turbare’ gli islamici.

Invece, li è stato consigliato di utilizzare il termine più ‘neutro’ Seasons Greetings. Buon feste.

In una circolare, inoltre, ‘invita’ a non inviare immagini non adeguatamente ‘vestite’ che potrebbero urtare ‘alcune fedi’.

La nota arriva dopo che è emerso che lo staff per ‘la diversità e l’uguaglianza’ (orwelliano) del Brighton and Sussex University Hospitals NHS Trust aveva inviato al suo personale una serie di linee guida sui comportamenti da tenere per il Natale per ‘non turbare’ i pazienti di ‘altre fedi’.

Fonte:

http://voxnews.info/2014/12/19/governo-britannico-vieta-parola-natale-ai-dipendenti/

 

 

————————-

Ripasso microchip: Microchip sottocutaneo obbligatorio presto anche in Italia !

di La Verità ci Rende Liberi e da youtube.com

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=MByZ-IJFif8

 

 

————————–

– Tra le Sentinelle in compagnia di Voltaire

di Enzo Pennetta, da enzopennetta.it

 

L’informazione e la disinformazione passano attraverso la presentazione di uno sfondo sul quale si svolgono i fatti, da lì in poi tutto e facile. Nel caso dell’iniziativa delle Sentinelle in piedi la creazione dello sfondo da parte dei media passa attraverso la presentazione dell’iniziativa come quella di un fondamentalismo omofobo. Ma per non accontentarci di informazioni di seconda mano andiamo a vedere cosa dicono di loro sul sito ufficiale “Sentinelle in piedi“:

In Italia le Sentinelle in Piedi sono nate in difesa della libertà di espressione messa in discussione dal ddl Scalfarotto, già approvato dalla Camera e ora al Senato. Presentato come necessario per fermare atti di violenza e aggressione nei confronti di persone con tendenze omosessuali, il testo è invece fortemente liberticida in quanto non specifica cosa si intende per omofobia lasciando al giudice la facoltà di distinguere tra un episodio di discriminazione e una semplice opinione.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2014/12/tra-le-sentinelle-in-compagnia-di-voltaire/

 

 

—————————-

– Il parco del tramonto: i popoli o le oligarchie?

di Sergio Di Cori Modigliani, da sergiodicorimodiglianji.blogspot.it

 

Il mondo è in subbuglio, ormai dovunque, tranne qualche isola fortunata.

La gente protesta, si indigna, manifesta, in tutto il pianeta.

Vale per gli europei quanto per gli americani, gli africani e gli asiatici.

In ciascuno di questi continenti avviene in maniere diverse perché -apparentemente- le problematiche sono distinte, e quindi localizzate.

Chi (in Africa) se la deve vedere con i terroristi, le guerre civili, la fame e la militarizzazione da parte delle grandi multinazionali dell'energia e dell'alimentazione, chi invece se la deve vedere con la diffusione capillare di un neo-schiavismo e un neo-colonialismo di ritorno (in Asia); non stiamo meglio noi (in Europa) perché ce la dobbiamo vedere con 40 milioni di nuovi poveri, la fine della democrazia, l'austerità e una moneta da strozzini; infine c'è il continente americano, da sempre terra d'assalto e d'occupazione della forza imperiale statunitense che ha sempre imposto le politiche e lo stile di vita che voleva.

Nonostante le diversità culturali, etniche e geografiche, c'è un elemento unificante in tutte le manifestazioni planetarie di opposizione. Parcellizzati, sparpagliati, senza alcun collegamento, i movimenti antagonisti e di resistenza al Nuovo Ordine Mondiale delle neo-aristocrazie, hanno in comune due elementi fondamentali: a). Al di là di ogni localismo e regionalismo, pongono la tematica dei diritti civili (nonché la salvaguardia dei principi basici nati con la rivoluzione francese) come l'elemento cardine della propria opposizione; b). Le avanguardie di tutti questi movimenti, siano africani, asiatici, americani o europei, pongono il "progetto culturale" come il perno fondamentale e inossidabile di una nuova e diversa interpretazione del mondo che riguarda le esistenze quotidiane di tutti noi.

Non da noi.

Nel senso in Italia, come nazione e popolo.

Continua a leggere su:

http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2014/12/il-parco-del-tramonto-i-popoli-o-le.html

 

 

————————–

– Bologna: luminarie massoniche per Natale. Ma non è subliminale, è voluto

di Andrea Zambrano, da losai.eu

 

Non c’è che dire: Bologna la rossa non smette mai di stupire in termini di avanguardie. La nuova frontiera è la luminaria natalizia dichiaratamente massonica. Uno scherzo? Una provocazione? Un gioco di luci? Poco importa se c’è da far parlare di sé e scimmiottare il senso del Natale. Nella città felsinea sono comparse il 13 dicembre scorso tre luminarie natalizie. O meglio: di natalizio c’è solo l’occasione perché il senso dell’istallazione è tutto fuorché cristiano o natalizio.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/bologna-luminarie-massoniche-natale-ma-non-e-subliminale-e-voluto/

 

 

————————–

L'ERA DELLA SOLITUDINE

di George Monbiot, da comedonchisciotte.org

Competitività ed individualismo ci stanno spingendo verso una devastante Era della Solitudine

Come possiamo definire questo nostro tempo? Non è il tempo dell’informazione: la sconfitta dei movimenti di educazione popolare ha lasciato un vuoto che ora viene colmato da teorie di marketing ed ipotesi di complotti (1). Come l’età della pietra, quella del ferro e quella dello spazio, l’era digitale ci dice molto sui prodotti, ma poco sulla società. L’antropocene, in cui gli esseri umani producono il maggior impatto sulla biosfera, non basta a differenziare questo secolo dai precedenti venti. Qual’ è l’evidente trasformazione sociale che contrassegna il nostro tempo distinguendolo da quelli che lo hanno preceduto?

A me appare ovvio: questa è l’Era della Solitudine.

Quando Thomas Hobbes sostenne che nello stato di natura, prima che emergesse un’autorità che esercitasse un controllo, eravamo tutti in guerra “l’uno contro l’altro” (2), non avrebbe potuto fare un errore più grande. Fin dall’inizio eravamo creature sociali, una sorta di api mammifere, che dipendevano completamente le une dalle altre. Gli ominidi dell’Africa orientale non avrebbero potuto sopravvivere da soli neanche una notte. Siamo costituiti, in misura maggiore rispetto a quasi tutte le altre specie, dalla relazione con gli altri. L’epoca in cui stiamo entrando, in cui viviamo separati, non è simile a nessun’altra epoca precedente.

Continua a leggere su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14346

 

 

——————————-

– Il rovesciamento della razionalità operato dalla ragione economica

di Giorgio Masiero, da enzopennetta.it

 

70 anni fa usciva “Dialettica dell’illuminismo”, un libro fondamentale per capire il nostro tempo

Se come Crusoe naufragassi un giorno in un’isola deserta e potessi portare con me solo i libri che mi stanno in mano, uno sarebbe “Dialettica dell’illuminismo. Frammenti filosofici”, di Max Horkheimer e Theodor Adorno. È uno scrigno di scienza, svelante i meccanismi che governano l’età contemporanea; un’analisi sociale, economica e politica spietata, che va alle radici della civiltà occidentale. Ma forse, piuttosto che “analisi”, la parola più adatta per questo libro è “profezia”, essendo uscito 70 anni fae colmo com’è d’impressionanti, puntuali previsioni sulle forme con cui le strutture economiche avrebbero permeato il globo dopo la fine (attesa) della seconda guerra mondiale.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2014/11/20772/

 

 

——————————

– Il tempo della fede a costo zero è finito. Il progresso che ci porta indietro di 70 anni

di Chiara Comini, da losai.eu

 

Ieri sera a Prato si è svolta la conferenza Gender e Famiglia, in cui ha spiccato la relazione dell’avvocato Gianfranco Amato, presidente Nazionale dell’associazione Giuristi per la vita.

Dopo l’introduzione dell’Avvocato Giovannelli (presidente dei giuristi cattolici di Prato) sull’attuale attacco alla famiglia, ha preso la parola il direttore pastorale per la famiglia della diocesi don Helmut Szeliga con una purtroppo molto vaga riflessione  sulle differenze antropologiche e complementari tra uomo e donna.

A seguire la dottoressa Maria Nincheri Kunz, con accenni scientifici sulle diversità fisiche e psicologiche dei due sessi e la definizione di essi sin dal concepimento.

Due interventi che potevano essere assai più incisivi e che hanno dato l’impressione di una mancata percezione di quanto l’ideologia omosessualista stia prendendo campo su tutti i fronti.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/il-tempo-della-fede-costo-zero-e-finito-quando-il-progresso-ci-porta-indietro-di-70-anni/

 

 

—————————

– La strategia orwelliana dell'UNAR

di Gianfranco Amato, da disinformazione.it

 

Dopo la pubblicazione delle Linee Guida per i giornalisti italiani in materia di omofobia e transfobia, e le polemiche seguite, e i programmi di indottrinamento all’ideologia gender in diverse scuole italiane, per capire meglio la prospettiva verso cui ci stiamo avviando vogliamo riprendere in mano il documento che è all’origine di questa “rivoluzione”, la cui drammatica pericolosità noi avevamo già denunciato al momento della pubblicazione da parte dell’UNAR (Ufficio Nazionale anti discriminazioni razziali) e del Dipartimento delle Pari Opportunità sotto la gestione Fornero (governo Monti). Si tratta della Strategia nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere (2013-2015).

Già l’incipit del documento è inquietante: «Per promuovere efficacemente» le misure del piano strategico proposte anche a livello locale «risulta utile coinvolgere le reti di prossimità quali, ad esempio, i centri regionali antidiscriminazione, i nodi provinciali, le antenne UNAR e le altre strutture messe in campo dagli organismi del decentramento amministrativo (circoscrizioni, municipi, etc), con l’obiettivo di intercettare e raggiungere in modo capillare» le sacche di discriminazione omofoba presenti nel nostro Paese. Uno strumento importante, di cui si parla nel documento, è la RE.A.DY, ovvero la Rete nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale ed identità di genere.

Continua a leggere su:

http://www.disinformazione.it/Strategia_orwelliana_UNAR.htm

 

 

—————————-

– Gender nelle scuole: il disegno di legge Fedeli

da notizieprovita.it

 

Alcuni dicono che l’ideologia gender non esiste: è stato depositato in Senato il disegno di legge n.1680, per iniziativa della Senatrice PD Valeria Fedeli,  per l’introduzione dell’educazione di genere e della prospettiva di genere nelle scuole e nelle università.

Ad annunciarlo è la stessa Senatrice Fedeli, sul sito del PD, dichiara: “Integrare l’offerta formativa dei curricoli scolastici, di ogni ordine e grado, con l’insegnamento a carattere interdisciplinare dell’educazione di genere come materia, e agendo anche con l’aggiornamento dei libri di testo e dei materiali didattici, vuol dire intervenire direttamente sulle conoscenze utili e innovative per una moderna e civile crescita educativa, culturale e sentimentale di ragazze e ragazzi, per consentire loro di vivere dei princìpi di eguaglianza, pari opportunità e piena cittadinanza nella realtà contemporanea”.

Sempre dal sito ufficiale del PD: “Il ddl prevede che i piani dell’offerta formativa delle scuole adottino misure e contenuti di conoscenza ed educazione per eliminare stereotipi, pregiudizi, costumi, tradizioni e altre pratiche socio-culturali fondati sulla impropria “identità costretta” in ruoli già definiti delle persone in base al sesso di appartenenza”.

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dallitalia/gender-nelle-scuole-il-disegno-di-legge-fedeli/

 

 

—————————

– Dirigenti scolastici a scuola di omosessualismo

di Riccardo Cascioli, da lanuovabq.it

Full immersion organizzata dal Ministero dell'Istruzione per inculcare nei prèsidi la dottrina gender e renderla obbligatoria in tutte le scuole statali (il passo successivo sarà imporlo a quelle cattoliche)

Dirigenti scolastici di tutta Italia convocati a Roma il 26 e 27 novembre. Scopo: una full immersion per imparare la "dottrina gender" e riproporla in tutte le scuole d'Italia. Così la dittatura omosessualista avanza a tappe forzate per conquistare la scuola e le nuove generazioni, in attuazione di quella "Strategia nazionale 2013-2015 per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere", che fu adottata dal governo Monti nell'aprile 2013 (decreto del ministro Fornero, sotto la cui direzione agiva il Dipartimento per le Pari Opportunità).

Continua a leggere su:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-dirigenti-scolastici-a-scuola-di-omosessualismo-11033.htm

 

 

—————————

– DIVARICAZIONE SOCIALE: OLTRE LA DIVISIONE IN CLASSI

di Marco Della Luna, da marcodellaluna.info

 

La diseguaglianza di capacità, conoscenze, ricchezza e diritti è sempre esistita entro la società umana e la ha sempre strutturata e diretta, ma oggi la vertiginosa avanzata della tecnologia la sta moltiplicando sempre più velocemente e la politica non riesce più a contenerla e gestirla entro limiti etici e forme costituzionali, né a nasconderla sufficientemente. La moltiplicazione incontrollabile delle diseguaglianze di fatto, e il loro inevitabile tradursi in diseguaglianze di diritto, è il fulcro della politica contemporanea e il sottostante delle svariate “crisi” economiche e non, che incessantemente si succedono e sovrappongono. Le crisi economiche sono usate anche per forzare, legittimare, coprire l’istituzionalizzazione della divisione in due della società.

Continua a leggere su:

http://marcodellaluna.info/sito/2014/11/23/divaricazione-sociale-oltre-la-divisione-in-classi/

 

 

—————————

– IL BILDERBERG STA DISTRUGGENDO L’ UMANITA’

da terrarealtime.blogspot.it

Mistificazione della realtà, distruzione e smantellamento del valore della famiglia, creazione di modelli falsi e sbagliati, sostituzione etnica ed infine svuotamento della sovranità monetaria e politica. Ecco le cinque mosse con cui questo gruppo di criminali, sta provvedendo alla distruzione del genere umano!

Il mondo nel quale ci troviamo non è per niente quello che ciascuno di noi, probabilmente,  sognava da piccolo. Una realtà fatta di ingiustizie, logiche criminali e perverse, valori che qualcuno si sta ostinando a distruggere, ed ipocrisia e falsità che scorrono a fiumi.

Un colpevole in tutto questo c’è ed e’ identificabile in chi appartiene a certe spregevoli lobby che tramano da dietro le quinte, alla stregua dei peggiori vigliacchi.

C’è chi la chiama “massoneria”, chi “illuminati” e chi ancora “Bilderberg’s Group” in onore di una riunione riservata, che si tiene annualmente in Svizzera, cui prendono parte i potenti del pianeta.

Continua a leggere su:

http://terrarealtime.blogspot.it/2014/11/il-bilderberg-sta-distruggendo-l-umanita.html

 

 

——————————

– Sospeso per il documentario sull’aborto. Ora parla il professore

da notizieprovita.it

 

Si invita a prendere visione degli articoli collegati, evidenziati in azzurro ed in particolare: romanzo con accurate descrizioni pornografiche di rapporti sessuali tra due gay” e “materiale osceno distribuito dall’Arcigay.

Emergono i retroscena della vicenda che ha visto coinvolto un professore di religione di Milano sospeso per aver mostrato in classe ai suoi alunni un documentario sull’ aborto .

Il Preside dell’Istituto scolastico ha sospeso dal servizio il docente e la Curia ha diramato un comunicato stampa, annunciando l’avvio della procedura di revoca dell’idoneità all’insegnamento.

La sospensione ha la durata di una settimana a partire dalla giornata odierna.

In attesa degli sviluppi, il docente annuncia che la prossima settimana presenterà la sua difesa “poi la diocesi deciderà il mio destino”.

Una domanda sorge però spontanea: a fronte di tutto ciò che ai ragazzi viene mostrato, anche all’interno del contesto scolastico -e ricordiamo solo a livello esemplificativo il romanzo con accurate descrizioni pornografiche di rapporti sessuali tra due gay ed il materiale osceno distribuito dall’Arcigay con l’approvazione della classe docente-, perché la censura si abbatte solo su di un professore che ha voluto affrontare la verità dell’ aborto , all’interno di un percorso di lezioni incentrate sulla bioetica e rispondendo ad un interesse palesato dagli alunni?

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dallitalia/sospeso-per-il-documentario-sullaborto-ora-parla-il-professore/

 

 

—————————

– Mobilitiamoci contro la deriva pedofila

da disinformazione.it

 

E’ ormai considerato un punto di arrivo ineludibile. Dopo lo sdoganamento culturale, politico e giuridico dell’omosessualità, ora tocca alla pedofilia. Diversi sono, purtroppo, i segnali che da tempo fanno apparire sempre più verosimile questo scenario agghiacciante.

Certo non aiuta la notizia della recente pronuncia della Suprema Corte di Cassazione, con la quale è stata sollecitata l'applicazione dell’attenuante del «caso di minore gravità» di cui all'art. 609-quater, quinto comma, del Codice Penale, per un’ipotesi di plurimi rapporti sessuali completi tra un sessantenne ed una bimba di undici anni, sulla considerazione che tra autore del reato e vittima vi era un “rapporto amoroso”, e che la vittima era innamorata dell’adulto. Il punto è che tale pronuncia, inaccettabile sotto il profilo giuridico, ammettendo la possibilità di una relazione amorosa tra un uomo di sessant’anni ed una undicenne, rischia di offrire il destro, anche se in modo involontario, a quella preoccupante deriva ideologica che tende a fare riconoscere la pedofilia non quale grave e depravata patologia, ma come semplice orientamento sessuale.

Continua a leggere su:

http://www.disinformazione.it/mobilitazione_contro_la_perdofilia.htm

 

 

—————————–

– L'ONU vuole i bambini gay: lo dice una prof italiana. Ed è vero!

di Losai.eu e da youtube.com

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=a5N8Qaw_QGE&index=9&list=UULbE1XU4WSkRn_7wBL3q5bA

 

 

—————————–

– La scioccante verità sul mondo gay raccontata da un gay sul sito gay.tv

di Daniele Di Luciano, da losai.eu

 

Un etero non avrebbe mai potuto scrivere qualcosa di simile perché sarebbe stato accusato di omofobia dopo due righe.

Un sito “etero” non avrebbe mai potuto pubblicare un contenuto simile perché sarebbe bastato mezzo titolo per creare uno scandalo nazionale.

Fortunatamente l’articolo: Non voglio più essere gay”: la testimonianza di un uomo deluso dalla comunità LGBT, non è apparso su un blog ultracattolico ma su Gay.tv.

Fortunatamente sì, perché così ne possiamo parlare anche noi non-gay su siti non-gay senza l’angoscia di essere tacciati di omofobia, fascismo, nazismo, comunismo e stupidaggini varie. Perché diciamocela tutta: nessuno deve discriminare e picchiare gli omosessuali e qualsaisi altra categoria, per l’amor di Dio, ma non è neanche possibile che non si possa mai criticare, in modo tranquillo e pacato, il mondo GLBT. Come se fosse l’unico mondo al mondo in cui tutto è perfetto e se – non sia mai – ci trovi qualcosa di sbagliato allora no, quello sbagliato sei tu, che sei omofobo, bigotto, represso, sessuofobico, ecc..

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/la-scioccante-verita-sul-mondo-gay-raccontata-da-un-gay-sul-sito-gay-tv/

 

 

—————————-

– IL TENTATIVO DI DISTRUGGERE L'INDIVIDUO

di John Rappoport, da comedonchisciotte.org

Quel che è finito è l'idea che questo grande paese sia votato alla libertà e prosperità di ogni individuo che viva in esso. E' l'individuo che è finito. E' il singolo, solitario essere umano che è finito. E' ognuno di voi là fuori, che è finito. Perché questa non è più una nazione di individui indipendenti; è una nazione di circa 200 e passa milioni di transistor, deodorati, sterilizzati, più bianchi-del-bianco, totalmente inutili come esseri umani e sostituibili come bielle! 

dal film Network (Quinto Potere)

Ma questo è solo un film. Che senso avrebbe perderci il sonno? Basta uscire, andare a teatro, sedersi in platea per un paio di ore, e pensare ad altro.

Ormai da diversi anni scrivo del declino dell'individuo. Della catastrofe. Ogni volta che scrivo un articolo su questo argomento ricevo molti suggerimenti. Dovrei tornare indietro e rileggere Marx. Ho bisogno di comprendere la differenza tra comune, comunitario, comunità, comunista. Dovrei informarmi meglio sulle imprese di proprietà dei lavoratori. E che dire della psicologia sub-cerebrale trans-sostanziale algoritmica trans-personale? E i pigmei dove li metto? E l'ego? il Super ego? L'Es?

Apprezzo queste e altre osservazioni, ma il mio intento è parlare del singolo, l'individuo al di là di ogni costrutto, della cittadinanza, dell'appartenenza, al di là della sociologia o antropologia o archeologia.

Continua a leggere su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14266

 

 

—————————

– DUBBI E RACCONTI DI UN POVERO "PROFANO"

di H.S. e da comedonchisciotte.org

 

In questi anni in cui si è assistito a una certa diffusione della pubblicistica e della produzione generale di opere saggistiche e letterarie dal sapore "complottistico" con tanto di tenebrose e inafferrabili sette e congreghe intente a manovrare e a tenere le fila dei destini del mondo – uno su tutti il famoso Priorato di Sion del "Codice da Vinci" di Dan Brown, è quasi di prammatica citare e fare riferimento all'universo massonico, ai suoi riti, alle sue liturgie e ai suoi miti.

Intanto cominciamo a prendere atto che la vita vera e vissuta ha poco a che fare con la poesia, i versi e le strofe, ma si tinge nell'inchiostro dell'arida e cruda prosa. Anche sulla base di quel che sappiamo noi – poveri e sfortunati mortali che sopravvivono fuori dai Palazzi – cominciamo a prendere finalmente atto di quel che vedono i nostri occhi e di quel che sente la nostra pelle, dell'elementare fatto che l'attuale sistema sempre più globalizzato e "plasmato" dal neocapitalismo neomercantile e neofinanziario è assimilabile ad uno sterminato e immenso mare in cui nuotano gli squali e i pescecani più o meno grandi che, se qualche volta non disdegnano dall'azzannarsi, spesso stringono alleanze per concordare i modi più comodi per afferrare e ingurgitare i pesci più piccoli e indifesi. Perché è nella natura di questi pescecani accumulare ricchezze, patrimoni e liquidità, spartirsi e controllare le risorse più strategiche e vitali dal punto di vista economico e sociale, movimentare i capitali sulle borse e sui mercati, vendere e acquistare ogni tipo di merce.

Continua a leggere su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14268

 

 

————————–

– “Massoni ambivalenti su Renzi. Il vero potere? Napolitano-Draghi”

da losai.eu

 

LE TEORIE SU RENZI/ Magaldi: “Il premier vuole entrare nella superloggia conservatrice Three Eyes, la stessa dei veri potenti Napolitano e Draghi. Ma i massoni verso di lui sono ambivalenti e non si fidano della sua ambizione.L’editoriale di De Bortoli? Scritto su richiesta di Draghi…”

Esce con Chiarelettere il libro “Massoni” di Gioele Magaldi (Grande Oriente Democratico). Un libro che sicuramente farà discutere. Sedetevi e fate un bel respiro: nel libro trovate storia, nomi e obiettivi dei massoni al potere in Italia e nel mondo, raccontati da autorevolissimi insider del network massonico internazionale, che per la prima volta aprono gli archivi riservati delle proprie superlogge (Ur-Lodges).

Le liste che leggerete sono sconvolgenti. Una battaglia per la democrazia. Tra le Ur-Lodges neoaristocratiche, che vogliono restaurare il potere degli oligarchi, e quelle progressiste, fedeli al motto “Liberté Égalité Fraternité”, è in corso una guerra feroce.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/massoni-ambivalenti-su-renzi-il-vero-potere-napolitano-draghi/

 

 

—————————

– Gender nelle scuole: lo Stato contro le famiglie.

da aleteia.org

 

E’ botta e risposta tra il governo e le famiglie italiane. In questi giorni sulle cattedre dei professori è arrivata la circolare del Ministero della Pubblica Istruzione  del governo Renzi che annuncia i nuovi corsi contro le discriminazioni e il bullismo. Ed è subito allarme tra le associazioni familiari che – Costituzione della Repubblica Italiana alla mano –  rispondono diffondendo un modulo per il consenso informato a tutela dei propri figli. Ecco cosa sta succedendo.
Il Ministero della Pubblica Istruzione assieme al dipartimento per le “Pari Opportunità” (dipartimento della presidenza della Repubblica) e all’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) hanno indetto una settimana dedicata alla lotta contro le discriminazioni. La “Settimana nazionale contro la violenza e le discriminazioni” è prevista per i giorni dal 24 al 30 novembre e già nelle scuole è arrivata la circolare (con data 17 novembre) che comunica ai docenti l’iniziativa. La circolare invita a dedicare “almeno una settimana nel corso dell’anno scolastico” a questo tipo di iniziative e a prevedere delle “iniziative stabili”.

Continua a leggere su:

http://www.aleteia.org/it/educazione/contenuti-aggregati/gender-scuole-italia-stato-contro-famiglie-5884457944875008

 

 

—————————-

– «Sono cresciuta con due mamme e questa è la mia storia. Per favore, non approvate il matrimonio gay»

da tempi.it

 

«Conosco la loro violenza. Sono stata una loro vittima. Non sono loro le vittime. Per favore, usate buon senso e mantenete in Texas la definizione di matrimonio tra uomo e donna». Nell’aula del quinto circuito della Corte d’appello dello Stato del Texas la signora B.N. Klein, 54 anni, è stata chiamata a testimoniare riguardo alla sua vita come figlia di una coppia di lesbiche e attiviste Lgbt. La legge texana definisce il matrimonio come unione tra uomo e donna ma a febbraio, dopo il ricorso di una coppia, un giudice federale ha dichiarato incostituzionale il divieto di celebrare nozze gay. Lo Stato del Texas ha fatto ricorso e la signora Klein ha reso la sua testimonianza in aula il 15 settembre nell’ambito del processo di appello.

Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/sono-cresciuta-con-due-mamme-e-questa-e-la-mia-storia-per-favore-non-approvate-il-matrimonio-gay#.VHEUuGdZj8m

 

 

—————————-

– LA LETTERA DI UNA MAMMA ALLA …ONOREVOLE LAURA BOLDRINI. ECCOLA, FATEGLIELA LEGGERE

da fuorisubito.blogspot.it

 

Cara Presidente Boldrini,


Lei ha un dono innato, che è quello di riuscire a sminuire il ruolo della donna come pochi altri. Incredibilmente si accanisce nel disperato tentativo di ergersi a paladina del sesso femminile e come in ogni tragicommedia che si rispetti ottiene il risultato opposto.

Con queste Sue affermazioni è riuscita ad offendere non solo la quasi totalità delle donne, ma anche la figura della famiglia, così come gli italiani la concepiscono. Perché, Presidente, la famiglia non è composta dal Genitore 1 che serve a tavola il Genitore 2 e la rispettiva prole in una situazione di sottomissione, la famiglia come la vediamo noi è un po’ diversa.

Ha presente il piacere che può provare una madre – mi perdoni se mi permetto di utilizzare un termine così obsoleto – dopo una giornata di duro lavoro a preparare una cena per suo marito e i loro figli, servirli a tavola e trascorrere con loro probabilmente l’unico momento della giornata davvero in famiglia?

Se non lo sa glielo dico io, e Le dico anche che nel vedere in una pubblicità una mamma che porta la cena a tavola non c’è nulla che sminuisca o offenda la figura della donna. Mia nonna ha dedicato la sua vita a fare questo e mi creda, non ha avuto rimpianti nemmeno per un secondo.

Io lavoro, e quando cucino trascorro uno dei pochi momenti rilassanti della giornata proprio perché so che li trascorrerò con mio marito e mio figlio.

Negli altri Paesi europei una pubblicità simile non sarebbe mai stata trasmessa? Non ne dubito, gli altri Paesi non sono l’Italia, non hanno la nostra cultura per il cibo e le nostre abitudini familiari.

Probabilmente gli altri Paesi europei non hanno nemmeno un Presidente della Camera che crede di dover rappresentare il popolo femminile.

Presidente faccia il Suo lavoro, faccia ciò che compete alla terza carica dello Stato. Il Suo è un ruolo istituzionale, non una missione umanitaria, il parlamento ha eletto un rappresentante di SEL, non Madre Teresa di Calcutta.

La disparità tra uomo e donna cesserà quando si smetterà di vedere la donna come un essere indifeso da tutelare e proteggere. Solo allora ci sarà davvero un rapporto paritario. Se proprio vuole sposare una causa sposi questa.

E ora mi scusi, devo andare a preparare la cena per la mia famiglia, non so se anche Lei può dire di avere la stessa fortuna.

 

QUESTO E L'UNICO COMMENTO CHE CI VIENE: CI INCHINIAMO DI FRONTE A QUESTA MAMMA. TOGLIETE LAURA BOLDRINI DAL SUO RUOLO (CHE TRA L'ALTRO E' STATA DENUNCIATA POCHI GIORNI FA' PER AVER VIOLATO LA COSTITUZIONE) E METTETECI QUESTA MAMMA!

Fonte:

http://fuorisubito.blogspot.it/2014/11/la-lettera-di-una-mamma-alla.html

 

 

—————————

– Aaron Russo – Nick Rockefeller e Femminismo

di Sporchi Banchier e da youtube.com

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=xTf0Q8z8GkQ

 

 

—————————–

– 11/9 September Clues COMPLETO ITA

 

di CHETELODICOAFARETV e da youtube.com

 

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=y-Nji7HCoE8#t=257

 

 

Novembre 2014

– “Cresceranno nell’amore della servitù”: il malthusianesimo si afferma nel consenso

di Enzo pennetta, da enzopennetta.it

Anche VIDEO

 

Quanti conoscono il nome e l’opera di Thomas Robert Malthus? Sarebbe interessante fare una verifica, ma probabilmente scommettere su cifre molto basse sarebbe una mossa vincente. L’economista inglese vissuto tra il settecento e l’ottocento avrebbe dettato le politiche sociali dell’Inghilterra vittoriana spingendo alla promozione di provvedimenti per la soppressione degli aiuti ai poveri, provvedimenti che divennero legge nel 1834. Erano gli anni dell’Inghilterra in cui le classi povere venivano sfruttate senza regole, una situazione terribile dalla quale scaturì il pensiero di Karl Marx. Roba che fa rabbrividire, per fortuna è una fase superata, cose da romanzi di Dickens.

Decenni di lotte videro infatti nascere un forte movimento per i diritti dei lavoratori e lo stato sociale a tutela dei più deboli, anche se in diversa misura nell’Occidente veniva posto un controllo alla competizione senza limiti.

Ma oggi in modo subliminale si assiste ad un ritorno delle idee di Malthus, mentre le masse del XIX secolo vi si opponevano con determinazione, la grande novità è che adesso quelle stesse masse che vengono colpite da tali politiche le acclamano premiandone da anni gli artefici alle elezioni, o quantomeno le accettano come segno di inevitabile modernità e razionalità, lo Stato sociale viene così eroso in nome di astratti principi di economia che non è consentito mettere in discussione neanche da parte dei governi.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2014/11/cresceranno-nellamore-della-servitu-il-malthusianesimo-ai-afferma-nel-consenso/

 

 

————————–

– Germania a lezione di gender: bimbi svengono a scuola. E chi protesta va in carcere

da tempi.it

Succede nella Germania del 2014, dove chi osa anche solo dissentire dall'ideologia imperante del gender viene perseguito con determinazione, e a norma di legge. Al punto da rischiare di ritrovarsi la polizia sul pianerottolo di casa.

Continua a leggere su:

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/germania-lezione-gender-bimbi-svengono-scuola-e-chi-protesta-1067842.html

 

 

————————–

– Germania. «Lo scandalo gigantesco» dei genitori «incarcerati fino a 40 giorni» perché i figli non partecipano ai corsi gender a scuola

da tempi.it

Il 24 ottobre un ufficiale di polizia si è presentato alla porta della famiglia Martens a Eslohe, piccolo comune della Renania Settentrionale-Vestfalia, in Germania. Mentre apriva la porta, Eugen conosceva già lo scopo di quella visita: l’arresto della moglie e madre dei suoi nove figli Luise. Sapeva tutto in anticipo perché per lo stesso motivo lui stesso era già stato arrestato il 15 agosto del 2013.
Che cosa hanno fatto dunque i due coniugi di 37 anni di così grave da meritare l’arresto? Non hanno ucciso, non hanno rubato né danneggiato alcuno. La loro unica colpa è di essere padre e madre di una bambina che si è rifiutata di partecipare due volte ai corsi di educazione sessuale previsti per le elementari. L’anno scorso Luise non è stata portata in carcere insieme al marito perché era incinta. Quest’anno, l’ufficiale di polizia non l’ha «prelevata con la forza come dovrei» perché sta ancora allattando l’ultimo figlio. «Purtroppo però non finisce qui. L’ufficio del procuratore farà applicare la decisione del giudice», afferma il poliziotto nel video che vedete qui sotto.

Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/germania-scandalo-genitori-incarcerati-figli-corsi-gender-scuola#.VGZg6meTL8k

 

 

—————————-

– Genitori: è ora di inca**arsi! Ecco cosa succede nelle scuole italiane –

VIDEO

da losai.eu

Vai al video:

http://www.losai.eu/genitori-incaarsi-succede-nelle-scuole-italiane-video/

N.B.: Il video è stato censurato.

 

 

————————–

– Una insegnante di Ivrea: "A scuola ormoni ai bimbi perché l'Onu li vuole gay"

di Sergio Rama, da ilgiornale.it e da una segnalazione Fb. di Gianluca marco Adamo.

"Pedofilia e omosessualità? Sono metodi pedagogici ammessi dall'Onu".

Parole come pietre che hanno già avuto una clamorosa eco in tutta italia. Perché le opinioni di Cristina Zaccanti, docente di italiano e storia al liceo Botta di Ivrea, hanno già conquistato i quotidiani nazionali. Le accuse all'Onu e all'Organizzazione Mondiale della Sanità sono state pubblicate dal bollettino parrocchiale di Rivarolo Canavese e ripubblicate dall'Huffington Post: "L'Oms prevede la masturbazione a partire dai tre anni per far sperimentare al bambino le proprie pulsioni così da alimentare l'esperienza omosessuale".

Continua a leggere su:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/insegnante-ivrea-scuola-ormoni-ai-bimbi-perch-lonu-li-vuole-1065131.html?utm_source=Facebook&utm_medium=Link&utm_content=Una%2Binsegnante%2Bdi%2BIvrea%3A%2B%22A%2Bscuola%2Bormoni%2Bai%2Bbimbi%2Bperch%C3%A9%2Bl%27Onu%2Bli%2Bvuole%2Bgay%22%2B-%2BIlGiornale.it&utm_campaign=Facebook+Page

 

 

—————————

– Eliminare 4 miliardi di esseri umani

di Maurizio Blondet, da terrarealtime.blogspot.it

 

«I carburanti fossili stanno finendo: sicchè dobbiamo tagliare la popolazione fino a due miliardi, un terzo di quella che c’è attualmente». Parlava sul serio il professor Eric R. Pianka,
zoologo evoluzionista dell’università di Austin in Texas (1). La relazione che ha tenuto alla Texas Academy of Science è stata così delicata, che per ordini superiori è stata tenuta «off the records». Niente telecamere, niente pubblicazione: il grosso pubblico, ha spiegato lo zoologo, non è pronto a sentire quello che sto per dirvi. Ma l’hanno udita centinaia di studenti, docenti e scienziati. Dobbiamo ad uno studente, che ha preso appunti di nascosto, se sappiamo qualcosa…

Pianka ha esordito deplorando «l’antropocentrismo», la malaugurata idea che l’uomo occupi un posto privilegiato nel mondo. «Non siamo meglio dei batteri!», ha detto lo scienziato, ridanciano, fra gli applausi. La crescita della popolazione umana sta «rovinando» il pianeta. Bisogna salvare il pianeta prima che sia troppo tardi. Per salvarlo, ha detto, occorre che la popolazione umana sia ridotta al 10% di quella attuale («oltretutto, i carburanti fossili sono alla fine»). Ed ha proposto le varie soluzioni possibili al problema.

Continua a leggere su:

http://terrarealtime.blogspot.it/2014/11/eliminare-4-miliardi-di-esseri-umani.html

 

 

——————————

– 'Evil Stick' wand toy for toddlers reveals picture of a young girl slitting her wrists with knife

di TVReport200, da youtube.com e da una comunicazione Fb. di Floriana Gulì

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=POCngEpkOLI

 

 

—————————-

– Ultimatum del governo inglese alle scuole religiose: «Insegnate il pensiero gender o vi chiudiamo»

di Massimo Introvigne, da lanuovabq.it

Guardare quanto succede all'estero è sempre utile per capire quanto sta per succedere da noi. Qualche giorno fa ci siamo occupati degli Stati Uniti, dove sono cominciate le azioni legali per costringere i pastori e i sacerdoti a sposare le coppie dello stesso sesso nelle loro chiese (clicca qui). Gli Stati Uniti sembrano lontani? Oggi andiamo in Inghilterra, Unione Europea.

Qui, sabato 1 novembre, la ministra dell'Educazione, la signora Nicky Morgan, ha annunciato che le scuole religiose dovranno insegnare la teoria del gender, compreso quanto riguarda «i diritti dei gay e il rispetto dovuto ai matrimoni fra persone dello stesso sesso». Ha pure annunciato che manderà nelle scuole religiose ispezioni a sorpresa, e che quelle colte in fallo a insegnare dottrine religiose contrarie al «matrimonio» omosessuale o critiche rispetto agli atti omosessuali saranno chiuse senza cerimonie. Nel tentativo di mostrare che non ce l'ha con i cristiani, il ministero ha già mandato due ispezioni a scuole ebraiche, mostrando loro il cartellino giallo che le degrada a «scuole sotto sorveglianza», un passo prima del cartellino rosso della chiusura.

Continua a leggere su:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-ultimatum-del-governo-inglese-alle-scuole-religioseinsegnate-il-pensiero-gender-o-vi-chiudiamo-10819.htm

 

 

—————————

– Ecco il video shock che mostrano nelle scuole elementari francesi!

da kevideo.eu

VIDEO

http://www.kevideo.eu/ecco-il-video-shock-che-mostrano-nelle-scuole-elementari-francesi/

Il video integrale

di Laurent Four, da youtube.com

https://www.youtube.com/watch?v=3k6H5diB4uc

 

 

—————————

– Lobby Gay e implicazioni sulla società moderna

da disinformazione.it

Il seguente articolo avrà come scopo, lo spiegare, il rapporto che esiste tra le elite occulte e i rappresentanti internazionali di quei movimenti a difesa dei diritti gay che, con sempre maggior visibilità e rilevanza, vengono mostrati nei telegiornali e nei giornali (corrotti).
Il mondo dell’intrattenimento e della moda, spalleggiano questi gruppi, fornendo supporto economico, ma soprattutto di immagine, proponendo film, musica, stampa e pubblicità che strizzano l’occhio ad un idea distorta di omosessualità.

Continua a leggere su:

http://www.disinformazione.it/lobby_gay.htm

 

 

—————————

– L’ONU VUOLE RIMPIAZZARE GLI ITALIANI

da iconicon.it/blog

Così gli immigrati occuperanno il Paese

Dossier choc delle Nazioni Unite: serviranno a sostenere l’economia. Fino al 2050 l’Italia dovrà ospitarne 120 milioni. L’Unione Europea 700.

Nel 2050 un terzo della popolazione italiana sarà composta da immigrati. Stranieri sbarcati nel Belpaese per lavorare e figli e nipoti dei migranti che in questi giorni il Mediterraneo sta rovesciando sulle nostre coste. Nello studio «Replacement Migration: is it a solution to declining and ageing populations?», redatto dal Dipartimento degli Affari sociali ed economici dell’Onu vengono analizzati i movimenti migratori a partire dal 1995 e, attraverso modelli matematici, vengono prospettati diversi scenari che disegnano per l’Italia la “necessità” di far entrare tra i 35.088.000 e i 119.684.000 di immigrati per “rimpiazzare” i lavoratori italiani. Visto che tra 36 anni gli over 65 saranno il 35% della popolazione e presupposto che il tasso di natalità per donna resti fermo a 1,2 bambini (negli Anni Cinquanta la media era 2,3).

Continua a leggere su:

http://www.iconicon.it/blog/2014/10/lonu-vuole-rimpiazzare-gli-italiani/

 

 

—————————-

– NWO Riduzione della popolazione mondiale

di Giuseppe D’Angelo, da youtube.com

VIDEO

Immagine tratta da nwo-truthresearch.blogspot.com

https://www.youtube.com/watch?v=usay3MiA3kw

 

 

—————————–

– IL CAPITALE E I SUOI UTILI IDIOTI: LA SIGNORINA VALENTINA NAPPI

di DiegoFusaro, da comedonchisciotte.org

Non mi stancherò mai di ripeterlo: viviamo nel tempo dell’identità in atto di destra e sinistra, due falsi opposti che oggi veicolano lo stesso contenuto. E tale contenuto è l’adesione supina al monoteismo del mercato e la stolida accettazione dell’ordine imperiale USA. Destra e sinistra si rivelano interscambiabili, facendo del neoliberismo oggi dominante un’aquila a doppia apertura alare: l’anticomunitaria e globalista “Destra del Denaro” detta le regole econonomico-finanziarie tutelanti gli interessi della global class post- e anti-borghese, mentre la “Sinistra del Costume” fissa i modelli e gli stili di vita funzionali alla riproduzione del sistema dell’integralismo economico (godimento individualistico, relativismo, laicismo assoluto, abbandono dell’anticapitalismo come ferrovecchio, ecc.).

La “Destra del Denaro” decide che occorre privatizzare tutto, rimuovere i diritti, abbassare gli stipendi, tagliare la spesa pubblica, sempre in nome del sacro dogma “ce lo chiede il mercato”. Dal canto suo, la “Sinistra del Costume” dal Sessantotto ad oggi opera sul piano sovrastrutturale: se la “Destra del Denaro” rende i giovani precari fino a settant’anni, quando non direttamente disoccupati e impedisce loro di farsi una famiglia, ecco che la “Sinistra del Costume” e i suoi utili idioti al servizio del re di Prussia starnazzeranno dicendo che la famiglia è una forma borghese superata e che la precarietà è buona e giusta.

Se la “Destra del Denaro” decide che gli Stati nazionali sono un’invenzione e che l’unica realtà esistente è il one world del mondo globalizzato e ridotto a piano liscio del mercato, con annessa delocalizzazione, ecco che la ridicola “Sinistra del Costume” seguirà facendo l’elogio della globalizzazione dei viaggi low cost e dell’inglese per tutti. Di più, condannerà lo Stato nazionale come foriero di sventure, senza mai dire, ovviamente, che i pochi diritti superstiti per gli offesi del pianeta erano garantiti, guarda caso, dallo Stato stesso e dalle sue politiche di assistenza sociale. Se la “Destra del Denaro” decide che la religione è un’invenzione e che bisogna liberarsene per convertirsi tutti all’unica teologia riconosciuta legittima, il monoteismo del mercato, ecco che la “Sinistra del Costume” seguirà pedestremente portando avanti forme liturgiche di ateismo religioso, senza accorgersi ovviamente che è il capitale stesso a dover distruggere ogni religione che non sia quella del Mercato divinizzato. Se la “Destra del Denaro” decide che a esistere è solo l’individuo consumatore e “la società non esiste” (M. Thatcher), ecco che la ridicola “Sinistra del Costume” seguirà scodinzolando e spiegando che la famiglia come comunità originaria non esiste e che chiunque si sogni di pensare – peraltro in buona compagnia con Platone, Aristotele e Hegel – che la famiglia composta da padre e madre esista subito deve essere silenziato come “omofobo”.

Continua a leggere su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14123

 

 

—————————-

– ISIS o Iside, un gioco degli illuminati?

di Angelo Iervolino, da lenewsdiangeloiervolino.altervista.org

Iside in lingua egizia Aset, è anche chiamata, Is, Isis, Iset. Il caso vuole che i nomi usati dai terroristi islamici IS, ISIS, finanziati e armati fino a pochi mesi fa da un illuminato, siano uguali ai nomi della dea dell’antico Egitto. Iside era la dea della maternità, della magia e della fertilità. Non solo ma ISIS è anche il nome di Diana. – Divinità femminile italica. Diana era venerata dalle donne come dea dei parti e della fecondità, parificata in ciò a un’altra dea molto onorata dai Romani, Giunone Lucina, così detta sia perché dea della luce, sia perché preposta a dare la luce ai nuovi nati, quindi Diana, veniva chiamata anche Diana Lucifera. La statua della libertà rappresenta Semiramide, ISIS, Astarte, Astaroth, Diana Lucifera, tanti nomi diversi…lo stesso culto.

E’ importante ricordare che Parigi é una citta fortemente massonica, dove viveva il culto alla dèa pagana ISIS, PARIS – PAR ISIS : si giurava infatti PER ISIDE: PAR ISIS. ISIS era il nome della Magna Mater Lucifera, la “Grande Madre” velata. L’iscrizione sulla presunta tomba di ISIS dice: “IO SONO tutto ciò che è, che è stato e che sarà, e nessun mortale m’ha ancora TOLTO IL VELO, che mi copre“.

Continua a leggere su:

http://lenewsdiangeloiervolino.altervista.org/blog/3539

 

 

—————————-

– Scandalo in Francia: qui la ped0filia è finanziata dallo Stato – VIDEO

di Tommaso Scandroglio, da losai.eu

Premi un pedale ed un pene diventerà eretto. Premilo ancora ed eiaculerà. Non si tratta di un gadget di un p0rn0shop bensì di uno “strumento interattivo educativo” per bambini, uno dei tanti presenti alla mostra “Zizi sexuel” che si tiene presso i padiglioni del Museo della Scienza e dell’Industria di Parigi. La parola francese “zizi” potrebbe essere da noi tradotta come “pisellino”. La mostra è rivolta ai bambini tra i 9 e 14 anni e vuole introdurre queste anime candide alla scoperta del sesso. Come se questi bambini una volta diventati ragazzini non diventeranno dei veri e propri sommozzatori nel mare magnum del sesso.

Dunque, oltre al manichino che si eccita se il bimbo pigia un pedale – e così gli imberbi penseranno che schiacciarsi un piede sia la cosa più eccitante che esista – vi sono altre curiosità pedop0rn0grafiche. C’è una campana con moltissimi profilattici colorati e ben gonfiati, una sagoma di una donna nuda senza testa dove le bambine possono metterci la loro di testa per provare l’”ebbrezza” di mostrarsi nude davanti a tutti, un letto dove i bambini guardano scene di sess0. In una stanza poi c’è la possibilità di ascoltare la descrizione di cosa sia la masturbazi0ne o l’omosessualità. In questa stanza è vietato l’ingresso degli adulti, perché l’innocente non sa difendersi, ma papà e mamma invece monterebbero su tutte le furie se sapessero cosa passa in quelle cuffie e dunque è bene tenerli a distanza.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/scandalo-in-francia-finanziata-dallo-video/

 

 

————————

Ottobre 2014

– Boldrini: ” Bisogna insegnare l’islam nelle scuole”

da bloglucelibera.wordpress.com

Continuano le proposte indecenti della Presidente della Camera Laura Boldrini. Questa volta ha proposto l’insegnamento dell’islam nelle scuole pubbliche: ” Con l’avvento del multiculturalismo è necessario adattarsi e non rimanere indietro. L’insegnamento dell’islam, servirebbe non solo per far sentire a loro agio gli immigrati islamici, ma anche per far conoscere agli studenti cristiani la seconda religione italiana. Solo conoscendo il diverso si impara a rispettarlo. Credo che l’insegnamento dell’islam debba andare di pari passo con quello del cattolicesimo nelle scuole.” Questo è quello che la Presidente ha detto durante una intervista su una tv delle Isole Sabaody , MangrovieTV.

http://bloglucelibera.wordpress.com/2014/10/22/boldrini-bisogna-insegnare-lislam-nelle-scuole/

 

 

—————————–

– Le notizie “vere” sull’ aborto

di Danilo Quinto, da losai.eu

Nei giorni scorsi, come accade ogni anno, di questi tempi, i giornali hanno illustrato i dati dellaRelazione sull’attuazione della legge 194 del 1978, con titoli del tipo: “Calano gli aborti”, “Si conferma la tendenza storica alla diminuzione dell’IVG in Italia”. Avvalorano, con un’enfasi dolosa, la tesi della cultura dominante che quella legge omicida abbia concorso a contenere il numero degli aborti.

Certo, se si parla di aborto e ci si riferisce solo a quei dati, i “conti” sembrano tornare: nel 2013, sono state notificate 102.644 interruzione volontarie di gravidanza (le chiamano così, per edulcorare le soppressioni delle vite umane), con un decremento del 4.2% rispetto al dato definitivo del 2012 (107.192 casi).

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/notizie-vere-sull-aborto/

 

 

——————————

– Capital gay

di Alessio Mannino, da comedonchisciotte.org

Ieri a Roma in Campidoglio la trascrizione dei matrimoni contratti all’estero di 16 coppie omosex

L’amore non è affare dello Stato. Anzi dovrebbe essere la cosa più libera del mondo, anche dalle leggi. Compreso quello omosessuale, che come impulso è naturale tanto quanto quello etero, visto che si tratta di un’inclinazione che segue gli oscuri meandri della psiche, e perciò non va né condannato né esaltato, ma semplicemente accettato. Resta che è sterile e inadatto al ruolo differenziato di padre e madre, e nessuno può farci nulla.

Si sa, quando si vuole distrarre l’opinione pubblica dalle magagne, si chiama il giornale amico e si fa sparare in prima pagina un bel titolone a effetto su qualcosa che non c’è, o chissà quando arriverà. Così due giorni fa la Repubblica proclamava che il governo Renzi vara le unioni civili alla tedesca per i gay. Lo sta facendo, lo ha fatto? No, è solo un pensiero, un’intenzione, un progetto sulla carta. Ma tanto basta, l’importante è sviare.

Continua a leggere su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14068

 

 

————————–

– La chiave di lettura del tempo presente

di Enzo Pennetta, da enzopennetta.it

 

Può sembrare strano a prima vista che su un sito che si occupa prevalentemente di scienza ci siano riferimenti anche alla geopolitica, ma quello che intendo dimostrare di seguito è che lo strano sarebbe invece che tali riferimenti non ci fossero.

Il legame tra scienza e potere politico fu teorizzato all’inizio del XVII secolo dal filosofo e uomo di Stato inglese Francis Bacon con il suo libro postumo New Atlantis del 1627, da cui derivò nel 1660 la costituzione della Royal Society, l’istituzione che avrebbe legato la scienza al potere imperiale. Ricordiamo che tra i fondatori della Royal Society troviamo il nome di William Petty (1632-1687), con lui nascevano anche le scienze statistiche e sociologiche. Oggi, ad oltre tre secoli e mezzo nel mondo occidentale si è affermato il modello anglosassone, e per poter leggere gli eventi è necessario usarne la stessa chiave di lettura.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2014/09/la-chiave-di-lettura-del-tempo-presente/

 

 

—————————-

– Potere …Quello che c'è da sapere

di Mimmo Moramarco, da youtube.com e da una segnalazione Fb. di Federazione Popolare

VIDEO

(immagine tratta da linksicilia.it)

https://www.youtube.com/watch?v=bQqUptH2FFk#t=16

 

 

—————————–

– Il Nuovo Ordine dell'Europa: Distruggere Ogni Differenza

di Ida Magli, da disinformazione.it

All'inizio degli anni Novanta le scienze umane sono state fatte sparire dall'orizzonte dell'informazione di massa, semplicemente con il silenzio, non parlandone più. Dato l'enorme entusiasmo che avevano suscitato nel periodo che va dalla fine della Seconda guerra mondiale fino agli anni Novanta, il fatto che nessuno abbia fatto rilevare questa sparizione sarebbe «strano» se non rappresentasse la conferma che la sparizione è stata voluta.

Le cattedre ovviamente sussistono, ma le loro scienze non fanno più notizia. Contemporaneamente sono state eliminate dalle scuole, per ordine dell'Ue, antiche, nobilissime e essenziali discipline come la geografia, la letteratura latina e greca con le lingue corrispondenti, riducendole tutte a fantasmi, innocui brandelli di un sapere inesistente. Perfino la storia, privata di tutti i contributi metodologici di cui l'epoca moderna l'aveva arricchita, sembra diventata un residuo d'altri tempi, impotente a dare agli uomini quella consapevolezza di se stessi che ne è il frutto principale, conquista fondamentale della civiltà europea. Anche questo è stato deciso e messo in atto nel più completo silenzio.

Continua a leggere su:

http://www.disinformazione.it/nuovo_ordine_europeo.htm

 

 

—————————-

– Autunni caldi, caldissimi, anzi bollenti. Brrrr, che freddo che fa!

di Sergio Di Cori Modigliani, da sergiodicorimodiglianji.blogspot.it

 

Gelo perfido.

Questo segnala il termometro sociale di questo autunno caldo.

Le due immagini riprodotte in bacheca sono il sintomo rappresentativo dell'Italia voluta da tutti i governi che si sono succeduti negli ultimi anni.

Il teatrino della direzione PD la dice lunga: è andata a finire che Civati ha votato contro la mozione di D'Alema e Bersani.

Quell'immagine è il prodotto del genocidio culturale di questa nazione di analfabeti e presuntuosi narcisisti. Gli italiani si erano divertiti da matti con le tette e i glutei promossi 30 anni fa su Drive in. Dal canto suo, la sinistra italiana (e anche quella  francese) ha esaltato -compiendo piroette intellettualistiche- lo sdoganamento della violenza compulsiva nella cinematografia iper-realista (vedi Quentin Tarantino & co.) divertendosi da matti, senza prevedere le conseguenze.

Si sono innamorati dell'idea di imporre il gioco d'azzardo di massa lasciando diffondere a D'Alema e Prodi le sale Bingo e assegnando a Berlusconi e Dell'Utri la gestione del sistema di distribuzione delle slot machine. E così è stata pianificata, volutamente o in maniera inconsapevole (dunque doppiamente colpevole) la trasformazione dell'intelligenza collettiva di un popolo in una massa di pornografi e biscazzieri.

Sono stati promossi i servi deferenti e bocciati i meritevoli.

E' stata esaltata l'appartenenza al posto della competenza.

E' stata sostituita la sostanza con la visibilità.

E' stato lanciato un modello editoriale puntando sul pedinamento dell'audience analfabeta, distruggendo la tradizione della narrativa italiana di pensiero.

Sono stati applicati modelli quantitativi al posto di quelli qualitativi.

Ci hanno tartassati, svillaneggiati, ingannati, truffati.

E voi ancora li votate.

Continua a leggere su:

http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2014/09/autunni-caldi-caldissimi-anzi-bollenti.html

 

 

—————————-

– Le tre contraddizioni dell’ideologia gender

da informarexresistere.fr

 

L’ideologia gender non esisterebbe. Sarebbero tutte menzogne. Tutto terrorismo psicologico. Tutte paure messe in giro da fanatici ed incompetenti. La replica più frequente a coloro che osano discutere taluni innovativi “progetti educativi” – conformemente a collaudate prassi totalitarie, che riconducono qualsivoglia critica alla patologia – si sostanzia in un invito al ricovero ospedaliero. Se si è tuttavia abbastanza forti da sopportare quest’allergia al dissenso, risulta in realtà semplice non solo individuare il nucleo ideologico della teoria gender, ma anche le insanabili contraddizioni che la paralizzano. Per quanto riguarda il primo aspetto – il riconoscimento dell’ideologia – è sufficiente osservare come il tentativo di combattere le discriminazioni anzitutto di matrice sessista conduca sempre più spesso al voluto equivoco secondo cui, per contrastare le diseguaglianze fra uomo e donna, occorrerebbe negare alla radice le differenze fra i sessi. Differenze che quindi, nella misura in cui fossero anche solo oggetto di semplici studio ed osservazione, diverrebbero potenziali moventi per trattamenti iniqui.

Continua a leggere su:

http://www.informarexresistere.fr/2014/09/30/le-tre-contraddizioni-dellideologia-gender/

 

 

—————————-

– Lettera di un ragazzo omosessuale

da luogocomune.net

 

Ciao Massimo, sono un tuo accanito lettore, appena sento una notizia al tg che mi puzza, corro su LuogoComune per vedere se hai pubblicato qualcosa a riguardo. Volevo farti i complimenti perché penso che il tuo lavoro sia molto importante per garantire la libertà di pensiero e di espressione che sempre più spesso sono in pericolo in una società come la nostra, all’apparenza democratica, ma che in realtà viola costantemente i diritti che afferma di garantire. Ti scrivo questa mail perché volevo denunciare una situazione che secondo me sta raggiungendo ultimamente l’apice della vergogna. L’argomento è diverso da quelli che solitamente tratti, ma le tecniche di disinformazione sono sempre le stesse. La verità viene nascosta, chi prova a contestare la tesi ufficiale viene messo a tacere. La stragrande maggioranza della popolazione vive nella più completa e totale ignoranza a riguardo. L’argomento di cui voglio parlarti è l’omosessualità, io sono una voce fuori dal coro, anzi fuori da tutti i cori.

Continua a leggere su:

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=4548

 

 

—————————

– Vittoria in Trentino! Il ddl omofobia non passa!

da losai.eu

Vittoria in Trentino! Il centrosinistra autonomista che aveva puntato tutte le proprie energie sul disegno di legge voluto e sostanzialmente redatto dall’Arcigay sul tema dell’ omofobia è stato costretto a fare un passo indietro. O meglio, a conti fatti, ben più di uno.

La maggioranza ha voluto imporre la discussione sul tema dell’ omofobia senza alcun rispetto e senza cercare alcuna mediazione con il centrodestra e con le associazioni familiari, scelta politicamente obbligata quanto si parla anche di educazione e scuola.

Durante i sette lunghi giorni di discussione la maggioranza ha provato a più riprese a presentare fuori dal Consiglio delle soluzioni più potabili per il centrodestra ma nessuna di esse è stata accolta in quanto non andava a toccare minimamente l’impianto generale della proposta.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/vittoria-in-trentino-ddl-omofobia-non-passa/

 

 

—————————

– VIDEO! Belgrado – 16mila persone in piazza contro il gay pride

di Marika Poletti, da losai.eu

Domenica si è svolta in Serbia la parata del Gay Pride, finanziata da un Governo che non ha esitato a ridurre lo stipendio a 700.000 dipendenti pubblici ma, contemporaneamente, ha deciso di destinare per quest’evento 1 milione di euro.Più che per le opinabili -per non dire censurabili- scelte di ordine economico, ciò che è accaduto a Belgrado deve essere ricordato per la sua valenza fortemente simbolica. Alla vigilia del programmato Gay Pride più di 6.000 persone si sono raccolte in centro città per una manifestazione a favore della famiglia promossa dall’associazione DVERI, aderente al Congresso Mondiale della Famiglia, chiedendo al Governo di annullare la parata dell’indomani in quanto avrebbe dato luogo ad una “profanazione rituale delle strade e della città tutta”.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/video-belgrado-16mila-in-piazza-contro-gay-pride/

 

 

—————————

– Bambino di 6 anni, per le “mamme” è una bambina: scuola costretta a farlo entrare nel bagno femminile

di Benedetta Frigerio, da tempi.it

Da quest’anno il figlio di due donne, iscritto in una scuola cattolica di Toronto, potrà usare il bagno e gli spogliatoi delle femmine. La scuola elementare ha ceduto alla richiesta delle donne, che hanno presentato il loro figlio al direttore come una femmina.

Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/bambino-di-6-anni-per-le-mamme-e-una-bambina-scuola-costretta-a-farlo-entrare-nel-bagno-femminile#.VCZzuFc09r9

 

 

—————————

Georgia GuideStone Aggiornato

da losai.eu

 

Sono certo conoscete già il moderno “monumento” chiamato Georgia Guidestones. Monumento misterioso su cui sono scolpiti dieci “comandamenti” per una “Nuova Età della Ragione”. Il primo comandamento? Mantenere la popolazione mondiale al di sotto delle 500 milioni di persone. La novità è che in questi giorni hanno trovato un particolare aggiunto. Un Tassello con dei numeri 20 – 14. Un tassello che non c’era. Hanno intagliato una delle 4 pietre, incorporando un cubo.

Fino a qualche settimana fa si presentava cosi:

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/georgia-guidestone-aggiornato/

VIDEO

di PrisonPlanetLive, da youtube.com

https://www.youtube.com/watch?v=j_jz5c3GVVg

 

 

Settembre 2014

– Germania: via libera all’incesto, è ‘diritto fondamentale’

da voxnews.info

Nuovo avanzamento della libertà sessuale in Europa. Dopo i ‘matrimoni’ gay (anche se tutto iniziò con i matrimoni misti), ora la Germania dà il via libera all’incesto, che viene definito “un diritto fondamentale”.

Dopo il parere del comitato etico, le leggi attuali che vietano l’incesto tra fratelli e sorelle in Germania saranno presto eliminate, per aprire a questa nuova frontiera di quello che viene definito ‘amore’ tra persone consenzienti. Esattamente la stessa filosofia amorale che fa da base ai cosiddetti matrimoni omosessuali.

“Il diritto fondamentale dei fratelli adulti alla autodeterminazione sessuale deve essere garantito in misura maggiore rispetto l’idea astratta di tutela della famiglia.”

La ‘idea astratta’.

Continua a leggere su:

http://voxnews.info/2014/09/25/germania-via-libera-allincesto-e-diritto-fondamentale/

 

 

—————————

– The Sims 4 e la GRAVIDANZA MASCHILE!?! – [VIDEO]

di Laura Caselli, da losai.eu

Faccio un breve riassunto per chi non mastica molto l’inglese: il video che segue mostra un ragazzo che gioca al nuovo THE SIMS4.

Il video inizia con la ricerca disperata di una ragazza per il suo personaggio. Dopo numerosi rifiuti e un paio di appuntamenti finiti male, si chiede: «Ma non è che per caso il mio sim è gay?». Così prova a flirtare con un uomo e….indovinate? Funziona! I due sims s’innamorano. La cosa assurda è che entrambi i personaggi (uomini) ad un certo punto del gioco rimangono “incinti” e poi partoriscono…

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/the-sims-4-gravidanza-maschile-video/

 

 

 

—————————-

– Ebola, Monsanto, sperimentazione sugli esseri umani e petrolio

da greenme.it

 

E' già qualche tempo che osservo in silenzio il diffondersi del terrore per il contagio del mondo da parte di un virus chiamato ebola. Oggi voglio dire la mia. Facendo ricerche in merito, che qui vi propongo riassunte, e inserendo qualche parere personale, (mio, non di greenMe).

Secondo la World Healt Organization Ebola si diffonde con contatto di liquidi tramite la cute lesa, o le mucose. Quindi si può toccare un malato di ebola, come un malato di AIDS, usando le stesse precauzioni. I fluidi della persona, direttamente, o per oggetti venuti in contatto con essi, non devono entrare in contatto con il vostro sangue e le vostre mucose. Il contagio degli operatori sanitari è dunque avvenuto per non aver seguito le regole che vanno seguite per trattare qualunque malattia infettiva?

Cosa vuol dire "carne di animali selvatici della savana"? Dove si è diffusa la prima volta era trasmessa da animali che abitano le foreste pluviali, come hanno fatto a trasmetterlo a giraffe, gnu e soci? In Africa la gente da sempre mangia la carne degli animali della foresta, ma prima del 1976 nessuno ha mai preso l'ebola. Poi carne cruda o cotta? 

Secondo la World Healt Organization Ebola si è diffusa tramite contatto con il sangue di animali infetti trovati malati o morti nella foresta. Si potrebbe tradurre che un cacciatore porta a casa una preda infetta e mentre prepara la carne si taglia un dito e il suo sangue entra in contatto con quello della preda malata. Poi lui magari la trasmette alla moglie e la moglie col latte al figlio. Ma una volta cotta la carne non trasmette proprio nulla, quindi il disegno dell'arrostino sopra è assolutamente fuorviante.

Basterebbe scrivere: mangiare solo carne ben cotta.

Sesso non protetto con una persona malata o appena uscita dall'ospedale…

Continua a leggere su:

http://www.greenme.it/spazi-verdi/clorofilla/1990-ebola%2C-monsanto%2C-sperimentazione-sugli-esseri-umani%2C-terrore-indotto-e-petrolio

 

 

—————————

Georgia GuideStone Aggiornato

da losai.eu

 

Sono certo conoscete già il moderno “monumento” chiamato Georgia Guidestones. Monumento misterioso su cui sono scolpiti dieci “comandamenti” per una “Nuova Età della Ragione”. Il primo comandamento? Mantenere la popolazione mondiale al di sotto delle 500 milioni di persone. La novità è che in questi giorni hanno trovato un particolare aggiunto. Un Tassello con dei numeri 20 – 14. Un tassello che non c’era. Hanno intagliato una delle 4 pietre, incorporando un cubo.

Fino a qualche settimana fa si presentava cosi:

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/georgia-guidestone-aggiornato/

VIDEO

di PrisonPlanetLive, da youtube.com

https://www.youtube.com/watch?v=j_jz5c3GVVg

 

 

————————–

– Tutti odiano tutti

di Marino Badiale, da il-main-stream.blogspot.it

Cominciamo da un semplice esempio, fra tanti possibili. Il Corriere della Sera pubblica l'intervista a uno statale che si lamenta del blocco degli stipendi. Ad oggi ci sono 610 commenti. Ovviamente non li ho nemmeno scorsi tutti, ma da un campionamento casuale sembra che la grande maggioranza (non tutti, per fortuna) sia aspramente critica verso l'intervistato. Spesso, i commentatori sono anche offensivi e aggressivi. La mia impressione è che succeda più o meno lo stesso quando si indicano i problemi di ogni particolare categoria: se si parla della scuola tutti infuriati ad azzannare i docenti, se si parla dei lavoratori autonomi questi vengono attaccati in quanto evasori, e così via. Per tornare allo statale dell'intervista, ai suoi critici, che indubbiamente in molti casi stanno peggio di lui, si devono ricordare due cose. In primo luogo c'è sempre qualcuno che sta peggio di te: se il precario italiano sta peggio dello statale, l'africano disperato che muore nel tentativo di venire a farsi sfruttare in nero in Italia sta sicuramente peggio del precario. Con ciò si vuol dire che replicare, a chi segnala un problema, “comunque stai meglio di altri”, non è un argomento risolutivo, perché su questo pianeta quasi chiunque sta meglio di qualcun altro.

Continua a leggere su:

http://il-main-stream.blogspot.it/2014/09/tutti-odiano-tutti.html

 

 

——————————-

– Shimon Peres va dal Papa e propone una "Onu delle religioni"

da timmylove.altervista.org

L'incontro tra l'ex presidente di Israele e papa Francesco si è svolto stamane in Vaticano. "Preso atto che l'Onu ha fatto il suo tempo, quello che ci serve è un'Organizzazione delle Religioni Unite, un'Onu delle religioni – dice Peres in un'intervista a Famiglia Cristiana -. Sarebbe il modo migliore per contrastare questi terroristi che uccidono in nome della fede, perché la maggioranza delle persone non è come loro, pratica la propria religione senza uccidere nessuno, senza nemmeno pensarci". "E penso – prosegue – che dovrebbe esserci anche una Carta delle Religioni Unite, esattamente come c'è la Carta dell'Onu.

La nuova Carta servirebbe a stabilire a nome di tutte le fedi che sgozzare la gente, o compiere eccidi di massa, come vediamo fare in queste settimane, non ha nulla a che vedere con la religione. E' questo che ho proposto al Papa".

Secondo Shimon Peres, 91 anni, protagonista della fondazione e poi della vita dello Stato di Israele di cui è stato presidente fino al 24 luglio di quest'anno, premio Nobel per la Pace nel 1994 insieme con Yitzhak Rabin e Yasser Arafat, "oggi ci confrontiamo con centinaia, forse migliaia di movimenti terroristici che pretendono di uccidere in nome di Dio". "E' una guerra del tutto nuova rispetto a quelle del passato, sia nelle tecniche sia soprattutto nelle motivazioni – sottolinea -. Per opporci a questa deriva abbiamo l'Organizzazione delle Nazioni Unite. E' un organismo politico ma non ha né gli eserciti che avevano le nazioni né la convinzione che producono le religioni.

E lo si vede bene: quando l'Onu manda in Medio Oriente dei peacekeepers che vengono dalle Isole Fiji o dalle Filippine e questi vengono sequestrati dai terroristi, che può fare il segretario generale dell'Onu? Una bella dichiarazione. Che non ha né la forza né l'efficacia di una qualunque omelia del Papa, che nella sola piazza San Pietro raduna mezzo milione di persone".

Peres dice anche che vedrebbe bene papa Francesco alla guida delle Religioni Unite. "Sì, per le ragioni che dicevo prima e anche perché lui comunque ci ha già provato, invitando Abu Mazen, il patriarca di Costantinopoli e me a pregare in Vaticano". "In passato – spiega ancora l'ex presidente israeliano -, la maggior parte delle guerre erano motivate dall'idea di nazione. Oggi, invece, le guerre vengono scatenate soprattutto con la scusa della religione.

Nello stesso tempo, però, se mi guardo intorno noto una cosa: forse per la prima volta nella storia, il Santo Padre è un leader rispettato come tale non solo da tante persone ma anche dalle più diverse religioni e dai loro esponenti. Anzi: forse l'unico leader davvero rispettato. Per questo mi è venuta l'idea che ho proposto a papa Francesco".

Fonte:

http://www.timmylove.altervista.org/index.html

 

 

—————————

– Adozione gay – Facciamo chiarezza e leggiamo gli studi!

di Paolo Gandolfo e Maria Tantaro, da losai.eu

Di stretta attualità è il dibattito attorno all’adozione gay , soprattutto dopo la sentenza che ne ha sdoganato l’esistenza in Italia.

Sono emersi, però, moltissimi casi in cui i Tribunali dei minori hanno concesso in affidamento minori a coppie gay senza destare grandi polemiche sui mèdia né in politica.

Tra una presa di posizione e l’altra però esiste qualcosa che risponde al nome di “evidenza dei fatti”, cioè tutto quell’amplissima bibliografia di ricerche e studi che documentano quali sono i rischi -molto pesanti- a cui va incontro un bambino messo nelle condizioni di vivere in questo modo.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/adozione-gay-facciamo-chiarezza-leggiamo-gli-studi/

 

 

—————————-

– USA: professore pioniere dei “gender studies” arrestato per pedofilia

di Maurizio Spezia, da losai.eu

Walter Lee Williams, nato il 3 novembre 1948, era professore di Antropologia, Storia e Gender Studies alla University of South California. E’ stato un pioniere nel campo degli studi di genere e gode di una grande esperienza nel campo dell’attivismo per i diritti umani.
Quando era studente ad Atlanta negli anni Sessanta amava e si lasciava ispirare dalle idee di Martin Luther King e dalla sua lotta per i diritti civili. Nel 1968 passò all’attivismo gay grazie alla campagna di Anita Bryant, per Save the Children. Williams si distinse in particolare per il lavoro svolto con la comunità lesbo-gay di Atlanta.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/usa-professore-pioniere-dei-gender-studies-arrestato-per-pedofilia/

 

 

—————————-

 

La recente massiccia immigrazione e il Piano Kalergi

 

Ideato nel 1922 per distruggere l'identità della vecchia Europa

da ennaonline.com

Subito dopo il conflitto della seconda guerra mondiale, alcune persone di nazionalità diverse (De Gasperi e Adenauer, ad esempio) iniziarono a progettare un'Europa nuova e unita. Questa è, diciamo, la parte ufficiale di cui storicamente si parla. Ma ve ne sarebbe un'altra sconosciuta e tenuta nascosta che farebbe risalire l'idea di un'Europa Unita a un certo Richard Koudenove-Kalergi che nel 1922 gettò le basi per un progetto denominato Unione Paneuropea. Il suo obiettivo sarebbe stato quello di unificare l'Europa e di integrarla in un'organizzazione di altri stati, a loro volta, politicamente unificati per formare un grande potente unico governo mondiale.

Nel suo libro "Praktischer Idealismus" pubblicato nel 1925 Kalergi sostiene che gli Stati Uniti d'Europa non dovrebbero più essere formati dai popoli originali del vecchio continente ma "da una razza di subumanità resa bestiale dalla mescolanza razziale e che per questo – secondo la teoria di Kalergi – è necessario incrociare i popoli europei con razze asiatiche e di colore per creare un gregge multietnico senza qualità e facilmente dominabile dall'élite al potere". Gli uomini europei del futuro, come egli sperava, dovrebbero essere di sangue misto. "La razza futura eurasiatica-negroide, dovrà essere molto simile agli antichi egiziani e dovrà sostituire – scriveva nel suo libro – la molteplicità dei popoli con una molteplicità di personalità".

Continua a leggere su:

http://www.ennaonline.com/principale/visualizza_testo.aspx?id=1357

 

 

————————-

– Monia Benini – Sterminio segreto: Ciò che non ti viene detto

di Comitato Sardo Scie chimiche, da youtube.com

VIDEO

(Immagine tratta da losai.eu)

https://www.youtube.com/watch?v=oKp2a3vPTGg

 

 

—————————

– L’ unificazione del pensiero nella società

di Alessandro della Ventura, da informarexresistere.fr

 

Il mondo che conosciamo oggi, checchè se ne dica, è un mondo molto meno libero di quello che pensiamo. Tutto ciò che riteniamo opportuno, nella norma, attuabile è filtrato da un subconscio collettivo che viene instillato in noi fin da quando muoviamo i primi passi nella società, momento che può essere rappresentato dall’incontro con la scuola. Quando entriamo nella scuola siamo dei bambini gioiosi, ansiosi di poter esprimere la nostra voglia di vivere e la nostra creatività al prossimo. Ma non appena ci imbattiamo in questa istituzione ci vengono tarpate le ali e la nostra unicità viene vista come un pericolo, come un fattore destabilizzante dell’ordine della società poichè potente oltre ogni misura e incontrollabile. Questo avviene in buona parte con l’inconsapevolezza degli insegnanti che si trovano ad agire per instradare questa moltitudine di ragazzini all’interno di una società che li vuole in un determinato modo: uniformati, senza spirito critico, controllabili e usufruibili per gli scopi del sistema. Gli insegnanti sono assolutamente necessari per la crescita dei bambini, in quanto supervisori e supporto delle famiglie per la formazione di una buona educazione dei futuri cittadini. Ma ‘formazione’ non va intesa nel senso di indottrinamento ma come reindirizzamento delle proprie pulsioni e di tutto quanto possa recare danno al prossimo verso una pacifica convivenza nella società, che può essere perseguibile lasciando libero sfogo alle tendenze personali e alle capacità del singolo e non invece sacrificandole.

Continua a leggere su:

http://www.informarexresistere.fr/2014/09/01/l-unificazione-del-pensiero-nella-societa/

 

 

—————————

– Adozione gay – Lettera aperta

di Silvia Cocuzza, da informarexresistere.fr

 

Una splendida riflessione che prende sì le mosse dalla sentenza del Tribunale di Roma che ha consentito l’ adozione di una bambina da parte della convivente lesbica della madre naturale ma tocca i gangli vitali del tema: il diritto dei bambini e la sovversione delle priorità della politica.

Ho provato a tornare indietro nel tempo, a quando fra i banchi di scuola – le elementari, o poco più – ti chiedono di prendere la penna e sul foglio bianco scrivere quello che rappresentano la tua mamma e il tuo papà, parlare della famiglia, disegnarne il ritratto che hai in mente, raccontare sogni e progetti per il futuro. Qualunque sia la situazione tra le mura domestiche, quantunque siano i soldi sul conto in banca o le volte che i genitori litigano, per quanto si possa esser cresciuti tra week end alternati tra una casa e l’altra di coniugi separati e imparato troppo in fretta che la famiglia del mulino bianco non corrisponde pressoché sempre alla realtà delle cose, tuttavia, quel futuro, è pur sempre a tinte pastello.Perché è questo, ciò che fa la mente di un bambino: tinge d’acquerelli anche i giorni più neri, illumina a giorno una camera oscura. È la capacità di sognare, quella congenita, inspiegabile, inafferrabile predisposizione naturale all’immaginazione, che si perde crescendo, come il più oneroso pegno da pagare per varcare le soglie del mondo adulto ma che, fin quando regge, non importa la si chiami infanzia, adolescenza o prepubertà, rappresenta comunque il bagaglio prezioso di cui ci ha dotato, insieme al dono della vita, qualcuno molto generoso lassù in alto.

Continua a leggere su:

http://www.informarexresistere.fr/2014/09/01/adozione-gay-lettera-aperta/

 

 

—————————

– “Burning Man” la neoreligione della Silicon Valley

di Maurizio Spezia, da losai.eu

– La rivista Dove lo definisce un ” inno alla libertà e alla creatività”, per Dagospia un “festival psichedelico”, ma cosa è il “Burning Man”?

Qualcosa di antico e nuovo, rito orgiastico e New Age, una forma di pseudoreligiosità che sarebbe piaciuta ad Aldous Huxley.

(immagine tratta da ustream.tv)

 “È partito il 26 agosto e si chiude il 1° settembre, giorno del Labour Day. Un festival unico al mondo, inno alla libertà e alla creatività e grande esperimento di vita comunitaria che dà vita a una vera città temporanea, nel nulla” Così viene presentato il “Burning Man” sul sito del Corriere della Sera all’interno di uno spazio dedicato alla rivista Dove che titola “Burning Man: in 70mila per l’happening nel deserto del Nevada“. In alto a sinistra sulle foto di accompagnamento un scritta “Ci voglio andare!”, in basso una serie di didascalie che presentano l’evento con frasi dal contenuto molto positivo.

Il festival annuale Burning Man attrae più di 70.000 persone ogni anno per una settimana di festa nel deserto. Spogliarsi in pubblico, specialmente da parte delle donne, è altamente consigliato, mentre orge, scambi di partner e sesso a tre sono all’ordine del giorno. Il festival nel Nevada è un’enorme mix di arte, musica, costumi e comportamenti scandalosi.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/burning-man-neoreligione-silicon-valley/

 

 

————————-

– Il MARCHIO DELLA BESTIA e il NUOVO ORDINE MONDIALE: interpretazione passi Apocalisse, dettagli Piano Segreto per controllare l'Umanità

a cura di Mario Fezzi, da ilquieora.blogspot.it

Nota: Invitiamo ad una lettura attenta dei documenti raccolti sull'argomento, da fonti autorevoli. Gli eventi qui descritti sono sotto i nostri occhi.

Una qualsiasi persona può rapidamente realizzare che, anche senza essere dei sostenitori della Bibbia, occorre prendere atto di tutto ciò. Comunque, per un cristiano, tutte queste cose hanno un significato particolare, poiché riguardano le profezie. Siccome siamo imbarcati in questo ultimo viaggio della saga dell'uomo, chiedo solamente ai non credenti di considerare questi fatti in maniera razionale, e di osservarli. Certamente, c'è un gruppo di potere che vuole assumere il controllo del mondo. E' sempre stato nei sogni delle società più o meno segrete di manipolare ed influenzare il destino dell'uomo. In ogni caso, la vera battaglia è spirituale e il risultato è già stato determinato, che possa piacere o no.

Per alcuni, questa profezia è un richiamo all'attenzione, per altri, una chiamata all'azione, per altri ancora, una chiamata al disprezzo e all'inosservanza. Ma Dio non sarà disprezzato, e nemmeno ignorato. Nella Sua benevolenza, Egli ha avvertito l'umanità di ciò che sta per avvenire, così coloro che vogliono saranno pronti nel momento della tempesta, mentre coloro che non vogliono (ascoltate gli avvertimenti), ne saranno inghiottiti.

Continua a leggere su:

http://ilquieora.blogspot.it/2014/08/inchiesta-sul-marchio-della-bestia-e-il-nuovo-ordine-mondiale-interpretazione-passi-apocalisse-dettagli-piano-segreto-per-controllare-l-umanita.html

 

 

—————————-

– ISLAM, JIHAD, INTEGRAZIONE: FATTORI PSICOLOGICI DI UNA PROBABILE VITTORIA

di Marco Della Luna, da marcodellaluna.info

I fatti, politicamente non sempre corretti, oggi impongono di trattare pubblicamente il problema dei musulmani immigrati, di prima, seconda e terza generazione, all’apparenza perfettamente integrati nelle società occidentali, anzi assimilati, che partono per combattere nel jihad e commettere ogni atrocità, uccidono se capita loro concittadini occidentali. poi rientrano in “patria” per qualche tempo, si riorganizzano, ripartono e tornano a combattere la Guerra Santa. Anche prima di questo jihad del Califfato, avevamo avuto molti casi, anche in Italia, di improvviso viraggio terroristico (o simile) da parte di islamici comportamentalmente integrati.

Come è possibile che si lancino in queste mostruosità, se, a tutti gli effetti pratici, erano perfettamente integrati in un paese come la Francia o il Regno Unito, e addirittura nati là? Se si comportavano secondo i valori di questi paesi? Se avavno legami sociali importanti in essi?

Evidentemente l’integrazione comportamentale, l’inserimento sociale, l’assunzione di ruoli anche pubblici, non sono indicatori affidabili.

Continua a leggere su:

http://marcodellaluna.info/sito/2014/08/24/islam-jihad-integrazione/

 

 

—————————–

– "O è Vero o è Falso". E invece non è né Vero né Falso.

di Sergio Di Cori Modigliani, da sergiodicorimodiglianji.blogspot.it

Circa 25 anni fa, nel Luglio del 1990, il più grande divulgatore culturale italiano, il prof. Umberto Eco, apriva nella Facoltà di Filosofia dell'Università di Urbino un convegno di studi internazionali -da lui fortemente voluto- che aveva come ospite eccellente colui che allora veniva considerato (e penso che lo sia ancora oggi) il più importante filosofo al mondo, l'epistemologo Hilary Putnam.

Il fine di Umberto Eco non era quello consueto italiota di grande tradizione e squallido profilo: organizzare una grande riunione di spessore invitando accademici amici, farsi dare le sovvenzioni da governo, regione, provincia, comune, case editrici e portare a casa un bel gruzzoletto. In Italia, è cosa nota, questo significa Cultura, perché questo passa il convento del declino nazionale.

Umberto Eco aveva, invece, ben altra ambizione, davvero nobile.

Essendo, da sempre, tra i pochi e rari autentici frequentatori delle avanguardie culturali planetarie, e non essendo quindi un mitomane raccomandato con fantasie piccolo-borghesi, aveva capito che la frontiera dell'autentico scontro economico/politico/culturale/militare – e quindi esistenziale-  si sarebbe realizzato tutto intorno all'identificazione, definizione e, pertanto, codificazione di una esaustiva teoria del Vero e del Falso. Hilary Putnam era la persona giusta: dirigeva un istituto di studi filosofici in Usa di primissimo livello e da ben 40 anni studiava ed elaborava l'argomento dedicandogli diversi libri e ricerche scientifiche.

Eco voleva tirar su una scuola italiana di menti eccellenti -con sede a Urbino e Bologna- finanziata dalla comunità europea, dedicata allo studio specifico del post-comunismo, del post-ideologico, della diffusione di massa della cultura digitale, per entrare nel vivo della discussione planetaria relativa alla imminente genesi di una inedita sorpresa: l'abolizione della differenza tra Vero e Falso.

Il povero Eco fallì nel suo intento, per diversi motivi. Non ultimo quello della crassa ignoranza italiana.

Continua a leggere su:

http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2014/08/o-e-vero-o-e-falso-e-invece-non-e-ne.html

 

 

—————————

– Errato impianto di embrioni: è madre chi ha partorito

di Enrica Maria Crimi, da altalex.com

Due coppie sono ricorse alle tecniche di procreazione medicalmente assistita mediante la creazione di embrioni in vitro con gli ovociti ed il seme delle coppie.

Gli embrioni di entrambe sono stati impiantati erroneamente, il patrimonio genetico di una coppia è finito nell’utero della donna dell’altra coppia e viceversa.

Tale vicenda ha fornito l’occasione per chiarire quale dei titoli genitoriali prevalga nel caso in cui due coppie intendano assumersi la responsabilità genitoriale.

Il contrasto si è risolto a favore della coppia biologica, a discapito di quella genetica.

Continua a leggere su:

http://www.altalex.com/index.php?idnot=68561

 

 

—————————-

Agosto 2014

– Immigrati, Francia: Se tutta Europa vedesse cosa accade a Calais avrebbe paura

da pinosauro.blogspot.co.uk

Decine di migliaia di migranti si ammassano a Calais, in Francia, per raggiungere l’Inghilterra

di Luca Lippera – messaggero

Decine di migliaia di immigrati clandestini che bivaccano da settimane nei boschi attorno alla cittadina portuale si stanno scontrando a ondate con la polizia perché vogliono raggiungere con ogni mezzo, ad ogni costo, a qualunque condizione, l’Inghilterra – la loro “Terra Promessa” – dall’altra parte della Manica.

Un tempo Calais, ultimo lembo del Vecchio Continente prima della Gran Bretagna, era semplicemente l’imbarco dei ferries. Oggi, tra abitanti atterriti, gruppi di disperati che si aggirano come zombie e poliziotti impotenti, è lo specchio di una situazione sfuggita di mano a tutti e un probabile “antipasto” del futuro.

Continua a leggere su:

http://pinosauro.blogspot.co.uk/2014/08/immigrati-francia-se-tutta-europa.html?spref=fb

 

 

—————————

– Non posso andare avanti

di Francesco Amodeo, da francescoamodeo.net

 

Oggi ho preso una decisione sofferta ma importante per salvaguardare la mia incolumità alla luce delle sempre più evidenti ritorsioni e minacce celate che da tempo ricevo e che purtroppo si dimostrano essere sempre più attendibili.

Non voglio fare l’eroe ne immolarmi per la patria. Lo farei se ne valesse davvero la pena ma non per un popolo che non vuole essere liberato perché trova più comodo vivere in catene che decidere la propria direzione ed il proprio cammino.

Continuerò ad informare chi vuole essere informato. Il mio ultimo libro rimane la mia testimonianza. Anche questo mi espone a rischi, ma molto relativi; una nicchia di persone consapevoli non costringe i potenti ad intervenire perché non gli crea problemi. Loro hanno paura di chi ha un impatto sulle masse, chi crea comitati italiani, chi crea denunce collettive, chi organizza manifestazioni, blocchi, chi coinvolge le piazze, chi costringe i media a rompere il silenzio. Questo io non posso più farlo. Non me lo farebbero più fare. Lascio quindi ogni incarico nei comitati di cui faccio parte. Declino ogni proposta di organizzare manifestazioni pubbliche. Declino ogni invito a partecipare ad interviste o eventi mediatici.

Continua a leggere su:

http://francescoamodeo.net/2014/07/29/non-posso-andare-avanti/

 

 

—————————-

– Chiesa, Famiglia e Protestantesimo – Deriva UK: Figli su Misura per Omosessuali

di Sergio Basile, da quieuropa.it

La concezione della famiglia moderna e quegli antichi intrecci tra Massoneria e Protestantesimo

Perché il sinodo della Famiglia di Ottobre deve respingere apertamente e senza sconti le tentazioni moderniste e protestanti. La priorità: difendere la famiglia tradizionale da ogni "novità" progressista

Continua a leggere su:

http://www.quieuropa.it/chiesa-famiglia-e-protestantesimo-deriva-uk-figli-su-misura-per-omosessuali/

 

 

—————————

– Pedofilia, dallo scandalo BBC alla pratica politically correct

di Enzo Pennetta, da enzopennetta.it

Lo scandalo della pedofilia alla BBC scoppia nell’ottobre 2012 quando, dopo la scomparsa del conduttore televisivo Jimmy Savile, viene alla luce una serie di abusi su ragazze minorenni compiuta nel corso della sua lunga carriera. Lo scandalo è andato poi allargandosi portando alla luce una pratica si è rivelata non essere limitata ad un caso isolato ma che al contrario sembra essere stata ampiamente diffusa negli ambienti frequentati dal presentatore, e non solo all’interno della BBC. Adesso infatti si sospetta che circa 40 politici possano essere stati complici nell’occultare la rete di pedofili che si nascondeva nell’emittente nazionale britannica, come segnalato su RT in “At least 40 UK politicians complicit in alleged Westminster ‘pedophile ring‘ “.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2014/07/pedofilia/

 

 

—————————-

– Le meraviglie del traduttore di Google: si scrive “sesso”, si traduce “gender”

da losai.eu

 

Conosciamo tutti il servizio di traduzioni on line fornito da Google: https://translate.google.it/ .

Oggi vi raccontiamo una cosa interessante, che a prima vista può sembrare uno scherzo strampalato, ma che invece ha una sua logica – perversa – in un piano di lavaggio del cervello a livello planetario. Un lavaggio quotidiano, incessante, tale da non lasciare più spazio e respiro.

Come è ormai arcinoto, chi osa fare una netta distinzione tra sesso maschile e sesso femminile è bollato, nel migliore dei casi, come un povero stupido, ma in genere è additato al pubblico disprezzo perché omofobo, reazionario, incapace di aprire il suo misero cervellino alla società che cresce, si evolve, eccetera.

Il conformismo planetario impone l’allucinata, e allucinante teoria del “gender”, secondo la quale l’identità sessuale non è determinata dal semplice fatto di nascere maschio o femmina. La natura è irrilevante, ciò che conta è come una persona si “percepisce” o ciò che sceglie di essere. Sto semplificando un po’, per comodità, ma del resto questo insieme di paurose idiozie ormai è a tutti arcinoto.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/meraviglie-traduttore-google-si-scrive-sesso-si-traduce-gender/

 

 

 

—————————–

– Il calcio non è solo un gioco, ma è anche uno strumento al servizio del potere mondiale

da informazioneconsapevole.blogspot.it

Se il calcio fosse un gioco, non metteremmo in discussione niente di quello che lo riguarda.

Sarebbe solo un intrattenimento e nessuno sarebbe tanto stupido da attaccare un'innocente distrazione ludica. Non c'è niente di malsano nel divertimento (al contrario), in uno svago o in un diversivo.

Non niente da censurare in una persona che si diverte seguendo una partita di calcio, eppure il fatto che milioni di persone scelgano la stessa partita di calcio come l'unico divertimento possibile, potrebbe far destare sospetti.

Ancora più sospettoso è che i notiziari televisivi e i giornali dedichino al calcio almeno un terzo del loro tempo e spazio.

Continua a leggere su:

http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2014/08/il-calcio-non-e-solo-un-gioco-ma-e.html

 

 

—————————

– Quando la CIA e i Rockefeller inventarono l’arte contemporanea

da gianlucamarletta.it e da una segnalazione su pag. Fb. di Fonso Genchi

Modern art was CIA “weapon” (L’Arte Moderna è stata un’arma della CIA). Anche i giornali britannici e americani, oramai, lo affermano senza mezzi termini. I fondi per “sponsorizzare” artisti come Pollock e istituzioni come il MOMA vennero dai servizi segreti e dalla Fondazione Rockefeller. Lo scopo dichiarato? Vincere la “guerra fredda” anche sul piano dell’estetica e …manipolare il gusto delle masse!

Da E.Perucchietti/G.Marletta, La fabbrica della manipolazione, Ed. Arianna, pp. 131-134:

“L’arte si è spesso “accompagnata” alla moda. Andy Warhol ha reso celebre la modella e poi sua attrice feticcio Edie Sedwick, l’icona degli anni ’60, consumata dall’anoressia nervosa che si spense a soli 28 anni per un’overdose di barbiturici.

Figura dominante all’interno della Pop Art, Warhol ha capeggiato la sperimentazione di una nuova forma di avanguardia “democratica”, tramite i mezzi di comunicazione di quegli anni, musica, cinema e pubblicità.

Continua a leggere su:

http://www.gianlucamarletta.it/wordpress/2014/07/cia-artecontemporane/

 

 

———————

– SE IL PEDOFILO BASTARDO E’ DEL PD, RIESCE ADDIRITTURA FAR CAMBIARE IL GIUDICE. NON CI CREDI? LEGGI QUESTA STORIA

da grandecocomero.com

Incredibile decisione al processo contro Fiesoli per le violenze sui minori nella comunità del Mugello. Il presidente ricusato per avere usato “un tono incalzante” durante le udienze

Qual è il segreto della comunità del Forteto, delle sue protezioni, della sua abilità nell’evitare i guai? Il fondatore, il «profeta» Rodolfo Fiesoli, fu condannato negli anni 80 per atti di libidine e maltrattamenti su minori affidatigli, eppure ha continuato indisturbato la sua attività.

La Corte europea dei diritti dell’uomo ha condannato nel 2000 l’Italia per l’affidamento di due bambini con annesso risarcimento da 200 milioni di lire, ma il tribunale dei minori di Firenze ha continuato a inviare ragazzini alla comunità di «accoglienza» sul Mugello. Più di recente, il governo Renzi (in cui siede l’ex presidente di Legacoop) ha negato il commissariamento (richiesto dal precedente governo Letta) della annessa e omonima coop agricola.

Continua a leggere su:

http://www.grandecocomero.com/fiesoli-forteto-ricusato-giudice-pedofilo-pd/

 

 

———————–

– Matrix all'amatriciana. Il presente futuro degli italiani.

di Sergio Di Cori Modigliani, da sergiodicorimodiglianji.blogspot.it

"Matrix" è un termine ormai familiare per la maggior parte delle persone, grazie al successo ottenuto, quindici anni fa, dall'omonimo film dei fratelli Wachowski, divenuto in breve tempo il primo cult movie di questa generazione. E' quindi comprensibile, ormai, a chiunque.

Il termine matrix, subito dopo l'uscita del film in Usa, alla fine degli anni'90, assunse subito una successiva valenza politica e nello scambio dialogico quotidiano (soprattutto nello Stato della California) divenne sinonimo del potere oligarchico planetario e delle sue modalità di gestione, manipolazione, organizzazione del consenso.

Il film è considerato dai sociologi statunitensi l'humus di riferimento che ha poi prodotto in Usa il movimento di occupywallstreet.

Il Matrix, quindi, viene comunemente usato ormai in occidente per indicare l'autentica struttura di comunicazione mediatica da parte dei gestori del potere.

Il Matrix è, neanche a dirlo, planetario, perché funziona grazie alla sua applicazione globale.

Continua a leggere su:

http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2014/07/matrix-allamatriciana-il-presente.html

 

 

———————–

– UNA RAGAZZA “CON LE PALLE” SCRIVE ALL’EBETINO: TI SPIEGO COSA ACCADE NEL MONDO REALE (SEMPRE CHE TU SIA IN GRADO DI LEGGERE E CAPIRE)

da grandecocomero.com

“Lettera aperta a Matteo Renzi. Sono una ragazza di 26 anni. Questa mattina mi sono svegliata, mi sono seduta a tavola e c’era mia madre con lo sguardo perso nel vuoto.

Le ho chiesto cosa avesse. Mi ha risposto chiedendomi se io sapessi se fosse possibile vendere un rene. Prima mi sono molto arrabbiata, spiegandole che non è possibile, che è reato. Lei ha compreso, ed ha abbassato la testa con gli occhi lucidi. Poi ho respirato e ho provato dentro di me una forte rabbia mista a tristezza. Avrei voluto risponderle: “Tranquilla, ci penso io a te”.

Ma poi mi sono ricordata che nonostante due lauree, nonostante aver girato tutta l’Italia in cerca di un lavoro, nonostante io abbia mandato migliaia di curriculum,io un lavoro non ce l’ho.

Continua a leggere su:

http://www.grandecocomero.com/lettera-aperta-renzi-giovane-ragazza-26-anni-mamma-vende-rene/

 

 

 

Luglio 2014

– Lugano, "Mai ricevuto minacce"

Incendio doloso all'entrata del palazzo che ospita la loggia massonica il Dovere; inquirenti al lavoro.

di Francesci lepori, da rsi.ch

Incendio doloso, ieri sera (mercoledì), nel centro di Lugano. Verso le 20.00, una o più persone hanno appiccato il fuoco, utilizzando della benzina, all’entrata di uno stabile di Via Pretorio. Si tratta del palazzo che ospita la loggia massonica Il Dovere, la più vecchia del Ticino.

Impossibile dire, almeno per il momento, se si sia trattato di un attacco mirato o di un semplice atto vandalico. Certo è che solo il pronto intervento dei pompieri ha permesso di circoscrivere il rogo in breve tempo, limitando i danni ed evitando feriti.

Continua a leggere su:

http://www.rsi.ch/news/ticino-e-grigioni-e-insubria/Lugano-Mai-ricevuto-minacce-1321195.html

 

———————-

– L’ultima follia gay: Gesù e gli apostoli sono dei nostri

di Maurizio Spezia, da losai.eu

La denuncia penale contro lo sketch blasfemo mandato in onda su Rai2, in cui Gesù veniva presentato come un gay, ha provocato diverse reazioni. La più interessante è quella di coloro che non solo non hanno visto nulla di male nell’iniziativa della Tv di Stato, ma che, anzi, hanno difeso a spada tratta l’assurda pretesa che Nostro Signore fosse un omosessuale dichiarato. Hanno invocato, a supporto della tesi, «importanti e recenti documenti storici» che comproverebbero inequivocabilmente l’orientamento sessuale del Cristo.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/lultima-follia-gay-gesu-gli-apostoli-dei-nostri/

 

———————-

– Veneto – Patrocinio al gay pride? Anche no, grazie

di Alessandro Borin, da losai.eu

Patrocinio al gay pride? Anche no, grazie.

Questa – detta in soldoni – è la risposta della Regione Veneto che, tramite il proprio Assessorato alle Pari Opportunità, con questa scelta ha prestato il fianco a scontate polemiche ma, allo stesso tempo, ha dato seguito e rispetto alla volontà popolare.

Chi ci ha eletti” dichiara il Consigliere della Lega Nord, Nicola Finco “non l’ha fatto certo perché avvallassimo sfilate carnevalesche della lobby omosessuale, che già imperversa tra i bimbi, costretti a sorbirsi fiabe gay già all’asilo o libri che sviliscono la famiglia alle scuole medie.”

“Sapevano perfettamente” prosegue “a che valori ci richiamavamo, in primi a quello della famiglia tradizionale.”

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/veneto-patrocinio-gay-pride-grazie/

 

———————-

– EUROPA: POPOLI IGNARI SCHEDATI CON IL DNA

di Gianni Lannes, da http://sulatestagiannilannes.blogspot.it

Da ben 5 anni nel vecchio continente è in atto una schedatura di massa, all'insaputa generale (a parte gli addetti ai lavori). Infatti, a Berlino come a Londra o a Washington sono in possesso dei nostri dati genetici: informazioni sensibili di cui non abbiamo autorizzato la disponibilità. Non ci credete? Allora, non sapete che addirittura il corpo di ogni cittadino appartiene allo Stato per legge, soprattutto in Italia.

«Per quanto riguarda la banca dati del DNA, a cui faceva riferimento l'onorevole Carlucci, sono d'accordo. Il 21 maggio dell'anno scorso il Governo ha approvato la ratifica dell'Accordo di Prüm, che istituisce la sezione italiana della banca dati europea del DNA. Si tratta di un accordo che ho sollecitato. Il disegno di legge di ratifica in Senato è stato licenziato qualche mese fa e adesso è in discussione alla Camera. Non appena sarà approvata definitivamente la ratifica dell'accordo di Prüm, potremo dar seguito anche in Italia alla banca dati nazionale del DNA, che potrà servire per garantire l'identità di tutti. È opportuno che il Parlamento lo approvi rapidamente, poiché occorreranno circa dodici mesi prima di avere la banca dati operativa, ed è necessario rispettare alcuni standard europei. Questo è uno strumento efficacissimo per contrastare l'immigrazione clandestina e la criminalità, il traffico di organi, a tutela soprattutto dei minori e dei bambini».

Continua a leggere su:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/07/europa-popoli-ignari-schedati-con-il-dna.html#more

 

——————–

– Il presidente dell’Uruguay dona il 90% del suo stipendio ai poveri

da eticamente.net e da una segnalazione Fb. di Nino Papale.

Jose Mujica è il presidente dell’Urugay. Ha 77 anni ed diventato capo di Stato nel 2009 ma la sua vita dal punto di vista di agi e lusso non è per niente cambiata: lui ha deciso di continuare a vivere in campagna, coltivando l’orto e conducendo una vita semplice e spartana.

In passato ha fatto parte dei Tupamaros, un’organizzazione radicale marxista alla Robin Hood: rapinavano banche ed i soldi ricavati venivano donati ai poveri. Proprio per questa sua attività illecita ha trascorso ben 14 anni in carcere (per lo più in isolamento).

La sua vita gli ha insegnato molto e proprio per questo ha deciso di devolvere il 90% del suo stipendio (circa 9 mila euro al mese) ad associazioni benefiche.

Continua a leggere su:

http://www.eticamente.net/7476/il-presidente-delluruguay-dona-il-90-del-suo-stipendio-ai-poveri.html

 

 

———————-

– Nozze gay: l’APA senza credibilità, smentita dagli studi

da losai.eu

Nel luglio 1998 l’American Psychological Association (APA) ha sostenuto, tramite uno studio scientifico, che gli abusi sessuali sui bambini non sarebbero dannosi se vengono da essi “consentiti”. Nello studio vi si legge che «le esperienze sofferte da bambini, sia maschi che femmine, che hanno avuto abusi sessuali sembrano abbastanza moderate», inoltre, «l’abuso sessuale su un bambino non necessariamente produce conseguenze negative di lunga durata». Così, si conclude,«il sesso consensuale tra bambini e adulti, e tra adolescenti e bambini, dovrebbe venire descritto in termini più positivi, come “sesso adulto-bambino” e “sesso adolescente- bambino”». L’APA ha invitato a non usare lo studio come un avvallo della pedofilia, ma non ha mai preso le distanze dalle affermazioni contenute.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/nozze-gay-studio-dice/

 

 

———————-

– Corte Europea dei Diritti dell’uomo: no al matrimonio a coppie dello stesso sesso

di Antonio Calisi, da ilmessaggeroitaliano.it

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha respinto nuovamente e con la più grande decisione mai pronunciata in precedenza che l’Articolo 12 della Convenzione Europea dei Diritto dell’Uomo (“Diritto al matrimonio”) possa essere interpretato nel senso di indirizzare gli Stati contraenti a sostenere l’accoglimento al matrimonio alle coppie dello stesso sesso.

Nella sentenza “Hämäläinen v Finland” si dichiara precisamente che:

“La Corte conferma che l’Articolo 12 della Convenzione è una lex specialis rispetto al diritto di sposarsi. Esso assicura il diritto fondamentale di un uomo e una donna di sposarsi e fondare una famiglia. L’Articolo 12 fa espressamente salva la regolamentazione del matrimonio da parte della legge nazionale”.

Continua a leggere su:

http://www.ilmessaggeroitaliano.it/news/corte-europea-dei-diritti-delluomo-matrimonio-coppie-sesso/

 

 

———————

– Ennesima follia LGBT: attenzione alle spiagge “omofobe”

di Maurizio Elia Spezia, da losai.eu

Sul sito gay.it esce lo “speciale spiagge 2014” che indica ai visitatori del sito le “spiagge gay” (sembra tanto una discriminazione nei confronti di tutti i non omosessuali) presenti in tutta Italia, pure nelle regioni dove il mare non c’è.

Ma ciò che incuriosisce è la didascalia posta in cima alla foto che recita:

ATTENZIONE: La mancanza nel nostro paese di una legge contro l’omofobia rende alcune delle località menzionate in questa guida potenzialmente rischiose per l’incolumità delle persone LGBT. Pertanto raccomandiamo attenzione e prudenza e consigliamo di denunciare eventuali episodi spiacevoli alle forze dell’ordine.

 

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/ennesima-follia-lgbt-attenzione-alle-spiagge-omofobe/

 

———————-

– MICROCHIP nel cervello innestato fraudolentemente TG Regionale

di FRUCTUSinVERITAS, da youtube.com, e da una segnalazione Fb. di Maria Garenna

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=9lZt_YANaBU

 

———————

– Emigrare all’estero?  Testimonianza Inghilterra (Londra); Italiani svegliatevi!!!

di cinziaplus, da youtube.com

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=lM-y2ffhCL0

 

 

————————

– Nuovo Ordine Mondiale FILM – Coming Soon

di Nuovo Ordine Mondiale FILM, da youtube.com

https://www.youtube.com/watch?v=EjfxRgKAcyk

 

– (Il film) NUOVO ORDINE MONDIALE – New World Order – Official Teaser Trailer

di Nuovo Ordine Mondiale FILM, da youtube.com

https://www.youtube.com/watch?v=RM5EeQ7S8Z4

 

 

 

———————

– L’Onu approva una risoluzione per proteggere «la famiglia naturale». L’Italia vota contro.

di Benedetta Frigerio, da tempi.it

La famiglia è «l’elemento naturale e fondamentale della società», «l’ambiente naturale per la crescita e il benessere di tutti i suoi membri e in particolare dei bambini», perciò «deve ricevere la protezione e l’assistenza necessaria per poter assumere pienamente la propria responsabilità all’interno della comunità». Con questi termini il Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite ha approvato il 25 giugno una risoluzione a favore della famiglia.

Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/onu-risoluzione-famiglia-naturale-italia-vota-contro#.U7x6rUAn-O_

 

 

——————–

– Utero in affitto o la vita che si trasforma in merce

di Roberta Barone, da losai.eu

Una foto può commuovere, emozionare, incuriosire, ma può anche indignare, infastidire, irritare. Un’immagine, sentimentale o giornalistica, di cronaca nera o cronaca rosa che sia, può inevitabilmente suscitare emozioni profonde diverse ed encomiabili da persona a persona, a seconda delle esperienze e delle singole vicende vissute dalla stessa in relazione al suo stile di vita, alle origine, all’educazione ricevuta. In realtà dunque, non una semplice foto e nemmeno l’autore della stessa dovrebbero essere oggetto di eventuale critica quanto invece il significato che socialmente o eticamente si attribuisce ai soggetti ritratti da quest’ultima.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/utero-in-affitto-vita-si-trasforma-in-merce/

 

 

———————

– A PROPOSITO DI “NEGAZIONISMO”

di Franco Cardini, da altrainformazione.it

La Commissione Giustizia del Senato ha approvato il 17 giugno scorso il disegno di legge S 54, “modifica all’articolo 3 della legge 13 ottobre 1975, n.654”, presentato il 15 marzo (primi firmatari Silvana Amati e Lucio Malan). Il testo, che dovrà ora venir discusso in aula senatoriale (relatrice Rosaria Capacchione), prevede l’introduzione del reato di negazionismo che sarebbe punibile con reclusione fino a tre anni e con multa fino a 100.000 euro. Se venisse trasformato in legge, esso comporterebbe addirittura la modifica dell’articolo 414 del codice penale.

Il testo ora approvato dalla Commissione Giustizia si diffonde sui modi attraverso i quali sarebbe possibile commettere tale reato attraverso qualunque forma – le telematiche comprese – di propaganda e di diffusione di “idee” (sic) fondate “sulla superiorità o sull’odio razziale, etnico o religioso”.

Il quadro è molto ampio, riguarda profondamente anche questioni attuali dolorosamente vive nello scenario internazionale ma non è chiaro su un punto: che cosa significhi “negazionismo”.

Continua a leggere su:

http://www.altrainformazione.it/wp/2014/06/24/a-proposito-di-negazionismo/

 

 

———————–

– Jaron Larnier, “Il Web sta uccidendo la classe media”. Il nuovo medioevo che avanza.

da tempofertile.blogspot.it

Su Il Venerdì de La Repubblica, è stato pubblicato un articolo di Riccardo Staglianò (n.1372 del 4 luglio 2014) che riassume la posizione di uno dei profeti della realtà virtuale, un tipo per un terzo musicista, un terzo informatico ed un terzo imprenditore. Un tipico prodotto della subcultura di Berkeley nella quale l’ipermodernità si lega ecletticamente ai linguaggi estetici anni sessanta-settanta, e l’individualismo legittima la piena ricerca del successo ed il più spregiudicato utilizzo dei meccanismi della moda.

Continua a leggere su:

http://tempofertile.blogspot.it/2014/07/jaron-larnier-il-web-sta-uccidendo-la.html

 

 

 

———————-

– L’ignobile “guerra” ai senzatetto: la povertà è una colpa?

da nocensura.com

Forti con i deboli, deboli con i forti.

Garantire la sicurezza dei cittadini è un DOVERE di chi governa: ma i forti e continui tagli al compartimento sicurezza fatti dai governi che si sono susseguiti – ad iniziare dal governo Berlusconi, che della sicurezza faceva un cavallo di battaglia, e che per mano di Tremonti ha ridotto a più riprese i finanziamenti per le forze dell’ordine – vanno esattamente nella direzione opposta; La crisi si è pesantemente acuita in questi anni, conducendo oltre la fatidica soglia della povertà MILIONI di persone: cosa che si è tradotta inevitabilmente in un aumento dell’incidenza di alcuni reati, e dall’altra nell’incremento del numero dei senzatetto.

Continua a leggere su:

http://www.nocensura.com/2014/07/lignobile-guerra-ai-senzatetto-la.html

 

 

———————-

– Piacenza: Comune abolisce assegni ad anziani malati e destina soldi a Campo Nomadi

da voxnews.info e da una segnalazione Fb. di Fratellanza duo siciliana e Ninco Russo

Il Comune a guida Pd ha appena stanziato circa 200mila euro per gli zingari, e per questo eliminato gli assegni di cura per gli anziani non autosufficienti.

La Lega Nord si scaglia contro il Sindaco di Piacenza Paolo Dosi:”Allucinante e vergognoso lo stanziamento di ben 202mila euro per il campo nomadi, quando questa gente, per moltissimi anni ed anche sotto la precedente gestione Reggi, non ha mai pagato luce e gas, debiti che poi sono sempre stati ripianati con i soldi dei piacentini. La Lega Nord combatte da sempre contro l’illegalità che vige all’interno delle comunità rom e sinti ed infatti, in Regione Emilia Romagna, sarà presto presentato dai nostri rappresentanti un progetto di legge, supportato da migliaia di firme dei cittadini, per la chiusura totale dei campi nomadi.

Continua a leggere su:

http://voxnews.info/2014/07/04/piacenza-comune-abolisce-assegni-ad-anziani-malati-e-destina-soldi-a-campo-nomadi/

 

 

———————

– Ci manca solo un tribunale per stabilire i “fatti” scientifici

di Enzo Pennetta, da enzopennetta.it

“Ciascuno ha diritto alla propria opinione, ma non ai propri fatti”, ha detto un ambasciatore USA all’ONU.

Le diverse opinioni su evoluzione clima, OGM sono legittime, ma dovrebbero basarsi sempre su fatti accertati e condivisi, ma può un “tribunale” risolvere il problema?

La proposta è di David Ropeik, docente percezione e comunicazione del rischio all’Università di Harvard, secondo il quale nei dibattiti su argomenti sensibili ciascuno tende a deformare i fatti in base alla propria percezione della realtà è così anche le conclusioni sono alterate non consentendo di arrivare ad un giudizio condiviso. Quindi la soluzione potrebbe essere l’istituzione di un tribunale super partes finanziato da istituzioni con orientamenti opposti, come riportato su Le Scienze online nell’articolo “Un tribunale scientifico per stabilire “i fatti”“.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2014/06/ci-manca-solo-un-tribunale-per-stabilire-i-fatti-scientifici/

 

 

————————

– “Negazionismo”, un neologismo liberticida

di Enzo Pennetta, da enzopennetta.it

“Libertà è la libertà di dire che due più due fa quattro”, sosteneva Orwell, ma nessuno deve stabilire per legge quanto fa due più due.

Negazionismo, un neologismo liberticida che sta intossicando il confronto di idee.

Quante volte nel dibattito su temi come il Global Warming o la teoria darwiniana anziché ricevere risposte sugli argomenti ci si sente etichettare con l’appellativo di “negazionista”? Si tratta di un neologismo che sull’Enciclopedia online Treccani viene così definito:

negazionismo s. m. [der. di negazione]. – Termine con cui viene indicata polemicamente una forma estrema di revisionismo storico (v. revisionismo), la quale, mossa da intenti di carattere ideologico o politico, non si limita a reinterpretare determinati fenomeni della storia moderna ma, spec. con riferimento ad alcuni avvenimenti connessi al fascismo e al nazismo (per es., l’istituzione dei campi di sterminio nella Germania nazista), si spinge fino a negarne l’esistenza o la storicità.

Continua a leggere su:

http://www.enzopennetta.it/2014/06/il-negazionismo/

 

 

———————–

– Il vero significato del simbolo della pace

di Salvatore Santoru, da informazioneconsapevole.blogspot.it

Come è noto il simbolo della pace fu ideato nel 1958 dal disegnatore e attivista politico Gerald Holtom, in occasione della marcia Aldermaston per il disarmo nucleare.
Come riportato da Wikipedia,in una lettera indirizzata al redattore di Peace News Hugh Brock,lo stesso Holtom spiegò di aver realizzato il simbolo quando si trovava in uno stato di estrema disperazione.
Disse: “Ero in uno stato di disperazione. Profonda disperazione. Ho disegnato me stesso:la rappresentazione di un individuo disperato, con le palme delle mani allargate all’infuori e verso il basso, alla maniera del contadino di Goya davanti al plotone d’esecuzione. Ho dato al disegno la forma di una linea e ci ho fatto un cerchio intorno”.

Continua a leggere su:

http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2014/06/il-vero-significato-del-simbolo-della.html

 

 

———————

– LA MILANO DI PISAPIA: FUORI GLI ITALIANI DAI DORMITORI! DEVONO FARE POSTO AD ALTRI: PROVA A D INDOVINARE?

da grandecocomero.com e da una segnalazione di Giuseppe Imbruglia da pag. Fb.

L’appello di Antonio Di Salvo, 56enne che vaga per la città come un’anima in pena da dieci giorni: “E ora dove vado?”

Milano, 2 luglio 2014 – “Chiedo solo un posto per dormire”. Antonio Di Salvo, 56 anni, vaga come un’anima in pena per la città da 10 giorni. Si trascina reggendosi su una stampella (“ho subìto un’operazione all’anca tre mesi fa”), uno zainetto con il necessario per la fisioterapia (“quella per fortuna è gratis”) e un’altra busta con i suoi oggetti personali (“non ho un posto in cui conservarli”). Dormiva in un centro d’accoglienza di viale Isonzo. “Poi, di punto in bianco, mi hanno mandato via, insieme ad altri, per far posto ai profughi eritrei. Era il 21 giugno”. Ma Antonio chiede una sistemazione, non di essere un privilegiato. Il rischio, in questi casi, è che si scateni una guerra tra poveri ugualmente disperati e ugualmente bisognosi. Negli ultimi giorni l’uomo si è arrangiato come ha potuto, dormendo – racconta – nella sala d’attesa dell’aeroporto di Linate, accomodato su un sedile di ferro.

Continua a leggere su:

http://www.grandecocomero.com/senzatetto-poveri-italiani-fuori-dal-dormitorio-profughi-clandestini/

 

 

———————-

– “Ero Massone, così la Madonna mi ha salvato”

di Tv2000.it, da youtube.com

https://www.youtube.com/watch?v=Y62cFFgmYEg

 

———————-

– Milano, corsi di sadomaso nei palazzo(i) di(del) Comune

di Marianna Baroli, da liberoquotidiano.it

Immaginate un lunedì sera qualunque. Uno di quelli in cui, complice la noia, si decide di uscire per partecipare a qualche attività promosso dal Comune. Nessuna sorpresa, di solito. A volte, invece, a Milano capita di incappare nella presentazione di “Nuda – Racconti Erotici”, l’ultimo gioiello editoriale gay-lesbo presentato alla Casa dei Diritti di via De Amicis. Per chi non sapesse, si tratta di un lussuoso palazzo in pieno centro che la giunta ha deciso di destinare – dopo aver speso migliaia di euro per i restauri – alle attività delle associazioni “arcobaleno”. «Un luogo», aveva detto l’assessore alle Politiche Sociali Pierfrancesco Majorino, «dove i diritti di tutti, contro ogni tipo di discriminazione, saranno tutelati e difesi e dove saranno realizzate attività culturali proposte dalla città». E invece ora si insegnano pratiche Bdsm.

Per chi non fosse al corrente del significato di questo acronimo, e speriamo sia la maggioranza dei lettori, per Bdsm si intende un insieme di pratiche sessuali basate sulla dominazione e la sottomissione. Quindi Bondage e Disciplina, Dominazione e Sottomissione, Sadismo e Masochismo. Da qui la sigla. Il tutto, ovviamente, è stato illustrato con una serie di esempi pratici, come si può vedere nelle immagini pubblicate a lato. Il tutto all’interno di un contesto pubblico.

Continua a leggere su:

http://www.liberoquotidiano.it/news/milano/11644455/Milano–corsi-di-sadomaso-nei.html

 

 

———————

– Bondage, a Roma il primo seminario del sadomasochismo

da liberoquotidiano.it

Frustate sulla schiena, sculacciate, spanking, sospensione con delle funi, la tecnica dello shibari, costrizioni erotiche, aghi e cera bollente. Alla “Roma Bdsm Conference” c’è tutto questo: ogni tipo di umiliazione, dalle pratiche soft a quelle più dure e violente, compreso il controllo del respiro. E’ il gran bazar della perversione, a Roma, dove si ritrovano tutti i cultori del bondage e del sadomasochismo. Un vero e proprio seminario, il primo evento di questo tipo in Italia e il secondo in Europa, iniziato venerdì al Bubble Loft di via degli Argonauti 16: un centinaio i partecipanti, costo per prendere parte al “Roma Bdsm Conference” 120 euro. Una due-giorni che si conclude sabato con una grande festa a tema, quindici i “relatori” venuti da Germania, Francia, Svizzera, Olanda, Inghilterra, Austria ma anche Stati Uniti e Canada. Tutti in cattedra per insegnare l’arte del sadomasochismo, ossia come provocare il godimento del partner a suon di scudisciate, staffilate, schiaffi, piccole torture, calpestamenti e tacchi (le variabili del sadomaso, infatti, sono pressoché infinite).

Continua a leggere su:

http://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/il-figlio-di-elton-john-utero-in-affitto-acquistato-ed-anni-di-sofferenza-per-il-bambino/

 

 

———————-

– Questa è la statua che sarà messa davanti al Parlamento dell’Oklahoma. Così chi vuole potrà sedersi «in grembo a Satana»

di Leone Grotti, da tempi.it

Ancora non si sa se il gruppo satanico di New York “The Satanic Temple” otterrà il permesso dal governo dell’Oklahoma di posizionare una statua davanti al Parlamento dello Stato, intanto però il gruppo ha ultimato una raccolta fondi per costruirla e un artista l’ha ultimata.

RACCOLTA FONDI. Davanti al Parlamento dell’Oklahoma compare oggi una statua che raffigura i Dieci comandamenti. Dopo che un’associazione ha fatto causa per far rimuovere il simbolo che riflette le radici giudaico-cristiane dello Stato americano, il governo ha deciso di aprire i terreni attorno al Parlamento per costruire un nuovo monumento.
Anche i satanisti hanno presentato il loro progetto e in attesa di sapere se sarà approvato hanno raccolto 28 mila dollari tra i loro affiliati e non e costruito la statua.

Continua a leggere su:

http://www.tempi.it/statua-parlamento-oklahoma-diavolo-satana#.U6v3QUAn-O-

 

 

———————–

– Io e i miei genitori omosessuali. La “spontaneità” dei figli delle coppie omo sul canale Cielo

da losai.eu

(foto tratta da rabadadonne.it)

Cosa importa se non ne sei convinto?

Cosa importa se hai perplessità, se per l’apparenza soffochi le domande che nascono spontanee, se aderisci ad un pensiero solo per paura di essere etichettato?

Sul canale Cielo è sempre più attiva la propaganda LGTB con una serie di programmi volti a pubblicizzare la vita delle coppie omosessuali.

Io e i miei genitori omosessuali, per esempio, narra attraverso una specie di documentario/intervista la vita di famiglie LGTB.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/i-miei-genitori-omosessuali-spontaneita-pilotata-dei-figli-coppie-omo/

 

 

———————-

– “Si vuole scardinare la famiglia tradizionale, perché è la principale nemica dei totalitarismi, del capitalismo”

di Mariangela Cirrincione, da lantidiplomatico.it

A parlare delle problematiche che attanagliano la famiglia è Alexey Komov, presidente del Congresso Mondiale delle Famiglie, Ambasciatore all’ONU, e portavoce del Patriarcato di Mosca, intervistato a Mestre in occasione di una conferenza organizzata da La Manif Pour Tous Venezia in collaborazione con  Pro Vita Onlus.

A proposito delle politiche messe in atto dal presidente Putin, in una intervista a Tempi.it, ha dichiarato che «La Russia ha provato il dolore di vivere senza Dio, per questo non crede più al comunismo e rigetta l’ateismo. Non a caso oggi il 77% dei russi dichiara di credere in Dio e il 69% è battezzato». Prosegue asserendo che «visto quanto accade in Occidente forse gli italiani non possono capire». Cosa accade in Occidente?

In Occidente la democrazia è malata. Senza che nessun cittadino avesse avuto la possibilità di pronunciarsi, siete costretti a tollerare che ai vostri figli si insegni che non esistono “la mamma” e “il papà”, ma solo genitori 1 e 2, che possono essere anche dello stesso sesso, e che si deve “scegliere” se essere “bambini” o “bambine”…

Continua a leggere su:

http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=82&pg=8189

 

 

———————–

– Via da qui quella scandalosa Ave Maria!

da lanuovabq.it e da una segnalazione su pag. Fb. di Luciano Rotolo

Un prete molto attento alle periferie esistenziali, don Oreste Benzi, nel lontano 1999 era su quel marciapiede a pregare per implorare misericordia per il delitto dell’aborto. Da allora la Comunità Papa Giovanni XXIII non ha mai fatto mancare un rosario recitato davanti al policlinico S.Orsola di Bologna, ma da circa un mese quel marciapiede e quella preghiera sono diventati oggetto del contendere. I numeri dicono che a Bologna sono circa 3.000 aborti all’anno; per don Oreste, ogni aborto “provoca due vittime: una mortalmente, l’altra per sempre”. Con questa convinzione da quindici anni, ininterrottamente, alle 7 di ogni martedì, quando si effettuano “le interruzioni volontarie di gravidanza”, c’è la preghiera.

Si tratta di una preghiera “per la vita”, recitata da fedeli, che però vuole ricordare che “la tutela della vita umana nascente non è una questione religiosa. E’ una questione sociale, di tutela dei diritti umani, di rispetto della persona nella fase di maggior debolezza”. Quindi è una forma di difesa, e una denuncia,  fatta non soltanto in nome della fede, ma anche della libertà di pensiero laicamente intesa.

Questo hanno scritto quelli della Papa Giovanni XXIII in una lettera che hanno consegnato ai partecipanti due settimane fa, dopo che da circa un mese si sono trovati davanti dei manifestanti che hanno a cuore altri “diritti” e altre “libertà”. Il coordinamento “Io decido Bologna”, nato proprio per contrastare il rosario per la vita, è per la “libera scelta della donna” e intende dire basta a “gruppi di preghiera e molestie” davanti all’ospedale.

Continua a leggere su:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-via-da-quiquella-scandalosaave-maria-9566.htm#.U6p90gPe4yw.facebook

 

 

————————

Giugno 2014

 

– Eutanasia, Dolce Morte, Fine Vita: Primi Bug

di Antonio Merolla, da losai.eu

(Immagine tratta da lettera43.it)

A cura di Anticorpi.infoCome prevedibile ecco fiorire le prime assurdità intorno al fenomeno dell’eutanasia, da qualche tempo ribattezzata: fine vita, materia su cui molte istituzioni occidentali dall’alto della loro rappresentatività e saggezza hanno deciso di legiferare, formalmente per soddisfare delle ‘improrogabili necessità’ socio-burocratico-legali-filantropiche, ma in realtà – temiamo – per scopi di ingegneria sociale.

Il graduale ma deciso smantellamento del welfare attuato dalle odierne classi dirigentimutanti, abbinato al graduale convogliamento della previdenza e della sanità verso un sistema privatistico, oltre a svuotare di senso il concetto di Stato democratico, sta per condurre all’innalzamento dell’età pensionistica, mossa che già di per se comporterà per ovvi motivi una cospicua riduzione del monte pensioni da erogare nel prossimo futuro.

La ‘mission’ portata avanti da questi osceni apparati collusivi è quella di massimizzare le ‘entrate’ rastrellando contributi e premi assicurativi, e al contempo minimizzare le ‘uscite’, sottraendo alla gran parte dei cittadini il diritto ad una tranquilla pensione dopo una vita di fatica ed accantonamenti previdenziali. Ciò detto, è assai forte il sospetto che per abbattere (termine appropriato) ulteriormente il numero dei futuri aventi diritto, ai piani alti stiano adottando altri accorgimenti anche di ordine culturale e persuasivo, tra i quali – per l’appunto – la diffusione della cultura dellaeutanasia.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/eutanasia-dolce-morte-vita-primi-bug/

 

 

 

——————–

– Il nuovo orizzonte del Capitalismo: la cancellazione delle identità sessuali

di Fabrizio Marchi, da ariannaeditrice.it

A partire dal minuto 3:34 la tizia nel video, convinta (la qual cosa è ancora più grave…) di rappresentare il Processo Rivoluzionario di Liberazione Universale e le sue sorti magnifiche e progressive, pronuncia le testuali parole: ”Noel Ignatiev, l’autore di “Come l’irlandese divenne bianco”, ha suggerito di abolire la razza bianca, definita come privilegio maschile e identità di razza. In modo simile, la classe sessuale degli uomini è semplicemente privilegio maschile e identità di genere e deve essere abolita se le donne vorranno essere mai libere”. “Non otterremo mai giustizia per le donne – prosegue –  fino a quando non smantelleremo il sistema di casta chiamato genere. La libertà e un pianeta vivibile saranno raggiunti solo quando la mascolinità, la sua religione, la sua economia, la sua psicologia, il suo sesso saranno fronteggiati e finalmente sconfitti”.

Questa donna incarna alla perfezione l’ideologia femminista/genderista che individua nel genere maschile, nella sua totalità, il nemico da abbattere. La storia viene così riscritta di sana pianta e reinterpretata alla luce del nuovo Verbo.

Continua a leggere su:

http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=48666

 

 

———————-

– L’omofobia frena lo sviluppo economico dell’India

di Boris Volchonskij, da italian.ruvr.ru

Nel nuovo rapporto preparato dagli esperti della Banca Mondiale si sostiene che la discriminazione delle minoranze sessuali in India porti a perdite economiche di molti miliardi di dollari. Visto che le conclusioni degli autori della ricerca erano note in anticipo, l’apparizione di tale rapporto significa una sola cosa, e cioè che la gay lobby globale ha lanciato una nuova offensiva ai valori tradizionali, la fedeltà ai quali in India è stata dimostrata durante le recenti elezioni.

Continua a leggere su:

http://italian.ruvr.ru/2014_06_15/L-omofobia-frena-lo-sviluppo-economico-dell-India-7358/

 

 

———————

– FEMA – Ecco dove vanno a finire i senzatetto in America

di Corrado Belli, da informarexresistere.fr

Nel paese della Pseudo-Democrazia regna la pazzia,-

Da parecchi anni si discute ancora sui famigerati Campi di concentramento che la FEMA ha rimesso a nuovo , nel sud della California gli abitanti di diverse città si chiedevano dove siano andati a finire i senzatetto , quelle persone bisognose che ogni giorno venivano sistematicamente assistiti dai cittadini , solo agli occhi della Polizia erano dei criminali da eliminare subito e senza pietà, ancora oggi nella città di Boston tramite una legge varata da qualche benestante “Son of Bitch” nell’anno 2011 , i senza tetto sono stati classificati criminali e chi li aiuta portando loro cibo e altre materie prime per sopravvivere , rischia da 3 mesi a 3 anni di galera, oggi gli abitanti di Boston e tante altre città americane sanno che i senza tetto vengono presi di forza e portati nei campi della FEMA, la polizia locale chiama questi campi “Home Base” al fine di non destare troppi sospetti nella popolazione americana.

Continua a leggere su:

http://www.informarexresistere.fr/2014/06/14/fema-ecco-dove-vanno-a-finire-i-senzatetto-in-america/

 

 

———————-

– La Corte Europea dei diritti dell’uomo condanna l’Italia e dà ragione alla massoneria

di Davide Consonni, da informarexresistere.fr

(immagine tratta da italian-samizdatat.com)

Il governo italiano è stato denunciato due volte alla Corte Europea per i diritti dell’uomo di Strasburgo dall’obbedienza massonica italiana  Grande Oriente d’Italia (Palazzo Giustiniani). Entrambe le volte la Corte Europea ha dato ragione all’obbedienza massonica e condannato il governo italiano.  Sinteticamente chiamiamo il primo caso “Marche” (1997-2001) e il secondo caso “Friuli” (2000-2007). In entrambi i casi il motivo di astio fu una legge regionale che fissava regole e norme per le nomine  a cariche pubbliche, entrambe le leggi prevedevano che chi avesse voluto ricoprire certe nomine avrebbe dovuto dichiarare l’appartenenza a società segrete del tipo massonico. Qui di seguito una sintetica cronologia delle sentenze:

Nel link che segue potete leggere la sentenza del 2001 del caso “Marche”, la quale prevede la condanna del governo italiano per:

“Violazione dell’articolo  11 (libertà di riunione ed associazione) della Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo, in ipotesi di  una legge  regionale che obbliga i candidati ad una carica pubblica a dichiarare che essi non appartengono alla massoneria. Lo Stato Italiano deve versare alla associazione ricorrente soltanto le spese legali, costituendo di per sé la sentenza di accertamento della Corte una sufficiente equa soddisfazione”

Continua a leggere su:

http://www.informarexresistere.fr/2014/02/17/la-corte-europea-dei-diritti-delluomo-condanna-litalia-e-da-ragione-alla-massoneria/

 

 

———————-

– Giovanardi: la pedofilia è un orientamento sessuale

da it.blastingnews.com

Carlo Giovanardi (Ncd) ancora una volta fa parlare di sè per le sue idee: stavolta ha equiparato pedofilia ed omosessualità in un emendamento presentato dal suo partito al cosiddetto Ddl Omofobia in discussione al Senato.

Nell’emendamento, infatti, si inserisce la pedofilia fra gli orientamenti sessuali, insieme a omosessualità, bisessualità ed eterosessualità. Firmatari della proposta di modifica anche Bianconi, D’Ascolta, Torrisi e Chiavaroli.

Continua a leggere su:

http://it.blastingnews.com/politica/2014/01/giovanardi-la-pedofilia-e-un-orientamento-sessuale-0057682.html?fb_locale=it_IT&fb_action_ids=231857127024886&fb_action_types=og.recommends

 

 

———————-

– Io sono una borghese di merda

di Barbara Tampieri, da ilblogdilameduck.blogspot.it

“Ma tu non eri di sinistra?” mi chiedeva con preoccupazione un mio follower twittarolo stamattina. Il fatto è, caro, che prima di tutto io sono una borghese di merda, e proprio per questo a vent’anni ero comunista. Non c’è da stupirsene perché sono i borghesi che scelgono la bandiera rossa senza averne la necessità. Marx, Lenin, Trockij, Che Guevara, Fidel Castro, erano tutti borghesi, perché è la borghesia che, quando l’élite esagera, che si tratti di incipriati aristocratici e pretacci o di latifondisti, capitalisti e padroni delle ferriere, fa le rivoluzioni. Sono stata di sinistra per un lungo tempo, prima che saltassero tutte le regole su chi dovesse stare dalla parte del popolo e chi invece doveva vendersi al Capitale. Perché qualcosa è successo, darling. Più o meno attorno al Sessantotto. E’ stato un processo lungo e difficile da allora, ma sta giungendo a compimento. La più grande operazione di pulizia sociale della storia. La fine della lotta di classe con la proclamazione del Capitale come vincitore. With a little help from his friends.

Continua a leggere su:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13437

 

 

——————-

– Il paradosso del nostro tempo

di George Carlin, da informazioneconsapevole.blogspot.it

Il paradosso del nostro tempo nella storia è che
abbiamo edifici sempre più alti, ma moralità più basse,
autostrade sempre più larghe, ma orizzonti più ristretti.

Spendiamo di più, ma abbiamo meno,
comperiamo di più, ma godiamo meno.
Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole,
più comodità, ma meno tempo.

Abbiamo più istruzione, ma meno buon senso,
più conoscenza, ma meno giudizio,
più esperti, e ancor più problemi,
più medicine, ma meno benessere.

Continua a leggere su:

http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2014/06/il-paradosso-del-nostro-tempo.html

 

 

————————-

– Internet e la Mente Umana Collettiva, creata tecnologicamente

di David Icke, da terrarealtime.blogspot.it

Internet ci è stato “venduto” come una rivoluzione nello scambio di comunicazioni e informazioni. Una volta implementato, però, possiamo vedere che le cose non stanno proprio così. Infatti vediamo che è un “sogno” per quelli che ci sorvegliano, un sogno creato da quelli che ci controllano.

Io dico che la vera ragione per cui Internet è stato proposto e reso accessibile è per creare una mente umana collettiva, generata tecnologicamente… a cui tutte le menti, via pc, sono collegate. Quando vi concentrate molto su qualcosa, fate una comunicazione energetica con quel “qualcosa”; c’è un campo di comunicazione che si crea da quel focus – concentrazione.

Continua a leggere su:

http://terrarealtime.blogspot.it/2014/06/internet-e-la-mente-umana-collettiva.html#more

 

 

————————

– Fukushima sta trasformando il Pacifico in un Cimitero, ma nessuno ve lo dice

da terrarealtime.blogspot.it

Il 98% dei fondali della California è cosparso di creature marine morte.

 

I media non lo hanno ancora diffuso, ma quanto sta accadendo nell’oceano californiano è sconvolgente.

La notizia è stata lanciata da National Geographic: fino a Marzo 2012 solo l’1% dei fondali del suddetto oceano era composto da creature defunte. Da Luglio di quest’anno si parla invece del 98%. E’ come se l’intera area si fosse trasformata in una sorta di cimitero marino, brulicante di cadaveri in decomposizione.

Continua a leggere su:

http://terrarealtime.blogspot.it/2014/06/fukushima-sta-trasformando-il-pacifico.html

 

 

———————–

Da una segnalazione su pagina Fb. di Giuseppe Errichiello

– BOICOTTA I MONDIALI 2014

di Salvatore Lo presti, da youtube.com

https://www.youtube.com/watch?v=cGaf0D8Umts

 

 

——————–

– Le nuove forme dell’odio verso le classi inferiori: l’ideologia antirazzista

di Donato, da freeyourmindfym.wordpress.com

In precedenti scritti (1) ho cercato di evidenziare la natura, “di classe” si sarebbe detto una volta, dell’ideologia antirazzista (sottolineo che qui stiamo analizzando un’ideologia e non il valore dell’eguale dignità di ogni essere umano, di cui questa ideologia si vorrebbe abusivamente impossessare). In senso più estensivo, rispetto al dualismo della lotta di classe contro classe, avevo cercato di evidenziare le modalità secondo cui tale ideologia sorge dai conflitti tra i vari gruppi sociali, in particolare come essa segnava la frattura fra il ceto medio semicolto (2) e le classi inferiori, essendo un’ideologia con cui i ceti scolarizzati, dediti o aspiranti ad occupazioni non segnate dalla competizione con gli immigrati, “prendevano le distanze” dalle classi inferiori, incolte, incapaci di “cultura dell’accoglienza”, dedite a “rozzi” conflitti con gli immigrati riguardanti l’esercizio delle capacità lavorative,  mezzo esclusivo con cui alcune classi riescono tutt’oggi ad ottenere i “banali” mezzi di sussistenza.

Continua a leggere su:

http://freeyourmindfym.wordpress.com/2014/04/11/le-nuove-forme-dellodio-verso-le-classi-inferiori-lideologia-antirazzista/

 

 

Maggio 2014

– Gran Bretagna: Farmaci per cambiare sesso a bimbi di 9 anni

di Maurizio Spezia, da losai.eu

 

Bimbi di 9 anni in Gran Bretagna inizieranno a prendere i farmaci per ritardare la pubertà, come primo passo verso un intervento per il cambio di sesso. Il trattamento sarà offerto da un trust del Servizio sanitario britannico ai bambini che sono così a disagio con il proprio genere da volersi sottoporre a una drastica chirurgia dopo l’adolescenza, come riferisce il ‘Mail on Sunday’. Un po’ come Zach Avery, un bimbo di 5 anni che ha deciso di vivere come una bimba, la cui storia è rimbalzata sulla stampa nel 2012.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/gran-bretagna-farmaci-per-cambiare-sesso-bimbi-9-anni/

 

 

———————-

– Norvegia: un festival per l’omosessualità infantile

di Massimiliano Di Benedetto, da losai.eu

 

19 magg – Al festival della città norvegese di Bergen, dicono gli organizzatori, si intende porre le basi per “la sicurezza, la tolleranza e il rispetto tra i bambini e gli adulti “, che suona bene , ma la realtà è che i bambini sono stati istruiti a cantare canzoni su come sia bello vivere con “due padri” dello stesso sesso .

Il festival si è svolto a sostegno della ricerca sull’omosessualità infantile , nonché a sostegno del libro pubblicato a seguito di questo studio .

Ecco cosa è scritto nella prefazione e introduzione al sito del festival :

– ” Ragazzi gay “, un libro sull’amore omosessuale tra i bambini e i giovani .

Dobbiamo preparare i bambini per i primi rapporti pedofili ? Perché se il libro è per l’amore tra i bambini e omosessuali, si tratta di pedofilia .

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/norvegia-festival-per-lomosessualita-infantile/

 

 

———————

– SheZow, il nuovo supereroe transessuale per bambini dai 6 agli 11 anni

di Daniele Di Lucuano, da exhomovox.com

Si chiama SheZow ed è il nuovo super-eroe… anzi no, è la nuova super-eroina… vabeh, si chiama SheZow ed è il nuovo cartone animato pensato per i bambini dai sei agli undici anni, come si può leggere anche su Wikipedia.

Negli Stati Uniti viene trasmesso da Hub Network mentre in Inghilterra da Sky 1. In Italia ancora non arriva ma è questione di tempo. Gli italiani, lo si sa, sono un po’ arretrati, anche a causa della presenza del Vaticano cattivo cattivo.

I fortunati bambini dei paesi protestanti, invece, hanno già la fortuna di seguire le peripezie di Guy Hamdon, il protagonista della serie. Guy, ragazzo come tanti altri, quando indossa un particolare anello, diventa SheZow. Il problema (che in realtà non è un problema, non facciamo gli omofobi) è che l’anello magico è stato concepito per essere utilizzato solo da donne. Quindi Hub, di giorno bravo ragazzo, di notte è SheZow, una supereroina transessuale.

Continua a leggere su:

http://exhomovox.com/shezow-supereroe-transessuale-per-bambini-dai-6-agli-11-anni/

 

 

———————-

– La Strategia per Spopolare il Pianeta

da informarexresistere.fr

– Tratto da un articolo di Alex Jones – tradotto dal Dissident Translator Team –

Il piano per lo spopolamento si basa sul culto della natura, o culto di Gaia. La base per il piano di spopolamento è uno standard in possesso di tutti gli elitisti. Tale standard si chiama dialettica hegeliana: Creare un Problema, Causare una Reazione, Offrire una Soluzione.

Vi renderete conto di come abbiano creato il problema, quanto abilmente siano riusciti a provocare una reazione così diffusa, ed in che modo abbiano offerto una soluzione: Una soluzione mortale.

Club di Roma, La Prima Grande Rivoluzione (1991):

“Alla ricerca di un nuovo nemico che ci unisca, abbiamo tirato fuori l’idea che inquinamento, minaccia del riscaldamento globale, scarsità d’acqua, fame e cose simili avrebbero centrato l’obiettivo (questa è la prova assoluta che il riscaldamento globale causato dall’uomo è solo una bugia ) ….

Ma nel designare questi come il nemico, cadiamo nella trappola di confondere i sintomi per le cause. Tutti questi pericoli sono causati dall’intervento umano, ed è solo attraverso un cambio di atteggiamenti e comportamenti che possono essere superati. Il vero nemico, allora, è l’umanità stessa.”

Mikhail Gorbachev:

“Dobbiamo parlare con maggiore chiarezza a proposito di sessualità, contraccezione, aborto, riguardo valori che controllino la popolazione, perché la crisi ecologica, in breve, è la crisi della popolazione.

Tagliamo la popolazione del 90% e non saranno rimaste abbastanza persone che causino grandi quantità di danni ecologici.”

Continua a leggere su:

http://www.informarexresistere.fr/2011/05/10/la-strategia-per-spopolare-il-pianeta/

 

 

———————-

– Programmati per essere schiavi

di Salvatore Santoru, da informazioneconsapevole.blogspot.it

Siamo programmati , programmati per essere infelici , per essere schiavi di noi stessi , della società e dei nostri status sociali .

Programmati per servire un sistema fondato sull’illusione e la manipolazione , un sistema che ci rende ancora più schiavi del nostro ego , dei nostri istinti e di infiniti bisogni indotti .

Programmati come automi per comprare e acquistare , per svenderci come fossimo null’altro che merce da comprare per il miglior acquirente .

Programmati per essere schiavi : del lavoro , del sistema monetario e delle illusioni e manipolazioni offerte dai media .

Schiavi inconsapevoli ma volontari , schiavi che credono di essere liberi , ma come diceva Goethe ” non c’è nessuno che è più schiavo di colui che si ritiene libero “.

Schiavi di una falsa libertà  , di un’illusorio ” benessere ” , liberi di poter essere schiavi di tutto ciò che ci va .

Schiavi dell’efficienza a ogni costo , schiavi del nostro nostro corpo ,schiavi della nostra mente Schiavi dell’apparenza ad ogni costo , liberi di non avere più nessuna essenza .

Liberi di non distinguere la verità dalla menzogna , il positivo dal negativo , l’utile dal futile .

Liberi di essere numeri come tanti , liberi di adattarci senza scampi .

Liberi di non avere più valori , liberi di non avere più doni , liberi di non essere mai soli .

Liberi di essere uguali , uguali nella nostra schiavitù .

Schiavi della quantità che percepiamo come libertà …

Schiavi di un’illusoria felicità a tutti i costi , schiavi della nuova monotonia dell’assoluta flessibilità .

Schiavi dell’assoluta libertà e della nostra credulità .

Schiavi della moda e delle illusioni inculcate dai media , schiavi dei dogmi di qualche ideologia , schiavi della nostra personalità .

Programmati per essere liberi , liberi di essere schiavi

Fonte:

http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2014/05/programmati-per-essere-schiavi.html

 

 

———————–

– Libro p o r n o-gay nelle scuole. Per “Avvenire” non è osceno

di Gianfranco Amato, da losai.eu

L’indiscussa stima per la storia personale e professionale di Francesco D’Agostino rende ancora più difficile da comprendere la sua posizione critica, pubblicata da Avvenire il 9 maggio, nei confronti dell’iniziativa legale intrapresa dai Giuristi per la Vita e da Pro Vita Onlus circa i noti fatti accaduti al liceo classico Giulio Cesare. Colpisce, in particolare, il suo convincimento che «non è possibile qualificare rozzamente il libro della Mazzucco come “osceno”». Ora, perché quel testo debba considerarsi osceno e non adatto ad una scuola lo hanno perfettamente spiegato, lo scorso 30 aprile, Marcello Veneziani con il suo ineccepibile articolo “Che libertà è leggere in classe un libro porno?” pubblicato sul “Giornale”; Nicoletta Tiliacos con il suo ottimo pezzo “Demo Fellatio” apparso nella prima pagina del “Foglio”; e Mario Giordano dalle colonne di “Libero”, con il suo efficace intervento intitolato ”Macchè anti-gay: a scuola un libro porno”.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/libro-p-r-n-gay-nelle-scuole-per-avvenire-non-osceno/

 

 

———————–

– Clandestini: sono risorse, aumento 823% negli ultimi 4 mesi

da losai.eu

Il vice direttore di Frontex, Gil Arias-Fernández (Frontex’s Deputy Executive Director), presentando i dati dell’agenzia, ha rilevato: «Da gennaio ad aprile 2014 si sono registrati 25650 arrivi in Sicilia e 660 in Puglia e Calabria», una impennata vertiginosa e dal sapore dell’invasione: «Nei primi 4 mesi del 2014 c’è stato un aumento del 823% di arrivi di migranti verso l’Italia rispetto allo stesso periodo del 2013». Secondo Frontex, da gennaio ad aprile sono stati localizzati 42.000 migranti, ovverosia il triplo rispetto allo stesso periodo del 2013, quando il dato si era fermato a quota 12.000, di questi, la metà cerca di dirigersi verso l’Europa del Nord. Frontex ha aggiunto: «C’è da aspettarsi un aumento delle rilevazioni di migranti durante l’estate quando le traversate sono più facili». Frontex quasi come una megera. L’informativa è stata diramata in mattinata dal Quotidiano.net.

Continua a leggere su:

http://www.losai.eu/clandestini-risorse-aumento-823-negli-ultimi-4-mesi/

N.B.: A completamento di quanto contenuto nel superiore articolo, invitiamo a prendere visione dell’articolo a suo tempo già pubblicato e qui di seguito indicato:

– IL PIANO KALERGI: IL GENOCIDIO DEI POPOLI EUROPEI

http://frontediliberazionedaibanchieri.it/article-il-piano-kalergi-il-genocidio-dei-popoli-europei-117650465.html

 

 

———————

– Il mistero del Bohemian Grove: il “Lato oscuro” del potere

di Salvatore Santoru, da informazioneconsapevole.blogspot.it

Come riporta Wikipedia , il ” Bohemian Club ” è un’organizzazione inizialmente fondata nel 1872 a San Francisco da un gruppo di giornalisti , ma che dal 1899 organizza degli incontri  riservati alle personalità più ricche e influenti degli Stati Uniti e del mondo .

Essi si riuniscono in una località  , il ” Bohemian Grove ” , che si trova al centro di un territorio chiamato la ” sacra Sonoma ” , un tempo abitato dalla tribù dei Pomo.

Ad esso hanno partecipato personalità influenti e potenti come  i banchieri Alan Greenspan e il petroliere e ( banchiere ) David Rockfeller , il magnate dei media Rupert Murdoch , l’ex segretario di stato sotto Nixon  Henry Kissinger , e presidenti come lo stesso Nixon , George Bush , Al Gore , Bill Clinton , Tony Blair e tanti altri .

Continua a leggere su:

http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2014/05/il-mistero-del-bohemian-grove-il-lato.html

 

 

———————-

– OGM: anche la Francia vieta la coltivazione

da sapereeundovere.it

È stata approvata definitivamente dal Parlamento francese la proposta di legge che vieta la coltivazione di mais geneticamente modificato e prevede, in caso di mancato rispetto del provvedimento, di ordinarne la distruzione. Lo rende noto la Coldiretti sottolineando che il Consiglio di Stato d’oltralpe ha respinto le richieste di una sospensiva urgente del decreto governativo del 14 aprile che vieta la coltivazione del mais mon810 della Monsanto perché i giudici francesi hanno ritenuto che i ricorrenti non abbiano giustificato l’urgenza della sospensiva e che il decreto “non comporta un problema grave ed immediato per la situazione economica”.

Continua a leggere su:

http://www.sapereeundovere.it/ogm-anche-la-francia-vieta-la-coltivazione/

 

 

——————–

– Scienziato dichiara che gli impianti di microchip negli umani
“non saranno facoltativi”

da vocidallastrada.blogspot.it

Le tecnologie progettate specificamente per tracciare e monitorare gli esseri umani sono in sviluppo da almeno due decadi. Nel mondo virtuale, i software sono oggi in grado di osservarci in tempo reale, riuscendo addirittura a fare previsioni del nostro comportamento futuro ed inviare segnali alle stazioni di monitoraggio preposte, secondo come gli algoritmi dei computer interpretano le nostre attività. Già questo, di per sé, è uno scenario inquietante.

Quello che fa più paura, comunque, è ciò che sta accadendo nel mondo reale. Stando ai ricercatori che lavorano sui microchip ad uso umano, è solo una questione di tempo prima che questi dispositivi trovino consenso su larga scala.

Continua a leggere su:

http://vocidallastrada.blogspot.it/2014/05/id-entificazione.html

 

 

 

———————-

– DALLA QUESTIONE EVOLUZIONISTA A QUELLA ONTOLOGICA – A MONTE DELL’ORIGINE DELLE SPECIE

di Marco Della Luna, da marcodellaluna.info

La teoria darwinistica dell’evoluzione e dell’origine delle specie afferma che gli organismi viventi, riproducendosi, sviluppino mutazioni casuali, e che la lotta per la sopravvivenza e la procreazione selezioni le mutazioni migliorative e deselezioni quelle peggiorative, sicché si ha un’evoluzione adattativa che produce specie nuove e continuo progresso delle specie.

Essa viene applicata anche all’uomo, alla società, al lavoro, all’impresa, e giustifica ideologicamente certe scelte politiche, soprattutto l’ incentivare la competizione, la concorrenza libera – penso soprattutto all’Eurozona, trasformata in un’arena finanziaria nazi-darwinistica, in cui i paesi più forti, santificati dal dogma della virtuosità di bilancio, sbranano il reddito, il risparmio e l’industrializzazione dei più deboli. Una moderna ordalia.

Sul piano biologico, mi pare persuasivo e sufficiente l’insieme di prove fornite – mi riferisco al saggio Genetic Entropy di John Sanford – per dimostrare l’infondatezza-impossibilità oggettiva, biologica, della predetta teoria evoluzionistica; ne accenno alcune più salienti e chiare :

Continua a leggere su:

http://marcodellaluna.info/sito/2014/04/18/dalla-questione-evoluzionista-a-quella-ontologica/

 

 

———————-

– Reggio Emilia, lezioni di sesso anale a scuola

di GianLuca Veneziani, da liberoquotidiano.it

Dopo le fiabe gay nelle scuole e negli asili di Venezia e dopo gli opuscoli dell’Unar “Educare alla diversità a scuola” che propongono l’immagine di famiglie diverse da quelle composte da uomo e donna, ecco che in una scuola di un paese vicino a Reggio Emilia, Castelnuovo ne’ Monti, viene distribuito un pieghevole sul metodo migliore, per gli omosessuali, di fare sesso senza rischi. Lo scorso 5 aprile, nell’Istituto superiore Cattaneo-Dall’Aglio, al termine di un incontro coi rappresentanti di Arcigay Reggio Emilia in cui si discuteva di omofobia, è stato infatti offerto a tre seconde classi l’opuscolo Safer Sex Hiv. Infezioni sessualmente trasmissibili, in cui si mostrano i rischi di fare sesso, soprattutto anale, senza le adeguate protezioni.

Il pieghevole presenta scene esplicite e adotta un linguaggio fin troppo colloquiale (per usare un eufemismo), in cui non solo si presentano certe forme di sessualità come già acquisite per ragazzi di quindici anni, ma le si descrive anche con atteggiamento morboso.

Continua a leggere su:

http://www.liberoquotidiano.it/news/11596916/Reggio-Emilia–lezioni-di-sesso.html

 

 

———————–

– Ex massone 33° grado muore 17 giorni dopo aver rilasciato questa intervista

da informarexresistere.fr

Quanto segue è una storia vera. Se il lettore ha una buona conoscenza della lingua inglese, potrà ascoltare direttamente la testimonianza cliccando qui ( e qui per la seconda parte). Per tutti gli altri, riassumo quanto emerge dai video.

Massone finlandese dal 1991, Juhani Julin decide di uscire dalla massoneria dopo ben 16 anni di appartenenza. Una volta uscito, racconta la sua storia in un’intervista al canale televisivo finlandese TV7.

Nella Massoneria Finlandese vi sono 33 gradi, fondati sui cosiddetti “segreti massonici”. In questo modo ogni massone conosce solo i segreti del proprio grado e dei gradi inferiori. Per questo motivo il massone non comprende molto all’inizio ma scopre pian piano le dottrine segrete, avanzando di grado. Fu proprio la sua curiosità di scoprire questi “segreti” che lo spinse ad accettare la proposta del suo caro amico, e così, nel 1991, viene iniziato.

Continua a leggere su:

http://www.informarexresistere.fr/2014/04/09/ex-massone-33-grado-muore-17-giorni-dopo-aver-rilasciato-questa-intervista/

 

 

———————–

– Affari loschi degli USA, sterilizzazione per ridurre la popolazione

di MilenaCmilianic, da italian.ruvr.ru

Pandemie fittizie, leggi sulla vaccinazione coatta. Non è che la preparazione alla sterilizzazione totale della popolazione ”superflua” della Terra. Nel 1989 è stato desecretato il Memorandum-200, compilato nel 1974 da Henry Kissinger, consigliere per la sicurezza nazionale degli USA. Il suo tema era la crescita della popolazione nel mondo e le sue conseguenze per la sicurezza degli USA e i loro interessi all’estero.

Proponendo le misure per una notevole riduzione della popolazione Kissinger ha scritto:

Il mondo dipende sempre di più e di più dalle forniture minerarie dai paesi in via di sviluppo, e se un rapido accrescimento della popolazione disturba le loro prospettive dello sviluppo economico e del progresso sociale, l’instabilità che ne consegue può minare le condizioni per la produzione allargata e per il sostegno di un flusso ininterrotto di tali risorse.

Continua a leggere su:

http://italian.ruvr.ru/2014_04_13/Affari-loschi-degli-USA-sterilizzazione-per-ridurre-la-popolazione-4348/

 

 

———————–

–  La New Age: cosa pensarne?

di Piero Cammerinesi, da liberopensare.com

Cosa è realmente la New Age? Cosa ha rappresentato – e rappresenta – nel panorama dello spiritualismo contemporaneo?

La prima cosa che risulta evidente quando si affronta questo tema è che nella maggior parte dei casi se ne parla decisamente a sproposito.

di Piero Cammerinesi (corrispondente dagli USA di Coscienzeinrete Magazine e Altrainformazione)

Accade che anche su quest’argomento – come su molti altri – si tende a esprimere giudizi di merito senza purtroppo conoscere a fondo cosa questo movimento realmente rappresenti, sia a livello storico che di contenuti.

In effetti, nella categoria New Age oggi si tende ad accomunare movimenti e impulsi eterogenei, che hanno la principale caratteristica comune della ricerca di nuove forme di spiritualità da parte del mondo occidentale, di fatto saldamente ‘presidiato’ da millenni dalle confessioni cristiane.

Tale generalizzazione tuttavia non è del tutto aderente alla realtà e – come tutte le generalizzazioni – porta da un lato a non approfondire le reali caratteristiche dei vari movimenti e, dall’altro, a liquidarne frettolosamente e acriticamente come negativi – o positivi – degli aspetti che spesso non gli appartengono.

Salvo restando il fatto che al suo interno vi sono sicuramente delle componenti con contenuti di notevole livello conoscitivo – fare di ogni erba un fascio è sempre molto riduttivo – sarebbe opportuno esaminare la genesi e le caratteristiche della New Age più in profondità.

Vediamo allora di fare un po’ di chiarezza.

Continua a leggere su:

http://www.liberopensare.com/articoli/item/700-la-new-age-cosa-pensarne

 

 

———————

– Anonymous – Jacob Rothschild Malaysian Airliner MH 370

di Angelo Iervolino, da lenewsdiangeloiervolino.altervista.org

Angelo Iervolino– 14 Aprile 2014 – Anonymous ha diffuso il seguente comunicato:

“Con la scomparsa del Malaysian Airlines MH 370, Jacob Rothschild diventa l’unico proprietario di un importante brevetto di semiconduttori.

Coincidenza? Non credo! I misteri che circondano l’Aereo Malese MH 370 continuano a crescere ogni giorno che passa e il signor Rothschild è nel bel mezzo.

Membro degli Illuminati, Jacob Rothschild, si crede di aver sfruttato l’aereo di linea per ottenere i pieni diritti del brevetto del micro-chip KL-03. La società tecnologica statunitense, Freescale Semiconductor, che ha condiviso i suoi diritti con Rothschild, aveva una ventina di membri a bordo dell’aereo (12 malesi e 8 cinesi) che avevano appena lanciato un nuovo dispositivo di guerra elettronica per il sistema radar militare, il giorno prima che l’aereo è scomparso.

L’azienda Semiconductor sviluppa microprocessori, sensori e altre tecnologie, tra cui i semiconduttori autonomi che svolgono funzioni di calcolo dedicato.

Ma le domande che sorgono sono: per quale motivo erano lì così tanti dipendenti Freescale? Perchè viaggiavano insieme? Quali erano i loro posti di lavoro? La loro missione? Questi dipendenti portavano un carico prezioso? Con la tecnologia attuale, perché nessuno è riuscito a rintracciare l’aereo scomparso?

Continua a leggere su:

http://lenewsdiangeloiervolino.altervista.org/blog/2704#

 

 

———————

Aprile 2014

 

– Russia-Occidente, è scontro di civiltà: e noi siamo i ‘nuovi barbari’

da identità.com

Chi è dalla parte del ‘giusto’ tra noi e la Russia, questa volta, si chiede Patrick J. Buchanan, uno dei più grandi pensatori del conservatorismo americano.

E non si riferisce alla sola vicenda ucraina, che è un piccolo aspetto di uno scontro molto più ampio. E molto più profondo. Una scontro di civiltà. Dove l’occidente, le sue strutture culturali e mediatiche che ormai rappresentano solo il volere di minoranze iper-attive, è la parte ‘sbagliata’. Noi, siamo Gomorra, scrive Buchanan in una lucida autoanalisi della ‘nostra’ parte.

“Molti paesi euro-atlantici si sono allontanati dalle loro radici, inclusi i valori cristiani. Ora vengono messi sullo stesso piano la famiglia tradizionale e i matrimoni gay, la fede in Dio e quella in Satana. Questo è un percorso di degradazione “.

Avete sentito un qualsiasi leader occidentale, per esempio Barack Obama, parlare così ultimamente?

Parlando dei “bolscevichi” dettero via la Crimea, Putin ha dichiarato, “Dio li giudicherà.”

Che cosa sta succedendo?

Continua a leggere su:

http://identità.com/blog/2014/04/05/russia-occidente-e-scontro-di-civilta-e-noi-siamo-siamo-i-nuovi-barbari/

 

———————-

– Del guanxi o del perchè i cinesi ci fanno (giustamente) a pezzetti

da informarexresistere.fr

La notizia è dei giorni scorsi e solo in apparenza ha un’aura locale: il Gran Caffè Rapallo, uno dei più celebri locali sul lungomare della località rivierasca, è finito nelle mani di imprenditori cinesi e riaprirà sì come bar, ma del tipo Sushi. Oltre che come ristorante e pizzeria.

La notizia non è eminentemente locale, dicevamo, per almeno due ragioni: la prima è che il Gran Caffè Rapallo è un locale storico che nei primi decenni del novecento fu bazzicato da personalità culturali di livello internazionale: Gerhart Hauptmann, W.B. Yeats, Emil Ludwig, Jacob Wassermann, Oskar Kokoschka, Gerhart Munch, Max Beerbohm, Sem Benelli, Salvator Gotta, Thomass Mann, Franz Werfe, Ezra Pound, Eugenio Montale, Ernest Hemingway. La seconda è che questo non è il primo né sarà l’ultimo caso in cui imprenditori cinesi travalicano i confini della ristorazione etnica e dei bazar per investire nei simboli di un’italianità ormai allo sbando.

A poco serve recriminare, il modello “capitalista” degli emigrati cinesi all’estero ha punti di forza che il modello “capitalista” italiano non ha (o non ha più).Punti di forza invero non capitalisti, come il guanxi. Punti di forza che gli italiani stessi farebbero bene a studiare e a replicare, piuttosto che a criticare o giudicare.

Continua a leggere su:

http://www.informarexresistere.fr/2014/04/02/del-guanxi-o-del-perche-i-cinesi-ci-faranno-giustamente-a-pezzetti/

 

 

———————

– La Crisi Uccide! Sempre più suicidi per cause economiche.

da scenarieconomici.it

Pochi giorni fa sono usciti i dati finali di una ricerca molto interessante, e molto triste, sui suicidi causati dalla crisi economica.

A realizzare questa ricerca ci ha pensato Link Lab, il Laboratorio di Ricerca Socio-Economica dell’Università degli Studi Link Campus University, sotto la direzione di Nicola Ferrigni. Qui potete trovare il comunicato stampa completo con, in coda, l’indirizzo e-mail a cui chiedere il documento completo qualora foste interessati.

Per Link Lab, nel 2013 ci sono stati 149 suicidi per”motivazioni economiche”, con un aumento del 67% rispetto agli 89 del 2012. La quasi totalità sono uomini.

L’85% dei suicidi avviene tra i 35 ed i 64 anni, ovvero in piena età lavorativa.

Il fenomeno non conosce differenze geografiche.

Il profilo occupazionale è invece agghiacciante, l’85% (di nuovo..) di coloro che si sono suicidati erano Imprenditori o Disoccupati.

Lo studio inoltre contiene un interessante profilatura dei tentativi di suicidio, anche questi quasi 100 nel solo 2013.

Continua a leggere su:

http://scenarieconomici.it/crisi-uccide-sempre-suicidi-per-cause-economiche-vediamo-i-numeri-intanto-dal-2011-li